Accesso all'area riservata

Dettaglio Bando
To​rna Indietro ​​​​​​​​​​​

Dettaglio bando di gara

BANDO RETTIFICATO - PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E SERVIZI INTEGRATI A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE AORN SANT’ANNA E SAN SEBASTIANO CASERTA

A.O. "SANT'ANNA E SAN SEBASTIANO"

Capobianco Teresa

€ 8.406.000,00 (Iva Esclusa)

Offerta economicamente più vantaggiosa

Servizi

Venerdì, 23 Set 2022, ore 17: 00

Lunedì, 10 Ott 2022, ore 12: 00

Esiti e Pubblicazioni

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato
Esiti non presenti...

Avvisi

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato
Esiti non presenti...

Chiarimenti

Protocollo Domanda Risposta Allegato

PI083943-22

si precisa che la campionatura richiesta nel capitolato tecnico deve pervenire entro la data di scadenza della presentazione offerte tramite corriere al seguente indirizzo AORN Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta, via Palasciano snc, presso UOC Provveditorato ed Economato - 1° piano, palazzina A.si precisa che la campionatura richiesta nel capitolato tecnico deve pervenire entro la data di scadenza della presentazione offerte tramite corriere al seguente indirizzo AORN Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta, via Palasciano snc, presso UOC Provveditorato ed Economato - 1° piano, palazzina A.

PI080243-22

1) per il bollo è stato indicato che deve essere pagato con F24 ma sono stati indicati i dati per effettuare il pagamento con F23. si chiede conferma che debba essere pagato con f 23 2) nel capitolato d'appalto si fa riferimento ad una campionatura che deve essere presentato in sede di offerta. trattasi di refuso? 3) in caso di RTI il modello di istanza di partecipazione deve essere presentato da ogni componente il raggruppamento?

  1. Si conferma quanto indicato nel Disciplinare di gara
  2. Non Trattasi Di Refuso, le ditte partecipanti sono tenute ad inviare la campionatura dei prodotti tramite corriere ed entro i limiti previsti dal bando di gara.
  3. Si conferma quando indicato al paragrafo 16.3.3. del Disciplinare di gara

PI078711-22

•Si chiede conferma che il servizio di pulizia richiesto debba essere a ridotto impatto ambientale ai sensi del D.M. 51 del 29.01.2021, e non del D.M. del 18.10.2016 come riportato nella Documentazione di Gara. Infatti la normativa dei CAM di cui al D.M. 18.10.2016 è stata integralmente sostituita dal D.M. 29 gennaio 2021, e a partire dal 19 giugno 2021 le SS.AA. devono adottare i nuovi Criteri Ambientali Minimi per i servizi di pulizia e sanificazione di edifici e ambienti ad uso civile, sanitario e per i prodotti detergenti. Pertanto, i CAM del 2016 risultano, a tutti gli effetti di legge, abrogati con decorrenza 19.06.2021. •Si chiede conferma che la Relazione Tecnica non debba superare il limite massimo di 30 facciate A4. •Si chiede la possibilità di utilizzare un carattere di dimensione inferiore a 12 per tabelle, schemi e immagini. •Si chiede conferma che la richiesta della campionatura in sede di gara a pag. 9 dell’Allegato A – Capitolato Speciale d’Appalto sia un refuso. •A pag. 42 del Disciplinare si legge che “Nella colonna identificata con la lettera Q vengono indicati i “Punteggi quantitativi”, vale a dire i punteggi il cui coefficiente è attribuito mediante applicazione di una formula matematica.” Dagli asterischi riportati sotto le tabelle di valutazione non si evince alcuna formula matematica ma solo criteri di valutazione discrezionali. Si chiede quindi di specificare chiaramente quali siano le formule matematiche che verranno utilizzate per valutare ed assegnare i punteggi in modo inequivocabile dei seguenti capitoli: oA.1.4 Numero di ore dedicate alla formazione del personale calcolate in maniera proporzionale oA.2.5 Caratteristiche dei macchinari in termini di efficienza, capacità operativa e rumorosità oB.1.2 Figure professionali impiegate nel controllo e livelli di professionalità oB.1.5 Soluzioni per la realizzazione di un sistema di verifica sulla qualità garantita dal servizio erogato, in termini di protocolli, metodologie, dotazioni strumentali e prodotti

  1. Si conferma, il Disciplinare di gara fa riferimento al D.M. 18.10.2016 e S.M.I. e quindi alle ultime disposizioni in vigore.
  2. 30 pagine fronte retro equivalgono a 60 facciate A4
  3. Si conferma
  4. Non si tratta di refuso, le ditte partecipanti sono tenute ad inviare la campionatura dei prodotti tramite corriere ed entro i limiti previsti dal bando di gara.
  5. Punto A 1.4: alla società che avrà offerto il numero di ore più elevato, sarà attribuito1 punto ed in modo inversamente proporzionale alle restanti società - la formula è la seguente                                               p=(Voff/ Vmax_off) Pmax                                                                                                                                                                                                                                                                Punto A 2.5: sarà premiato il valore più alto espresso in dB ed il valore di autonomia espresso in ore della batteria a bordo del veicolo. Il valore totale del punteggio previsto sarà diviso al 50% per ogni singola voce descritta nel sub parametro- la formula è la seguente p=(Voff/ Vmax_off) Pmax;                                                                                                                                  Punto B 1.2. la formula è la seguente: p=(Voff/ Vmax_off) Pmax; Per quanto attiene il criterio di valutazione B 1.4 per mero errore materiale è stato inserito nella colonna D (Discrezionale) invece che nella colonna Q (Quantitativo)- la formula è la seguente: p=(Voff/ Vmax_off) Pmax                                                                                                                                                            Punto B 1.5: per mero errore materiale la modalità di attribuzione del punteggio è stata inserita nella colonna Q (Quantitativo) invece che nella colonna D (Discrezionale);

PI078710-22

Con riferimento a pagina 11 del disciplinare viene richiesta pena l'esclusione l'accettazione del protocollo legalità/patto integrità. Nella documentazione di gara vi è solo il protocollo legalità confermate che siano lo stesso documento? in caso contrario Vi chiediamo di allegare anche il patto d'integrità al fine di poterlo sottoscrivere per accettazione adempiendo a quanto previsto. Si conferma

PI078631-22

1. In riferimento alla relazione tecnica, per 30 pagine fronte/retro si intendono 60facciate? 2. In riferimento alla possiblità di corredare la relazione tecnica di allegati, si chiede di chiarire quali sono gli allegati ammissibili. 3.In riferimento al criterio di valutazioe 1.4"Numero di ore dedicate alla formazione del personale calcolate in maniera proporzionale" si chiede di chiarire cosa vuol dire calcolare in manierea proporzionale. 4. in riferimento al criterio di valutazione 3.3"Sistemza di segnalazione e riduzione del tempo di intervento per la risoluzione di problematiche specifiche", trattandosi di un criterio tabellare si chiede di chiarire come poter ottenere il punteggio massimo previsto.

