Accesso all'area riservata

Dettaglio Bando
To​rna Indietro ​​​​​​​​​​​

Dettaglio bando di gara

BANDO RETTIFICATO - Procedura aperta per la fornitura di Tomografi computerizzati destinati alle Aziende Sanitarie della Regione Campania

SoReSa SPA

Massimo Sibilio

€ 39.490.000,00 (Iva Esclusa)

Offerta economicamente più vantaggiosa

Forniture

Lunedì, 18 Feb 2019, ore 16: 00

Lunedì, 4 Mar 2019, ore 16: 00

Allegati

allegati A9- A10 sbloccati.zip (293,8 KB)

A - Disciplinare di gara tomografi.pdf (1.006,1 KB)

Allegato - A1 - Dichiarazione di partecipazione.docx (291,0 KB)

Allegato- A2 DGUE.DOCX (250,1 KB)

Allegato- A2Bis - Integrazione DGUE.DOCX (289,7 KB)

Allegato- A3 Avvalimento - DichiarazioneI impresa ausiliaria.docx (286,8 KB)

Allegato- A4 - Dichiarazione impresa subappaltatrice.docx (283,5 KB)

Allegato- A5 - Scheda Cig-Garanzia-Contributo Anac_Nuovo.xlsx (39,0 KB)

Allegato A6_Basi d'asta.pdf (677,2 KB)

Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 1.pdf (733,6 KB)

Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 2.pdf (724,6 KB)

Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 3.pdf (728,8 KB)

Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 4.pdf (722,5 KB)

Allegato A8_Indice Documentazione Tecnica.docx (271,1 KB)

Allegato A9_Scheda Prodotti Offerti_Lotto 1.xlsx (31,7 KB)

Allegato A9_Scheda Prodotti Offerti_Lotto 2.xlsx (46,1 KB)

Allegato A9_Scheda Prodotti Offerti_Lotto 3.xlsx (46,1 KB)

Allegato A9_Scheda Prodotti Offerti_Lotto 4.xlsx (61,0 KB)

Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 1.xlsx (42,8 KB)

Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 2.xlsx (42,9 KB)

Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 3.xlsx (43,3 KB)

Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 4.xlsx (42,8 KB)

Allegato A11_Elaborato tecnico.docx (275,0 KB)

Allegato A12_Qualita immagini.pdf (370,0 KB)

Capitolato tecnico.pdf (959,7 KB)

Allegato B1_1_Caratteristiche minime_lotto 1.pdf (456,5 KB)

Allegato B1_2_Caratteristiche minime_lotto 2.pdf (410,1 KB)

Allegato B1_3_Caratteristiche minime_lotto 3.pdf (426,3 KB)

Allegato B1_4_Caratteristiche minime_lotto 4.pdf (572,3 KB)

DUVRI Preliminare.pdf (791,3 KB)

protocollo_Legalità.pdf (418,8 KB)

Schema Convenzione.pdf (319,6 KB)

scheda SIAPS.xls (30,5 KB)

Esiti e Pubblicazioni

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

Altro

07/01/2019GUUE

2018-OJS247-568016-it.pdf

Atto di Ammissione

26/03/2019Determina n° 60 del 26.03.2019

Determinazione n.60 del 2019 ammissione concorrenti gara tac.pdf

CV Commissione

09/04/2019CV Francesco Luciano

CV Francesco_Luciano.pdf

CV Commissione

09/04/2019CV Rosaria Bellarte

CV Rosaria Bellarte.pdf

CV Commissione

09/04/2019CV Sergio Venanzio Setola

CV Sergio Setola.pdf

Avvisi

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

AVVISO_GARA

27/02/2019Si avvisano gli Operatori economici che i costi della manodopera previsti dall'art.95 comma 10 D.Lgs 50/2016 potranno essere inseriti nel campo previsto per le Spiegazioni ex art.97 comma 1 D.Lgs 50/2016. cordiali saluti

AVVISO_GARA

08/02/2019AVVISO Si comunica con Comunicato del Presidente dell’ANAC del 09/01/2019 è stata differita l’operatività dell’albo dei Commissari di gara di cui all’art 78 del Decreto Legislativo 19 aprile 2016, n 50, quindi i Commissari saranno scelti ai sensi dell’art. 216, co. 12, primo periodo, del Codice secondo le modalità previste nel “Regolamento Soresa concernente la nomina ed i compiti del responsabile del procedimento nonché la composizione ed il funzionamento della Commissione di Gara nei procedimenti ad evidenza pubblica nelle gare da aggiudicarsi con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa per l’acquisizione di beni e servizi”, approvato con verbale del C.d.A. del 18 Gennaio 2018. Preliminarmente all’inizio della fase di valutazione tecnica delle offerte, con Determinazione del Direttore Generale di So.Re.Sa., si provvederà alla nomina della Commissione Giudicatrice deputata, ai sensi dell’art. 77 del Codice, alla valutazione delle offerte dal punto di vista tecnico ed economico. La Commissione giudicatrice è composta da un numero dispari pari a n. 3 membri. In capo ai commissari non devono sussistere cause ostative alla nomina ai sensi dell’art. 77, comma 9, del Codice. A tal fine i medesimi rilasciano apposita dichiarazione alla stazione appaltante. La Commissione giudicatrice è responsabile della valutazione delle offerte tecniche ed economiche dei concorrenti e fornisce ausilio al RUP nella valutazione della congruità delle offerte tecniche (cfr. Linee guida n. 3 del 26 ottobre 2016). La stazione appaltante pubblica, sul profilo di committente, nella sezione “Amministrazione Trasparente” la composizione della Commissione giudicatrice e i curricula dei componenti, ai sensi dell’art. 29, comma 1, del Codice. Il RUP Dott. Massimo Sibilio

doc02828920190208100141.pdf

AVVISO_GARA

24/01/2019Si comunica che con Determinazione N. 13 del 24 Gennaio 2019 sono stati differiti i termini di presentazione dell'offerta per la gara in oggetto.

