Accesso all'area riservata

Dettaglio Bando
To​rna Indietro ​​​​​​​​​​​

Dettaglio bando di gara

PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER SO.RE.SA SPA

SoReSa SPA

Orlando Perfetto

€ 740.000,00 (Esente)

Prezzo più basso

Servizi

Giovedì, 20 Feb 2020, ore 18: 00

Venerdì, 6 Mar 2020, ore 13: 00

Esiti e Pubblicazioni

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato
Esiti non presenti...

Avvisi

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

AVVISO_GARA

05/03/2020Relativamente alla gara in oggetto, si comunica, che in data 09 marzo 2020, h.10,00, presso la sede So.re.sa. sita in Napoli, Centro Direzionale, Is. F9, 5°piano, avrà luogo la seduta pubblica, nel corso della quale si procederà all'apertura dell'offerta amministrativa. Inoltre, sarà possibile partecipare da remoto, registrando al webinar appositamente predisposto mediante il seguente link https://attendee.gotowebinar.com/register/4227457687409609227

Chiarimenti

Protocollo Domanda Risposta Allegato

PI007063-20

buonasera dalla documentazione di gara non si evidenzia un eventuale ricorso all'anticipazione di tesoreria . Si richiede pertanto se ci sia stato mai ricorso alla richiesta di anticipazione, il limite di importo massimo concedibile ed i riferimenti normativi in caso di obbligatorietà alla concessione. Distinti saluti Salve, si conferma che nei Documenti di Gara non è disciplinato il ricorso all'anticipazione poichè So.Re.Sa S.pA. non intende procedere ad alcuna richiesta di anticipazione. Resta inteso che sono valide tutte le disposizioni normative che disciplinano gli obblighi del Tesoriere di accantonamento delle somme per far fronte alla richiesta di anticipazione da parte dell'Ente, pur ribadendo che So.Re.Sa S.p.A. non ha mai fatto ricorso ad anticipazioni di Tesoreria e che non è prevista per il futuro alcuna ipotesi di ricorrervi.

