Accesso all'area riservata

Dettaglio Bando
To​rna Indietro ​​​​​​​​​​​

Dettaglio bando di gara

PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI INGEGNERIA ED ARCHITETTURA PER LE AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE CAMPANIA PER GLI INTERVENTI RELATIVI AL PNRR

SoReSa SPA

Tufano Salvatore

€ 36.742.577,42 (Iva Esclusa)

Offerta economicamente più vantaggiosa

Servizi

Mercoledì, 31 Ago 2022, ore 23: 59

Mercoledì, 14 Set 2022, ore 12: 00

Allegati

Allegato ET02 - DIP_Lotto 6.zip (94,5 MB)

Allegato ET02 - DIP_Lotti 7-8.zip (69,6 MB)

Allegato ET02 - DIP_Lotto 9.zip (93,4 MB)

Allegato - A7 - Dichiarazione presentazione relazione tecnica.docx (306,9 KB)

Allegato - A8 - Dichiarazione presentazione gruppo di lavoro.docx (305,6 KB)

Allegato - A9 - Elenco interventi lotti 1-17.pdf (426,4 KB)

Allegato - A10_Criteri di valutazione Lotti 1-17.pdf (453,1 KB)

Allegato - A11 - Criteri di valutazione Lotto 18.pdf (451,3 KB)

ALLEGATO ET04_Lotto 1 AV.rar (11,7 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 2 BN.rar (16,7 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 3 CE.rar (20,7 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 4 CE.rar (20,6 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 5 CE.rar (20,7 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 6 NA1.rar (15,5 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 7 NA1.rar (15,4 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 8 NA1.rar (15,4 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 9 NA1.rar (15,5 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 10 NA2.rar (15,8 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 11 NA2.rar (15,7 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 12 NA3.rar (15,6 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 13 NA3.rar (15,7 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 14 NA3.rar (15,8 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 15 SALERNO.rar (21,5 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 16 SALERNO.rar (21,4 MB)

Allegato ET02 - DIP_Lotti 10-11.zip (52,5 MB)

Allegato ET02 - DIP_Lotti 12-17.zip (80,5 MB)

ALLEGATO ET04_Lotto 17 SALERNO.rar (17,5 MB)

EA01_Capitolato_Tecnico_Servizi di progettazione.pdf (548,6 KB)

EA02_Capitolato tecnico prestazionale servizi di verifica preventiva della progettazione.pdf (560,1 KB)

EA03_Capitolato_tecnico_Indagini.pdf (548,3 KB)

Patto di Integrità.docx (232,9 KB)

Schema di Accordo Quadro.pdf (979,2 KB)

Schema Ordine Servizio Attuativo.pdf (275,1 KB)

Bando GUUE_Servizi ingegneria PNRR_Regione Campania.pdf (304,8 KB)

01 - Disciplinare di Gara.pdf (1,1 MB)

Allegato - A1 - Dichiarazione di partecipazione PNRR_vers. 02.docx (317,1 KB)

Allegato - A2Bis - Integrazione DGUE_PNRR.docx (317,8 KB)

Allegato - A2-DGUE.docx (265,8 KB)

Allegato - A3-Avvalimento.docx (334,7 KB)

Allegato - A4_Modello Relazione Tecnica_LOTTI 1-17.pdf (280,9 KB)

Allegato - A5 - Modello Relazione Tecnica_LOTTO 18.pdf (273,8 KB)

Allegato - A6 - Gruppo di lavoro.xlsx (21,3 KB)

Allegato ET02 - DIP_Lotti 1-2.zip (92,0 MB)

Allegato ET02 - DIP_Lotto 3.zip (62,4 MB)

Allegato ET02 - DIP_Lotto 4.zip (69,8 MB)

Allegato ET02 - DIP_Lotto 5.zip (56,0 MB)

Esiti e Pubblicazioni

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

Provvedimento di indizione

27/07/2022Determinazione n. 155 del 22/07/2022

Determinazione n.155 del 22 Luglio 2022.pdf

Altro

27/07/2022Bando di Gara - GUUE

2022-OJS143-409540-it.pdf

Avvisi

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato
Esiti non presenti...

Chiarimenti

Protocollo Domanda Risposta Allegato

PI074828-22

Chiarimento della stazione appaltante.L'elenco degli interventi afferenti a ciascun lotto (da 1 a 17) è riportato nell'allegato A9, che prevale rispetto ad eventuali indicazioni differenti riportate negli altri allegati (es. ET02, ET04). I CIG e i valori economici di ciascun lotto (da 1 a 17) sono riportati, rispettivamente, nelle tabelle 1 e 2 del Disciplinare di Gara. 