Determina n. 13 del 24 Gennaio 2019.pdf

Chiarimenti

Protocollo Domanda Risposta Allegato

PI002327-19

Con riferimento all’art 5 del Capitolato Tecnico, considerando che è richiesto un servizio di garanzia per 12 mesi decorrenti dalla data di collaudo positivo dell’apparecchiatura e considerando inoltre che è richiesto un servizio di assistenza e manutenzione full risk di 24 mesi decorrenti anch’essi alla data di collaudo positivo dall’apparecchiatura, si chiede di precisare se durante i primi 12 mesi dopo il collaudo positivo dell’apparecchiatura sia effettivamente richiesto contemporaneamente il servizio di garanzia e il servizio di assistenza di manutenzione full risk; e pertanto che entrambi i servizi coprano 24 mesi dalla data del collaudo.Per i primi 12 mesi dal collaudo positivo, con oneri compresi nell’importo aggiudicato, sono previsti sia la garanzia come da art 5.6 del Capitolato Tecnico che il servizio di assistenza e manutenzione full-risk come da art. 5.7 del Capitolato Tecnico. Peraltro, questo ultimo servizio (servizio di assistenza e di manutenzione “full-risk”), da eseguire sulle apparecchiature e sui dispositivi accessori, dovrà proseguire per ulteriori 12 mesi, pertanto avrà durata complessiva pari a 24 mesi.

PI002226-19

Spett.le Ente, si chiede di fornire riscontro alle seguenti richieste di chiarimento: 1) In relazione alla caratteristica richiesta nell’Allegato B1_3_Caratteristiche minime_lotto 3 “Numero di strati contigui e contemporanei acquisiti da file di rivelatori fisicamente indipendenti non inferiore a 128 sia in assiale che in spirale” si chiede di confermare che sia possibile fornire un sistema che, grazie all’ esclusiva geometria costruttiva sopra descritta, è in grado di acquisire 256 strati non contigui da 128 file di rilevatori fisicamente indipendenti. Al riguardo si evidenzia come tale caratteristica offra vantaggi in svariate applicazioni cliniche come ad esempio in ambito cardio-vascolare, oncologico e pediatrico, garantendo altresì tutte le funzionalità e le prestazioni diagnostiche tipiche dei sistemi che acquisiscono 128 strati contigui. 2) In relazione alle Immagini da produrre, si chiede di confermare che i CD/DVD prodotti debbano contenere, sia le immagini Dicom acquisite tramite fantoccio e il file di testo compilato con il calcolo dei parametri di qualità, sia le bioimmagini con il file di testo compilato indicante: modalità di acquisizione e ricostruzione delle immagini, livello di algoritmo iterativo e un ulteriore file di testo indicante la Ditta e il modello offerto. Si chiede inoltre di confermare che non è necessario creare la cartella Zip per i file di testo e le immagini DICOM richieste dal momento che il software non si può avviare in automatico se la cartella è compressa”Si precisa che la risposta al seguente chiarimento è a rettifica del chiarimento con registro di sistema PI001551-19: 1)Si conferma la caratteristica tecnica minima “Numero di strati contigui e contemporanei acquisiti da file di rivelatori fisicamente indipendenti non inferiore a 128 sia in assiale che in spirale” secondo la quale il Tomografo Computerizzato richiesto per il lotto n. 3 deve essere dotato di almeno 128 file di rilevatori fisicamente indipendenti che acquisiscano almeno 128 strati contigui e contemporanei. 2)come riportato nel Disciplinare di gara al paragrafo 14.1, “dai tag DICOM deve essere chiaramente individuabile il modello di apparecchiatura che ha prodotto l’immagine e corrispondente all’apparecchiatura offerta”. Non è necessario creare una cartella Zip, ma è necessario fornire tutto quanto richiesto dall’Allegato A12 Qualità delle immagini, inoltre il CD/DVD creato deve essere auto avviante. Il file contenente le informazioni circa la Ditta ed il modello dell’apparecchiatura offerta deve essere coerente con i tag DICOM dell’immagine e resa in autocertificazione.

PI001888-19

1)Si chiede di confermare che la documentazione e la letteratura scientifica a supporto delle soluzioni presentate possano essere presentate in lingua inglese. 2)In merito al requisito “inclinazione non inferiore a ± 22° con comando anche dalla consolle”, non appare esatto, sotto il profilo tecnico, l’enunciato secondo cui esistono e saranno positivamente valutate in gara “soluzioni tecnologiche/informatiche che forniscano immagini clinicamente equivalenti”. Inoltre, l’inclinazione del gantry assolve alle esigenze, raccomandate dai protocolli vigenti, di contenere la dose radiogena soprattutto a carica di organi particolarmente radiosensibili. Qualità diagnostica dell’immagine ed inclinazione del gantry sono requisiti tecnici che assolvono a funzioni diverse e che non possono rientrare in un contesto valutativo di equivalenza. 3)Si chiede di confermare il quantitativo di Tomografi Computerizzati indicato negli atti di gara per ciascun lotto.1)Si conferma che è possibile presentare le certificazioni e le pubblicazioni scientifiche in lingua originale. La restante documentazione, a supporto delle soluzioni presentate, deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua straniera, deve essere corredata da traduzione giurata in lingua italiana. In caso di contrasto tra testo in lingua straniera e testo in lingua italiana prevarrà la versione in lingua italiana, essendo a rischio del concorrente assicurare la fedeltà della traduzione. 2)Esistono strutture anatomiche il cui asse principale non è parallelo al fascio fotonico ma presenta un angolo di inclinazione. La possibilità di inclinare il gantry con gradi corrispondenti all’asse principale della struttura da esaminare, consente di ottenere le immagini ricostruite secondo il piano assiale e salvaguarda alcune strutture anatomiche (es. iride, cristallino). In tal caso, l’immagine assiale TC ottenuta sarà quindi diretta. Nel concetto di immagini clinicamente equivalenti, è implicitamente contenuto anche il concetto di sicurezza, secondo il quale la tecnologia (soluzioni tecnologiche/informatiche) deve consentire l’ottenimento delle stesse immagini garantendo l’eliminazione del diretto flusso delle radiazioni ionizzanti sulle strutture anatomiche da proteggere (es. iride, cristallino) attraverso specifici protocolli. L’Operatore economico che intenda proporre soluzioni equivalenti dovrà pertanto, ai sensi dell’art. 68 decreto 50/2016, dichiararlo in sede di gara e fornire idonei mezzi di prova atti a comprovare l’equivalenza in termini di qualità dell’immagine e di sicurezza della prestazione (salvaguardare strutture anatomiche). 3)Essendo la presente procedura una Convenzione Quadro, i quantitativi di Tomografi Computerizzati posti a gara, “fabbisogni”, indicati al paragrafo 3 del Disciplinare di gara, sono massimali e non sono in alcun modo vincolanti né per So.Re.Sa. né per le Amministrazioni Contraenti. Le quantità effettive di prestazioni da fornire, pertanto, saranno determinate in base agli Atti di Adesione deliberati dalle singole Amministrazioni Contraenti che aderiranno alla Convenzione.