PI006940-20

Quesiti di ordine generale: 1.Quanti sono i pignoramenti notificati nel corso del 2019? 2.Quanti sono i pignoramenti in carico presso il Tesoriere? 3.Si chiede conferma che codesto Spett.le Ente abbia individuato il titolare effettivo ai sensi del D.Lgs 90/2017 e si chiede la comunicazione dei dati per il relativo censimento. 4.Si chiede il Data Processing Agreement (“DPA”) che il nostro Istituto dovrebbe firmare in qualità di Responsabile esterno del trattamento dei dati personali ai sensi e per gli effetti dell’at. 28 del Regolamento UE 2016/679 (“GDPR”). In alternativa si chiede se possa essere proposto il DPA previsto dalla Banca in tali casi. 5.Vogliate chiarire la natura e le motivazioni dello sconfinamento rilevato dalla Centrale Rischi al dicembre 2019 alla voce 1.3 pari ad euro 11.135.000,00 alla voce 1.2 pari ad euro 55.000,00 DISCIPLINARE 6.Art. 4 Rinnovo In riferimento alla possibilità di SORESA di rinnovare la convenzione per periodo non superiore ad un anno, si chiede conferma che tale facoltà di rinnovo sia subordinata all’accettazione da parte del tesoriere e pertanto che non si tratti di atto unilaterale di SORESA e quindi di un obbligo per il tesoriere. 7.Art. 15.2 lett. h) Con riferimento all’indicazione nella sezione C: Capacità tecniche e professionali della parte IV del DGUE e all’indicazione degli indirizzi delle sedi, si chiede conferma che debbano essere indicati gli sportelli presenti al momento della partecipazione senza nessun obbligo per l’aggiudicatario a mantenerli per l’intera durata della convenzione. CAPITOLATO TECNICO 8.Art. 2.2 CONTESTO NORMATIVO Nell’articolo è riportato “in via ordinaria, la So.Re.Sa. è delegata, ai sensi dell’art. 1269 del Codice civile, alla esecuzione dei pagamenti, dovuti per l’esercizio del servizio sanitario, e dei debiti, regolarmente accertati”. Si chiede di voler chiarire cosa significhi la frase “esecuzione dei debiti regolarmente accertati e quali azioni svolga So.re.sa relativamente a questa previsione normativa” 9.2.3.DATI ORIENTATIVI RELATIVI AGLI ESERCIZI PRECEDENTI “RAV/MAV/RID/CCP/F23/F24 n. 4.000 operazioni esercizio 2018” Attesa la rilevanza dell’informazione in termini di impatto operativo per il nostro front office e quindi per la valutazione dei costi impliciti del servizio, Riteniamo indispensabile ci forniate il dettaglio delle operazioni in parola distinte per Pagamenti: a) numero transazioni RAV/MAV; b) numero transazioni RID; c) numero transazioni CCP; d) numero transazioni F23; e) numero transazioni F24. Dati da riferire preferibilmente all’esercizio 2019. 10.Nel presente articolo è previsto che So.Re.Sa. operi contemporaneamente utilizzando sia gli standard informatici OIL che gli standard informatici OPI (introdotti dal L’art. 1, comma 533, della legge 11 dicembre 2016). Potreste chiarire meglio come possano coesistere i due standard? 11.Art. 2.2 CONTESTO NORMATIVO ultimi due Capoversi - Art.3 PROCEDURE DI PAGAMENTO – Art. 11 sistema informativo delle operazioni degli enti pubblici (SIOPE) Sul sito SIOPE+ l'impianto contabile di SORESA prevede 18 codici Enti assoggettati al SIOPE+ (dettaglio nel file excell allegato); considerando che per questi enti è obbligatoria la gestione tramite standard OPI, chiediamo per quali ulteriori enti (che sono perciò esclusi al passaggio a Siope + previsto da AGID) sia previsto la gestione del servizio di tesoreria con standard OIL. Si chiede inoltre se il tesoriere dovrà gestire 18 codici enti separati nella propria procedura di tesoreria. Si chiede conferma che per questi enti non inseriti nel file che fanno riferimento allo standard OIL non è perciò prevista la conversione dei flussi da OIL a OPI ne l’invio di informazioni previste dagli standard AGID che si riferiscono invece agli enti in Siope+. 12.Art.3 PROCEDURE DI PAGAMENTO L’articolo indicato prevede che “Le attività di pagamento sono riconducibili a due distinti conti di tesoreria gestiti secondo i seguenti standard: - Pagamenti eseguiti con standard OIL, riconducibili ad un conto di tesoreria acceso presso Banca d’Italia e movimentato con quattro distinti conti di servizio, di cui uno dedicato al solo pagamento degli F24. - Pagamenti eseguiti con standard OPI - Schemi XSD OPI, riconducibili ad un conto di tesoreria acceso presso Banca d’Italia e movimentato con un unico conto di servizio” Si richiede di sapere se il conto suddetto resterà sempre in standard OPI. 13.Art.3.1 PROCEDURA PIGNORAMENTI Secondo capoverso: “In caso di pagamento del creditore a seguito di emissione di ordinanza di assegnazione del G.E. il Tesoriere è obbligato a comunicare a So.Re.Sa. con lettera raccomandata con avviso di ricevimento o PEC, entro giorni 2 (due) dalla richiesta dell’esecutante, le somme per le quali si intende procedere, al fine di consentire la proposizione dell’opposizione all’esecuzione”. Si premette che nell’ordinanza di assegnazione oltre all’ordine esecutivo di pagamento rivolto al terzo debitore, è prevista la notificazione, a cura del legale della parte procedente, al debitore esecutato. L’eventuale mancata comunicazione al debitore esecutato da parte del Legale di parte procedente, non può sortire effetti negativi sul terzo pignorato e tantomeno obblighi sanzionabili verso lo stesso. Pertanto, considerato che l’atto di assegnazione notificato al Terzo è un ordine non soggetto a condizioni di esecuzione, cui il Tesoriere ha l’obbligo di adempiere in un tempo ragionevole, vogliate chiarire che non esiste altro obbligo del Tesoriere se non il rispetto delle disposizioni di legge e la informativa del Tesoriere sarà da ricondurre alla ordinaria gestione del rapporto di tesoreria, come sempre ispirato alla massima disponibilità. 