  1. Si conferma
  2. Si conferma quanto indicato dal disciplinare di gara “La relazione dovrà essere introdotta da un indice completo…….….. ed essere corredata da allegati, in lingua italiana……..che la Ditta intenderà presentare a specifica del contenuto tecnico”
  3. Punto A1.4 Alla società che avrà offerto il numero maggiore più elevato, sarà attribuito 1 punto ed in modo inversamente proporzionale alle restanti società;
  4. .in riferimento al punto A3.3.  alla società che dispone della caratteristica richiesta saranno attribuiti 3 punti;


PI078605-22

Buongiorno, in riferimento alla procedura in oggetto, con la presente siamo a chiedere conferma che in caso di partecipazione in costituendo RTI orizzontale, analogamente a quanto previsto per il requisito 8.3 a) "esecuzione dei servizi analoghi", anche il requisito di cui al punto 8.2 b) "fatturato specifico" debba essere soddisfatto dal raggruppamento nel suo complesso. Si conferma

PI078548-22

Buongiorno, in merito alla gara di cui all'oggetto si richiedono chiarimenti relativamente all'importo a base d'asta. Da un analisi dei costi da noi effettuata il costo della manodopera risulta superiore all'importo a base d'asta. Pertanto in relazione a quanto sopra esposto si chiedono chiarimenti in merito ai conteggi da voi effettuati considerando l'elenco del personale allegato.

Nel calcolo della manodopera si è tenuto conto dei costi medi orari del personale dipendente da imprese esercenti Servizi Pulizia, disinfestazione, Servizi integrati/ multiservizi, indicati nelle tabelle ministeriali relative alla  Regione Campania aggiornate a luglio 2022, sulla base delle ore di lavoro annuale effettivamente prestate

PI078484-22

Quesiti relativi al Disciplinare. All’art. 17 è riportato che “la relazione non dovrà avere un numero superiore a 30 pagine fronte retro in formato A4, carattere Times New Roman dimensione 12 interlinea 1,5”. Si chiede di confermare che all’interno di grafici e tabelle le disposizioni sulla dimensione del carattere e sull’interlinea possono essere derogate per consentire una migliore leggibilità e consentire l’uso di mezzi di espressione grafica. Sempre all’art. 17 è riportato che “l’offerta tecnica contiene a pena di esclusione […] b) elenco completo dei prodotti e delle attrezzature che il concorrente di impegna ad utilizzare nel rispetto del D.M. 18 ottobre 2016 e s.m.i.” Si chiede conferma che si tratta di un refuso e che la normativa richiamata, in questo passo e altrove nella documentazione (art. 19 tabella A, art. 25 …), è invece il D.M. 29 gennaio 2021 “Criteri ambientali minimi per l'affidamento del servizio di pulizia e sanificazione di edifici e ambienti ad uso civile, sanitario e per i prodotti detergenti.” All’art. 18 è previsto che il concorrente inserisca a sistema il costo complessivo triennale offerto ed il modulo allegato 6 Offerta Economica contenente l’offerta a prezzi unitari (prezzo al metro quadrato per area di rischio). Si chiede di confermare che per le singole voci dal numero 7 al numero 10 dell’allegato 6 non è previsto un importo a base d’asta e che devono essere compilate dall’offerente esclusivamente le colonne relative a “Offerta Mensile”, “Offerta Annuale” e “Offerta triennale”. All’art. 19.1 è indicato che “Nella colonna identificata con la lettera Q vengono indicati i punteggi quantitativi, vale a dire i “punteggi il cui coefficiente è attribuito mediante applicazione di una formula matematica”, in relazione ai criteri quantitativi previsti: al subcriterio A 2.5 “Caratteristiche dei macchinari in termini di efficienza, capacità operativa e rumorosità”, per il quale il disciplinare riporta in nota che “Il massimo del punteggio sarà attribuito ai sistemi dotati di autonomia più elevata e alla rumorosità più bassa (espressa in Db)”, si chiede di conoscere la formula matematica che sarà applicata al fine dell’attribuzione del punteggio, tenendo conto che gli indici sono due (autonomia e rumorosità dei macchinari). Si chiede altresì di specificare come vada espressa l’autonomia (ore di lavoro, metri quadrati, capacità in litri, ecc.), visto che si possono assumere criteri differenti a seconda del tipo di macchinario (macchinario a batteria, macchinario con cavo di alimentazione elettrica, macchinario con motore a scoppio, ecc.). Al subcriterio B 1.2 “Figure professionali impiegate nel controllo e livelli di professionalità”, per il quale il disciplinare riporta in nota che “Alla soluzione che prevede la più elevata professionalità ed il livello di controllo più elevato sarà assegnato il punteggio massimo”, si chiede di conoscere la formula matematica che sarà applicata al fine dell’attribuzione del punteggio, considerato che gli elementi di valutazione (livello di professionalità e livello di controllo) sono due e non sono quantificabili direttamente sulla base di un numero. Con riferimento al punto B2 (controllo di processo), elemento 1.5 della tabella dei criteri di valutazione di pag. 45, considerato che il subcriterio di valutazione prevede l’attribuzione del punteggio per “Soluzioni per la realizzazione di un sistema di verifica sulla qualità garantita dal servizio erogato, in termini di protocolli, metodologie, dotazioni strumentali e prodotti”, si rileva che il sub-criterio di valutazione risulta essere discrezionale anziché quantitativo. Si osserva altresì che il numero di ispezioni riportato nella relativa nota *** non è indicato nel sub-criterio di valutazione 1.5 e che non è comunque definito il periodo temporale relativo al numero delle ispezioni offerte. Quesiti relativi al Capitolato Relativamente all’art. 4.3 a pag. 9, si chiede di confermare che la previsione “la DITTA dovrà produrre in sede di gara adeguata campionatura come previsto dagli atti di gara” è un refuso, non essendoci alcuni riferimenti negli atti di gara. Relativamente all’art. 17“Divieto di cessione del contratto e di subappalto”, si chiede di confermare che il divieto di sub-appaltare in tutto o in parte il servizio dedicato è relativo solo al caso in cui il subappalto non sia stato dichiarato in fase di gara dal concorrente. Nell’Allegato C al Capitolato, all’art 2 Tipologie di prestazioni lett A) pulizie ordinarie è previsto che la pulizia delle ambulanze rientra nelle pulizie ordinarie. Si chiede di specificare il numero di ambulanze in dotazione e la relativa frequenza di intervento. Si chiede se il file elenco operatori contenga anche gli addetti al servizio di facchinaggio

1) Si conferma

2) Si conferma,  il Disciplinare di gara fa riferimento al D.M. 18.10.2016 e S.M.I. e quindi alle ultime disposizioni  in vigore

3) Si conferma

4) A 2.5  sarà premiato il valore più alto espresso in dB. Il valore totale del punteggio previsto sarà diviso al 50% per ogni singola voce decritta nel sub parametro, la formula matematica che sarà applicata ai fini Dell’attribuzione dl punteggio è: p=Voff/ Vmax_off Pmax. Il valore di autonomia è espresso in ore della batteria a bordo del veicolo.  

- Per il criterio  B 1.2   la formula è  p=Voff/ Vmax_off Pmax

- Per il criterio B.1.5   si comunica che per mero errore materiale  è stato inserito nella colonna Q ( Quantitativo) invece di quella corretta colonna D

-5) non si tratta di refuso , le ditte  partecipanti sono tenute ad inviare la campionatura dei prodotti tramite corriere ed entro i limiti previsti dal bando di gara.

6) Il subappalto è disciplinato dall’art.10 del Disciplinare ai sensi dell’art.105 del D.Lgs 50/2016 e s.m.i.

7) il numero di ambulanze è 3 e la frequenza è  7/7 giorni

8) si conferma

PI078399-22

preso atto dei precedenti chiarimenti forniti, si chiede di precisare la portata del termine "complessivamente" nell'ambito del requisito di cui al punto 8.2 lettera b) del disciplinare e quindi di chiarire se l'importo di fatturato "sanitario" conseguito nel triennio 19-20-21 debba essere pari ad € 2.800.000 in ogni singolo anno del triennio o se tale importo debba essere inteso come la somma realizzata nei tre anni "complessivamente" (tale termine non è stato cassato dai precedenti chiarimenti).