PI001886-19

In relazione all’acquisizione Dual Energy richiesta nel Lotto 3 “Tomografo Computerizzato 128 File Dual Energy”, visti i vantaggi che ha un’ unica scansione contemporanea sia in termini di dose che di accuratezza e confidenza diagnostica nel quantificare e differenziare i materiali e tessuti biologici rispetto a un’acquisizione eseguita con 2 scansioni successive, si chiede di precisare se tale modalità di acquisizione verrà valorizzata in fase di valutazione tecnica.Le valutazioni qualitative sulle apparecchiature rispondenti ai requisiti minimi, richieste per il lotto di riferimento, saranno effettuate dalla Commissione Giudicatrice in relazione ai parametri riportati nell’allegato A7 “Scheda Parametri Punteggi”.

PI001816-19

Si chiede di confermare che la documentazione e la letteratura scientifica a supporto delle soluzioni presentate possano essere presentate in lingua inglese.Si conferma che è possibile presentare le certificazioni e le pubblicazioni scientifiche in lingua originale.

PI001625-19

Con riferimento agli opzionali obbligatori si chiede di precisare se l’hardware richiesto per il sistema di gating respiratorio debba essere compatibile con quello eventualmente utilizzato sull’acceleratore lineare per il trattamento sincronizzatoil gating respiratorio è tra gli accessori opzionali che i singoli Operatori Economici partecipanti alla procedura dovranno obbligatoriamente offrire in gara. Ciascuna Azienda Sanitaria, successivamente, valuterà l’opportunità/necessità di acquisto verificando anche la compatibilità con strumentazione già in uso.

PI001551-19

Spett.le Ente, si chiede di fornire riscontro alle seguenti richieste di chiarimento: 1) In relazione alla caratteristica richiesta nell’Allegato B1_3_Caratteristiche minime_lotto 3 “Numero di strati contigui e contemporanei acquisiti da file di rivelatori fisicamente indipendenti non inferiore a 128 sia in assiale che in spirale” si chiede di confermare che sia possibile fornire un sistema che, grazie all’ esclusiva geometria costruttiva sopra descritta, è in grado di acquisire 256 strati non contigui da 128 file di rilevatori fisicamente indipendenti. Al riguardo si evidenzia come tale caratteristica offra vantaggi in svariate applicazioni cliniche come ad esempio in ambito cardio-vascolare, oncologico e pediatrico, garantendo altresì tutte le funzionalità e le prestazioni diagnostiche tipiche dei sistemi che acquisiscono 128 strati contigui. 2) In relazione alle Immagini da produrre, si chiede di confermare che i CD/DVD prodotti debbano contenere, sia le immagini Dicom acquisite tramite fantoccio e il file di testo compilato con il calcolo dei parametri di qualità, sia le bioimmagini con il file di testo compilato indicante: modalità di acquisizione e ricostruzione delle immagini, livello di algoritmo iterativo e un ulteriore file di testo indicante la Ditta e il modello offerto. Si chiede inoltre di confermare che non è necessario creare la cartella Zip per i file di testo e le immagini DICOM richieste dal momento che il software non si può avviare in automatico se la cartella è compressa” 1) Esistono strutture anatomiche il cui asse principale non è parallelo al fascio fotonico ma presenta un angolo di inclinazione. La possibilità di inclinare il gantry con gradi corrispondenti all’asse principale della struttura da esaminare, consente di ottenere le immagini ricostruite secondo il piano assiale e salvaguarda alcune strutture anatomiche (es. iride, cristallino). In tal caso, l’immagine assiale TC ottenuta sarà quindi diretta. Nel concetto di immagini clinicamente equivalenti, è implicitamente contenuto anche il concetto di sicurezza, secondo il quale la tecnologia (soluzioni tecnologiche/informatiche) deve consentire l’ottenimento delle stesse immagini garantendo l’eliminazione del diretto flusso delle radiazioni ionizzanti sulle strutture anatomiche da proteggere (es. iride, cristallino) attraverso specifici protocolli. L’Operatore economico che intenda proporre soluzioni equivalenti dovrà pertanto, ai sensi dell’art. 68 decreto 50/2016, dichiararlo in sede di gara e fornire idonei mezzi di prova atti a comprovare l’equivalenza in termini di qualità dell’immagine e di sicurezza della prestazione (salvaguardare strutture anatomiche). 2)come riportato nel Disciplinare di gara al paragrafo 14.1, “dai tag DICOM deve essere chiaramente individuabile il modello di apparecchiatura che ha prodotto l’immagine e corrispondente all’apparecchiatura offerta”. Non è necessario creare una cartella Zip, ma è necessario fornire tutto quanto richiesto dall’Allegato A12 Qualità delle immagini, inoltre il CD/DVD creato deve essere auto avviante. Il file contenente le informazioni circa la Ditta ed il modello dell’apparecchiatura offerta deve essere coerente con i tag DICOM dell’immagine e resa in autocertificazione.

PI000478-19

In riferimento alla procedura in oggetto, siamo con la presente a chiedere il seguente chiarimento. Stante la possibilità di offrire come da Capitolato n° 2 monitor per la Workstation esterna aggiuntiva, il nostro software di controllo del prodotto offerto è ergonomicamente progettato per essere utilizzato con n° 1 monitor di controllo, il tutto allo scopo di contenere anche lo spazio necessario nella sala controllo. In tali condizioni, sarebbe possibilie quindi offrire n° 2 monitor per la Workstation esterna e n° 1 monitor per la console di controllo ?” Restiamo in attesa di un Vs. cortese riscontro e, con l’occasione, porgiamo i nostri migliori saluti. Si conferma la dotazione prevista negli atti di gara di n. 2 monitor per la consolle di comando, in quanto indispensabile, durante l’esecuzione dell’esame, per poter valutare immagini radiologiche con relative ricostruzioni dell’esame TC senza interferire con le acquisizioni in itinere.

PI000476-19

1) In riferimento alla compilazione del DGUE si chiede di confermare che il requisito di capacità economica e finanziaria punto 7.3. del disciplinare, va inserito nella parte IV sezione B punto 2.a e non al punto 1.a come scritto nel primo paragrafo della pagina 35 del disciplinare. 2) In riferimento alla casella economica sulla piattaforma per la “Percentuale di sconto offerta per la manutenzione” si chiede di confermare che la percentuale che verrà offerta sarà considerata ed applicata per entrambi le soluzioni con o senza tubo radiogeno. 1) Si conferma. 2) L’unico valore percentuale di sconto offerto sarà applicato ad entrambi le soluzioni relative alla estensione del servizio di assistenza e manutenzione full-risk (con o senza tubo radiogeno).