14.Relativamente al periodo “In nessun caso il Tesoriere può procedere a pagamenti per assegnazioni giudiziarie senza acquisizione di fattura o equivalente documento fiscalmente valido. In nessun caso il Tesoriere può procedere a pagamenti senza acquisizione di fattura da parte degli avvocati con indicazione dell’IVA e della ritenuta d’acconto per la quale il Tesoriere ha la funzione di sostituto d’imposta (versamento ritenute, certificazione e obblighi del sostituto d’imposta)”. Si chiede conferma che il tesoriere non può che pagare in base all’ordinanza di assegnazione, presumendo la ritenuta dall’Atto stesso. 15.Relativamente al periodo dove sono previste le rendicontazioni su file, si chiede conferma che le modalità ed i tempi saranno da condividere tra le parti 16.Circa il periodo: “Il Tesoriere si impegna a procedere, contestualmente al pagamento del creditore a seguito di ordinanza di assegnazione, allo svincolo delle somme residue fino a concorrenza dell’importo pignorato” Si chiede di poter mantenere un vincolo pari al pagamento dell’imposta di registro, qualora fosse in seguito richiesta 17.Art.4 DURATA DEL CONTRATTO E ATTIVAZIONE DEI SERVIZI “E’ fatto obbligo al Tesoriere di continuare il Servizio anche dopo la scadenza del Contratto, alle medesime condizioni, fino a quando non sia intervenuto altro nuovo Contratto ed il conseguente passaggio di consegne.” Tenuto conto degli attuali orientamenti giurisprudenziali, ex multis il D. Lgs. 50/2016 art. 106 comma 11, che prevede una proroga limitata al tempo strettamente necessario alla conclusione delle procedure necessarie per l'individuazione di un nuovo contraente, si chiede conferma che la durata massima della proroga agli stessi patti e condizioni, sarà di massimo 6 mesi e, fermo l’obbligo per il tesoriere di continuare il servizio in gestione di fatto fino alla individuazione di un nuovo tesorerie, che le nuove condizioni saranno oggetto di apposita negoziazione fra le parti, decorso il predetto termine. 18.“Qualora alla scadenza o in seguito a recesso da parte della So.Re.Sa. il servizio di tesoreria venisse affidato ad altri soggetti, la stessa si impegna a far rilevare dall'istituto o dagli istituti subentranti all'atto del conferimento del servizio medesimo ed a richiesta del Tesoriere cessante, ogni e qualsiasi esposizione, per capitale, interessi ed accessori.” Il capoverso sembra fare riferimento a concessioni di linee di credito da parte del Tesoriere che, salvo errore, non trovano riscontro nel contesto della documentazione di gara e nella bozza di convenzione. In considerazione della valenza dell’argomento in tema di valutazione del merito creditizio, vogliate confermarci che il Tesoriere, a norma di Legge, non è impegnato a concedere linee di credito a Codesta Società. Vogliate inoltre confermarci che SORESA non riceve trasferimenti correnti dalla Regione e che pertanto non ricorrono per il tesoriere gli obblighi previsti dal DL 24 giugno 2016, n. 113 prevede all’art. 10 comma 9.bis. In caso contrario vogliate quantificare l’entità dei trasferimenti correnti. 19.“Il Tesoriere si impegna ad acquisire a proprie spese i dati necessari al subentro nei precedenti rapporti di tesoreria di So.Re.Sa. S.p.a.” Si chiede un chiarimento del presente paragrafo in considerazione che nel momento del subentro dovrà essere previsto un atto formale di passaggio di consegne tra le parti (Soresa-Tesoriere uscente -Tesoriere subentrante). Inoltre non si comprende a quali spese ci si riferisca. 20.Art. 4.1 ADEMPIMENTI PRELIMINARI “So.Re.Sa. verificherà annualmente, in collaborazione con il Tesoriere, la necessità di un eventuale aggiornamento tecnico della Convenzione, al fine di migliorare la gestione informatizzata del servizio e sviluppare eventuali innovazioni tecnologiche. Inoltre, prima dell’avvio del servizio So. Re. Sa potrà richiedere all’aggiudicatario di testare la piattaforma adibita al Servizio della gara in oggetto al fine di verificare che la stessa sia rispondente al seguente paragrafo”. Si chiede conferma che il miglioramento della gestione informatizzata si riferisce ai soli adeguamenti normativi e che ciascuna parte provvederà per quanto di competenza anche con riferimento alle spese da sostenere. 21.Art. 4.2 PIATTAFORMA TELEMATICA lettera d) e ultimo capoverso. Si chiede conferma che a norma delle regole tecniche e standard per la gestione del servizio di tesoreria attraverso il sistema SIOPE+ gli esiti dei pagamenti disposti in OPI in formato XML (e non in altro formato decodificato) vengono messi a disposizione dalla Banca Tesoriera a Banca Italia e null’atro è dovuto dal tesoriere. In particolare non è dovuta la selezione parametrizzata dei dati secondo le esigenze di So.Re.Sa. nonché la relativa esportazione degli stessi in formato editabile (in formato Microsoft Excel, txt e XML). 22.Art. 6. RISCOSSIONI Nel periodo: “Eventuali spese finalizzate a garantire il collegamento tra i sistemi informativi del Tesoriere e quelli di So.Re.Sa. S.p.A., saranno ad esclusivo carico del Tesoriere.” Si intende che le spese sostenute per gli aggiornamenti restano a carico delle rispettive parti? 