Accesso all'area riservata

Dettaglio Bando
To​rna Indietro ​​​​​​​​​​​

Dettaglio bando di gara

BANDO RETTIFICATO - Fornitura in noleggio quinquennale di n.01 sistema di archivio robotizzato per cassette e vetrini occorrenti alle attività dell’U.O.S.D. di Anatomia e Istologia Patologica dell’A.O.U. dell’Università degli studi della Campania “Luigi Vanvitelli”.

A.O.U. "LUIGI VANVITELLI"

Rinaldi Maria

€ 950.000,00 (Iva Esclusa)

Offerta economicamente più vantaggiosa

Forniture

Giovedì, 11 Gen 2024, ore 15: 00

Martedì, 23 Gen 2024, ore 15: 00

Esiti e Pubblicazioni

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato
Esiti non presenti...

Avvisi

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

AVVISO_GARA

10/01/2024Si allega Avviso rettifica “Requisiti di capacità economica e finanziaria e requisiti di capacità tecnica e professionale”.

avviso_rettifica_requisiti.pdf

AVVISO_GARA

03/01/2024Con riferimento alla procedura in oggetto si comunica che, per mero errore materiale, nel modello gara non è stato previsto il campo della” busta economica”. Pertanto si invitano tutti gli operatori economici interessati a partecipare alla gara ad inserire nella “busta giustificazioni” i seguenti documenti di gara: dettaglio offerta economica e modello Sap.

avviso_dettaglio offerta.pdf

AVVISO_GARA

27/12/2023Si allega avviso proroga termini per la presentazione delle offerte

avviso archivio proroga.pdf

AVVISO_GARA

12/12/2023Si allega avviso di rettifica N. di gara Autorità

Rettifica numero di gara Autorità .pdf

AVVISO_GARA

12/12/2023Si allega avviso di sopralluogo con rettifica indirizzo mail

avviso sopralluogo_archivio_rettifica.pdf

AVVISO_GARA

12/12/2023Si allega avviso di sopralluogo.

avviso sopralluogo_archivio.pdf

Chiarimenti

Protocollo Domanda Risposta Allegato

PI003729-24

Si chiede altresì di fornire le indicazioni su planimetria (punto quadro di potenza, locale archivio) possibilmente in formato dwg.Si allega planimetria

01_SEMIN_COMPL_S_PATRIZIA.dwg

PI003727-24

Si chiede altresì di fornire le indicazioni su planimetria (punto rack, locale archivio) possibilmente in formato dwg.Si allega planimetria

PIANO_INTERR_COMPL_S_PATRIZIA.pdf

PI001947-24

Gentilissimi, in relazione alla presente procedura si chiede quanto segue: 1) si chiede di fornire indicazioni sul posizionamento del rack a partire dal quale bisognerà realizzare l'impianto di rete LAN per avere punti di accesso nell'attuale archivio sito al -1 per gli armadi automatizzati. Si chiede altresì di fornire le indicazioni su planimetria (punto rack, locale archivio) possibilmente in formato dwg. 2) Qualora sia necessario provvedere anche agli allacci elettrici, benché una realizzazione impiantistica di questo tipo non è tipica di simili appalti di fornitura, si chiede di fornire indicazioni sul posizionamento del quadro elettrico trifase sul quale allacciare le utenze (armadi automatizzati) da installare al -1 protette da interruttore differenziale. Si chiede altresì di fornire le indicazioni su planimetria (punto quadro di potenza, locale archivio) possibilmente in formato dwg. Nell'attesa di un riscontro, si ringrazia in anticipo. Cordiali saluti, Ufficio Gare
1) Risposta quesito n°01
Le attività di verifica dell'ubicazione del sistema rack da dove dovranno essere realizzati gli impianti di rete LAN, se non visionati all'atto del sopralluogo obbligatorio,  effettuato in precedenza, nonchè la metodica per l'adeguamento dei locali dal punto di vista impiantistico, saranno valutati e concordati con il Servizio Informatico della A.O.U. "L. Vanvitelli", al momento dell'aggiudicazione di quell'operatore economico risultato vincitore del presente bando di gara.
Si allegano alla presente in formato dwg ed in formato pdf la planimetria richiesta dei locali oggetto di gara siti al piano -1.
2) Risposta al quesito n°02
Le attività di verifica dell'ubicazione del quadro elettrico da dove dovranno essere realizzati gli allacci impiantistici, se non visionati all'atto del sopralluogo obbligatorio,  effettuato in precedenza, nonchè la metodica per l'adeguamento dei locali dal punto di vista impiantistico, saranno concordati con l'Ufficio Tecnico della A.O.U. "L. Vanvitelli", al momento dell'aggiudicazione di quell'operatore economico risultato vincitore del presente bando di gara.
Si allegano alla presente in formato dwg ed in formato pdf la planimetria richiesta dei locali oggetto di gara siti al piano -1.
Si riporta di seguito lo stralcio dell'art. 10 del Disciplinare di gara relativamente alle attività di sopralluogo, nonché ai vari ed eventuali adeguamenti richiesti che cosi recita: "Il sopralluogo presso il reparto della U.O.S.D. Anatomia e Istologia Patologica è obbligatorio. Il sopralluogo si rende necessario, da parte degli operatori economici interessati a partecipare alla gara, al fine di individuare spazi, tecnologie e percorsi idonei tesi al corretto dimensionamento della fornitura ed alla formulazione del progetto tecnico e dell’offerta economica da presentare. Gli eventuali adeguamenti degli ambienti finalizzati alla disposizione dell’archivio ed opere murarie, laddove necessarie, sono a totale onere e carico dell’operatore economico aggiudicatario. La mancata effettuazione del sopralluogo è causa di esclusione dalla procedura di gara." 