PI000473-19

Rif. Ns prot. 19/65/ITO/ms Spettabile Amministrazione, con riferimento alla gara in oggetto si chiedono i seguenti charimenti: • Chiediamo di confermare che, le dichiarazioni di conformità, le certificazioni rilasciate dagli organismi notificati stranieri nonchè DICOM conformance statement possano essere presentate in lingua inglese; • Chiediamo di confermare la possibilità di comprovare il REQUISITO DI CAPACITÀ ECONOMICA E FINANZIARIA (art. 7.3 disciplinare, fatturato specifico) mendiante la produzione di fatture relative all’avvenuta esecuzione indicando, ove disponibile, il CIG del contratto cui si riferiscono, l’oggetto del contratto stesso e il relativo importo, il nominativo del contraente pubblico e la data di stipula del contratto stesso proprio come previsto per la comprova della CAPACITÀ TECNICA E PROFESSIONALE (art. 7.4 disciplinare); • Chiediamo se il pagamento della marca da bollo possa essere assolto anche in modo virtuale allegando la relativa autorizzazione ai sensi dell’art. 15 del D.P.R. 642/72. • Chiediamo di voler mettere a disposizione i file relativi alla documentazione da produrre in formato editabile non protetto. A titolo esemplificativo il file excel: “Allegato A9_Scheda Prodotti Offerti” pur permettendo la compilazione delle singole celle non consente la loro espansione limitando così il numero di caratteri utilizzabili per fornire una risposta esaustiva. Pertanto, una volta trasformato l’intero file in formato pdf, non è possibile la corretta visualizzazione di quanto inserito al suo interno; • Chiediamo di confermare, con riferimento al servizio di manutenzione full risk, che i giorni lavorativi settimanali si intendono dal lunedi al venerdi escluso sabato, domenica e festivi e che l’orario lavorativo è da intendersi dalle ore 8,00 alle ore 17,00; • Con riferimento all’art. 9 del Capitolato Speciale, chiediamo di confermare che gli unici aggiornamenti richiesti nel periodo di garanzia, senza aggravio di spesa, sono da intendersi relativi a tutti gli aggiornamenti, sia hardware che software, inerenti la sicurezza nell’utilizzo delle apparecchiature oggetto della presente fornitura che nel periodo contrattuale l’azienda fornitrice potrebbe rendere disponibili sul mercato. • Con riferimento alle Penali prescritte da Codesta Amministrazione, chiediamo conferma che, in applicazione della disciplina inderogabile in materia, le penali giornaliere e complessive saranno applicate nel rispetto dei limiti minimi e massimi di cui all’art. 113 bis co. 2 del D. Lgs. n. 50/16, ovvero secondo percentuali fra lo 0,3 per mille e l’1 per mille giornaliero del valore netto contrattuale e, comunque, non superiori al 10 per cento del valore netto contrattuale. • Chiediamo di confermare che per ottemperare alla richiesta di Documentazione Tecnica rif. Allegato 11 “Elaborato Tecnico” è sufficiente collocare a Sistema nel campo C l’Allegato A11_Elaborato tecnico debitamente compilato; • In riferimento all’art. 4 del capitolato tecnico, chiediamo di confermare che tutte le opere edili ed impiantistiche necessarie alla predisposizione dei locali saranno a totale carico dell’Amministrazione contraente e che non sono a carico all’Operatore economico aggiudicatario eventuali scavi e/o canalizzazioni ed impianto di condizionamento a servizio dell’apparecchiatura (quali sistemi split/ventilconvettori necessari alla compensazione delle dissipazioni in ambiente del sistema) come indicato nello stesso articolo; • Chiediamo di precisare come vanno interpretate le basi d’ asta per gli accessori opzionali obbligatori disponibili per ogni lotto, poichè, il prodotto tra il numero dei fabbisogni per ciascun lotto e le basi d’asta dei singoli accessori opzionali non coincide. Ad esempio per il Lotto 1 nel quadro riepilogativo delle basi d’asta sono previsti max € 360.000,00 per 9 tomografi per un budget totale per ciascun tomografo pari a € 40.000,00 mentre il totale delle basi d’asta dei singoli opzionali da scontare è pari a € 138.500,00 per ciascun tomografo suddivisi in € 15.000 per fantocci e software QC, € 60.000,00 per gating respiratorio, € 60.000,00 per pacchetto cardiologico, € 3.500 per sw colon. Si chiede pertanto di confermare che lo sconto sugli accessori opzionali obbligatori vada riferito alle basi d’asta dei singoli accessori opzionali obbligatori e di chiarire come tale importo vada poi correlato alla base d’asta totale disponibile per ciascun lotto sempre sugli elementi opzionali obbligatori; Allegato B1.3: Caratteristiche tecniche minime Lotto 3 • Richiediamo di confermare che le informazioni cliniche minime che il software di doppia energia debba fornire in fase di post-ricostruzione debbano almeno essere: - possibilità di riprodurre immagini monocromatiche a singola energia keV - mappe di decomposizione dei materiali, quantificazione dei materiali in mg - mappe di Z effettivo, separazione e analisi dei tessuti, in particolare osso, iodio, acido urico Chiediamo altresi’ di precisare quali siano le caratteristiche di minima relativamente alla modalità di scansione in regime di Dual Energy/tecnica spectrale che i tomografi dovranno essere in grado di garantire anche e soprattutto in merito alle modalità di acquisizione dual energy del tomografo; Allegati A7 • Chiediamo di confermare che la potenza nominale massima del generatore vada intesa come valore effettivo erogabile in routine clinica utilizzando lo scan FOV impostato alla massima ampiezza di 50 cm; • Chiediamo di confermare che il regime