23.Con riferimento al punto: “So.Re.Sa. aderisce al Sistema dei pagamenti informatici a favore delle Pubbliche Amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi ai sensi del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82. Pertanto, il Tesoriere dovrà garantire la fruibilità dei “mezzi di pagamento” come definiti nell’art. 5 lett. a) e b) del documento denominato “Linee guida per l’effettuazione dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi”. Il Tesoriere assume dunque l’obbligo di rendere disponibile l’IUV (Identificativo Univoco di versamento). Il Tesoriere renderà disponibili le somme riscosse nel conto di cassa lo stesso giorno dell’operazione.” Premesso che la nostra banca si attiene alle linee guida citate e che quindi trasferisce sul giornale di cassa le informazioni previste così come pervenute dai P.S.P., Si chiede conferma che il Tesoriere non sarà tenuto a fornire servizi in qualità di Partner Tecnologico ne a riportare sul Giornale di Cassa evidenze aggregate contabilmente per dettagli di introiti (singoli servizi incassati) laddove non rivesta il predetto ruolo; tali rendicontazioni saranno fornite per i singoli specifici servizi attivati su Vs. richiesta ed oggetto di apposita offerta a latere del servizio di tesoreria. 24.Si chiede conferma che l’esenzione da commissioni e spese non riguardi eventuali oneri reclamati dai terzi su bonifici esteri, che, pertanto, qualora sostenuti saranno rimborsati al Tesoriere. 25.Art. 7. PAGAMENTI Relativamente ai punti: “I titoli di spesa devono essere messi in pagamento non oltre il primo giorno lavorativo successivo a quello della consegna all’Istituto Tesoriere o trasmissione telematica. Qualora si tratti di pagamenti con valuta fissa per il beneficiario, i titoli di spesa saranno consegnati all’Istituto Tesoriere fino al giorno lavorativo antecedente alla scadenza.” e “Gli ordinativi sono ammessi al pagamento entro il termine ultimo di 24 ore dalla trasmissione del flusso in formato OIL/OPI. In caso di ordini di pagamento cartacei, in caso di indisponibilità della piattaforma informatica messa a disposizione dal Tesoriere, il pagamento viene eseguito entro il giorno lavorativo successivo a quello della ricezione dei relativi documenti cartacei, salvo i casi di urgenza.” Si chiede di poter accordare ulteriori 24 ore circa i tempi per l’ammissione al pagamento rispetto a quelli indicati, anticipando quindi la presentazione dello stesso periodo da parte di Soresa. Tale richiesta riveste importanza per non incorrere in ritardi nei pagamenti con scadenza fissa 26.Art.7.1 PAGAMENTI TRAMITE DELEGATI AZIENDALI A ciascun delegato incaricato, il Tesoriere assegna un codice identificativo e ne rendiconta mensilmente l’operato alla So.Re.Sa. Si chiede conferma che tale richiesta sia un refuso in quanto a seguito del passaggio in SIOPE+ tale attività non è più contemplata in quanto non sono ammessi ordinativi pagati parzialmente 27.Art. 10 GESTIONE INFORMATIZZATA DEL SERVIZIO DI TESORERIA Con riferimento al periodo: “Il Tesoriere si impegna ad adeguare le proprie procedure in relazione alle variazioni che So.Re.Sa. S.p.A. dovesse apportare ai propri servizi per esigenze organizzative e gestionali.” Si chiede conferma che la variazioni debbano intendersi legate ai soli adeguamenti normativi e che ciascuna parte provvederà per quanto di competenza anche con riferimento alle spese da sostenere. 28.Art. 10.1 ORDINATIVI INFORMATICI A FIRMA DIGITALE (MANDATI – REVERSALI) Premesso che l’ente è già operante in SIOPE+ per la tratta di competenza, si chiede conferma che per la gestione informatizzata del servizio il tesoriere dovrà garantire la sola tratta di competenza, ovvero BANKIT/SIOPE+ - TESORIERE e viceversa. Conseguentemente che gli adempimenti e gli oneri per la predisposizione degli ordinativi, apposizione della firma digitale e trasmissione alla piattaforma SIOPE+ della Banca d’Italia sono a carico di SORESA. 29.ART10.2 ARCHIVIAZIONE DEGLI ORDINI ELETTRONICI Tenuto conto che: 1. il tesoriere non è in possesso dei dati da conservare a parte quelli dallo stesso firmati; 2. il tesoriere non è soggetto abilitato alla conservazione e pertanto tale attività esula dal servizio di tesoreria; si chiede conferma che il tesoriere sarà tenuto alla conservazione dei documenti dallo stesso firmati e che l'Ente provvederà, con oneri a proprio carico, alla conservazione dei documenti dallo stesso prodotti e firmati, mediante conservatore abilitato scelto dallo stesso Ente e che pertanto la convenzione sarà integrata a coerenza di quanto richiesto. 30.Art.13 CONDIZIONI DI VALUTA “e) per gli incassi effettuati a mezzo POS, tramite bancomat e carta di credito: lo stesso giorno di effettuazione dell’operazione.” Si segnala che per convenzione con i circuiti che gestiscono le varie carte, la valuta di accredito per l’esercente è sempre il giorno lavorativo successivo la data dell’operazione di incasso. Vogliate rettificare. 31.“d) Qualora il pagamento avvenga invece tramite ordini di pagamento o buono di prelievo, la valuta sarà quella del giorno di quietanza del titolo, per tutti gli altri pagamenti la valuta sarà quella del giorno di emissione della disposizione di pagamento.” Vogliate chiarire in quali circostanze vengono emessi i citati ordini/buoni ed a quali norme fanno riferimento. 