PI072904-22

Buongiorno Con la presente richiediamo gentilmente risposta ai seguenti quesiti: 1) Si chiede di specificare se i servizi da inserire nella “PROFESSIONALITÀ E ADEGUATEZZA DELL’OFFERTA” siano tre per ogni punto oppure tre in totale per tutti i punti. 2) Si chiede, in riferimento al punto PT3.3 dell’allegato A10, se i giovani professionisti debbano solo essere di età inferiore ai 36 anni o anche iscritti all’albo di riferimento da meno di 5 anni. 3) In merito alle figure di responsabili indicate a pag. 9-12 del Capitolato Tecnico_Servizi di progettazione, si chiede quante figure potranno coincidere e se c’è un numero minimo per ogni Lotto. Inoltre, si chiede se c’è un numero minimo di professionisti (compresi i responsabili, giovani professionisti, donne, BIM) facenti parte del gruppo di lavoro per ogni Lotto.
1) Il numero di servizi da presentare è 3 (tre) in totale. Si vedano anche le risposte  PI072805-22 (al quesito PI071530-22) e PI074811-22 (al quesito PI070422-22).

2) Ai fini dell'attribuzione del punteggio previsto per il sub-criterio PT 3.3, i giovani professionisti devono avere un'età inferiore a 36 anni, a nulla rilevando l'anzianità di abilitazione all'esercizio della professione.

3) Fermo restando il rispetto dei ruoli e dei requisiti minimi indicati nella tabella di cui al par. 3.2 del Capitolato Tecnico, cui si rimanda, non è richiesto un numero minimo di professionisti per ciascun gruppo di lavoro.

PI072776-22

Relativamente al requisito di idoneità di cui al punto 8.1 lett d) del disciplinare di gara, ovvero possesso dell’autorizzazione Ministeriale di cui all’art. 59 del D.P.R. 380/2001 in capo all’operatore deputato all’esecuzione delle prove e delle indagini, con la presente si chiede di confermare che qualora l'operatore economico intenda ricorrere al sub-appalto necessario per le medesime attività, non sia necessario dimostrare in sede di gara il requisito di cui al punto 8.1 lett d) del disciplinare di gara, fermo restando che lo stesso sarà dimostrato dal sub-appaltatore in sede di affidamento del sub-appalto stesso.Si rimanda a quanto indicato nel paragrafo 10 del Disciplinare di Gara. In particolare, si rammenta che, in caso di ricorso alla fattispecie di che trattasi, l'operatore economico dovrà compilare l'apposita sezione prevista alla Parte II lett. D) del DGUE e dichiarare il possesso del requisito richiesto (autorizzazione Ministeriale) in capo al subappaltatore, compilando l'apposito campo previsto nella Parte IV lettera A) punto 2) del DGUE. In caso di aggiudicazione, l'operatore dovrà indicare la ragione sociale del subappaltatore; successivamente si provvederà alla comprova dei requisiti in capo a quest'ultimo, in analogia con quanto previsto nel Disciplinare al par. 8.1.

PI072775-22

Relativamente al requisito di idoneità di cui al punto 8.1 lett d) del disciplinare di gara, ovvero possesso dell’autorizzazione Ministeriale di cui all’art. 59 del D.P.R. 380/2001 in capo all’operatore deputato all’esecuzione delle prove e delle indagini, con la presente si chiede di confermare che un soggetto (laboratorio di analisi) di cui all'art.45 possa partecipare in raggruppamento con l'operatore economico capogruppo. Si conferma.

PI072667-22

L’articolo 46, decreto legislativo n. 198 del 2006, prevede la presentazione della copia dell'ultimo rapporto periodico sulla situazione del personale maschile e femminile con riferimento al biennio precedente (quindi 2020-2021) e dunque debba essere presentata dall’operatore che al 31/12/2021 occupi più di 50 dipendenti. Vista la scadenza della gara al 14/09/2022 si chiede conferma che un operatore economico occupante -al 31/12/2021 15Si conferma.