PI001753-24

Gentilissimi, la presente per richiedere quanto segue: a) si chiede di fornire una lista delle apparecchiature ed arredi presenti al piano -1 da smaltire indicando numero, tipologia di materiale o di strumento, dimensioni, peso. b) si chiede di fornire una stima del quantitativo di carta e cartone da smaltire (peso in kg) In attesa di riscontro, si ringrazia in anticipo. Cordiali saluti, Ufficio Gare
1) Le apparecchiature da smaltire in numero tipologia e materiali sono tutte quelle ivi allocate e riscontrate dal sopralluogo effettuato. Successivamente si valuterà eventualmente una selezione delle stesse.
2) Il quantitativo di carta e cartone da smaltire è quello presente al momento nei locali oggetto di gara e riscontrati all'atto del sopralluogo effettuato dagli operatori economici.  

PI001655-24

Si chiedono i seguenti chiarimenti: 2.Art.6.3 disciplinare di gara – Requisiti capacità tecnica professionale: Alla luce del chiarimento (Quesito P|131355-23, Risposta P|001120-24), si chiede quanto segue. Il bando prevede i seguenti requisiti di capacità tecnica professionale: (i)esecuzione negli ultimi 3 anni di forniture analoghe di importo minimo medio annuo pari all’importo base d’asta; (ii)elenco forniture analoghe effettuate negli ultimi 3 anni con indicazione oggetto, destinatario, anno importo. Alla luce della recente evoluzione del mercato dell’archiviazione in Anatomia Patologica, è evidente come questi requisiti di ordine speciale debbano essere considerati eccessivamente restrittivi. Infatti, sono pochi gli operatori in grado di soddisfarli e la gran parte ha fatto ingresso nel mercato solo negli ultimi anni, caratterizzati da eventi globali (pandemia) molto impattanti sull’economia in generale, e sugli investimenti pubblici e privati. Da analisi del mercato di riferimento, si rileva come questo sia caratterizzato da (i)pochi (se non forse solo 1) “big player” che, seppur operativi da qualche anno, sono per natura poco ricettivi ai cambiamenti tecnologici ed innovazioni più recenti, considerate anche le dimensioni; (ii)da una serie di player più piccoli, come la scrivente Società, che seppur presenti da meno anni, sono da considerarsi più ricettivi alle innovazioni tecnologiche ed all’implementazione di soluzioni avanzate. Pertanto si ritiene che i requisiti così formulati, non consentano a numerosi player di partecipare, presentando offerte che possano essere ritenute ammissibili. Essi, infatti, richiedono un fatturato globale molto alto (specie per piccole medie imprese nel settore) e esperienza professionale importante in anni caratterizzati da pandemia, guerra e crisi economica e con molte difficoltà di approvvigionamento. Inoltre, l’art.100, comma 11, D.Lgs n.36/2023 prevede esclusivamente la possibilità che la stazione appaltante richieda quale requisito di capacità tecnica e professionale la dimostrazione “di aver eseguito nel precedente triennio dalla data di indizione della procedura di gara contratti analoghi a quello in affidamento”, senza imporre alcun importo minimo. Una lettura conforme alla norma appena citata, nonché all’art.10, D.Lgs n.36/2023, ai sensi del quale è doveroso preservare l'interesse pubblico al più ampio numero di potenziali concorrenti e favorire l'accesso al mercato e la possibilità di crescita di micro, piccole, medie imprese, impone di ammettere alla procedura anche quegli operatori che possano dimostrare di aver eseguito, negli ultimi 3 anni, forniture analoghe, seppur di importo minimo medio annuo inferiore all’importo base d’asta. Si chiede quindi di confermare che la società, costituita nel 2019, possa essere ammessa alla procedura di gara limitandosi a dimostrare di aver eseguito, negli ultimi 3 anni, forniture analoghe (seppur di importo minimo medio annuo inferiore all’importo base d’asta).Si allega avviso rettifica Requisiti di capacità economica e finanziaria e requisiti di capacità tecnica e professionale”.