32.Art. 14 ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Si richiede di rivedere tutto l’articolo in quanto non risulta aggiornato al Regolamento UE 2016/679 (“GDPR”). In particolare: laddove si indica “nel rispetto del D.Lgs. n. 196/2003 e s.m.i.” con Regolamento UE 2016/679 ("GDPR")”. Laddove si indica “come previsto dall’art. 29 del citato D.Lgs. 196/2003” con come previsto dall'art. 28 del citato GDPR". Si chiede inoltre di poter sostituire la nomina di “incaricato al trattamento” con “autorizzato al trattamento”. 33.Art. 17. CONDIZIONI ECONOMICHE PER IL SERVIZIO DI TESORERIA “Il Tesoriere eseguirà tutte le operazioni ed i servizi accessori non espressamente previsti nel presente capitolato in modo del tutto gratuito.” Il citato periodo confligge con il principio sinallagmatico del contratto, poiché crea una evidente squilibrio a carico dell’offerente che si espone a potenziali ulteriori oneri non determinabili e/o quantificabili. Si invita a modificare/cassare. 34.“Il servizio di Tesoreria sarà quindi sottoposto alle seguenti condizioni: …Operazioni con Carte di credito (Visa, Mastercard, Maestro, PostePay): nessuna commissione. Riscossione assegni bancari o circolari: nessuna commissione…” Si chiede conferma che Soresa sottoscriverà apposita manleva a favore del Tesoriere con la quale lo autorizzi ad addebitare l’importo dell’assegno restituito per qualsiasi motivo dalla banca corrispondente, nonché delle relative spese, si impegni ad emettere il mandato a copertura, restando a carico di Soresa il recupero della quietanza rilasciata dal Tesoriere. 35.“..Pagamento Bollettini CCP ed Emissione di assegni circolari: nessuna commissione …” Si chiede conferma che le spese per emissioni di bollettini CCP, assegni circolari, di bollo, sia quelle relative ai bolli legati ai rapporti che quelli relativi agli ordinativi di pagamento presenti e future ed ogni altra imposta a carico di Soresa non rientrino nel compenso e pertanto saranno rimborsate da Soresa 36.Art. 20.DOCUMENTAZIONE, COMUNICAZIONI E RISCONTRO DELLA CONTABILITÀ “Riguardo ai documenti cartacei il Tesoriere è tenuto a provvedere al ritiro giornaliero della documentazione necessaria all’esecuzione dei mandati emessi da So.Re.Sa..” ed anche…Art.23 SINTESI OBBLIGHI- “Ritirare e consegnare, presso la Sede della So.Re.Sa. e su richiesta, entro le ore 11 del giorno lavorativo successivo alla richiesta, tutta la documentazione relativa al servizio ed agli eventuali valori;” Premesso che il nostro modello di servizio prevede l’invio telematico di ordini di prelevamento dai CCP, ordini di bonifico su estero, disposizioni di pagamento urgenti o di bollettini MAV/RAV (sulla scorta delle copie inviate e quindi senza timbro di quietanza sull’originale che resterebbe in Vs. possesso) e presenti le funzioni disponibili di entratel per la presentazione degli F24EP ed F24, si può escludere l’impegno del tesoriere a gestire il collegamento da e per So.RE.Sa. e che, in caso di eventuali occorrenze, sarà il personale di So.Re.SA a recarsi presso la filiale tesoriera? 37.Art. 21 RENDICONTI “..Entro il 31 gennaio il Tesoriere è tenuto a consegnare un documento elettronico editabile con le verifiche di cassa relative all’anno precedente corredato dei documenti giustificativi degli incassi e dei pagamenti nonché di eventuali operazioni di riscossione e pagamento non evasi entro la chiusura dell’esercizio. Art. 22 PERSONALIZZAZIONE DEI FLUSSI “..L’istituto dovrà garantire una adeguata personalizzazione dei flussi di interscambio tra il sistema informativo amministrativo contabile di So.Re.Sa. ed proprio il sistema informativo aziendale…” Si chiede conferma che il tesoriere dovrà rendere disponibile i flussi secondo quanto previsto dalle linee guida Agid e che le eventuali personalizzazioni saranno a carico dell’ente anche con riguardo alle spese da sostenere. SCHEMA DI CONTRATTO 38.Art. 14 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI, CONSENSO AL TRATTAMENTO Par. 7, p. I): “..all’art. 13 del Regolamento UE/2016/679 (GDPR) e verificare che siano adottate le modalità operative necessarie affinché la stessa sia effettivamente portata a conoscenza degli interessati” Poiché non si comprende il significato della frase e la relazione che sussiste con l’art. 32 GDPR in materia di misure di sicurezza se ne chiede l’eliminazione; 39.Par. 7, p. VI): si chiede di indicare con quale scadenza saranno effettuate le verifiche interne alla Banca, quale Responsabile del trattamento dei dati personali. 