-          L’importo è riferito ad ogni singolo anno del triennio

PI078149-22

In merito all'elaborazione della relazione tecnica, siamo a chiedere conferma che: - Il limite di 30 pagine fronte retro sia da intendersi come 60 facciate; - Il carattere Times New Roman 12 interlinea 1,5 possa essere derogato per schemi e tabelle, garantendo la leggibilità degli stessi. -si conferma
-si conferma

PI077512-22

a documentazione di gara, il Capitolato Tecnico e gli allegati, fanno riferimento al Decreto del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare 18 ottobre 2016. Si rammenta che tale D.M. non è più in vigore ed è stato sostituito dal D.M. 29.01.2021. Trattasi di refuso? Il paragrafo 1.4 della Relazione tecnica riporta un punteggio discrezionale riferibile all'incidenza percentuale dei prodotti in possesso dell'etichetta ambientale di tipo I sulla quantità totale dei prodotti. Dovendo riportare per l'appunto una informazione percentuale, non si comprende come l'attribuzione del punteggio sia discrezionale e non tabellare. Trattasi di refuso? In tal caso si chiede di rettificare la griglia di attribuzione dei punteggi dell'offerta tecnica. Moltiplicando i prezzi unitari €/mq mese di cui all.6 Offerta economica, per i rispettivi mq si ha un prezzo triennale dell'appalto base d'asta soggetta a ribasso pari ad € 6.434.164,14 contro i 7.050.000 di costo della manodopera stimato dalla Stazione appaltante. Anche in un'ottica di una offerta pari ai prezzi €/mq mese indicati in offerta economica, (pertanto senza applicare nessuno sconto ai singoli prezzi unitari mq) si otterrebbe un prezzo per l'erogazione delle attività pari ad € 6.434.164,14 su base triennale decisamente inferiore al costo della manodopera per l'esercizio delle attività stimato dalla Stazione appaltante. In ogni caso, il costo della manodopera stimato dalla Stazione appaltante risulta inferiore alla stima del costo del personale derivante dai dati di Clausola Sociale (parametri di assunzione e ore lavorate) moltiplicati per i costi orari ministeriali aggiornati luglio 2022. Si chiede di fornire delucidazioni nel merito l Capitolato Speciale d'appalto, all'art. 4.1 cita: "Qualora utilizzati aspirapolvere ambito di applicazione del Regolamento delegato (UE) n.665/2013., i quali potrebbero esserlo limitatamente ai locali destinati alle attività amministrative, gli stessi devono essere almeno di classe di efficienza energetica A ++ e di classe A per il valore di reimissione delle polveri, secondo le indicazioni riportate nell’etichetta prevista ai sensi del citato Regolamento". Si evidenzia che con sentenza T-544/13 RENV Dyson Ltd/Commissione è stato abrogato il Regolamento Delegato UE 665/2013 che disciplina l’etichettatura energetica delle macchine che per puliscono per aspirazione. Si chiede se trattasi di refuso. In caso affermativo quali caratteristiche sono richieste dalla SA per gli aspiratori?

1)Nel disciplinare di gara si fa riferimento al d.m. 18/10/2016   e S.M.I. e quindi alle ultime disposizioni in vigore

-2) si conferma che trattasi di punteggio discrezionale

3) L’importo che si ottiene moltiplicando i prezzi unitari a mq (prezzi di riferimento ANAC) per i mq indicati  è  comprensivo anche  del costo del lavoro come chiaramente esplicato dalla Guida operativa ANAC, che evidenzia tutte le voci che concorrono alla determinazione del prezzo di riferimento complessivo del servizio di pulizia e sanificazione in ambito sanitario.

Si è tenuto conto dei costi medi orari del personale dipendente da imprese esercenti Servizi Pulizia, disinfestazione, Servizi integrati/ multiservizi, indicati nelle  tabelle ministeriali relative alla  Regione Campania aggiornate a luglio 2022, sulla base delle ore di lavoro annuale effettivamente prestate.

4)  trattasi di refuso, per gli aspirapolveri deve essere riportato il valore di rumorosità e l’efficienza di aspirazione.


PI077469-22

Il Disciplinare di gara al paragrafo 16.3.1 prescrive che, in caso di subappalto, “per la Ditta subappaltatrice dovrà essere presentata Dichiarazione sostitutiva, da presentarsi secondo le modalità indicate al punto 10 del presente Disciplinare, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR. 445/2000 e smi., con la quale l’impresa subappaltatrice indica le parti della fornitura che intende subappaltare”. Si chiede conferma che trattasi di refuso, atteso che l’abrogazione del settimo comma dell’art. 105 del d.lgs 50/2016 (comma abrogato dall’art. 10, comma 1, legge n. 238/2021) esclude che in sede di gara debbano essere acquisite dichiarazioni di subappaltatori.

Trattasi di refuso nel disciplinare erroneamente si è indicata ditta subappaltatrice in luogo della locuzione corretta ditta subappaltante

PI077400-22

con la presente si chiede cortesemente la pubblicazione del bando.

il bando è stato pubblicato sulla GUCE, sulla gazzetta ufficiale  e sul sito del ministero delle infrastrutture come evidenziato nel disciplinare,  e sulla piattaforma Siaps

PI077143-22

Spett. AORN Sant’Anna e San Sebastiano, con la presente siamo a richiedere alcune delucidazioni in merito al Capitolato d’Appalto della gara per il servizio di Pulizia dell’Azienda Ospedaliera e precisamente: 1.Nel Capitolato d’appalto a pag. 5 viene richiesto l’utilizzo di aspiratori che siano almeno di classe energetica A++. Si chiede se trattasi di un refuso in quanto la sentenza dell’8 novembre 2018 del tribunale dell’Unione Europea ha annullato il regolamento della Commissione del 3 maggio 2013 che integrava la direttiva 2010/30/UE del Parlamento Europeo e del consiglio per quanto riguarda l’etichettatura indicante il consumo d’energia degli aspirapolvere. A seguito di tale sentenza la classificazione non è più indicata dai produttori di aspirapolvere. 2.Tutta la documentazione di gara fa riferimento al decreto sui CAM del 18 ottobre 2016. Visto che il nuovo decreto del 29/1/2021 entrato in vigore a luglio 2021 (corretto poi dal decreto del 24/9/2021) emesso dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare ha sostituito i decreti precedenti si chiede anche in questo caso se trattasi di refuso e di conseguenza se il progetto tecnico debba uniformarsi al nuovo decreto. 3.A pag. 9 del Capitolato tecnico viene riportato: “La ditta dovrà produrre in sede di gara adeguata campionatura come previsto dagli atti di gara” Trattandosi di gara telematica si chiede se tale richiesta sia un refuso o, in caso negativo, quali siano le modalità di consegna o spedizione dei suddetti campioni.

  1. Trattasi Di Refuso
  2. Si Conferma Il Rispetto Della Normativa Vigente, il Disciplinare di gara fa riferimento al D.M. 18.10.2016 e S.M.I. e quindi alle ultime disposizioni in vigore.
  3. Non trattasi di refuso la ditta è tenuta ad inviare la campionatura dei prodotti tramite corriere nei termini previsti dal bando di gara .