 

 

 

avviso_rettifica_requisiti.pdf

PI001653-24

Con riferimento alla gara europea a procedura telematica aperta per la fornitura in noleggio quinquennale di n. 1 sistema di archivio robotizzato per cassette e vetrini occorrenti alle attività della U.O.S.D. anatomia e istologia patologica dell’A.O.U. Luigi Vanvitelli, si chiedono i seguenti chiarimenti: 1.Sull’art. 6.2 del disciplinare di gara – Requisiti di capacità economica e finanziaria: Alla luce del chiarimento (Quesito P|131355-23, Risposta P|001120-24), si chiede di confermare quanto previsto nel Disciplinare di gara, che richiede un “Fatturato globale medio nel triennio precedente pari all’importo a base d’asta”, senza specificare, diversamente da quanto indicato nella Risposta al Quesito, che il fatturato globale debba essere “medio annuo”. Ciò significa, in buona sostanza che per il requisito richiesto debba intendersi la somma del fatturato non specifico delle tre annualità precedenti e non la media annua del fatturato nel triennio precedente (i.e. somma del fatturato delle tre annualità indicate diviso tre). Diversamente, il requisito violerebbe l’art. 100, comma 11, D.Lgs n. 36/2023, ai sensi del quale “le stazioni appaltanti possono richiedere agli operatori economici quale requisito di capacità economico e finanziaria un fatturato globale non superiore al doppio del valore stimato dell’appalto, maturato nel triennio precedente a quello di indizione della procedura”. E’ evidente come la norma si riferisca alla somma del fatturato non specifico delle tre annualità precedenti e non alla media annua del fatturato nel triennio precedente. Inoltre, applicare il requisito così come specificato nel chiarimento, significherebbe, in buona sostanza richiedere un fatturato globale pari al triplo del valore stimato dell’appalto, in aperta violazione del comma 11, art. 100 cit. Si segnala che anche il Presidente ANAC con comunicato del 13 aprile 2021 ha sottolineato come le stazioni appaltanti debbano “valutare attentamente la necessità di richiedere la dimostrazione dei requisiti di capacità economica e finanziaria mediante il possesso di un fatturato minimo annuo per il triennio precedente che ricomprendesse gli anni 2020 e 2021”. Alla luce di quanto sopra esposto, dunque, perché il Disciplinare possa ritenersi conforme alle disposizioni normative, si chiede di confermare che il fatturato globale richiesto quale requisito di capacità economica e finanziaria è pari alla somma del fatturato non specifico delle tre annualità precedenti.1) Si allega avviso rettifica Requisiti di capacità economica e finanziaria e requisiti di capacità tecnica e professionale”.

avviso_rettifica_requisiti.pdf

PI001558-24

Rettifica risposta registro sistema PI001557-24 per mero errore materiale contenuto nella risposta, relativamente al il sopralluogo obbligatorio, previsto all'art. 10 anzichè all'art. 6 del disciplinare di gara.

ii) I locali da adibire all’archiviazione non sono dotati di rete internet cablata. La  realizzazione è a carico dell'operatore economico aggiudicatario.  

viii) e ix lett. a) b) L’art. 10 del disciplinare di gara prevede il sopralluogo obbligatorio:. ” Il sopralluogo è obbligatorio. Il sopralluogo, presso il reparto della U.O.S..D. anatomia patologica da parte degli operatori economici interessati a partecipare alla gara, al fine di individuare spazi, tecnologie e percorsi idonei tesi al corretto dimensionamento della fornitura ed alla formulazione del progetto tecnico e dell’offerta economica da presentare si rende necessario per le seguenti ragioni al fine di individuare spazi, tecnologie e percorsi idonei tesi al corretto dimensionamento della fornitura ed alla formulazione del progetto tecnico e dell’offerta economica da presentare.. Gli eventuali adeguamenti degli ambienti finalizzati alla disposizione dell’archivio ed opere murarie laddove necessarie, sono a totale onere e carico dell’operatore economico aggiudicatario.  La mancata effettuazione del sopralluogo è causa di esclusione dalla procedura di gara.

 

PI001556-24

vii) In relazione ai locali adibiti all’archiviazione oggetto di gara si prega di confermare che tali locali sono adeguatamente predisposti e/o attualmente dotati di rete internet cablata. I locali da adibire all’archiviazione non sono dotati di rete internet cablata. La realizzazione è a carico della ditta aggiudicataria. (viii) Si chiede di ricevere la planimetria (dwg) dei locali adibiti all’archiviazione oggetto di gara. ix) Si chiede di ricevere le seguenti informazioni relative ai locali adibiti all’archiviazione oggetto di gara: a. portate solai; b. esistenza di vincoli (di qualsivoglia natura) da tenere in considerazione per la realizzazione di eventuali lavori edili.

vii) I locali da adibire all’archiviazione non sono dotati di rete internet cablata. La  realizzazione è a carico dell'operatore economico aggiudicatario.  

viii) e ix lett. a) b) L’art. 6 del disciplinare di gara prevede il sopralluogo obbligatorio:. ” Il sopralluogo è obbligatorio. Il sopralluogo, presso il reparto della U.O.S..D. anatomia patologica da parte degli operatori economici interessati a partecipare alla gara, al fine di individuare spazi, tecnologie e percorsi idonei tesi al corretto dimensionamento della fornitura ed alla formulazione del progetto tecnico e dell’offerta economica da presentare si rende necessario per le seguenti ragioni al fine di individuare spazi, tecnologie e percorsi idonei tesi al corretto dimensionamento della fornitura ed alla formulazione del progetto tecnico e dell’offerta economica da presentare.. Gli eventuali adeguamenti degli ambienti finalizzati alla disposizione dell’archivio ed opere murarie laddove necessarie, sono a totale onere e carico dell’operatore economico aggiudicatario.  La mancata effettuazione del sopralluogo è causa di esclusione dalla procedura di gara.