di funzionamento in corrente vada inteso come il valore effettivo erogabile in continuo durante le acquisizioni utilizzando lo scan FOV impostato alla massima ampiezza di 50 cm; • Chediamo di specificare se le parti di ricambio richieste debbano essere nuove o ripristinate; • In caso di non disponibilità/inattività/accesso alla rete broadband, chiediamo di meglio specificare come si regolano le prestazioni service richieste durante l’esercizio del contratto FR; • Infine, data la complessità del progetto, chiediamo di voler concedere una proroga del termine di scadenza per la presentazione dell’offerta di almeno 15 giorni (15.02.2019), onde permetterci di potervi presentare un progetto di offerta consono alle Vs. richieste ed esigenze. - è possibile presentare le certificazioni di qualità in lingua originale. - Si conferma. - E’ possibile il pagamento di bollo virtuale ai sensi di legge. - Saranno pubblicati gli allegati in formato editabile, il contenuto dei suddetti allegati trasmessi dall’Operatore Economico resta di esclusiva responsabilità dello stesso. - I giorni lavorativi settimanali si intendono tutti i giorni dal lunedì al sabato, escluso domenica e festivi. L’orario lavorativo è da intendersi 8 ore distribuite nelle 24 ore solari. Inoltre, si precisa che nel Capitolato Speciale quando ci si riferisce ad ore solari, queste sono da intendersi 24/24 ore e 7/7 giorni. - Come riportato nel Capitolato Tecnico all’art. 9, sono richiesti tutti gli aggiornamenti dell’apparecchiatura offerta, che si dovessero rendere disponibili per il corretto funzionamento delle apparecchiature offerte e relativi accessori con esclusione degli aggiornamenti di tipo evolutivo. - Le penali riportate all’art. 11 del Capitolato tecnico rispettano le prescrizioni dell’art. 113 del D. Lgs. 50/16. Inoltre, nello Schema di Convenzione, art. 9, è prevista l’applicazione delle penali sino a concorrenza della misura massima pari al 10% dell’ammontare netto contrattuale del/i lotto/i aggiudicati. Inoltre, come previsto nello Schema di Convenzione all’art. 9, nell’ambito della Convenzione si potranno applicare al Fornitore penali sino a concorrenza della misura massima pari al 10% (dieci per cento) dell’ammontare netto contrattuale del/dei lotto/i aggiudicato/i, fermo il risarcimento degli eventuali maggiori danni. nell’ambito dei singoli Contratti, si potranno applicare al Fornitore penali sino a concorrenza della misura massima pari al 10% (dieci per cento) dell’ammontare netto contrattuale del/dei sub – lotto/i aggiudicato/i. - L’Operatore Economico dovrà collocare a sistema nel campo C un Elaborato Tecnico compilando l’allegato A11. E’ discrezione dell’Operatore Economico fornire ulteriori informazioni. -come indicato all’art. 4 del Capitolato Tecnico, si conferma la fornitura, a carico del fornitore con oneri inclusi nell’importo aggiudicato, e posa in opera di: • Quadro elettrico a supporto della fornitura; • Tutti i cavi di collegamento comprensivi di eventuale canalina e/o scavi; • Circuito di raffreddamento/condizionamento esclusivamente a servizio dell’apparecchiatura (es. condizionatore di tipo split), qualora quelli delle Amministrazioni non fossero sufficienti a garantire il corretto funzionamento dell’apparecchiatura. Le restanti attività di adeguamento impiantistico ed edile (ivi compreso chiller), non ricomprese negli atti di gara, saranno a carico delle singole Amministrazioni contraenti. - Come riportato all’art. 6 del Capitolato Tecnico, ciascuna Amministrazione contraente potrà ordinare accessori opzionali obbligatori, in rapporto 1:1 (n. 1 TC: n. 1 tipologia di accessorio), fino al raggiungimento del 10% dell’importo complessivo dell’ordinativo di fornitura per singolo lotto. Si conferma che l’unica percentuale offerta relativa agli accessori opzionali obbligatori sarà applicata sulle singole basi d’asta degli accessori. - Tenuto conto che le modalità di acquisizione in dual energy possono variare da una apparecchiatura ad un’altra, il software di doppia energia richiesto in fase di post-ricostruzione dovrà avere la capacità di quantificare e differenziare i materiali e tessuti biologici, al fine di poter fornire un ampio range di applicazioni cliniche nell’ambito della diagnostica riguardante gli organi solidi, il cuore, i vari tessuti ed i vasi al fine di migliorare in maniera netta la risoluzione di contrasto e di conseguenza l’accuratezza e confidenza diagnostica. - Si confermano i requisiti riguardanti la potenza massima erogabile in protocolli clinici. Non è prevista una specifica ampiezza del FOV. - Rispetto ai requisiti relativi ai massimi valori della corrente del generatore, si conferma la richiesta del valore massimo della corrente che può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. Non è prevista una specifica ampiezza del FOV. - I pezzi di ricambio devono essere nuovi ed originali, ad esclusione del tubo radiogeno che potrà essere nuovo o del tipo manufacturing purchè abbia una vita media garantita di utilizzo pari ad almeno 80% del tubo nuovo (remanufacturing). - In caso di non disponibilità/inattività/accesso alla rete broadband, le attività relative alla assistenza e manutenzione, con particolare riguardo ai tempi di intervento, devono comunque essere rispettate nei termini prescritti dal Capitolato Tecnico. Infatti nel Capitolato Tecnico, è riportata la locuzione “anche eventualmente mediante teleassistenza/telediagnosi”. - si veda Determinazione del Direttore Generale n. 13 del 24.01.2019.