PI072364-22

1) Si chiedono chiarimenti circa la pubblicazione del documento “Allegato ET03 - Elaborati economici servizi, indagini analisi e sondaggi” annoverato tra la documentazione di gara all’art. 2.1 del Disciplinare di gara ma che non parrebbe presente a portale. 2) In relazione a quanto previsto dal chiarimento “Quesito PI069907-22 - Risposta PI070193-22” si chiede conferma che il riferimento alle “1800 battute” sia da considerare un refuso anche nell’ambito deel modello “Allegato A5 | Modello Relazione Tecnica (Lotto 18)”. 3) Si chiede conferma che al par. “1. PROFESSIONALITÀ E ADEGUATEZZA DELL’OFFERTA” dell’Allegato “A5 | | Modello Relazione Tecnica (Lotto 18)” la richiesta di “3 (tre) servizi di progettazione/direzione lavori/coordinamento della sicurezza” sia da intendersi sostituita (o integrata) da “3 (tre) servizi di verifica di progettazione”. 4) In relazione a quanto previsto dal chiarimento “Quesito PI068469-22 - Risposta PI069784-22” si chiede conferma che sia consentita “la presentazione di documentazione di tipo grafico/fotografico, rappresentativa dei servizi indicati nella Relazione Tecnica, su un massimo di n. 3 schede formato A3, ulteriori rispetto ai limiti di pagina indicati per la Relazione Tecnica” anche nell’ambito del modello “Allegato A5 | Modello Relazione Tecnica (Lotto 18)”.
1)L’indicazione dell’ “Allegato ET03 - Elaborati economici servizi, indagini analisi e sondaggi” è un mero refuso da ritenersi espunto. I dati e le informazioni economiche sono riportati nel disciplinare di gara.
2) Si conferma.
3) Si conferma.
4) Si conferma

PI072226-22

Rispetto al punto 3.2 Requisiti minimi della struttura operativa dedicata in fase di progettazione del CAPITOLATO TECNICO PRESTAZIONALE PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI INGEGNERIA ED ARCHITETTURA che recita: "Nel caso in cui l'operatore economico intenda partecipare a più di un lotto, dovrà designare due team distinti di figure professionali minime responsabili, che rispettino i requisiti minimi indicati in tabella" è da interpretare che per partecipare a più lotti ovvero a tutti i lotti bisogna indicare 2 team distinti o dove per distinti si intendono nominativi diversi ad esempio Team 1 Coordinatore delle prestazioni specialistiche Ing. Carlo Rossi Team 2 Coordinatore prestazioni specialistiche Marco Bianchi e così a seguire per le altre figure minime previste Oppure nell'ottica della massima partecipazione si intende un team direttivo e team operativi differenziati. In caso di partecipazione a più lotti, dovranno essere presentati due team distinti. In particolare, ciascun team dovrà essere in possesso delle professionalità minime indicate nella tabella di cui al par. 3.2 del Capitolato Tecnico, cui si rimanda. Per ciascun team, dovranno essere indicate figure professionali minime distinte/nominativi diversi rispetto all'altro team.

PI072149-22

Si chiede di specificare se la figura "Professionista responsabile metodi e strumenti di modellazione per l’edilizia, nelle fasi di progettazione, costruzione e gestione delle opere e relative verifiche (BIM)" possa essere sprovvista di Certificazione BIM MANAGER secondo la norma UNI 11337-7, seppur con ampia Esperienza in campo Building Information Modeling e con almeno 10 anni di anzianità di iscrizione all'ordine. Si specifica inoltre che tale certificazione (Bim Manager) è posseduta da un altro componente del gruppo di lavoro, che tuttavia non ha maturato i 10 anni di anzianità di iscrizione all'ordine professionale.Il professionista indicato quale "responsabile metodi e strumenti di modellazione per l’edilizia, nelle fasi di progettazione, costruzione e gestione delle opere e relative verifiche (BIM)" deve possedere tutti i requisiti minimi indicati nella tabella di cui al capitolo 3.2 del "Capitolato Tecnico prestazionale servizi di progettazione, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza", cui si rimanda.

PI071530-22

Con riferimento al punto 1."Professionalità e adeguatezza dell'offerta" dell'Allegato A 4 al disciplinare di gara e considerando in particolare i quesiti con numero di protocollo PI066515-22 e con numero di protocollo PI068975-22 e le relative risposte fornite, si chiede di confermare che il numero massimo di servizi da presentare sia complessivamente pari a tre.

Si conferma.

Quanto indicato nella risposta al quesito prot. PI068975-22, con riferimento al numero dei servizi di ingegneria oggetto di valutazione, è un mero refuso e pertanto da ritenersi espunto

PI070751-22

In caso di avvalimento, si chiede se anche l'impresa ausiliaria deve presentare il patto di integrità.Si conferma.

PI070667-22

Si chiede di confermare che qualora un Libero Professionista partecipi alla gara quale componente di un raggruppamento temporaneo di operatori economici, lo stesso è considerato tra le microimprese.Si conferma.

PI070555-22

Si chiede di chiarire se l'allegato 6 debba essere compilato con le sole figure minime richieste nel "capitolato tecnico prestazionale servizi di progettazione" o si debbano inserire tutti i professionisti (figure minime e figure aggiuntive) facenti parte dei 2 gruppi di lavoro.L'allegato 6 "Gruppo di lavoro" deve contenere tutte le risorse professionali che l'operatore intende offire per l'esecuzione delle prestazioni oggetto di appalto. Le risorse indicate saranno prese in considerazione anche per l'attribuzione dei punteggi, ove applicabile.