 

PI001346-24

Gent.mi, in relazione alla vs. Risposta PI001180-24 pubblicata in replica al Quesito di un OE (PI001177-24) si fa presente quanto segue: - La capienza dei rack porta campioni, come prescritto dal CSA, deve essere non superiore a 50 unità di cassette o vetrini. Pertanto, alla Scrivente risulta incompatibile la vs. risposta che attesta come "migliorativa" l'offerta di rack aventi capacità maggiore, per una serie di motivi: 1. in realtà dovrebbero essere escluse proposte contenenti rack porta campioni di capacità maggiore, perchè intrinsecamente non rispondenti alle caratteristiche minime esplicitate nel CSA. 2. pur essendo accettate (per assurdo) anche proposte contenenti rack porta campioni di capacità maggiore, non capiamo come questa caratteristica possa essere addirittura considerata migliorativa dal momento che il CSA dà una indicazione del tutto contraria a tale deduzione. 3. in ultimo, un rack porta campioni più grande sarà di certo meno ergonomico e fruibile presso le postazioni di laboratorio. Si chiede, pertanto, di rettificare la pubblicazione del chiarimento sopra indicato, in quanto incompatibile con le prescrizioni del CSA. Grazie, Ufficio Gare
1) In relazione al contenuto dei rack, la problematica risiede sostanzialmente solo nella capacità del sistema robotizzato a movimentare  il contenuto dei rack di 50 vetrini o inclusioni o più. 
Nella nostra esperienza personale di tipo 'manuale' movimentare cassetti con più di 50 inclusioni o vetrini non costituisce un problema; se non lo è per un sistema robotizzato tanto meglio. Pertanto se non migliorativa, la proposta è equivalente in quanto 'indifferente' per il sistema richiesto.

PI001177-24

Si specifica che l’archivio storico presenta parte dei biomateriali dotati di barcodeIn riferimento alla gara per noleggio quinquennale di n.1 sistema archivio robotizzato per cassette e vetrini per la U.O.S.D. anatomia e istologia patologica dell’A.O.U. Luigi Vanvitelli, si chiedono i seguenti chiarimenti: 7. Art. 1 del Capitolato Speciale d’Appalto – Oggetto dell’Appalto – Caratteristiche tecniche: (i) In relazione alla caratteristica tecnica: "Rack/vassoi primari per l’archiviazione dei campioni di capacità non superiore a 50 unità (di cassette o di vetrini) al fine di favorire ergonomia e maneggevolezza durante il trasporto" si prega di confermare che è ammissibile l’offerta di vassoi con capacità maggiore a 50 unità (sul presupposto che venga in ogni caso garantita l’ergonomia e la maneggevolezza del prodotto). (ii) In relazione alla capacità di archiviazione totale di 620.000 vetrini e la fornitura del materiale di consumo dedicato per un fabbisogno annuo di 180.000 vetrini corrispondente ad un totale quinquennale di 900.000 vetrini, si prega di specificare la capacità di produzione annua di vetrini dell’“armadio automatizzato” (nota esplicativa: 620.000:5 anni = 124.000 vetrini/anno, e non 180.000 indicati). (iii) In relazione alla capacità di archiviazione totale di 380.000 cassette e la fornitura del materiale di consumo dedicato per un fabbisogno annuo di 60.000 cassette corrispondente ad un totale quinquennale di 300.000 cassette, cui si somma l'archivio storico di 450.000 cassette per un totale di 750.000 cassette, si chiede di specificare la produzione annua di biocassette dell’“armadio automatizzato”. (iv) In relazione all'archivio storico di biocassette di 450.000 campioni, si chiede di confermare che gli stessi siano dotati di barcode/qrcode identificativo. (v) In relazione alla caratteristica "dotato di consolle di comando con touch screen mobile lungo la baia di erogazione", si chiede di confermare che è possibile offrire una soluzione touch screen equivalente nella funzionalità e nella garanzia di processo (equivalenza tecnica). (vi) In relazione alla caratteristica “Fornitura di armadi statici carrellati, al fine di favorire la movimentazione all’interno del laboratorio” si prega di confermare che è ammissibile alla gara l’offerta di una soluzione statica ottimizzata e personalizzata ad hoc a massima garanzia della sicurezza per gli operatori e per i campioni, vista la peculiare sede logistica, gli spazi di manovra, ed i pesi potenzialmente in gioco.1) La maggiore capienza dei Rack porta campioni – purchè  sia garantita l’ergonomia e la fruibilità- può essere considerata una caratteristica vantaggiosa, e pertanto MIGLIORATIVA
2) La formula è errata. Si conferma il valore di 124.000 vetrini\anno.
3) Il totale delle cassette deve considerarsi 380.000 (ovvero 76.000\anno) per l’archivio robottizato
4) Si specifica che l’archivio storico presenta parte dei biomateriali dotati di barcode
5)Si conferma l’equivalenza
6) Si conferma