PI077142-22

Spett.le A.O. SANT'ANNA E SAN SEBASTIANO, si chiede alla S.V. di rendere chiarimento in ordine al seguente quesito. In relazione all'assolvimento dell'imposta di bollo di € 16,00 di cui al paragrafo 18 del Disciplinare di gara, si comunica che, una volta disposta la procedura di pagamento, non è stato possibile definirlo con Modello F24 in quanto i codici indicati dagli atti di gara si riferiscono più propriamente al pagamento tramite Modello F23, per il quale si chiede alla S.V. di voler chiarire e/o confermare se è consentito assolvere l'imposta di bollo con Modello F23, indicando l'analogo codice tributo 456T. Oppure, in alternativa, si chiede di voler procedere all'assolvimento dell'imposta di bollo tramite dichiarazione sostitutiva indicando la data, l'importo e il numero seriale. Si conferma quanto disposto nel disciplinare di gara.

PI076925-22

1. La scrivente chiede l’aggiornamento della normativa ambientale di riferimento della documentazione di gara riferita tutta al D.M. 18 ottobre 2016 e s.m.i. “criteri ambientali minimi per l’affidamento del servizio di sanificazione per le strutture sanitarie e per la fornitura di prodotti detergenti” (i riferimenti sono presenti all’art.1 “Oggetto del servizio”, all’art.4.2 “prodotti”, all’art.10 Criteri ambientali minimi del CSA Allegato A, in particolare nel Disciplinare di gara all’art. 17 punto b, dove si chiede di allegare l’elenco completo dei prodotti e delle attrezzature che il concorrente si impegna ad utilizzare) da sostituire con il d.m. attualmente in vigore del 29 Gennaio 2021 “Criteri ambientali minimi per l’affidamento del servizio di pulizia e sanificazione di edifici e ambienti ad uso civile, sanitario e per i prodotti detergenti”. 2.In riferimento all’art. 17 “CONTENUTO DELLA BUSTA B – OFFERTA TECNICA” del Disciplinare di gara, si chiede conferma che le 30 pagine fronte retro, in formato A4 per la lunghezza della relazione, essendo la stessa da presentare in formato digitale, siano da intendersi quali 60 facciate in formato A4. 3.In riferimento all’attività di facchinaggio, la scrivente chiede conferma che l’indicazione del monte ore annuo riportato al punto 3.6 dell’Allegato B di gara, sia valido per tutte le altre specifiche di gara riferite all’attività di facchinaggio dove non è esplicitamente presente tale riferimento, quale l’Allegato C. 4.La scrivente chiede di eliminare le indicazioni presenti all’art.4 dell’Allegato A di gara per il possesso della classe di efficienza energetica A++ e A per gli aspirapolvere, in quanto l'etichetta energetica degli aspirapolveri è stata definitivamente rimossa (sentenza Dyson alla Commissione Europea). 5.In riferimento allo schema riportato nell’Allegato 6 “Offerta economica”, premesso che al terzultimo capoverso viene asserito quanto segue “…Di seguito è riportata la tabella da compilare per la formulazione dell’Offerta Economica. L’azienda ha tenuto conto nella determinazione del prezzo a base d’asta che il servizio prevede anche altre attività e forniture (dettagliate nel Capitolato tecnico) aggiuntive e non previste nel prezzo di riferimento ANAC…“. La scrivente chiede di indicare in modo inequivocabile quali siano le “altre attività e forniture”, infatti non vi è all’interno del capitolato una specifica in tal senso (ad esempio il servizio di facchinaggio, le attività di raccolta rifiuti ecc. così come indicati nel capitolato allegato B al punto 3.6 tra le altre come “ulteriori tipologia di prestazioni”). Inoltre si chiede di: a.Chiarire se per i punti 7) Carta igienica biodegradabile, salviette sapone liquido, 8) Forniture attrezzature (dispenser, asciugamani), 9) Pulizia vani interno ambulanza, 10) Forniture ulteriori inseriti nel modello di offerta debbano essere indicati gli importi mensile, annuale e triennale. b.Esplicitare in modo inequivocabile quali servizi siano da imputare al punto 10) forniture ulteriori.

  1. - il Disciplinare di gara fa riferimento al D.M. 18.10.2016 e S.M.I. e quindi alle ultime disposizioni  in vigore .
  2. - Si conferma
  3. - Si conferma
  4. - Trattasi di refuso
  5. - Si conferma
  6. - devono essere  inseriti importi mensili annuali e triennali
  7. - voce residuale che ricomprende ulteriori forniture che la ditta ritiene utili al servizio


PI076783-22

si chiede se per la comprova dei fatturati, punti 8.2 lettera b e 8.3 del disciplinare, così come previsto dal codice possano essere presentate in caso di aggiudicazione fatture e/o contratti, dichiarazione resa dal revisore contabile e o altra documentazione contabile da dove si evince quanto dichiarato in sede di gara.

I mezzi di prova sono quelli previsti dal codice degli Appalti e dall’Allegato XVII dello stesso Codice

PI076686-22

1. Se si moltiplicano i costi al metro quadro presenti nell'all.6 Offerta economica per i metri quadri delle rispettive aree di rischio il valore che ne risulta è pari ad € 2.144.721,38 l'anno. Considerando che la base d'asta annuale è pari ad € 2.800.000,00, se ne deduce che la differenza tra i due valori pari ad € 655.278,62 debba essere considerata dall'operatore economico come la cifra stimata dalla S.A. per le altre voci presenti nell'allegato 6 afferenti alla fornitura del materiale igienico, attrezzature, ecc. Se l'interpretazione è corretta, si chiede come il valore della manodopera possa essere pari ad € 2.350.000,00 l'anno superiore al valore dell'effettivo servizio operativo (€ 2.144.721,38) considerando che la altre voci si riferiscono a pure forniture? 2. Relativamente ai prezzi di riferimento indicati nell'allegato 6, si richiede come i costi al metro quadro delle medesime aree rischio possa essere uguale pur essendo il servizio differente? Ad esempio, nelle Aree ad altissimo rischio è richiesto in alcune aree un servizio ordinario con frequenza di 14/7, un servizio periodico ed un servizio presidio, in altre aree l'attività richiesta prevede una frequenza pari a una volta al mese. Com'è possibile che il costo al metro quadro per le due tipologie di aree sia pari ad € 6,57? Identico discorso si verifica nelle aree ad alto rischio e medio rischio. 3. Calcolando i costi orari della manodopera mettendo a rapporto l'importo indicato nel disciplinare con le ore del personale fornito tra i documenti di gara, si ottiene un costo orario di € 12,44. tale valore è di molto inferiore al costo medio tabellare del CCNL di settore in vigore dal luglio 2022 pari a circa 16,10 €/ora. Si richiede, per una corretta valutazione del servizio, su quali valori è stata calcolata la manodopera indicata nel disciplinare. 4. Relativamente alla voce di costo 9 - Pulizia vani interni ambulanza da indicare nell'allegato 6, si richiede il numero delle ambulanze e la frequenza delle attività. 5. Si richiede il numero annuo di dimissioni. 6. Si richiede se il riferimento alla disposizioni del Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 18 ottobre 2016 "Adozione dei criteri ambientali minimi per l'affidamento del servizio di sanificazione per le strutture sanitarie e per la fornitura di prodotti detergenti" sia un refuso dato che il nuovo Decreto sui Criteri Minimi Ambientali è entrato in vigore a giugno del 2021.

