Accesso all'area riservata

Dettaglio Bando
To​rna Indietro ​​​​​​​​​​​

Dettaglio bando di gara

BANDO RETTIFICATO - PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI DEFIBRILLATORI SEMI AUTOMATICI ESTERNI (DAE) DESTINATI ALLE AZIENDE DEL SISTEMA SANITARIO REGIONALE (AA.SS.LL. E AA.OO.), AGLI ENTI LOCALI, ALLE SOCIETÀ PARTECIPATE, AGLI ENTI STRUMENTALI E ALLE ALTRE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI AVENTI SEDE NEL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA

SoReSa SPA

Salvatore Tufano

€ 1.850.000,00 (Iva Esclusa)

Offerta economicamente più vantaggiosa

Forniture

Domenica, 26 Giu 2016, ore 20: 00

Lunedì, 11 Lug 2016, ore 20: 00

Esiti e Pubblicazioni

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato
Esiti non presenti...

Avvisi

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato
Esiti non presenti...

Chiarimenti

Protocollo Domanda Risposta Allegato

PI000342-16

Domande pervenute (FAQ) al 26 giugno 2016.Risposta alle domande pervenute (v. allegato).

FAQ_Risposte chiarimenti.pdf

PI000254-16

L’ Allegato B.1 CARATTERISTICHE TECNICHE MINIME richiede: • “Possibilità di erogare scariche almeno fino a 150J onda bifasica (Livelli di energia erogata conformi alle indicazioni delle linee guida sulla Rianimazione Cardiopolmonare (ILCOR e AMERICA HEART) in vigore)” • “Tempo di carica non superiore a 10 secondi” Le linee guida sulla rianimazione cardiopolmonare attestano a 150J il livello minimo di energia utile per il primo shock (il Vostro capitolato parla a tal proposito di scariche almeno fino a 150J ) e indicano come “ corretto prendere in considerazione di aumentare l’energia erogata, se possibile, dopo il fallimento di uno shock e in quei pazienti in cui si presenti la necessità di una nuova defibrillazione”. Inoltre il maggior coefficiente di rischio vita si riscontra nei pazienti anziani e soprattutto in quelli con indice di massa corporea sopra la media, che le statistiche ufficiali dicono in crescita. Per questi pazienti si potrebbe rendere necessaria una scarica superiore ai 150 joule , che aumenta il livello di sicurezza del paziente e migliora la prestazione dell’operatore sanitario Al fine di dare la possibilità di partecipazione al maggior numero possibile di aziende e soprattutto a quelle aziende che possono offrire strumentazione più performante in termini di erogazione dell’energia e che per tale motivo necessitano di tempi di carica superiore ai 10 secondi, si chiede di poter partecipare alla gara con prodotti che necessitano di tempi minimi di carica leggermente più alti di quelli da voi indicati e che per le considerazioni su descritte possono garantire migliori performance nell’esecuzione della manovra di primo soccorso così da raggiungere un maggior livello di salvaguardia della vita del paziente. In merito alle caratteristiche tecniche minime da possedere per la partecipazione alla gara, si confermano i valori indicati nell’Allegato B1 del Capitolato, in particolare: • Possibilità di erogare scariche almeno fino a 150J onda bifasica (…) • Tempo di carica non superiore a 10 secondi