PI000502-24

Errore materiale nel modello gara Si allega avviso in quanto per mero errore materiale,  nel modello gara,  non è stato previsto il campo della” busta economica”.

avviso_dettaglio offerta.pdf

PI131360-23

Si specifica che l’archivio storico presenta parte dei biomateriali dotati di barcodeIn riferimento alla gara per noleggio quinquennale di n.1 sistema archivio robotizzato per cassette e vetrini per la U.O.S.D. anatomia e istologia patologica dell’A.O.U. Luigi Vanvitelli, si chiedono i seguenti chiarimenti: 7.Art. 1 del Capitolato Speciale d’Appalto – Oggetto dell’Appalto – Caratteristiche tecniche: (i) In relazione alla caratteristica tecnica: "Rack/vassoi primari per l’archiviazione dei campioni di capacità non superiore a 50 unità (di cassette o di vetrini) al fine di favorire ergonomia e maneggevolezza durante il trasporto" si prega di confermare che è ammissibile l’offerta di vassoi con capacità maggiore a 50 unità (sul presupposto che venga in ogni caso garantita l’ergonomia e la maneggevolezza del prodotto). (ii) In relazione alla capacità di archiviazione totale di 620.000 vetrini e la fornitura del materiale di consumo dedicato per un fabbisogno annuo di 180.000 vetrini corrispondente ad un totale quinquennale di 900.000 vetrini, si prega di specificare la capacità di produzione annua di vetrini dell’“armadio automatizzato” (nota esplicativa: 620.000:5 anni = 124.000 vetrini/anno, e non 180.000 indicati). (iii) In relazione alla capacità di archiviazione totale di 380.000 cassette e la fornitura del materiale di consumo dedicato per un fabbisogno annuo di 60.000 cassette corrispondente ad un totale quinquennale di 300.000 cassette, cui si somma l'archivio storico di 450.000 cassette per un totale di 750.000 cassette, si chiede di specificare la produzione annua di biocassette dell’“armadio automatizzato”. (iv) In relazione all'archivio storico di biocassette di 450.000 campioni, si chiede di confermare che gli stessi siano dotati di barcode/qrcode identificativo. (v) In relazione alla caratteristica "dotato di consolle di comando con touch screen mobile lungo la baia di erogazione", si chiede di confermare che è possibile offrire una soluzione touch screen equivalente nella funzionalità e nella garanzia di processo (equivalenza tecnica). (vi) In relazione alla caratteristica “Fornitura di armadi statici carrellati, al fine di favorire la movimentazione all’interno del laboratorio” si prega di confermare che è ammissibile alla gara l’offerta di una soluzione statica ottimizzata e personalizzata ad hoc a massima garanzia della sicurezza per gli operatori e per i campioni, vista la peculiare sede logistica, gli spazi di manovra, ed i pesi potenzialmente in gioco. (vii) In relazione ai locali adibiti all’archiviazione oggetto di gara si prega di confermare che tali locali sono adeguatamente predisposti e/o attualmente dotati di rete internet cablata. (viii) Si chiede di ricevere la planimetria (dwg) dei locali adibiti all’archiviazione oggetto di gara. (ix) Si chiede di ricevere le seguenti informazioni relative ai locali adibiti all’archiviazione oggetto di gara: a. portate solai; b. esistenza di vincoli (di qualsivoglia natura) da tenere in considerazione per la realizzazione di eventuali lavori edili.

i) In relazione al contenuto dei rack, la problematica risiede sostanzialmente solo nella capacità del sistema robotizzato a movimentare  il contenuto dei rack di 50 vetrini o inclusioni o più. Nella nostra esperienza personale di tipo 'manuale' movimentare cassetti con più di 50 inclusioni o vetrini non costituisce un problema; se non lo è per un sistema robotizzato tanto meglio. Pertanto, la proposta è accettabile in quanto 'equivalente' per il sistema richiesto.

ii) La formula è errata. Si conferma il valore di 124.000 vetrini\anno.

iii) Il totale delle cassette deve considerarsi 380.000 (ovvero 76.000\anno) per l’archivio robottizato

iv) Si specifica che l’archivio storico presenta parte dei biomateriali dotati di barcode

v)Si conferma l’equivalenza

vi) Si conferma

vii) I locali da adibire all’archiviazione non sono dotati di rete internet cablata. La  realizzazione è a carico dell'operatore economico aggiudicatario.  