1.Nel corso del 2019 non sono stati notificati pignoramenti in carico a So.Re.Sa. S.p.A.; 2.Nessuno; 3.Il titolare, ai sensi del richiamato D.Lgs 90/2017 è l’Amministratore Delegato della So.Re.Sa. S.p.A, prof. Corrado Cuccurullo, C.F.CCCCRD74A24L245N; 4.Si conferma che il Tesoriere aggiudicatario possa proporre il DPA previsto dalla Banca; il DPA sarà poi oggetto di condivisione per eventuali modifiche e/o integrazioni da parte della Stazione Appaltante; 5.Con riferimento allo sconfinamento rilevato, poiché i nostri i nostri conti al 31 dicembre 2019 sono stati in attivo, si precisa che ci stiamo attivando a chiedere chiarimenti al nostro Tesoriere; 6.L’opzione al rinnovo prevista negli atti di gara (all’art. 4 del Disciplinare di Gara) costituisce una mera proroga programmata e/o contrattuale, con la conseguenza che restano immutate le condizioni contrattuali cui l’appaltatore non può sottrarsi; 7.Si conferma; 8.La frase intende riferirsi all’esecuzione dei pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili delle Aziende Sanitarie/Ospedaliere, per le quali So.Re.Sa. S.p.a. costituisce Centrale Unica dei Pagamenti in forza del DCA 90/2013 e ss.mm.ii. La delegazione di pagamento è senza accollo del debito da parte del delegato ai sensi dell’art. 1269 del Codice Civile; 9.Al punto 2.3 del Capitolato di Gara abbiamo ritenuto opportuno, al fine di facilitare la formulazione delle offerte degli operatori economici, fornire dei dati riferiti all’attività svolta da So.Re.Sa. negli esercizi 2017 e 2018 a mero titolo esemplificativo e non esaustivo. L’indicazione del dato riferito alle disposizioni di pagamento corredate da documenti cartacei indicate secondo le “Regole Tecniche e standard per l’emissione dei documenti informatici relativi alla gestione dei servizi di tesoreria e di cassa degli Enti del comparto pubblico attraverso il sistema Siope+ Vers. 1.5.1.2” come “DISPOSIZIONE DOCUMENTO ESTERNO” (v. 5.10.25.2) documento esterno” quantificato in circa n. 4.000 RAV, MAV, RID, CCP, F 23 e F24 può essere ulteriormente dettagliato come segue: •Circa il 90% dei suddetti documenti è rappresentato da modelli f 23 e f 24; •Il residuo 10% da transazioni che hanno richiesto l’utilizzo degli altri modelli di pagamento. 10.Perché, come specificato nel Capitolato di Gara, per effetto dell’attività di So.Re.Sa. in qualità di Centrale Acquisti esiste un distinto conto di Tesoreria acceso presso Banca d’Italia soggetto alle storiche regole tecniche standard OIL, mentre solo l’attività dei pagamenti centralizzati riconducibili alla funzione di Centrale Pagamenti di So.Re.Sa. svolta operando con un ulteriore distinto conto di Tesoreria presso Banca d’Italia è soggetto all’utilizzo degli standard OPI. 11.Come specificato al quesito n. 10 il servizio di Tesoreria è articolato con l’utilizzo di 2 distinti conti in Banca d’Italia: uno movimentato da So.Re.Sa. per le attività legate alla funzione di Centrale Acquisti e proprio funzionamento e l’altro movimentato per la sola esecuzione dei pagamenti delegati dalle Aziende del SSRC alla Centrale Unica dei Pagamento So.Re.Sa. Il conto di Tesoreria in capo alla Centrale Acquisti e funzionamento è soggetto agli standard OIL mentre il conto di Tesoreria in capo alla Centrale dei Pagamenti è soggetto all’utilizzo degli standard OPI. Si conferma che il Tesoriere gestirà un conto di Tesoreria Unica per la Centrale dei Pagamenti con 18 codici enti separati (17 ASL/AO + 1 So.Re.Sa. CUP) oltre che un ulteriore conto di Tesoreria con distinto codice Ente per la Centrale Acquisti e funzionamento. SI conferma che non è prevista la conversione dei flussi da OIL A OPI. 12. Si conferma che il conto della Centrale Unica dei Pagamenti sarà movimentato in standard OPI fino ad eventuale nuova normativa che potrà stabilire nuove regole di funzionamento; 13.Nel confermare che ricorrono a carico del Tesoriere tutti gli adempimenti stabiliti dalle disposizioni legislative in merito all’obbligo informativo relativo al pagamento e tutti gli altri obblighi riconducibili all’ordinaria gestione del rapporto di tesoreria, si specifica che ogni altro servizio richiesto nel capitolato chiaramente ispirato alla massima reciproca collaborazione e all’efficienza ed efficacia nell’espletamento del servizio di tesoreria, è richiesto all’aggiudicatario; 14.Si conferma; 15.Nel Capitolato è indicata come modalità quella del file editabile e come frequenza quella almeno mensile; 16.Si conferma; 17.Si ribadisce quanto riportato nel Capitolato di Gara: il Servizio di tesoreria verrà continuato anche dopo la scadenza del Contratto proroga agli stessi patti e condizioni fino a quando non sia intervenuto un altro nuovo Contratto ed il conseguente passaggio di consegne; 18.Si specifica che So.Re.Sa. S.p.a. riceve finanziamenti correnti dalla Regione Campania per lo svolgimento delle sue funzioni e per il suo funzionamento. L’entità dei trasferimenti, come riportato nella tabella inserita al punto 2.3 del Capitolato di gara elenca gli elementi caratterizzanti la gestione finanziaria della Società che ammontano a complessivi circa a € 4,4 mld per il 2017 e circa € 6,5 mld per il 2018. Ferme restando le previsioni legislative che stabiliscono l’obbligo di accantonamento delle somme per fare fronte alla richiesta di anticipazione da parte dell’Ente, si ribadisce che So.Re.Sa. S.p.a. non intende far ricorso ad anticipazioni di cassa; 19.Si specifica che trattasi delle spese legate a tutte le azioni che il nuovo aggiudicatario Tesoriere metterà in atto per subentrare nel rapporto di Tesoreria assicurando continuità e piena operatività del servizio; 20.Il Capitolato di Gara si riferisce ad ogni soluzione migliorativa del processo di gestione informatizzata del servizio di tesoreria che potrà rendersi utile anche indipendentemente delle evoluzioni normative che richiedano adeguamenti dei sistemi informativi; 21.Come espressamente richiesto nel Capitolato di Gara al punto 4.2 il Tesoriere dovrà mettere a disposizione dell’Ente una piattaforma telematica che consenta la selezione parametrizzata ed esportazione