PI000236-16

1) "polizza in originale sottoscritta con firma digitale": si richiede se è necessario che questa sia firmata sia dall'Ente che rilascia la polizza che dal legale rappresentante dell'impresa partecipante, oppure è sufficiente la sola sottoscrizione digitale da parte dell’ente che ha emesso la polizza oppure è sufficiente la sola firma digitale da parte dell’impresa concorrente? 2) Lo Schema Convenzione e il Patto di Legalità vanno restituiti per accettazione?1) Polizza: come indicato al paragrafo 11 del Disciplinare di Gara essa dovrà essere sottoscritta con firma digitale, ai sensi del D. Lgs. 82/2005, da colui che rilascia la fideiussione, pertanto dall'Ente che emette la polizza. Non occorre la controfirma da parte dell’impresa partecipante. Inoltre si rammenta che, qualora l’Ente che rilascia la polizza non sia in grado di sottoscriverla con firma digitale, questi può adempiere con la firma olografa. In tal caso, sarà onere del concorrente provvedere alla scansione di detta polizza e alla trasmissione della stessa seguendo le indicazioni riportate al paragrafo 13 pag. 27 lett. b) del Disciplinare di Gara, nonché alla dichiarazione che la copia trasmessa è conforme all'originale in proprio possesso, barrando l’apposita voce nell'allegato A1, come disposto al paragrafo 11 del Disciplinare, pag. 18. 2) Lo Schema Convenzione e il patto di legalità NON vanno restituiti per accettazione, a tal fine è sufficiente la sottoscrizione, nei tempi e modi previsti dal Disciplinare di Gara, dell’allegato A6; vedasi, in particolare, i punti 3 e 4 di detto allegato.