vii) I locali da adibire all’archiviazione non sono dotati di rete internet cablata. La  realizzazione è a carico dell'operatore economico aggiudicatario.

viii) e ix) L’art. 10 del disciplinare di gara prevede il sopralluogo obbligatorio:. ” Il sopralluogo è obbligatorio. Il sopralluogo, presso il reparto della U.O.S..D. anatomia patologica da parte degli operatori economici interessati a partecipare alla gara, al fine di individuare spazi, tecnologie e percorsi idonei tesi al corretto dimensionamento della fornitura ed alla formulazione del progetto tecnico e dell’offerta economica da presentare si rende necessario per le seguenti ragioni al fine di individuare spazi, tecnologie e percorsi idonei tesi al corretto dimensionamento della fornitura ed alla formulazione del progetto tecnico e dell’offerta economica da presentare.. Gli eventuali adeguamenti degli ambienti finalizzati alla disposizione dell’archivio ed opere murarie laddove necessarie, sono a totale onere e carico dell’operatore economico aggiudicatario.  La mancata effettuazione del sopralluogo è causa di esclusione dalla procedura di gara.

 

PI131358-23

Con riferimento alla gara europea a procedura telematica aperta per la fornitura in noleggio quinquennale di n. 1 sistema di archivio robotizzato per cassette e vetrini occorrenti alle attività della U.O.S.D. anatomia e istologia patologica dell’A.O.U. Luigi Vanvitelli, si chiedono i seguenti chiarimenti: 5.Sull’art. 19 del disciplinare di gara – Svolgimento delle operazioni di gara: Si chiede di specificare la data e le ore in cui avrà luogo la prima sessione. 6.Sull’art. 26 del disciplinare di gara – Accesso agli Atti: Si prega di confermare che il riferimento all’art. 53, D.Lgs n. 50/2016 (vecchio codice) debba intendersi invece all’art. 35, D.Lgs n. 36/2023 (nuovo codice). 1)  Si allega avviso di proroga della  fissazione dei termini di scadenza. 
2 )Il riferimento all’art. 53 del  D.Lgs n. 50/2016 (vecchio codice) non è un refuso. Essendo la procedura stata avviata  prima del 31/12/2023 l’accesso agli atti è consentito nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 53 del decreto legislativo n. 50/2016. 

avviso archivio proroga.pdf

PI131355-23

Con riferimento alla gara europea a procedura telematica aperta per la fornitura in noleggio quinquennale di n. 1 sistema di archivio robotizzato per cassette e vetrini occorrenti alle attività della U.O.S.D. anatomia e istologia patologica dell’A.O.U. Luigi Vanvitelli, si chiedono i seguenti chiarimenti: 1.Sull’art. 8 del disciplinare di gara e sull’art. 8 del capitolato speciale d’appalto - subappalto: Si chiede di specificare quali sono le prestazioni che possono essere affidate in subappalto. In particolare, si chiede di specificare (i) cosa si intende con “prevalente esecuzione delle prestazioni”; (ii) quali sono le prestazioni prevalenti che non possono essere oggetto di subappalto; (iii) se l’OE che partecipa alla gara deve essere proprietario dei prodotti offerti in gara o se può offrire prodotti di cui abbia la mera disponibilità ad altro titolo, come, ad esempio, il comodato d’uso e/o contratto di fornitura senza dover ricorrere al subappalto. 2.Sull’art. 6.2 del disciplinare di gara – Requisiti di capacità economica e finanziaria: Si chiede di confermare che (i) per “Fatturato globale medio nel triennio precedente pari all’importo a base d’asta” si intende la somma del fatturato non specifico delle tre annualità precedenti; (ii) non si intende la media del fatturato nel triennio precedente, i.e. somma del fatturato delle tre annualità indicate diviso tre; (iii) che il triennio in considerazione è il triennio fiscale, vale a dire gli ultimi 3 bilanci della società (i.e. 2022-2021-2020); 3.Sull’art. 6.3 del disciplinare di gara – Requisiti di capacità tecnica e professionale: Si chiede di confermare che per “esecuzione negli ultimi tre anni di forniture analoghe di importo minimo medio annuo pari all’importo a base d’asta” (i) si intende la somma degli importi delle forniture analoghe delle tre annualità precedenti pari all’importo a base d’asta; (ii) non si intende la media degli importi nel triennio precedente, i.e. somma degli importi per forniture analoghe delle tre annualità indicate diviso tre. (iii) che il triennio in considerazione si riferisce ai tre anni precedenti la pubblicazione del bando, i.e. dal 30.11.2023 al 30.11.2020. In caso contrario, si chiede di specificare. 4.Sugli artt. 14 e 14.3 del disciplinare di gara – Documentazione Amministrativa: In entrambe le disposizioni si chiede di inserire sulla Piattaforma, tra altro, il PASSoe. All’art. 14 si specifica “[fino al 31 dicembre 2023]”. Si prega di confermare che il PASSoe deve essere allegato in ogni caso (sia in relazione alla domanda dell’OE, sia in relazione all’eventuale avvalimento) anche se l’offerta viene presentata dopo il 31 dicembre 2023. In caso negativo, si prega di chiarire quale documentazione deve essere presentata in sostituzione del PASSoe, anche alla luce delle indicazioni congiunte ANAC-MIT del 19 dicembre 2023.