PI070541-22

Si chiede di chiarire se l'allegato 6 Gruppo di lavoro vada inserito solo nella sezione elenco prodotti nell'apposito campo "Gruppo di lavoro" o anche nella parte amministrativa.L'Allegato A6 "Gruppo di lavoro" va inserito solo nella scheda "Prodotti" nell'apposito campo.

PI070422-22

Con riferimento al quesito PI068975-22 e alla risposta PI069793-22 siamo a chiedere ulteriore chiarimento. In particolare si chiede conferma che i servizi da vantarsi per i punti 1.1, 1.2 e 1.3 di cui alla pagina 6 dell'allegato 4, sono da considerarsi 3 + 3 + 3 per un totale di 9 servizi e che tra essi uno stesso intervento possa essere presentato per massimo 2 volte.Il numero totale di servizi da presentare è 3 (tre). Si veda anche risposta  PI072805-22 al quesito PI071530-22.

PI069907-22

In riferimento a pag. 4 dell’allegato 4 Modello relazione tecnica Linee Guida Generali: la relazione dovrà essere composta complessivamente da n. 20 schede formato A4. Una scheda in formato A4 deve intendersi una singola facciata di un foglio A4 e può contenere, oltre ad una parte grafica e/o fotografica, una parte descrittiva equivalente ad un massimo di una cartella editoriale corrispondente ad un massimo di 1800 (milleottocento) battute per ogni scheda. Due schede A4 possono essere sostituite da una scheda A3. Non sono ammessi altri formati. A tal uopo si chiede di chiarire se nelle 1800 battute si devono comprendere anche gli spazi vuoti.Per mero refuso è stato indicato il limite di 1800 battute per pagina che, pertanto, è da ritenersi espunto. Restano in vigore le altre disposizioni relativamente alla redazione della relazione tecnica. Vedasi, altresì, la risposta alla richiesta di chiarimento n. PI068469-22.

PI069726-22

Qualora un operatore economico intendesse partecipare a più lotti, si chiede di confermare che è necessario compilare un unico Allegato 6 Gruppo di lavoro che comprende i 2 gruppi di lavoro distinti, così come indicato al punto 3.2 pagg. 9-10-11-12-13 del Capitolato tecnico servizi di progettazione.Si conferma

PI069611-22

Si chiede gentilmente di confermare che, in luogo alla cat. IA.03 - impianti elettrici speciali - con grado di complessità pari a 1,15, sia possibile spendere servizi certificati in cat. IA.04 aventi la stessa destinazione funzionale ma con un grado di complessità maggiore.

Si vedano risposte ai quesiti prot. PI067319-22 e PI069253-22

PI069474-22

Con riferimento alla procedura in oggetto, considerata l'importanza e la specificità della gara e tenuto conto che il relativo bando è stato pubblicato in prossimità del periodo di chiusura e riposo estivo della maggior parte degli operatori economici, si chiede una proroga di 15 gg. al termine di presentazione delle offerte, al fine di consentire a tutte le società/professionisti di organizzarsi al meglio per presentare Raggruppamenti forti e articolati con tutte le competenze richieste e conseguentemente strutturare un offerta tecnico economica adeguata alla complessità della gara.

Si conferma la data di scadenza per la presentazione delle offerte indicata nel Disciplinare.


PI069448-22

Si chiede di confermare quanto citato al punto 17 pagina 66 del disciplinare che cita: l'offerta tecnica è unica per tutti i lotti a cui si intende partecipare, pertanto l’operatore economico dovrà caricare l’offerta tecnica una sola volta del lotto con il numero identificativo più basso tra quelli a cui intende partecipare. Negli altri lotti a cui intende partecipare, dovrà presentare solo le apposite dichiarazioni secondo l’allegato 7 relativamente alla relazione tecnica e secondo l’allegato 8 relativamente al gruppo di lavoro”, contrariamente al portale invece che se l’operatore economico partecipasse ad esempio al Lotto 1, 6, 13 e 14 nella sezione del caricamento della relazione tecnica fa inserire ogni offerta tecnica per ogni lotto a cui si intende presentare offerta. Quindi si chiede di confermare che la busta tecnica sia unica, caricata sul lotto con il numero identificativo più basso. La presentazione dell’allegato 7 e dell’allegato 8 sono da presentare per il lotto con il numero identificativo più basso ed inserite a portale sull’apposito campo dei lotti a cui l’operatore economico intendesse partecipare, in questo caso per i lotti 1, 6, 13 e 14 oppure ad ogni allegato 7 ed ad ogni allegato 8 va inserito il lotto corrispondente? Ad esempio se l’operatore economico partecipasse al Lotto 4, all’interno dell’allegato 7 e dell’allegato 8 dovrà essere riportato “Lotto 4” e così per ogni altro lotto a cui si intende partecipare. Si conferma quanto indicato al paragrafo 17 pag. 66 del Disciplinare di Gara. 