dei dati corrispondenti alle ricevute di carico, esecuzione e flussi di ritorno per ogni ordinativo di incasso/pagamento, in formato Excel, txt ed xml e PDF oltre ai ritorni previsti dalla regole tecniche che disciplinano la gestione dei flussi informatici sia in formato OPI che OIL; 22.Fermo restando che ogni adeguamento normativo, in quanto obbligatorio, resta a carico di ognuna delle parti per quanto di propria competenza, nel Capitolato di gara si fa riferimento ad ogni evolutiva del processo informativo che può essere oggetto di reciproca valutazione; 23.Si conferma; 24.Si conferma; 25.Si ritiene che la tempistica indicata nel Capitolato di Gara al punto 7 debba essere garantita dal Tesoriere aggiudicatario; 26.Indipendentemente dal caso di pagamenti parziali dei mandati di pagamento che non riguardano la realtà operativa della So.Re.Sa. S.p.a., il rappresentante legale della Società potrà individuare soggetti delegati ad operare per proprio conto sui conti di tesoreria e di cassa. Rispetto all’operato dei delegati censiti si richiede al Tesoriere di rendicontare il rappresentante legale della Società mensilmente e comunque a sua richiesta; 27.Oltre alle modifiche obbligatorie che dovessero rendersi necessarie per interventi normativi che abbiano impatto sulla gestione informatizzata del servizio si fa riferimento a eventuali variazioni organizzative e/o gestionali della Stazione Appaltante che possano implicare un adattamento della piattaforma e/o dei sistemi di interscambio tra il Tesoriere e la Stazione Appaltante; 28.Non si conferma l’interpretazione del servizio proposta. La richiesta della Stazione Appaltante per i servizi di tesoreria include anche la messa a disposizione della piattaforma informatica di interscambio dei flussi tra So.Re.Sa. S.p.a. /Enti del SSRC e BANKIT/SIOPE+ - TESORIERE e viceversa come è ampiamente descritto al punto 4.2 del Capitolato di gara e richiamato in vari punti dello stesso; 29.Si ribadisce quanto richiesto nel Capitolato di Gara al punto 10.2.; 30.Si rettifica richiesta della data di valuta di accredito delle transazioni di incasso effettuate a mezzo POS, tramite bancomat e carta di credito con il giorno successivo all’operazione, diversamente da quanto indicato nel Capitolato di gara al punto e) del paragrafo 13 dove è stato indicato il giorno di valuta coincidente con quello della transazione di incasso a mezzo POS, bancomat e carta di credito; 31.Trattasi di disposizioni di pagamento per cassa che riferite a beneficiari che si recano personalmente in agenzia in un momento successivo (a quello del perfezionamento della disposizione di pagamento firmata digitalmente in formato OPI) ad incassare le somme a loro dovute. In alternativa trattasi di disposizioni di pagamento per cassa con allegati cartacei (CCP, F23, F24, MAV etc.) che dovranno essere addebitate in un momento successivo a quello del perfezionamento della disposizione di pagamento firmata digitalmente in formato OPI quindi al momento della effettiva esecuzione del versamento come risulti dalla relativa quietanza cartacea; 32.Nel capitolato di Gara, è stato richiamato il D.Lgs. n. 196/2003 e s.m.i., intendendo per s.m.i.: le “successive modifiche ed integrazioni” alla richiamata norma. Pertanto, si intendono ricomprese tutte modifiche ed integrazioni apportate dal Regolamento UE 2016/679 ivi comprese quelle relative all’abrogato art. 30 del D.lgs. 196/2003 (Incaricati del Trattamento); 33.Si ritengono ampiamente descritti nel capitolato di gara i servizi richiesti ed inclusi nel corrispettivo forfettario stabilito per la remunerazione del Tesoriere aggiudicatario. La formula utilizzata è riferita a eventuali servizi accessori che potrebbero essere utili a corredare quelli principali ed espressamente elencati ma che potrebbero risultare non esaustivi. Si ritiene comunque che tali eventuali ulteriori servizi aggiuntivi non siano di rilievo né per la numerosità ne per i potenziali volumi e che quindi non possano incidere nella valutazione dei costi da parte degli operatori partecipanti alla gara; 34.Si conferma; 35.Come già espressamente indicato al punto 17 del Capitolato di gara, il corrispettivo a forfait riconosciuto all’aggiudicatario è omnicomprensivo e non è previsto alcun rimborso di So.Re.Sa. per le spese richiamate nel quesito; 36.L’articolo 36 fa riferimento agli ordinativi di pagamento predisposti con disposizioni di documento esterno a corredo degli stessi: modelli f 23, modelli f 24, bollettini di c.c.p. etc. Per efficientare il processo di consegna di tale corrispondenza, abbiamo ritenuto utile inserire nel Capitolato di Gara, questo servizio e quanto richiesto sarà dovuto dal tesoriere aggiudicatario; 37.SI ribadisce che l’espletamento del servizio di Tesoreria dovrà garantire adeguata interscambiabilità tra il sistema informativo amministrativo contabile di Soresa e il sistema in uso al Tesoriere, senza alcun onere a carico della Stazione Appaltante e nel confermare quanto previsto dalle linee guida Agid, qualora ci fosse necessità di eventuali personalizzazioni, si conferma che queste ultime dovranno essere garantite dall’aggiudicatario; 38.All’art. 14 par. 7 il quarto e il quinto rigo costituiscono un mero refuso e pertanto devono considerarsi come non apposti; 39.La periodicità della verifica sarà stabilita in sede di stipula del contratto.