1. Si applicano le disposizioni di cui all'art. 119 del D. Lgs. 36/2023 

2. Si precisa che, relativamente ai requisiti di capacità economica e finanziaria, fa fede quanto previsto nel Disciplinare di gara e, pertanto, è richiesto il possesso del fatturato globale medio annuo relativo agli ultimi 3 esercizi finanziari disponibili (2020, 2021, 2022) non inferiore all'importo presunto dell'appalto.

Si precisa che, relativamente ai requisiti di capacità economica e finanziaria, fa fede quanto previsto dal Disciplinare di gara e, pertanto, è richiesto il possesso del fatturato globale medio annuo relativo agli ultimi 3 esercizi finanziari disponibili (2020, 2021, 2022) non inferiore all'importo presunto dell'appalto

3. Si conferma che il fatturato specifico delle forniture analoghe è rischiesto su base media annua in riferimento agli ultimi 3 esercizi finanziari quale pari alla somma delle base d'asta dei lotti di partecipazione

si conferma che il fatturato specifico delle forniture analoghe è richiesto su base media annua in riferimento agli ultimi 3 esercizi finanziari quale pari alla somma delle basi d'asta dei lotti di partecipazione

4. si conferma

PI131220-23

Gentilissimi, con la presente si precisa che: - secondo quanto previsto dall'art. 7 del Disciplinare di Gara, il concorrente può fare ricorso all’istituto dell’avvalimento. Tuttavia, nell’espletamento della procedura di creazione del Pass dell’Operatore Economico (cd. PASSOE) tramite portale ANAC, all’inserimento del CIG indicato nella documentazione di gara, viene restituito il seguente messaggio “non esistono per la gara requisiti condivisi avvallabili”. Tale circostanza implica che non sia possibile la generazione del PassOE in modo idoneo. Pertanto si richiede quale sia la procedura da seguire per la generazione del PASSOE da parte della ditta ausiliata e della ditta ausiliaria ovvero conferma che sia possibile generare il PassOE utilizzando il modulo previsto per RTI come da FAQ Anac ed in forza del quale l’impresa ausiliaria genera la propria componente di PassOE selezionando il ruolo di “Mandante in RTI” e l’impresa ausiliata genera il PassOE selezionando il ruolo di “Mandataria in RTI”. - secondo quanto previsto dall'art. 16 del Disciplinare di Gara, il concorrente deve allegare in fase di partecipazione la documentazione economica di cui al menzionato articolo. In merito si fa presente che la piattaforma SIAPS non consente di allegare alcun documento ivi citato in quanto non è stato predisposto alcun campo utile in tal senso. Si resta in attesa di un riscontro. Cordiali saluti, Ufficio Gare
1) Si conferma la possibilità di  generare il PassOE utilizzando il modulo previsto per RTI ed in forza del quale l’impresa ausiliaria genera la propria componente di PassOE selezionando il ruolo di “Mandante in RTI” e l’impresa ausiliaria genera il PassOE selezionando il ruolo di “Mandataria in RTI”.
2) E' stato pubblicato un avviso con il quale tutti gli operatori economici  interessati a partecipare alla gara  sono stati invitati ad inserire nella “busta giustificazioni” i seguenti documenti di gara: dettaglio offerta economica e modello Sap, in quanto per mero errore materiale,  nel modello di gara non è stato previsto il campo della” busta economica”.



PI130087-23

Buongiorno, con la presente si richiede gentilmente di poter prorogare il termine di scadenza della gara di un paio di settimane.Si allega avviso proroga termini per la presentazione delle offerte

avviso archivio proroga.pdf

PI130082-23

Buongiorno, vista l’articolazione e la complessità delle prestazioni oggetto dell’appalto, nonché il periodo di festività in cui causa ferie è difficoltoso coordinarsi con la maggior parte delle figure coinvolte nella preparazione dell’offerta, con la presente si richiede gentilmente di poter prorogare il termine di scadenza della gara di 15 giorni.Si allega avviso proroga termini per la presentazione delle offerte

avviso archivio proroga.pdf

PI130001-23

Buongiorno, vista l’articolazione e la complessità delle prestazioni oggetto dell’appalto, nonché il periodo di festività in cui causa ferie è difficoltoso coordinarsi con la maggior parte delle figure coinvolte nella preparazione dell’offerta, con la presente si richiede gentilmente di poter prorogare il termine di scadenza della gara di 15 giorni.Si allega avviso proroga termini per la presentazione delle offerte