  1. L’importo che  si ottiene moltiplicando i prezzi unitari a mq (prezzi di riferimento ANAC) per i mq indicati  è   comprensivo del costo del lavoro come chiaramente esplicato dalla Guida operativa ANAC che evidenzia tutte le voci che concorrono alla determinazione del prezzo di riferimento complessivo del servizio di pulizia e sanificazione in ambito sanitario.
  2. Nel calcolo del valore complessivo si deve tenere conto dei prezzi di riferimento  anac, che non possono essere superati,  e della relativa frequenza.
  3. Si è tenuto conto del costo medio orario del personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia, disinfestazione, servizi integrati/multiservizi delle tabelle del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali aggiornate a Luglio 2022 della Regione Campania  in base alle oredi lavoro annuale effettivamente prestate
  4. n. 3 ambulanze e frequenza 7/7giorni
  5. Il numero di dimissioni relativo all’anno 2019, prima dell’inizio della pandemia da Covid -19 è 21.032 dimissioni all’anno. Il numero di dimissioni relativo agli anni 2020 e 2021 è rispettivamente di 1.642 e 1.7691 dimissioni all’anno.
  6. il Disciplinare di gara fa riferimento al D.M. 18.10.2016 e S.M.I. e quindi alle ultime disposizioni in vigore.


PI076685-22

Buongiorno, a seguito dell'analisi della gara in relazione all'elenco del personale pubblicato ed alla base d'asta, è emerso che, in virtù del rinnovo contrattuale previsto per il CCNL in vigore dallo scorso luglio 2021, il costo complessivo della manodopera per il triennio risulta superiore a 9.000.000, eccedente l'importo a base d'asta pari ad Euro 8.400.000,00. A tal proposito chiediamo se vi sia un errore nell'elenco del personale pubblicato in gara o qualche errore di conteggio dell'importo della manodopera che nel disciplinare di gara viene indicata come 7.050.000,00. si è tenuto conto del costo medio orario del personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia, disinfestazione, servizi integrati/multiservizi delle tabelle del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali aggiornate a Luglio 2022 della Regione Campania, in base alle ore annue di lavoro annuale effettivamente prestate

PI076682-22

con riferimento ai riscontri dati per i quesiti posti riferiti ai requisiti di partecipazione si chiede un'ulteriore precisazione al fine di evitare un errata interpretazione: 1) per il requisito di cui all'art. 8.2 lettera B il fatturato specifico deve essere svolto presso strutture sanitarie pubbliche e/o private il cui importo annuo deve essere pari almeno all'importo annuo a base d'asta , pertanto si chiede conferma che l'interpretazione sia corretta e pertanto gli OE devono essere in possesso di un fatturato annuo (pulizie/sanificazioni sanitarie) pari ad € 2.800.000,00; 2) per il requisito di cui al punto 8.3 del disciplinare si chiede conferma che l'interpretazione sia corretta e pertanto gli operatori devono dimostrare di aver svolto servizi di pulizia/sanificazione (civile, sanitaria, industriale ecc..) nel triennio 2019/2021 complessivamente pari ad € 8.400.000,00 -si conferma
-si conferma

PI076678-22

In considerazione della mole di informazioni richieste per la stesura dell'offerta tecnica (16 paragrafi discrezionali + 4 paragrafi quantitativi + 2 paragrafi tabellari per un totale di 22 paragrafi), si richiede se il limite di n. 30 pagine sia da considerarsi n. 60 facciate. Si chiede inoltre se sia possibile derogare al limite del font times new roman 12 interlinea 1,5 nelle tabelle.

  1.         si conferma
  2.          SI Può derogare al limite solo per tabelle ed immagini


PI076381-22

Alla luce dei chiarimenti pubblicati in merito al requisito di cui all'art. 8.2 lettera b) del disciplinare di gara, si chiede se il requisito può ritenersi soddisfatto con un fatturato specifico medio annuo pari o superiore all'importo annuo a base d'asta, ossia € 2.800.000,00. Si resta in attesa di vs riscontro Si conferma

PI076292-22

L'art. 4.3 del capitolato indica "La Ditta dovrà produrre in sede di gara adeguata campionatura come previsto dagli atti di gara". Negli atti di gara non si riscontra il dettaglio e le modalità di invio della campionatura, si chiede pertanto se trattasi di refuso e in caso contrario di dettagliare le specifiche circa tipologia di campionatura da inviare, data di scadenza per il recapito e modalità di spedizione della stessa. Si conferma quanto riportato nel disciplinare di gara

PI076021-22

con riferimento al punto 8.3 lett. a) servizi analoghi, si chiede di confermare che quanto previsto dal disciplinare è un refuso e che quindi è sufficiente dimostrare di aver eseguito servizi di pulizia presso strutture pubbliche/private anche non sanitarie, così come stabilito da codesta stazione appaltante con la Risposta PI072600-22. Si conferma

PI075946-22

si chiede conferma che per l'assolvimento dell'imposta di bollo, come descritto a pagina 41 del disciplinare di gara, debba essere assolta mezzo f23 e NON f24 facendo riferimento ai campi di compilazione descritti (campo 4, campo 5 ecc..)Si conferma quanto riportato nel disciplinare di gara

PI073925-22

Con la presente, si chiede il seguente chiarimento alle Spett.le Stazione Appaltante: -Presa visione dell’allegato “Elenco Operatori” pubblicato dalla Stazione Appaltante nella sezione “Chiarimenti”, tenuto conto di quanto riportato al par.26 del Disciplinare di Gara “ Clausola Sociale e Altre Condizioni Particolari di Esecuzione” nel quale si indica che “l’aggiudicatario del contratto di appalto è tenuto ad assorbire prioritariamente nel proprio organico il personale già operante alle dipendenze dell’operatore economico uscente, come previsto dall’articolo 50 del Codice, garantendo l’applicazione dei CCNL di settore, di cui all’art. 51 del d.lgs. 15 giugno 2015, n. 81.”; codesto operatore economico ha proceduto ad effettuare dei calcoli relativi ai costi della manodopera, dai quali, date le 3.632 ore settimanali risultanti da “Elenco Operatori” e applicato il costo orario medio di manodopera come da Tabelle Ministeriali vigenti da Luglio 2022, emergerebbe un costo della manodopera totale per 36 mesi pari a circa €7.506.901,74, superiore all’importo pari a €7.050.000,00 stimato dalla Stazione Appaltante e riportato al par.3.2 del Disciplinare relativamente ai costi della manodopera. Si chiedono quindi alla Stazione Appaltante chiarimenti in merito a quanto sopra esposto.

il costo del lavoro è stato calcolato sulla base dei costi medi orari del personale dipendente da imprese esercenti Servizi Pulizia, disinfestazione, Servizi integrati/ multiservizi, indicati nelle  tabelle ministeriali relative alla  Regione Campania aggiornate a luglio 2022, sulla base delle ore di lavoro annuale effettivamente prestate.


PI073560-22

Si chiede di confermare che la percentuale di sub appalto della presente procedura sia del 50 % ai sensi dell'art 105 dlgs 50/2016

Si rimanda a quanto previsto dall’art. 105 dal d. lgs 50/2016 ess.mm.ii. e nello specifico legge 29 luglio 2021 n. 108  art.49  comma 2 lett. a)


PI073530-22

si chiede conferma che è previsto il subappalto nel rispetto delle modalità ed entro i limiti legiferati dall’art. 105 del DLGS 50/2016.