A maggior chiarimento di quanto ivi riportato, con riferimento all'esempio di cui al quesito che si riscontra, si rappresenta quanto segue: la Relazione Tecnica (cfr. Allegato A4) e il Gruppo di Lavoro (cfr. Allegato A5) vanno inseriti nei rispettivi campi presenti nel lotto 1, che costituisce il lotto con il numero identificativo più basso tra quelli a cui si intende partecipare. Relativamente agli altri lotti a cui si intende partecipare (6, 13 e 14) occorre compilare gli Allegati A7 e A8 e indicare, nel campo editabile ivi previsto, il lotto "1". Successivamente gli Allegati A7 e A8, così come sopra compilati, andranno inseriti nei rispettivi campi (Relazione tecnica e Gruppo di lavoro) dei lotti 6, 13 e 14.

PI069356-22

Si chiede se eventuali cartelle compresse di tipo zip contenenti al loro interno documenti firmati digitalmente, debbano ulteriormente essere firmati da tutti i componenti di un costituendo raggruppamento di operatori economici.Non è necessario firmare digitalmente anche le cartelle compresse; è sufficiente che siano firmate digitalmente i singoli documenti/dichiarazioni.

PI069253-22

Si chiedono i seguenti chiarimenti: 1) possibilità di soddisfare il requisito relativo al ID Opere IA.03 anche con ID Opere IA.04; 2) in riferimento agli impianti elettrici, si chiede se tra i servizi di progettazione da illustrare nell'offerta tecnica, possano essere inseriti lavori con ID Opere IA.04.
1) si veda risposta al quesito prot. PI067319-22
2) si conferma

PI069219-22

Con riferimento alla procedura di gara in oggetto, il CAPITOLATO TECNICO PRESTAZIONALE SERVIZI DI PROGETTAZIONE, DIREZIONE DEI LAVORI E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA, al punto 3.2 Requisiti Minimi della Struttura Operativa dedicata in Fase di Progettazione riporta che: “Nel caso in cui l’operatore economico intenda partecipare a più di un lotto, dovrà designare due team distinti di figure professionali minime responsabili, che rispettino i requisiti minimi indicati in tabella”. Ai fini dell’attribuzione dei punteggi tabellari di cui all’Allegato A10 - CRITERI DI VALUTAZIONE OFFERTA TECNICA - LOTTI 1-17 – punti 3.2 / 3.3 / 3.4 / 4.1 si chiede di confermare che i punteggi saranno attribuiti considerando la somma totale dei singoli punteggi assegnati ai professionisti indicati in entrambi i team. Ad esempio, con riferimento al punteggio tabellare del criterio 3.2 – max 6pt così assegnabili: •BIM specialist: 0,5 punti; •BIM coordinator: 1 punto; •BIM manager: 1,5 punti TEAM 1TEAM 2 n.1 BIM Manager n.1 BIM Coordinatorn.1 BIM Coordinator n.1 BIM Specialistn.4 BIM Specialist PUNTI ASSEGNATI ALL’OPERATORE ECONOMICO 6

Si conferma.

In particolare, si rammenta che:

  • ai sensi del par. 3.2 del “Capitolato Tecnico prestazionale servizi di progettazione, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza”, è considerato, quale requisito minimo per la partecipazione, la presenza, in ciascun team, di un “Professionista responsabile metodi e strumenti di modellazione per l’edilizia (…)” – BIM manager;
  • saranno oggetto di assegnazione di punteggio, riguardo al sub-criterio 3.2 dell’allegato A10, soltanto gli “ulteriori” professionisti presentati rispetto a quello minimo di cui al par. 3.2 citato.

Pertanto, con riferimento all’esempio indicato nel quesito, il Gruppo di lavoro indicato (n.1 BIM Manager, n.1 BIM Coordinator, n.1 BIM Coordinator, n.1 BIM Specialist, n.4 BIM Specialist) non soddisfa i requisiti minimi per la partecipazione a più di un lotto, difettando della presenza di un secondo BIM manager.