avviso archivio proroga.pdf

PI129450-23

Gentilissimi, in relazione alla presente procedura di gara e particolarmente in merito a quanto dichiarato a pag.1/pag.2 del Capitolato Speciale d'Appalto, si chiede di: a) fornire una stima del numero di blocchetti e del numero di vetrini da smaltire come rifiuti sanitari, al fine di consentire alla scrivente di quantificare l'effort e l'impatto economico dell'attività; b) indicare se tali cassette e vetrini di cui non si necessita più la conservazione, al momento dell'inizio dell'affidamento, saranno resi immediatamente identificabili e distinti dai campioni facenti parte di contenziosi medico legali; c) indicare se il necessario smontaggio delle scaffalature attualmente presenti nel locale destinato ad archivio deve essere seguito dallo smaltimento delle stesse o se l'Ente intende mantenerne la proprietà. Inoltre si fa presente che nell'articolo 4 del CSA si dichiara che il quantitativo di prodotti richiesti (in realtà non ci sono chiari quantitativi esplicitati) è puramente indicativo in quanto gli ordini e gli approvvigionamenti verranno disposti sulla base delle effettive necessità. Ciò però appare in contraddizione con quanto espresso altrove nel CSA (art.7) e nel disciplinare dove si fa riferimento alla fatturazione della fornitura che pare esplicitata in questo modo: [Importo globale offerto in €] / [60 mensilità] x [3 mensilità] che dà luogo alla fatturazione trimestrale posticipata fino al concorrere dell'intero importo offerto. Si chiede di dettagliare meglio come saranno acquisiti i beni, i servizi, i servizi accessori e le forniture accessorie. Nell'attesa di un Vostro cortese riscontro, si ringrazia in anticipo. Cordiali saluti, Ufficio Gare

a) Lo smaltimento previsto dei biomateriali è di 100.000 vetrini e 100000 blocchetti; è richiesto lo smaltimento di materiale cartaceo.

b) Assolutamente si. 

c) E' richiesto lo smaltimento delle scaffalature, del mobilio, delle vecchie apparecchiature al fine di rendere tutto lo spazio fruibile per il nuovo archivio.

d) L'art. 4 del CSA contiene un refuso. 

PI127624-23

Avviso di rettifica N. di gara AutoritàSi allega avviso di rettifica N. di gara Autorità

Rettifica numero di gara Autorità .pdf

PI127397-23

Avviso di sopralluogo con rettifica indirizo mail Si allega avviso di sopralluogo rettificato  

avviso sopralluogo_archivio_rettifica.pdf

PI126302-23

Gentile Cliente con la presente chiediamo gentilmente una proroga della gara in quanto la scadenza del 08/01 viste le festività e le chiusure aziendali è equiparabile al 22 dicembre. Si chiedono almeno 15 gg dopo la riapertura per permettere visto il tipo di gara di presentare progetti idonei alla richiesta Certi di una Vs. collaborazione si porgono Distinti saluti Si allega avviso proroga termini per la presentazione delle offerte

avviso archivio proroga.pdf

PI125677-23

Si presente il seguente quesito. Nel documento Disciplinare gara, al paragrafo 10 Sopralluogo si cita che “La richiesta di sopralluogo deve essere presentata come da avviso inserito negli atti di gara e deve riportare il nominativo e la qualifica della persona incaricata di effettuare il sopralluogo.” Nella documentazione di gara resa disponibile non si trovano però istruzioni specifiche per procedere all’organizzazione del sopralluogo. Si richiede pertanto un nominativo di riferimento da poter contattare ed eventuale modulistica da produrre al fine dell’autorizzazione alla visita in loco. Si chiede inoltre se l’attestazione del sopralluogo viene fornita dalla Committente, in quanto anche questo documento non è stato trovato tra i documenti di gara resi disponibili. Si allega avviso di sopralluogo. 

avviso sopralluogo_archivio (1).pdf

PI125291-23

Gentile Cliente con la presente chiediamo gentilmente una proroga della gara in quanto la scadenza del 08/01 viste le festività e le chiusure aziendali è equiparabile al 22 dicembre. Si chiedono almeno 15 gg dopo la riapertura per permettere visto il tipo di gara di presentare progetti idonei alla richiesta Certi di una Vs. collaborazione si porgono Distinti saluti Si allega avviso proroga termini per la presentazione delle offerte

avviso archivio proroga.pdf


Assistenza Ordini e Magazzino​​


dal lunedi al venerdi
dalle 08.00 alle 13.00 e dalle 13.45 alle 16.45
Tel +39 081 212 81 74 / opzione "2"

email: ordini@soresa.it

Segreteria


dal lunedi al venerdi
dalle 08.00 alle 13.00 e dalle 13.45 alle 16.45
Tel +39 081 212 81 74 / opzione "4"

email: segreteria@soresa.it

Assistenza SISTEMA INFORMATIVO APPALTI PUBBLICI IN SANITÀ​​​ - SIAPS​


dal lunedi al venerdi
dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
Tel 800 078 666 (numero verde - da telefonia fissa nazionale)​​
Tel ​+39 0892857876 (da telefonia mobile o estero)​

email: hd-siaps@soresa.it