PI000235-16

1) IL DISCIPLINARE DI GARA RIPORTA QUANTO SEGUE: Punto 14 OFFERTA TECNICA – PAG.28 “Tutti i prodotti/servizi proposti devono rispettare le caratteristiche tecniche minime stabilite nel Capitolato e nei suoi Allegati, pena l’esclusione dalla procedura di gara.” Punto 17 .CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE – PAG. 32 “L’apparecchiatura dovrà, pena l’esclusione, essere in possesso dei requisiti minimi richiesti, di cui all’allegato B/1 del Capitolato Tecnico. “ Punto 17 .CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE – PAG. 32 “L’apparecchiatura, per la quale la Commissione giudicatrice avrà preventivamente verificato la rispondenza ai requisiti minimi richiesti di cui sopra, sarà oggetto di valutazione qualitativa in relazione ai parametri e ai sub-criteri specificamente indicati nell’allegato B/2 del Capitolato Tecnico. “ Premesso quanto sopra, se ad una azienda partecipante manca anche UN SOLO requisito tra quelli indicati nelle caratteristiche tecniche minime (Vs. allegato B1) non sarà ammessa alla valutazione tecnica secondo il Vs. allegato B2? Pertanto compilare la casella NO all’interno del questionario B1 equivale ad essere esclusi dalla fase successiva della valutazione? ****** 2) Alcuni requisiti minimi essenziali dell’ ALLEGATO B1 vengono valutati all’interno del Vs. Allegato B2. Ad esempio, nell’Allegato B2: B: Batteria Tot. 6,00 punti, così ripartiti: Parametri Punteggio massimo Criterio di attribuzione Indicare il documento e il numero della/e pagina/e dello stesso in cui sono rinvenibili le caratteristiche richieste (es. pag. n. della scheda tecnica) B1: Durata batteria: numero di scariche a 150J (batteria nuova e temperatura ambiente 20-25°C) 2,00 Durata batteria = 125 scariche Ppi = 0 Durata batteria > 125 scariche B2: Durata batteria: ore di funzionamento (batteria nuova e temperatura ambiente 20-25°C) 2,00 Durata batteria = 8 ore di funzionamento continuo Ppi = 0 Durata batteria > 8 ore di funzionamento continuo Premesso che tra i requisiti minimi, pena l’esclusione, è necessario il Funzionamento a batteria a lunga durata che garantisca: ALMENO 125 scariche a 150J o 8 ore di funzionamento (batteria nuova e temperatura ambiente 20-25°C), si presume che chi non abbia questo requisito sia stato escluso. Pertanto valori inferiori (< 125 scariche - < 8 ore di funzionamento continuo) non dovrebbero essere oggetto di valutazione come indicato nell’ ALLEGATO b2. Stesso discorso per altri parametri di valutazione, voci A2 A3 A4 del Vs. allegato B.2 . Si chiede riscontro in merito. ****** 3) Nell’ ALLEGATO B.1 CARATTERISTICHE TECNICHE MINIME si chiedono: N. 2 coppie di elettrodi monouso per adulti e n. 2 coppie di elettrodi monouso pediatrici, qualora il defibrillatore offerto utilizzi gli stessi elettrodi sia su paziente adulto che pediatrico, tramite apposito attivatore, gli elettrodi da fornire sono 2 coppie o 4, onde evitare inutili sprechi ? ****** 4) Nell’ ALLEGATO B.1 CARATTERISTICHE TECNICHE MINIME si chiedono: TECA PER USO ESTERNO. Qualora la teca necessitasse di alimentazione elettrica per il suo regolare funzionamento, i costi relativi all’allacciamento elettrico ed installazione, sono a carico della stazione appaltante ? Nel CAPITOLATO TECNICO ****** 5) Art. 6 Formazione del Personale, si chiede con maggior precisione la tipologia di corso che dovrà essere effettuato al personale laico e sanitario o se riguarda solo ed esclusivamente le attività da voi indicate, ovvero :? • L’uso dell’apparecchiatura, degli accessori e di ogni altro dispositivo compreso i software in ogni loro funzione; • Le tipologie e la frequenza delle verifiche periodiche previste dal Fabbricante; • Le procedure per la risoluzione degli guasti più frequenti. Pertanto NON TRATTASI DI CORSI BLS - BLSD??? **** 6) Art. 7 - Servizio di garanzia, assistenza tecnica e manutenzione Full-risk, Costumer-care 7.2 Assistenza e manutenzione Full-Risk, si chiede di precisare se al punto 3 Fornitura e sostituzione di parti di ricambio e materiali soggetti ad usura, si intendono gli ELETTRODI giunti alla loro naturale scadenza, con esclusione dei medesimi nel caso in cui venissero utilizzati per terapia. ***** 7) Art.7.2.1 . il Capitolato riporta: “La manutenzione preventiva comprende le procedure periodiche di verifica, controllo, messa a punto, sostituzione parti di ricambio e parti soggette ad usura ed eventuale adeguamento e/o riconduzione delle apparecchiature risultanti non conformi, come previsto dai manuali d’uso forniti in dotazione, pertanto le attività preventive devono svolgersi nel rispetto delle indicazioni contenute nel manuale d’uso e nel manuale di servizio (di manutenzione), obbligatori ai sensi delle direttive CE e delle norme tecniche applicabili.” Ciò premesso si chiede : la mera SOSTITUZIONE delle parti di ricambio e parti soggette ad usura SONO comprese nell’attività di manutenzione preventiva, bensì il costo di dette parti NON E’ INCLUSO nella fornitura ( batterie ed elettrodi giunti alla loro naturale scadenza, sostituzione elettrodi utilizzati)? L’Amministrazione acquisterà a parte le batterie e gli elettrodi giunti a naturale scadenza e quelli da sostituire in quanto utilizzati?1) Si conferma che le apparecchiature, per essere ammesse alla gara, devono possedere tutti i requisiti indicati nell’allegato B.1 “Caratteristiche tecniche minime”. Peraltro, ai sensi dell’art. 68 comma 7 del d.lgs. 50/2016, l’operatore economico potrà dichiarare, fornendo la relativa documentazione a comprova, di proporre soluzioni equivalenti rispetto al requisito in esame. La Commissione valuterà l’effettiva equivalenza della soluzione proposta. ***** 2)Si conferma quanto indicato. Saranno oggetto di valutazione, secondo i sub-criteri e i parametri stabiliti nell’allegato B2, le sole apparecchiature che avranno almeno soddisfatto i requisiti minimi previsti nell’allegato B1. ***** 3) Qualora gli elettrodi per adulti dovessero essere del medesimo tipo di quelli pediatrici, la fornitura dovrà essere costituita da n. 4 coppie di elettrodi. ***** 4) Il Concorrente, come indicato nel Capitolato Tecnico all’art. 2, deve presentare in gara un Elaborato tecnico in cui indica le occorrenze relative all’installazione delle apparecchiature offerte e dei relativi accessori. Sarà cura delle Amministrazioni contraenti provvedere agli eventuali adeguamenti, di carattere strutturale, necessari ai propri siti per l’installazione dei beni oggetto della fornitura; mentre rimarranno a carico dell'Aggiudicatario gli oneri relativi all'allacciamento alla rete elettrica delle eventuali teche richieste o degli altri accessori. ***** 5) Si conferma quanto riportato nell’art. 6 del Capitolato Tecnico. Si rappresenta peraltro che, come ivi indicato, “Il Concorrente potrà proporre elementi migliorativi che saranno valutati dalla Commissione giudicatrice” secondo i parametri indicati nell’Allegato B.2 al punto D1. ***** 6) Si conferma quanto indicato nel Capitolato Tecnico; pertanto, deve ritenersi esclusa la sostituzione degli elettrodi non utilizzabili a seguito di terapia. ***** 7) Si conferma quanto indicato nel Capitolato Tecnico, in particolare come riportato a pag. 16 di detto Capitolato: i. gli oneri inerenti la fornitura e l’installazione dei pezzi di ricambio e degli accessori sono a carico del Fornitore e compresi nel servizio di assistenza tecnica “full-risk”; ii. la batteria deve essere sostituita, con oneri compresi nell’importo aggiudicato, solo in caso di guasto o malfunzionamento della stessa (ossia funzionamento minimo garantito in stand-by o numero di scariche o ore di funzionamento garantito) e non per la sua naturale scadenza. La sostituzione degli elettrodi giunti a naturale scadenza, ovvero di quelli utilizzati, non rientra nell’oggetto della fornitura. D’altro canto, si rammenta che l’eventuale offerta di sostituzione, per la durata temporale del servizio di assistenza e manutenzione full-risk, di materiale monouso soggetto ad usura (es. elettrodi) giunto a naturale scadenza, sarà considerato come elemento migliorativo dell’offerta e valutato come riportato nell’Allegato B.2 al punto C.2.