PI000393-19

Si chiede di chiarire, in relazione al Lotto 2, allegato B1-2_Caratteristiche di minime_lotto 2, “Paragrafo: Scansione ed Acquisizione”, se i 128 strati possono essere acquisiti contemporaneamente da 64 file di rivelatori fisicamente indipendenti (campionamento di strati indipendenti durante il processo di acquisizione)- No, si conferma quanto indicato negli atti di gara ossia che per il lotto 2 è richiesto come caratteristica tecnica minima un numero di file di rilevatori fisicamente indipendenti non inferiore a 128.

PI000364-19

In riferimento all’art. 4 del Capitolato tecnico - Limiti di fornitura, si propone la seguente richiesta di chiarimenti: 1. Si conferma che per “quadro elettrico a supporto della fornitura” si intende il quadro elettrico per la sola alimentazione delle apparecchiature da fornire? 2. Per “messa a disposizione delle condutture dell’acqua nell’immediata vicinanza della sala TC” si intende che le singole Amministrazioni contraenti si dovranno fare carico della fornitura di acqua refrigerata, per tutto l’anno, necessaria all’alimentazione delle unità interne per il “raffreddamento/condizionamento a servizio dell’apparecchiatura”? 3. Si conferma che l'impianto di aria primaria è escluso dalle attività a carico dell'azienda fornitrice dell'apparecchiatura TAC? - Nel disciplinare art. 10 Garanzia Provvisoria e precisamente al punto 4) si legge “avere validità per 270 (centottanta) giorni...”. Si chiede pertanto di chiarire l’effettiva validità. - Nell’offerta economica è richiesto il pagamento dell’imposta di bollo tramite modello F23. Si chiede la possibilità di effettuare il medesimo pagamento tramite bollo virtuale ai sensi di legge. - si chiede di confermare che le eventuali spiegazioni di cui all’art. 97, comma 1, del codice degli appalti potranno essere presentate solo in caso di accertata offerta anormalmente bassa e che quindi il campo denominato “Spiegazioni” non è da ritenersi un campo obbligatorio a pena esclusione. - Si chiede di confermare che per il servizio opzionale per lo smontaggio non conservativo e trasporto al piano terra delle apparecchiature e dei relativi accessori usati, il successivo ritiro e trattamento dei R.A.E.E. sia a carico dell’Amministrazione Contraente e non del fornitore. - Si chiede di confermare che la traduzione giurata non è obbligatoria per i certificati emessi dal produttore in lingua originale (inglese), ossia, ad esempio certificazioni di conformità del prodotto, marchio CE, ISO, Manuali d’uso e di manutenzione, DICOM, IHE e che pertanto gli stessi potranno essere presentati in lingua originale. Inoltre, considerata la complessità della procedura, al fine di poter predisporre la nostra migliore offerta, si chiede una proroga del termine di scadenza di almeno 15 giorni - si conferma che si fa riferimento al quadro di alimentazione dell’apparecchiatura e relativi accessori. - Le Amministrazioni contraenti si faranno carico della fornitura di acqua alle condizioni richieste dall’apparecchiatura aggiudicata (es. temperatura, portata, pressione). - Sono inclusi nella fornitura esclusivamente eventuali impianti di condizionamento a servizio dell’apparecchiatura (es. condizionatore di tipo split), qualora quelli delle Amministrazioni non fossero sufficienti a garantire il corretto funzionamento dell’apparecchiatura. - la garanzia provvisoria dovrà avere validità pari a 270 (duecentosettanta) giorni. - E’ possibile il pagamento di bollo virtuale ai sensi di legge. - Come previsto nel disciplinare di gara al paragrafo 16, la presentazione delle spiegazioni in fase di gara è solo “eventuale”. - Come riportato all’art. 7 del Capitolato Tecnico, per il servizio opzionale di smontaggio non conservativo e trasporto al piano terra delle apparecchiature, ciascuna Amministrazioni contraente, qualora lo richiedesse, dovrà corrispondere la somma fissata di € 1.000,00 per ciascun sistema da smaltire (apparecchiatura e relativi accessori). In ogni caso, qualora l’Amministrazione contraente richiedesse il servizio del ritiro e lo smaltimento, come da art. 5.8 del Capitolato Tecnico, lo stesso dovrà essere prestato gratuitamente dal Fornitore. - è possibile presentare le certificazioni di qualità in lingua originale. -si veda Determinazione del Direttore Generale n. 13 del 24.01.2019.