PI068975-22

In relazione alla procedura aperta per l’affidamento dei servizi di ingegneria ed architettura per le aziende sanitarie della Regione Campania per gli interventi relativi al PNRR si rileva che l’allegato 4 al disciplinare di gara, prevede, con riferimento al criterio “professionalità e adeguatezza dell’offerta” che il concorrente debba descrivere “un numero massimo 3 (tre) servizi di progettazione/direzione lavori/coordinamento della sicurezza, completati al concorrente negli ultimi 10 anni antecedenti la data di pubblicazione del bando di gara, riferiti a interventi qualificabili affini (con riferimento al cap. V delle linee guida ANAC n. 1 e al DM parametri) a quelli oggetto dell’affidamento di cui al presente disciplinare…”. Tale previsione non è conforme a previsto al paragrafo 11 rubricato “Contenuto della busta B – Offerta tecnica e criteri di aggiudicazione (artt. 16 e 18 del Disciplinare)” della nota illustrativa al bando tipo n. 3 relativo all’affidamento di servizi di ingegneria (che si allega) secondo cui “con riferimento al parametro A (professionalità e adeguatezza dell’offerta) la stazione appaltante dovrà richiedere al concorrente di descrivere i servizi relativi agli interventi ritenuti significativi della propria capacità e affini a quelli oggetto dell’affidamento svolti lungo tutto l’arco della sua vita professionale”. E’ doveroso ricordare infatti che il riferimento ai tre servizi “svolti negli ultimi dieci anni” relativi a interventi ritenuti dal concorrente significativi della propria capacità è stato inserito, per la prima volta (cfr. paragrafo VI punto 1 lett. a)) nelle Linee Guida n. 1, nella versione aggiornata dall’ANAC al d.lgs. 56/2017 con delibera del Consiglio dell’Autorità n. 138 del 21 febbraio 2018. La stessa ANAC, nell’approvare l’ultima versione delle Linee Guida n. 1 (attualmente vigente) con delibera del Consiglio dell’Autorità n. 417 del 15 maggio 2019, nella parte relativa al parametro di valutazione “professionalità e adeguatezza dell’offerta” (cfr. paragrafo VI punto 1), ha espunto ogni riferimento al fatto che i tre servizi dovessero essere stati svolti negli ultimi 10 anni. Tale novità, di fatto, era già stata recepita in sede di approvazione del bando tipo n. 3 (sull’affidamento dei servizi di ingegneria), approvato con dal Consiglio dell’Autorità con delibera n. 723 del 31 luglio 2018, allorquando l’ANAC aveva espunto dal bando ogni riferimento ai tre servizi svolti negli ultimi 10 anni ed aveva altresì rappresentato nella nota illustrativa che le ragioni di tale eliminazione andavano ravvisate nell’esigenza di garantire la massima concorrenza. Sempre in merito alla necessità di eliminare tale riferimento temporale, consentendo ai concorrenti di presentare qualsiasi servizio svolto nell’arco della propria vita professionale, si segnala che il Consiglio di Stato, nell’emettere il parere propedeutico all’approvazione dell’ultima versione aggiornata delle Linee Guida n. 1 (poi approvata delibera del Consiglio dell’Autorità n. 417 del 15 maggio 2019) ha precisato quanto segue “Le Linee guida n. 1 sono state modificate anche per garantire un maggior coordinamento con il Bando tipo n. 3, approvato con delibera ANAC n. 723 del 31 luglio 2018, con riferimento al criterio della professionalità e adeguatezza dell’offerta, di cui alla Parte VI, punto 1.1, lett. a). Il punto in questione era stato oggetto di modifica in sede di aggiornamento delle Linee guida n. 1 al decreto legislativo n. 56/2017, con l’inserimento del riferimento al periodo di 10 anni entro cui devono essere svolti i tre servizi idonei alla dimostrazione della professionalità del concorrente sulla base dell’esperienza pregressa. Ma, secondo quanto afferma l’Autorità nella propria relazione illustrativa, nell’esperienza concreta, tale previsione si è rivelata limitativa della partecipazione alle procedure di gara, alla luce della crisi che ha investito il settore negli ultimi anni, con conseguente riduzione degli affidamenti. Quindi, per tentare di favorire la più ampia partecipazione alle procedure di gara, nel Bando tipo n. 3 è stato eliminato il riferimento al periodo di 10 anni entro cui devono essere svolti i tre servizi idonei alla dimostrazione della professionalità del concorrente sulla base dell’esperienza pregressa. Alla luce di tali circostanza, appare condivisibile la scelta dell’Autorità di coordinare la Parte VI, punto 1.1, lett. a), delle Linee guida n. 1, con il Bando tipo n. 3, prevedendo che i candidati possono illustrare in sede di offerta tre servizi relativi a interventi ritenuti significativi della propria capacità e affini a quelli oggetto dell’affidamento svolti lungo tutto l’arco della vita professionale” (crf. Consiglio di Stato Sezione consultiva per gli Atti Normativi Adunanza di Sezione del 18 aprile 2019 NUMERO AFFARE 00458/2019 avente ad oggetto “aggiornamento delle Linee guida n. 1, recanti «Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria», in attuazione dell'articolo 213, comma 2, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50) Ne consegue che il quadro normativo attualmente vigente non prevede che i tre servizi, idonei alla dimostrazione della professionalità, debbano essere ricondotti agli ultimi 10 anni ben potendo gli stessi riguardare l’intero vita professionale del concorrente. In ragione di ciò si invita codesta Amministrazione a precisare che i tre servizi da presentare nell’ambito dell’offerta tecnica possono essere stati eseguiti nel corso dell’intera vita professionale del concorrente. Vedasi Parere del Consiglio di Stato del 18.04.2019, Linee Guida ANAC n. 1 di attuazione del D.Lgs 18.04.2016 n.50 indirizzi generali sull'affidamento dei servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria, e Bando tipo n. 3 nota illustrativa