Si rimanda a quanto previsto dall’art. 105 dal d. lgs 50/2016 ess.mm.ii. e nello specifico legge 29 luglio 2021 n. 108  art.49  comma 2 lett. a)


PI073501-22

1) Si chiede di confermare, con riferimento all'offerta tecnica, che risulti possibile nelle immagini e nelle tabelle utilizzare un carattere e una interlinea leggermente più piccolo rispetto a quanto richiesto per facilitare la lettura complessiva del documento e comunque assicurando la piena leggibilità dei contenuti; 2) Si chiede di confermare che risulti possibile inserire una copertina agli elaborati costituenti offerta tecnica e che questa non concorra al raggiungimento del numero massimo di pagine stabilito (30) si conferma
si conferma

PI073467-22

Art.8.2 requisiti di capacità economica e finanziaria e art.8.3 requisiti di capacità tecnica e professionale. si richiede se il fatturato relativo a case di riposo istituti religiosi possono rientrare nel requisito richiesto al punto b) del citato articolo fatturato minimo specifico per servizi di pulizia in strutture sanitarie pubbliche e/o strutture sanitarie private e requisito di cui al punto a) dell'art.8,3 esecuzione negli ultimi tre anni dei seguenti servizi analoghinon rientra

PI073461-22

con riferimento a quanto previsto dal disciplinare a pagina 25) ovvero: Con la dichiarazione di partecipazione, il concorrente dichiara: "la forma di partecipazione, ecc...", si precisa che all'interno della domanda stessa messa a disposizione, non sono presenti alcuni punti presenti nel disciplinare a pagina 25 e nello specifico, dal capoverso " di accettare senza condizione alcuna ecc...fino a pagina 26 punto j). Chiediamo se tali dichiarazioni debbano essere fornite dall'OE partecipante con autodichiarazione su propria carta intestata.E possibile integrare i modelli messi a disposizione o effettuare dichiarazioni su carta intestata

PI073441-22

con la presente siamo a sottoporre alla Vostra attenzione la seguente richiesta di chiarimento: -All’art. 3.2, pag. 8 del Disciplinare di Gara, viene da Voi indicata la stima dei costi della Manodopera, compresi nell’importo a base di gara, che risulta essere pari ad € 7.050.000,00. Si chiede di precisare se tale valore tiene conto dei costi orari indicati nelle ultime tabelle del “CCNL pulizie e multiservizi” emesse dal Ministero del Lavoro ed entrate in vigore nel mese di Luglio 2022, oltre al monte ore e relativi livelli di inquadramento degli addetti attualmente impiegati nella gestione dei servizi in appalto (ELENCO OPERATORI presente nella documentazione di gara)

il costo del lavoro è stato calcolato sulla base dei costi medi orari del personale dipendente da imprese esercenti Servizi Pulizia, disinfestazione, Servizi integrati/ multiservizi, indicati nelle  tabelle ministeriali relative alla  Regione Campania aggiornate a luglio 2022, sulla base delle ore di lavoro annuale effettivamente prestate


PI073313-22

Buongiorno, a seguito dell'analisi della gara in relazione all'elenco del personale pubblicato ed alla base d'asta, è emerso che, in virtù del rinnovo contrattuale previsto per il CCNL in vigore dallo scorso luglio 2021, il costo complessivo della manodopera per il triennio risulta superiore a 9.000.000, eccedente l'importo a base d'asta pari ad Euro 8.400.000,00. A tal proposito chiediamo se vi sia un errore nell'elenco del personale pubblicato in gara o qualche errore di conteggio dell'importo della manodopera che nel disciplinare di gara viene indicata come 7.050.000,00.

il costo del lavoro è stato calcolato sulla base dei costi medi orari del personale dipendente da imprese esercenti Servizi Pulizia, disinfestazione, Servizi integrati/ multiservizi, indicati nelle  tabelle ministeriali relative alla  Regione Campania aggiornate a luglio 2022, sulla base delle ore di lavoro annuale effettivamente prestate


PI073221-22

1) Con riferimento al criterio valutativo C.1.4 dell'art. 19.1 del disciplinare, si richiede di confermare che trattasi di criterio D (discrezionale), poiché il testo del criterio richiama la necessità di indicare "l'incidenza percentuale", parametro che parrebbe adattarsi ad un criterio Q (quantitativo). 2) Si chiede di confermare che tutti i riferimenti ai CAM 18 ottobre 2016 presenti nei documenti di gara si intendano ai nuovi CAM 2021 attualmente in vigore.

  1. -Si Conferma
  2. - il Disciplinare di gara fa riferimento al D.M. 18.10.2016 e S.M.I. e quindi alle ultime disposizioni in vigore.


PI073218-22

Spett.le Amministrazione, con riferimento alla gara in oggetto si richiede quanto segue: 1) di specificare il numero di ambulanze da sanificare giornalmente; 2) di specificare se la frequenza settimanale di sanificazione delle ambulanze è da prevedere su 5 o 7 giorni; 3) di specificare per singola voce di costo la stima della base d’asta in funzione delle voci di cui il modello di offerta economica; 4) di specificare su quanti giorni settimanali è da prevedere il presidio del Pronto Soccorso Generale e Pediatrico di cui pag.7 dell’allegato C. In attesa di riscontro, cordiali saluti.

  1. -3
  2. -7/7
  3. -  Per le voci da 1 a 6 sono indicati  i  Prezzi Anac Di Riferimento, Per Le Voci 7,8,9, e10  bisogna Indicare Gli Importi Mensili, Annuali E Triennali
  4. - Il Presidio del Pronto Soccorso  Generale e Pediatrico è da pianificare 7/7 giorni


PI073208-22

Buongiorno, si richiedono i seguenti chiarimenti: 1) Con riferimento all'art. 19.1 del disciplinare criterio A.2.5, un asterisco precisa quanto segue "Il massimo del punteggio sarà attribuito ai sistemi dotati di autonomia più elevata e alla rumorosità più bassa (espressa in Db)", trattandosi di elemento di valutazione Q (quantitativa), il punteggio verrà attribuito mediante formula matematica (come precisato nel medesimo capitolo del disciplinare), si chiede di conoscere detta formula e sulla base di quali dati verrà applicata la formula. 2) Con riferimento all'art. 19.1 del disciplinare criterio B.1.2, un asterisco precisa quanto segue "Alla soluzione che prevede la più elevata professionalità ed il livello di controllo più elevato sarà assegnato il punteggio massimo", trattandosi di elemento di valutazione Q (quantitativa), il punteggio verrà attribuito mediante formula matematica (come precisato nel medesimo capitolo del disciplinare), si chiede di conoscere detta formula e sulla base di quali dati verrà applicata la formula (es. anni di esperienza delle figure professionali nella mansione). 3) Con riferimento all'art. 19.1 del disciplinare criterio B.1.5, un asterisco precisa quanto segue "Al numero più elevato di ispezioni comprensivo di specifica attività di verifica sarà attribuito il massimo punteggio", trattandosi di elemento di valutazione Q (quantitativa), il punteggio verrà attribuito mediante formula matematica (come precisato nel medesimo capitolo del disciplinare), si chiede di conoscere detta formula e sulla base di quali dati verrà applicata la formula (es. numero di ispezioni su base annuale oppure numero di ispezioni su base triennale).

  1. -          PER IL CRITERIO A2.5 la formula è   p=(Voff/ Vmax_off) Pmax
  2. -          PER IL CRITERIO B.1.2 la formula è   p=(Voff/ Vmax_off) Pmax
  3. -          Per mero errore materiale per il criterio B. 1.5  è STATO INSERITO NELLA COLONNA Q (Quantitativo) invece che nella colonna D (Discrezionale)


PI072992-22

Buongiorno, in rif. alla risposta fornita per il quesito PI071421-22, siamo a chiedere i seguenti chiarimenti: - al fine di soddisfare il requisito di cui al paragrafo 8.2 lett b), così come recentemente modificato, è sufficiente avere un fatturato per servizi analoghi conseguito complessivamente nel triennio 2019/2021 che sia superiore all'importo annuale posto a base di gara? O è necessario avere per ogni anno del triennio (2019/2020/2021) un fatturato pari all'importo annuo posto a base di gara in strutture sanitarie pubbliche/private?