PI000233-16

Il format monitoraggio va compilato e reso parte integrante della cartella compressa Documentazione tecnica caricata a sistema per la compilazione della busta offerta tecnica?NO. Il format monitoraggio, come riportato nell’art. 8 del Capitolato Tecnico, dovrà essere utilizzato, secondo i tempi e i modi ivi prescritti, dal Fornitore-Aggiudicatario ai fini, appunto, del monitoraggio della fornitura da parte di So.Re.Sa. S.p.A., nella sua qualità di Centrale di Committenza. Il documento, pertanto, è stato fornito in questa sede a scopo meramente informativo.

PI000226-16

1) In caso di aggiudicazione, i pagamenti vengono effettuati da SORESA o dal destinatario finale dell'apparecchiatura? 2) Le apparecchiature richieste sono destinate alle sole Aziende Sanitarie o anche ad altri enti pubblici?Le apparecchiature oggetto di gara, come indicato al paragrafo 2 del Disciplinare di Gara, pag. 5, sono destinate alle «Aziende del Sistema Sanitario Regionale (AA.SS.LL. e AA.OO.), agli Enti Locali, alle Società Partecipate, agli Enti Strumentali e alle altre Pubbliche Amministrazioni aventi sede nel territorio della Regione Campania»; pertanto esse potranno essere ordinate sia dalle Aziende Sanitarie che dagli altri Enti Pubblici. La titolarità dei singoli Ordinativi di Fornitura (Contratti) e degli oneri conseguenti in termini di pagamento resta in capo alle singole Amministrazioni Contraenti (vedasi quanto indicato al citato paragrafo 2, pag. 6 e ss.).