Si conferma quanto contenuto negli Atti di Gara. In particolare, si rappresenta che:

- il numero dei servizi oggetto di valutazione è di massimo due per ogni servizio di ingegneria;

- il paragrafo 16 lettera a) delle Linee Guida n.1, di attuazione del D. Lgs. 18 aprile 2016 n.50, aggiornate con delibera del Consiglio dell’ANAC n. 417 del 15 maggio 2019 riconduce alle specifiche esigenze della Stazione Appaltante la descrizione di alcuni elementi che il concorrente deve descrivere ai fini della valutazione dell’offerta tecnica in quanto ritenuti opportuni e/o necessari: nel caso di specie, la Stazione Appaltante ritiene che i servizi valutabili nell’offerta tecnica debbano essere svolti nei 10 anni antecedenti la pubblicazione del bando.

PI068928-22

Si chiede di confermare che in fase di presentazione dell'offerta non è obbligatorio inserire i giustificativi dell'offerta.Si conferma.

PI068927-22

E' possibile generare un unico PASSOE che comprende i lotti per cui si intende partecipare?
Sì è possibile.

PI068469-22

In relazione alle prescrizioni del disciplinare di gara allegato A4 Che recita: la presente relazione dovrà essere composta complessivamente da n. 20 schede formato A4. Una scheda in formato A4 deve intendersi una singola facciata di un foglio A4 e può contenere, oltre ad una parte grafica e/o fotografica, una parte descrittiva equivalente ad un massimo di una cartella editoriale corrispondente ad un massimo di 1800 (milleottocento) battute per ogni scheda. Due schede A4 possono essere sostituite da una scheda A3. Non sono ammessi altri formati. Si chiede la possibilità di integrare le pagine prescritte con almeno tre elaborati unicamente grafici e fotografici in formato A3 al fine di rappresentare in maniera dettagliata i tre servizi tecnici affini da produrre in offerta tecnica.

È consentita la presentazione di documentazione di tipo grafico/fotografico, rappresentativa dei servizi indicati nella Relazione Tecnica, su un massimo di n. 3 schede formato A3, ulteriori rispetto ai limiti di pagina indicati per la Relazione Tecnica.

PI068304-22

Con riferimento ai requisiti di capacità tecnica e professionale richiesti per la categoria IA.03 con la presente si chiede se il requisito richiesto possa essere dimostrato mediante opere progettate in categoria IA.04 considerato che in base alla Tabella Z-1 del DM. 17/06/2016 quest'ultima comprende le stesse tipologie di impianti previste per la IA.03 ma di tipo complesso e presenta un grado di complessità superiore rispetto alla IA.03.Si veda risposta al quesito prot. PI067319-22.

PI067591-22

Il disciplinare di gara prevede quale condizione premiante il possesso da parte dell’operatore economico della Certificazione di qualità. Si chiede se nel caso di partecipazione di un operatore economico nella forma di consorzio di società di ingegneria sia sufficiente che la certificazione di qualità sia posseduta da uno dei consorziati o se la stessa deve esser posseduta dal consorzio.

Con riferimento ai requisiti di partecipazione, si rimanda a quanto indicato ai paragrafi 7 e 8 del Disciplinare di Gara.

Con riferimento all’attribuzione del punteggio premiante, relativamente al possesso di certificazione di qualità di cui al criterio 3.5 dell’Allegato A10 e dell’Allegato A11, si precisa quanto segue: in caso di partecipazione sotto forma di consorzio, il punteggio premiante, sarà assegnato secondo quanto ivi indicato; in particolare sarà attribuito il massimo del punteggio, se la certificazione è posseduta dal Consorzio nel suo complesso; viceversa sarà attribuito in percentuale, rispetto alla quota di partecipazione al consorzio delle consorziate indicate quali esecutrici, in possesso della certificazione di che trattasi.