PI006737-20

Il disciplinare di gara al punto 3 oggetto dell'appalto alla tabella relativa al corrispettivo, prevede uno scaglione di volumi gestiti con un importo massimo di € 9.000.000.001 Il Capitolato tecnico al punto 2.3 indica come dati orientativi un importo (Reversali incasso più pagamenti) pari ad oltre € 12mld . Come mai quest'ultimo importo è già ora superiore allo scaglione massimo su cui calcolare il compenso? Nel punto 2.3 del Capitolato Tecnico sono state rappresentate, al fine di consentire agli operatori economici di comprendere l’operatività della Stazione Appaltante e formulare la loro migliore offerta, informazioni relative alla gestione finanziaria della So.Re.Sa. evidenziando i volumi in termini di operazioni disposte e importi complessivamente movimentati. Nel Disciplinare di Gara, al punto 3, la Tabella dei volumi gestiti con correlati corrispettivi a forfait indica l’ammontare delle disposizioni di pagamento ordinate da Soresa nella sua totalità. Il corrispettivo, pertanto è rapportato ai soli pagamenti.

PI006700-20

Il Disciplinare, al punto 3 "oggetto dell'appalto" riporta nella tabella 2 alla voce importo massimo movimentato su cui determinare il compenso € 9.000.000.001. Il Capitolato tecnico al punto 2.3 riporta come importo totale movimentato (reversali di incasso più pagamenti) l'importo di € 12.mld. Come mai lo scaglione massimo previsto per il compenso è inferiore al volume attuale? Nel Disciplinare di Gara, al punto 3, la Tabella dei volumi gestiti con correlati corrispettivi a forfait indica l’ammontare delle disposizioni di pagamento ordinate da Soresa nella sua totalità.Il corrispettivo è rapportato ai soli pagamenti. I dati riferiti agli incassi non vanno sommati a quelli riferiti ai pagamenti nel computo del totale movimentato.

PI006669-20

Nel Disciplinare di Gara al punto 3 "Oggetto dell'appalto" alla tabella 2 il totale valori gestiti indica come ultimo scaglione oltre € 9.000.000.001. Il Capitolato tecnico riporta nella tabella di cui al punto 2.3 volumi gestiti superiori allo scaglione massimo, pari ad oltre € 12mld. (totale importo incasso reversali più totale pagamenti) Come mai non è stato previsto quale ultimo scaglione il valore dei volumi ad oggi intermediati? Come precedentemente specificato, i volumi gestiti indicano l'ammontare delle disposizioni di pagamento (quelli attualmente gestiti rientrerebbero quindi nel primo degli scaglioni indicati al punto 3 del Disciplinare). I valori riferiti al volume di incasso non vanno sommati a quelli riferiti al volume dei pagamenti.

PI006482-20

1)punto 23 capitolato di Gara: chiarire cosa si intende per documentazione relativa al servizio e valori da ritirare 2)punto2.1 Capitolato il servizio riguarda tutti e tre le attività svolte da SoReSa (Centrale acquisti, CUP e Centrale di Committenza)? 3) I volumi indicati nel disciplinare al punto 3 tabella 2 si riferiscono alle attività attualmente svolte; nel caso di incrementi legati ad acquisizione nuove ASL/Aziende Ospedaliere il compenso è suscettibile di rinegoziazione? 4) in caso SoReSa operi anche per ASL/Aziende Ospedaliere attualmente non gestite, si prevede nuovo bando? 1)SI intende il servizio di ritiro e consegna di tutta la documentazione a corredo dei mandati OPI/XML che prevedano disposizioni di pagamento con documento esterno : modelli F23, F24, bollettini di c.c.p., bollettini rav e mav, moduli per bonifico estero, assegni circolari ecc..; 2)Si conferma quanto richiesto; 3 e 4) E’ prevista in tabella, al capitolo 3 del Capitolato di Gara, l’ipotesi di remunerazione progressiva del servizio di tesoreria, in base all’incremento dei volumi gestiti, che potrà determinarsi anche per effetto dell’ingresso di altre Aziende in forza alla Centrale Unica Pagamenti Soresa