-          È necessario per ogni anno, trattandosi di fatturato specifico annuo

PI072899-22

si richiede la pubblicazione dell'"Allegato 2 – ampiezza superfici aziendali suddivise per singola classificazione", nominato a pag. 3, art. 1 dell'Allegato A - Capitolato Speciale d'Appalto.

E’ inserito nella cartella complessa rubricata” planimetrie”

PI072841-22

Spett.le Amministrazione, con riferimento alla procedura si richiede quanto segue: 1) di aggiornare gli atti di gara in merito ai riferimenti del DM CAM 18 ottobre 2016 (rispetto alla declaratoria dei prodotti, alla classe energetica degli aspiratori, alla presentazione di eventuali allegati e dichiarazioni, sistema di gestione della qualità, ecc…) in quanto è stato modificato e, ad oggi, è in vigore quello del 29 gennaio 2021; 2) in merito al numero di pagine necessarie per la redazione della relazione tecnica, di specificarne l’effettivo quantitativo, nello specifico se 30 pagine fronte retro si intende 30 pagine numerate da 1 a 30 oppure 30 fogli fronte retro e quindi 60 pagine; 3) di confermare che le giustificazioni in merito all’offerta economica presentata debbano essere presentate in sede di verifica dell’anomalia (pag.51 art.23 del disciplinare) e non in fase di presentazione delle offerte (pag.41, art.18 del disciplinare) anche perché nel portale lo slot relativo alle giustificazioni compare come file da caricare non obbligatorio; 4) di confermare che la richiesta “la DITTA dovrà produrre in sede di gara adeguata campionatura come previsto dagli atti di gara” di cui pag.9 dell’allegato A Capitolato Speciale d’Appalto è un refuso; 5) di confermare che quanto riportato a pag.11 dell’allegato A Capitolato Speciale d’Appalto in merito a “le spese derivanti dalla fornitura di energia elettrica, acqua, riscaldamento negli ambienti assegnati alla DITTA per deposito, vestizione personale etc. sono a carico della DITTA. Restano a carico della DITTA le spese per l’utenza telefonica (comprese quelle di installazione)” è un refuso e che le spese sono a carico dell’Amministrazione.

  1. -         il Disciplinare di gara fa riferimento al D.M. 18.10.2016 e S.M.I. e quindi alle ultime disposizioni in vigore.
  2. -          60 facciate
  3. -          le giustificazioni Possono essere presentate anche in sede di presentazione  offerta
  4. -          Non si tratta di refuso Non trattasi di refuso la ditta è tenuta ad inviare la  campionatura dei prodotti tramite corriere nei termini previsti dal bando di gara
  5. -          Non trattasi di refuso


PI072806-22

In riferimento alla gara in oggetto si chiede di chiarire quanto segue: al punto 3.2 del disciplinare di gara è stato indicato il costo della manodopera stimato dalla S.A. in € 7.050.000,00, inoltre all'art.8 del capitolato "personale addetto al servizio" si richiede l'applicazione della clausola sociale ed il rispetto del CCNL. A tal uopo la S.A. ha provveduto alla pubblicazione dell'elenco del personale con l'indicazione dei livelli di inquadramento, livelli retribuiti e relative ore settimanali. Ciò premesso, applicando la tabella ministeriale alle ore comunicate si ottiene un costo manodopera di gran lunga superiore alla B.A. e precisamente: n. 2 addetti al 2° liv. _ ore sett/li 76 x 4,33 x 36 mesi x € 17,20 = € 203.766,34 n.84 addetti al 3° liv._ore sett/li 3.280 x 4,33 x 36 mesi x € 18,05 = € 9.228.719,52 n. 4 addetti al 4° liv._ ore sett/li 156 x 4,33 x 36 mesi x € 19,01 = € 462.271,49 n. 3 addetti al 5° liv._ ore sett/li 120 x 4,33 x 36 mesi x € 20,11 = € 376.169,62 totale costo manodopera € 10.270.926,96. Pertanto si evince che la B.A. non è congrua in quanto non copre il solo costo del personale in forza.

il costo del lavoro è stato calcolato sulla base dei costi medi orari del personale dipendente da imprese esercenti Servizi Pulizia, disinfestazione, Servizi integrati/ multiservizi, indicati nelle  tabelle ministeriali relative alla  Regione Campania aggiornate a luglio 2022, sulla base delle ore di lavoro annuale effettivamente prestate


PI072148-22

In riferimento alla procedura in oggetto si pone la seguente richiesta di chiarimenti: -Si segnala che l’inciso di cui a pag. 12 del Disciplinare di gara art. 8.2 lett. b) risulta troncato nella sua formulazione; si chiede cortesemente di integrare la parte mancante; -Si chiede conferma che ai fini della dichiarazione di cui al paragrafo 16.3.1 punto 3) del Disciplinare di gara in luogo di “Ditta Subappaltatrice” debba intendersi “Ditta subappaltante”. -A pag. 12 del disciplinare di gara ultimo capoverso  risulta mancante la parte di seguito riportata  in grassetto è: “A tal fine dovrà essere prodotta documentazione di pertinenza in formato elettronico (copia scansionata)…..

-Si conferma

PI072107-22

planimetriaplanimetria

planimetrie.rar

PI072105-22

elenco operatorielenco operatori

ELENCO OPERATORI.pdf

PI072043-22

Con la presente si chiedono alla Spett.le Stazione Appaltante i seguenti chiarimenti: 1.In merito a quanto riportato a pagina 38 del Disciplinare di Gara, si chiede se per “30 pagine fronte retro” si intendono 30 facciate ovvero 60 facciate. 2.In relazione ai subcriteri tabellari e quantitativi indicati al par.19.1 del Disciplinare di Gara, ed in particolare ai subcriteri A.1.3, A.1.4, A.2.5, A.3.3, B.1.1, B.1.5; si chiede di chiarire le modalità e i parametri di riferimento per l’assegnazione dei punteggi. 3.In relazione ai sub-criteri indicati a pagina 45 del Disciplinare di Gara ed in particolare ai subcriteri “B.1.4 – Frequenza delle ispezioni […]” ed “B.1.5 – Soluzioni per la realizzazione […]”, presa visione della definizione dei criteri e della nota riportata in basso e riferita al subcriterio B.1.5, nonché della natura degli stessi, si chiede se così come indicato, il criterio B.1.5 sia da intendersi quantitativo e il criterio B.1.4 sia da intendersi discrezionale o trattasi di refuso. 4.Si chiede se alla relazione tecnica debbano essere allegate le schede tecniche di macchinari e attrezzature come indicato a pag.4 del “Capitolato Speciale d’Appalto” ovvero se sono da fornire in fase di esecuzione contrattuale come indicato a pag.5 del “Capitolato Speciale d’Appalto”. 5.Si chiede conferma della produzione dell’allegato “elenco completo dei prodotti e delle attrezzature […]” da inserire nella Busta Tecnica come indicato nella pagina 38 del Disciplinare ai sensi del d.m. 18/10/2016 e s.m.i. e se con tale allegato debbano essere fornite anche le schede tecniche e di sicurezza dei prodotti che il concorrente si impegna ad utilizzare, tenuto conto che i CAM di riferimento sono stati aggiornati in data 29/01/21. 6.In merito a quanto riportato a pag.8 dell’Allegato B, in riferimento alla “presenza di n.1 operatore dal lunedì al venerdì […]” si chiede se all’elenco delle modalità di presenza da garantire debba essere aggiunto anche “piano 0 Edificio N [….] presenza di n.1 operatore dalle ore 08:00 alle ore 20:00” come riportato al paragrafo A.2 a pagina 7 dell’Allegato C. - 60 facciate
Punto A 1.3: alla società che comprenderà nell’offerta, la figura richiesta nel presente sub criterio, verranno attribuiti 4 punti;
- Punto A 1.4: alla società che avrà offerto il numero di ore più elevato, sarà attribuito1 punto ed in modo inversamente proporzionale alle restanti società - la formula è la seguente: p=(Voff/ Vmax_off) Pmax
Punto A 2.5: sarà premiato il valore più alto espresso in dB ed il valore di autonomia espresso in ore della batteria a bordo del veicolo. Il valore totale del punteggio previsto sarà diviso al 50% per ogni singola voce descritta nel sub parametro- la formula è la seguente p=(Voff/ Vmax_off) Pmax
-Punto A 3.3: alla società che dispone della caratteristica richiesta saranno attribuiti 3 punti;
-Punto B 1.1 alla società che a discrezione della commissione giudicatrice, avrà formulato la migliore proposta, sarà attribuito il punteggio massimo;