PI067590-22

Premesso che, abbiamo riscontrato alcune incongruenze tra la documentazione posta a base di gara, nello specifico tra il disciplinare di gara e i documenti relativi a ciascun lotto denominati “DOCUMENTO DI INDIRIZZO ALLA PROGETTAZIONE”. Che nel disciplinare di gara, al fine della partecipazione, sono previste le seguenti categorie: E.10, S.03, IA.01/02/03, di contro nella documentazione di Indirizzo alla progettazione specifica per singolo lotto vengono riportate categorie diverse, nello specifico: E.10, S.04, IA.01/02/04. Che in particolare le categorie discordanti segnatamente le categorie strutturali e impiantistiche evidenziano nell’elencazione della Tabella Z-1 del DM.143/2016 un grado di complessità differente. Atteso quanto sopra, si rappresenta che tale circostanza ha costituito un reale impedimento alla verifica del possesso dei requisiti nonché alla costituzione degli eventuali raggruppamenti e di conseguenza un ritardo nella definizione della compagine, considerato, tra l’altro, il particolare periodo in cui tale evidenza pubblica interviene. Si chiede un chiarimento circa le categorie da considerare per la qualificazione dell’operatore partecipante ed una proroga della data di scadenza al fine di consentire la massima partecipazione e pari opportunità.

Con riferimento al quesito, si confermano le categorie riportate al par. 8.3 del Disciplinare di gara.

Si conferma la data di scadenza per la presentazione delle offerte indicata nel Disciplinare.

PI067319-22

In relazione al punto 8.3 del disciplinare di gara (pag. 35) che recita: "per la categoria IA.03 ai fini della qualificazione, le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando relative alla medesima categoria e ID" si chiede se per equivalente è ammissibile il possesso del requisito in ID IA.04 avente grado di complessità superiore.

Si è ammissibile. Si richiama, sul punto, quanto indicato dalle Linee Guida ANAC n. 1 “Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria”.

PI067085-22

In riferimento ai lotti da 1 a 17 si chiede se gli importi indicati per il servizio di verifica preventiva della progettazione (art. 26 del d.lgs. 50/2016) sono un requisito di gara oppure una mera indicazione degli importi che del lotto saranno soggetti a verifica?

Gli importi indicati nella tabella 3 del Disciplinare di Gara indicano il valore dei servizi di verifica preventiva della progettazione per gli interventi di cui ai lotti da 1 a 17.

Si precisa, inoltre, che nelle tabelle indicate al par. 8.3 del Disciplinare di Gara è riportato, per ciascun lotto, il valore totale degli interventi di importo superiore a € 1.000.000,00, per i quali è richiesto il servizio di verifica preventiva della progettazione (art. 26 del d.lgs. 50/2016).

PI066515-22

Con riferimento al punto 1."professionalità e adeguatezza dell'offerta" dell'Allegato 4 al disciplinare di gara, si chiede di confermare che il numero complessivo dei servizi da presentare sia pari a tre e che questi possano essere indistintamente relativi a soluzione architettoniche, edilizie e strutturali / impiantistiche / direzione lavori e coordinamento della sicurezza.Si conferma

PI066370-22

1) E' possibile per la stessa società partecipare sia al lotto n. 18 per verifica della progettazione, sia ad alcuni dei lotti per progettazione (compresi tra i lotti 1-17); 2) Per la partecipazione ad uno dei lotti per progettazione (da lotto1 a lotto 17), ai fini della dimostrazione del fatturato richiesto, essendo la società costituita nel 2021 come società di capitali S.r.l., è possibile cumulare i fatturati dei soci operativi della stessa ai sensi del comma 2 dell'art. 46 DLgs. 50/2016.

  1. Si è possibile, ferme restanti le regole per l’assegnazione dei singoli interventi di verifica di progettazione come indicato al par. 3 del Disciplinare di Gara.
  2. Si è possibile


Assistenza Ordini e Magazzino​​


dal lunedi al venerdi
dalle 08.00 alle 13.00 e dalle 13.45 alle 16.45
Tel +39 081 212 81 74 / opzione "2"
Fax +39 081 604 03 37

email: ordini@soresa.it

Segreteria


dal lunedi al venerdi
dalle 08.00 alle 13.00 e dalle 13.45 alle 16.45
Tel +39 081 212 81 74 / opzione "4"
Fax +39 081 750 00 12

email: segreteria@soresa.it

Assistenza SISTEMA INFORMATIVO APPALTI PUBBLICI IN SANITÀ​​​ - SIAPS​


dal lunedi al venerdi
dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
Tel 800 078 666 (numero verde - da telefonia fissa nazionale)​​
Tel ​+39 0892857876 (da telefonia mobile o estero)​

email: hd-siaps@soresa.it