PI000348-19

In riferimento alla procedura in oggetto si chiedono i seguenti chiarimenti CHIARIMENTI GENERALI PER TUTTI I LOTTI 1) A pagina 38 del Capitolato Tecnico, nel paragrafo Allegati viene citato l’Allegato B1.5 – Caratteristiche minime Lotto 5. Si chiede conferma che si tratta di un refuso e che non esiste nessun allegato B1.5. 2) Si chiede conferma che gli aggiornamenti software e hardware richiesti nell’Art. 9 – Aggiornamento tecnologico a pagina 29 del Capitolato Tecnico facciano riferimento esclusivamente agli aggiornamenti necessari a garantire la sicurezza della macchina e di tutti i suoi accessori. 3) In riferimento all’Allegato A12_Qualità immagini.pdf, paragrafo L.1 Immagini acquisite tramite fantoccio, si richiede di poter fornire solo le immagini acquisite e non il calcolo dei parametri di qualità, poiché l’utilizzo di differenti metodi da parte delle varie aziende partecipanti potrebbe comportare una variabilità di risultati non imputabile alle immagini stesse ma al software di analisi utilizzato. 4) Premesso che i siti di installazione saranno conosciuti solamente dopo l’aggiudicazione della gara e che pertanto, non sapendo se si tratterà di sostituzioni macchina o forniture in nuovi locali, non risulta possibile definire le attività necessarie in maniera puntuale e precisa; si chiede di confermare che saranno da prevedersi insieme alla fornitura un nuovo Quadro Elettrico a supporto della fornitura, compreso dei cavi di collegamento al sistema e, qualora necessario, il chiller di raffreddamento dedicato all’apparecchiatura. Le restanti attività di adeguamento edile ed impiantistico, come segnalato nel capitolato tecnico Art. 4, saranno a cura dell’Amministrazione contraente, compreso quindi per i motivi sopra indicati, anche le eventuali canaline per il passaggio cavi del sistema in sala esame ed eventuale split per l’abbattimento del carico termico. 5) Si chiede conferma che in caso di subappalto, il DGUE presentato dalla ditta subappaltatrice dovrà essere compilato nella parte II sez. A e B, parte III, parte IV solo la sez. A e parte IV. CHIARIMENTI LOTTO 1 6) Si chiede conferma che, a pag 1 dell’Allegato B1_1_Caratteristiche minime_lotto 1.pdf, il valore di corrente del generatore non inferiore a 600 mA sia riferito al valore di corrente massimo selezionabile nel protocollo clinico. 7) Si chiede conferma che, a pag 1 dell’Allegato B1_1_Caratteristiche minime_lotto 1.pdf, il valore di tensione del generatore non inferiore a 130 kV sia riferito al valore di tensione massima selezionabile nel protocollo clinico. 8) A pagina 5 dell’Allegato B1.1, nel paragrafo relativo alla workstation di elaborazione, vengono richieste le seguenti caratteristiche tecniche minime: • Risoluzione della matrice di ricostruzione di almeno 512x512 pixel • Risoluzione della matrice di visualizzazione di almeno 1024x1024 pixel • Software per la rimozione dell’artefatto metallico Si chiede conferma che i tre punti sopra citati si riferiscono alla consolle di comando e non alla workstation di elaborazione. 9) Si chiede conferma che, riguardo la richiesta “Sistema iterativo di ricostruzione delle immagini” a pag. 6 dell’Allegato B1_1_Caratteristiche minime_lotto 1.pdf, l’algoritmo iterativo operi anche nel campo dei dati grezzi e non esclusivamente nel campo delle immagini. 10) Si chiede conferma che il parametro “B2: Valore di tensione (KV)” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 1.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 1.xls, si riferisca al valore di tensione massimo selezionabile nel protocollo clinico. 11) Si chiede conferma che il parametro “B3: Massimo valore di corrente (mA)” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 1.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 1.xls, si riferisca al valore di corrente massimo selezionabile nel protocollo clinico. 12) Si chiede conferma che il parametro “B4: Valori di tensione selezionabili” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 1.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 1.xls, si riferisca al numero di valori di tensione selezionabili dal protocollo clinico. 13) Si chiede conferma che per i parametri da indicare ai punti C2 e C3 nell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 1.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 1.xls, siano riferiti alla normativa IEC 60336/2015 (come riportato anche nell’allegato B1_1). 14) Si chiede conferma che il parametro “D2: Massimo carico supportato dal tavolo (Kg)” a pagina 4 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 1.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 1.xls, si riferisca al massimo carico supportato durante la scansione garantendo la massima precisione di posizionamento anche alla massima estensione del tavolo. 15) Si chiede conferma che il parametro L1 a pagina 7 dell’Allegato A7_ Scheda Parametri Punteggi_Lotto 1.pdf non sia valutato in modo Discrezionale ma in modo Quantitativo con formula proporzionale, poiché tutti e tre i valori (risoluzione, rumore e risoluzione a basso contrasto) possono essere valutati in modo oggettivo. 16) In riferimento all’Allegato A12_Qualità immagini.pdf, paragrafo L.1 Immagini acquisite tramite fantoccio, si richiede di poter fornire solo le immagini acquisite e non il calcolo dei parametri di qualità, poiché l’utilizzo di differenti metodi da parte delle varie aziende partecipanti potrebbe comportare una variabilità di risultati non imputabile alle immagini stesse ma al software di analisi utilizzato. 17) Si chiede conferma che il parametro “C4: Dissipazione termica equivalente dell'anodo (MHU/minuto)” a pagina 3 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 1.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 1.xls, si riferisca alla capacità termica equivalente dell’anodo (MHU) poiché non è possibile definire una dissipazione termica “equivalente” dell’anodo. 18) In merito alla richiesta dell’Allegato B1 Caratteristiche Minime, relativamente alla “Integrazione con sistemi RIS e PACS delle Amministrazioni contraenti attraverso gli standard in uso (DICOM, HL7)”, si chiede confermare che il tipo di integrazione richiesta per la “Workstation di Elaborazione” sia riferito allo standard DICOM per lo scambio delle immagini tra la workstation di elaborazione, stessa e il PACS e consolle di acquisizione (es. DICOM Storage, Query/Retrieve); e che la comunicazione tramite messaggistica HL7 citata sia riferita solamente alla consolle di acquisizione per la gestione della Work List. CHIARIMENTI LOTTO 2 1) Si chiede conferma che, a pag 1 dell’Allegato B1_1_Caratteristiche minime_lotto 2.pdf, il valore di corrente del generatore non inferiore a 600 mA sia riferito al valore di corrente massimo selezionabile nel protocollo clinico. 2) Si chiede conferma che, a pag 1 dell’Allegato B1_1_Caratteristiche minime_lotto 2.pdf, il valore di tensione del generatore non inferiore a 135 kV sia riferito al valore di tensione massima selezionabile nel protocollo clinico. 3) A pagina 5 dell’Allegato B1.2, nel paragrafo relativo alla workstation di elaborazione, vengono richieste le seguenti caratteristiche tecniche minime: • Risoluzione della matrice di ricostruzione di almeno 512x512 pixel • Risoluzione della matrice di visualizzazione di almeno 1024x1024 pixel • Software per la rimozione dell’artefatto metallico Si chiede conferma che i tre punti sopra citati si riferiscono alla consolle di comando e non alla workstation di elaborazione. 4) Si chiede conferma che, riguardo la richiesta “Sistema iterativo di ricostruzione delle immagini” a pag. 6 dell’Allegato B1_2_Caratteristiche minime_lotto 2.pdf, l’algoritmo iterativo operi anche nel campo dei dati grezzi e non esclusivamente nel campo delle immagini. 5) Si chiede conferma che il parametro “B2: Valore di tensione (KV)” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 2.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 2.xls, si riferisca al valore di tensione massimo selezionabile nel protocollo clinico. 6) Si chiede conferma che il parametro “B3: Massimo valore di corrente (mA)” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 2.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 2.xls, si riferisca al valore di corrente massimo selezionabile nel protocollo clinico. 7) Si chiede conferma che il parametro “B4: Valori di tensione selezionabili” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 2.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 2.xls, si riferisca al numero di valori di tensione selezionabili dal protocollo clinico. 8) Si chiede conferma che per i parametri da indicare ai punti C2 e C3 nell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 2.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 2.xls, siano riferiti alla normativa IEC 60336/2015 (come riportato anche nell’allegato B1_2). 9) Si chiede conferma che il parametro “D2: Massimo carico supportato dal tavolo (Kg)” a pagina 3 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 2.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 2.xls, si riferisca al massimo carico supportato durante la scansione garantendo la massima precisione di posizionamento anche alla massima estensione del tavolo. 