-Punto B 1.2. la formula è la seguente: p=(Voff/ Vmax_off) Pmax
-Per quanto attiene il criterio di valutazione B 1.4 per mero errore materiale è stato inserito nella colonna D (Discrezionale) invece che nella colonna Q (Quantitativo)- la formula è la seguente: p=(Voff/ Vmax_off) Pmax
-Punto B 1.5: per mero errore materiale la modalità di attribuzione del punteggio è stata inserita nella colonna Q (Quantitativo) invece che nella colonna D (Discrezionale);
-Le ditte dovranno fornire una relazione tecnica allegando le relative schede tecniche dei macchinari, che verranno utilizzati per l’espletamento del servizio, durante la fase preliminare della gara;
-si conferma

PI071913-22

IN RIFERIMENTO ALLA GARA IN OGGETTO SI CHIEDE DI CHIARIRE QUANTO SEGUE: SIA PER IL PUNTO 8.2 LETT. B (FATTURATO SPECIFICO) E SIA PER IL PUNTO 8.3 LETT. A (SERVIZI ANALOGHI) DEL DISCIPLINARE, VIENE ERRONEAMENTE RICHIESTO IL FATTURATO ESEGUITO PRESSO STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE E/O PRIVATE. SI PREGA DI CHIARIRE IN TEMPI BREVISSIMI TALE ANOMALIA.

- per il punto 8,2 lett. b   fatturato specifico  si conferma presso strutture sanitarie pubbliche/private

- per il punto 8.3 lett. a   servizi analoghi trattasi di refuso si intendono strutture pubbliche/private


PI071885-22

Buongiorno, relativamente ai REQUISITI DI CAPACITÀ TECNICA E PROFESSIONALE il disciplinare richiede l' Esecuzione negli ultimi tre anni (2019/2020/2021) di servizi di pulizia, presso strutture sanitarie pubbliche e/o strutture sanitarie private, per un importo complessivo triennale pari all’importo a base d’asta (€ 8.400.000,00).Si chiede se trattasi di refuso e se, invece, l'importo richiesto per i servizi analoghi, nel triennio, debba essere non inferiore all’importo annuo a base d’asta (€ 2.800.000,00), così come previsto per il fatturato minimo specifico.

Per il requisito di capacità economica finanziaria per mero errore materiale non è stato riportato il termine annuo e pertanto a pag 12 del disciplinare di gara al paragrafo 8.2 lettera b) deve intendersi:

b) Fatturato minimo specifico annuo riferito agli anni 2019/2020/2021 non inferiore all’importo annuo a base d’asta

- per il requisito di capacità tecnico-professionale si conferma quanto riportato nel disciplinare di gara; 

PI071500-22

Spett.le Stazione Appaltante, con riferimento all'art. 26 del Disciplinare di gara, si chiede dove sia possibile rinvenire la citata "tabella allegata" riportante i dati relativi alle unità di personale impiegato, comprensivo delle ore di lavoro da ciascuna espletate. Restando in attesa di cortese riscontro, si porgono cordiali saluti.Nella sezione chiarimenti è stata pubblicata la tabella rubricata “Elenco Operatori” 

PI071455-22

Con la presente si richiede alla Spett.le Stazione Appaltante di pubblicare la “Tabella Allegata” richiamata all’art. 26 del Disciplinare “CLAUSOLA SOCIALE E ALTRE CONDIZIONI PARTICOLARI DI ESECUZIONE“, in cui vengano indicati tutti i dati relativi agli addetti attualmente in forza compreso il monte ore settimanale pro capite. Si chiedeinoltre, di pubblicare le planimetrie del complesso immobiliare oggetto dei servizi, con annessi metri quadri suddivisi per area di rischio mediante codice attribuito come indicato a pag. 5 dell’Allegato C, al fine di poter formulare un’offerta pienamente rispondente alle reali esigenze dell’AORN.

Nella sezione chiarimenti è stata pubblicata la tabella rubricata “Elenco Operatori” e la cartella contenente le planimetrie

PI071421-22

Buongiorno, si rileva una anomalia tra i fatturati richiesti per il soddisfacimento dei requisiti di capacità economico/finanziaria e tecnico professionale. Nello specifico rileviamo che per entrambi la definizione è sostanzialmente la medesima con l'eccezione che per il requisito di capacità economico/finanziaria, nel triennio 2019-2020-2021, l'importo dei servizi di pulizia eseguiti deve essere pari almeno all'importo annuale posto a base di gara; per il requisito di capacità tecnico/professionale l'importo nel triennio 2019-2020-2021 deve essere pari almeno all'importo posto a base di gara. Riteniamo che, stando al disciplinare, il secondo includa il primo. Si prega di fornire chiarimenti in merito. .

Per il requisito di capacità economica finanziaria per mero errore materiale non è stato riportato il termine annuo e pertanto a pag 12 del disciplinare di gara al paragrafo 8.2 lettera b) deve intendersi:

b) Fatturato minimo specifico annuo riferito agli anni 2019/2020/2021 non inferiore all’importo annuo a base d’asta

- per il requisito di capacità tecnico-professionale si conferma quanto riportato nel disciplinare di gara;



Assistenza Ordini e Magazzino​​


dal lunedi al venerdi
dalle 08.00 alle 13.00 e dalle 13.45 alle 16.45
Tel +39 081 212 81 74 / opzione "2"
Fax +39 081 604 03 37

email: ordini@soresa.it

Segreteria


dal lunedi al venerdi
dalle 08.00 alle 13.00 e dalle 13.45 alle 16.45
Tel +39 081 212 81 74 / opzione "4"
Fax +39 081 750 00 12

email: segreteria@soresa.it

Assistenza SISTEMA INFORMATIVO APPALTI PUBBLICI IN SANITÀ​​​ - SIAPS​


dal lunedi al venerdi
dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
Tel 800 078 666 (numero verde - da telefonia fissa nazionale)​​
Tel ​+39 0892857876 (da telefonia mobile o estero)​

email: hd-siaps@soresa.it