10) Si chiede conferma che il parametro L1 a pagina 7 dell’Allegato A7_ Scheda Parametri Punteggi_Lotto 2.pdf non sia valutato in modo Discrezionale ma in modo Quantitativo con formula proporzionale, poiché tutti e tre i valori (risoluzione, rumore e risoluzione a basso contrasto) possono essere valutati in modo oggettivo. 11) Si chiede conferma che il parametro “C4: Dissipazione termica equivalente dell'anodo (MHU/minuto)” a pagina 3 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 2.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 2.xls, si riferisca alla capacità termica equivalente dell’anodo (MHU) poiché non è possibile definire una dissipazione termica “equivalente” dell’anodo. 19) In merito alla richiesta dell’Allegato B1 Caratteristiche Minime, relativamente alla “Integrazione con sistemi RIS e PACS delle Amministrazioni contraenti attraverso gli standard in uso (DICOM, HL7)”, si chiede confermare che il tipo di integrazione richiesta per la “Workstation di Elaborazione” sia riferito allo standard DICOM per lo scambio delle immagini tra la workstation di elaborazione, stessa e il PACS e consolle di acquisizione (es. DICOM Storage, Query/Retrieve); e che la comunicazione tramite messaggistica HL7 citata sia riferita solamente alla consolle di acquisizione per la gestione della Work List. CHIARIMENTI LOTTO 3 1) Si chiede conferma che, a pag 1 dell’Allegato B1_3_Caratteristiche minime_lotto 3.pdf, il valore di corrente del generatore non inferiore a 600 mA sia riferito al valore di corrente massimo selezionabile nel protocollo clinico. 2) Si chiede conferma che, a pag 1 dell’Allegato B1_3_Caratteristiche minime_lotto 3.pdf, il valore di tensione del generatore non inferiore a 135 kV sia riferito al valore di tensione massima selezionabile nel protocollo clinico. 3) A pagina 5-6 dell’Allegato B1.3, nel paragrafo relativo alla workstation di elaborazione, vengono richieste le seguenti caratteristiche tecniche minime: • Risoluzione della matrice di ricostruzione di almeno 512x512 pixel • Risoluzione della matrice di visualizzazione di almeno 1024x1024 pixel • Software per la rimozione dell’artefatto metallico Si chiede conferma che i tre punti sopra citati si riferiscono alla consolle di comando e non alla workstation di elaborazione. 4) Si chiede conferma che, riguardo la richiesta “Sistema iterativo di ricostruzione delle immagini” a pag. 6 dell’Allegato B1_3_Caratteristiche minime_lotto 3.pdf, l’algoritmo iterativo operi anche nel campo dei dati grezzi e non esclusivamente nel campo delle immagini. 5) Si chiede conferma che il parametro “B2: Valore di tensione (KV)” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 3.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 3.xls, si riferisca al valore di tensione massimo selezionabile nel protocollo clinico. 6) Si chiede conferma che il parametro “B3: Massimo valore di corrente (mA)” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 3.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 3.xls, si riferisca al valore di corrente massimo selezionabile nel protocollo clinico. 7) Si chiede conferma che il parametro “B4: Valori di tensione selezionabili” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 3.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 3.xls, si riferisca al numero di valori di tensione selezionabili dal protocollo clinico. 8) Si chiede conferma che per i parametri da indicare ai punti C2 e C3 nell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 3.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 3.xls, siano riferiti alla normativa IEC 60336/2015 (come riportato anche nell’allegato B1_3). 9) Si chiede conferma che il parametro “D2: Massimo carico supportato dal tavolo (Kg)” a pagina 4 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 3.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 3.xls, si riferisca al massimo carico supportato durante la scansione garantendo la massima precisione di posizionamento anche alla massima estensione del tavolo. 10) Si chiede conferma che il parametro L1 a pagina 7 dell’Allegato A7_ Scheda Parametri Punteggi_Lotto 3.pdf non sia valutato in modo Discrezionale ma in modo Quantitativo con formula proporzionale, poiché tutti e tre i valori (risoluzione, rumore e risoluzione a basso contrasto) possono essere valutati in modo oggettivo. 11) Si chiede conferma che il parametro “C4: Dissipazione termica equivalente dell'anodo (MHU/minuto)” a pagina 3 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 3.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 3.xls, si riferisca alla capacità termica equivalente dell’anodo (MHU) poiché non è possibile definire una dissipazione termica “equivalente” dell’anodo. 20) In merito alla richiesta dell’Allegato B1 Caratteristiche Minime, relativamente alla “Integrazione con sistemi RIS e PACS delle Amministrazioni contraenti attraverso gli standard in uso (DICOM, HL7)”, si chiede confermare che il tipo di integrazione richiesta per la “Workstation di Elaborazione” sia riferito allo standard DICOM per lo scambio delle immagini tra la workstation di elaborazione, stessa e il PACS e consolle di acquisizione (es. DICOM Storage, Query/Retrieve); e che la comunicazione tramite messaggistica HL7 citata sia riferita solamente alla consolle di acquisizione per la gestione della Work List. CHIARIMENTI LOTTO 4 1) Si chiede conferma che, a pag 1 dell’Allegato B1_4_Caratteristiche minime_lotto 4.pdf, il valore di corrente del generatore non inferiore a 400 mA sia riferito al valore di corrente massimo selezionabile nel protocollo clinico. 2) Si chiede conferma che, a pag 1 dell’Allegato B1_4_Caratteristiche minime_lotto 4.pdf, il valore di tensione del generatore non inferiore a 130 kV sia riferito al valore di tensione massima selezionabile nel protocollo clinico. 3) A pagina 5 dell’Allegato B1.4, nel paragrafo relativo alla workstation di elaborazione, vengono richieste le seguenti caratteristiche tecniche minime: • Risoluzione della matrice di ricostruzione di almeno 512x512 pixel • Risoluzione della matrice di visualizzazione di almeno 1024x1024 pixel • Software per la rimozione dell’artefatto metallico Si chiede conferma che i tre punti sopra citati si riferiscono alla consolle di comando e non alla workstation di elaborazione. 4) Si chiede conferma che, riguardo la richiesta “Sistema iterativo di ricostruzione delle immagini” a pag. 6 dell’Allegato B1_4_Caratteristiche minime lotto 4.pdf, l’algoritmo iterativo operi anche nel campo dei dati grezzi e non esclusivamente nel campo delle immagini. 5) Si chiede conferma che il parametro “B2: Valore di tensione (KV)” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 4.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 4.xls, si riferisca al valore di tensione massimo selezionabile nel protocollo clinico. 6) Si chiede conferma che il parametro “B3: Massimo valore di corrente (mA)” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 4.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 4.xls, si riferisca al valore di corrente massimo selezionabile nel protocollo clinico. 7) Si chiede conferma che il parametro “B4: Valori di tensione selezionabili” a pagina 2 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 4.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 4.xls, si riferisca al numero di valori di tensione selezionabili dal protocollo clinico. 8) Si chiede conferma che per i parametri da indicare ai punti C2 e C3 nell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 4.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 4.xls, siano riferiti alla normativa IEC 60336/2015 (come riportato anche nell’allegato B1_4). 9) Si chiede conferma che il parametro “D2: Massimo carico supportato dal tavolo (Kg)” a pagina 3 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 4.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 4.xls, si riferisca al massimo carico supportato durante la scansione garantendo la massima precisione di posizionamento anche alla massima estensione del tavolo. 10) Si chiede conferma che il parametro L1 a pagina 7 dell’Allegato A7_ Scheda Parametri Punteggi_Lotto 4.pdf non sia valutato in modo Discrezionale ma in modo Quantitativo con formula proporzionale, poiché tutti e tre i valori (risoluzione, rumore e risoluzione a basso contrasto) possono essere valutati in modo oggettivo. 11) Si chiede conferma che il parametro “C4: Dissipazione termica equivalente dell'anodo (MHU/minuto)” a pagina 3 dell’Allegato A7_Scheda Parametri Punteggi_Lotto 4.pdf, riportato anche nell’Allegato A10_Questionario Tecnico_Lotto 4.xls, si riferisca alla capacità termica equivalente dell’anodo (MHU) poiché non è possibile definire una dissipazione termica “equivalente” dell’anodo. 12) A pagina 2 dell’Allegato B1_4_Caratteristiche minime_lotto 4.pdf si richiede “Tavolo porta paziente piatto con “table-top” in fibra di carbonio radiotrasparente predisposto per l’inserimento di sistemi di fissaggio paziente tipo quelli utilizzati nei LINAC con indicizzazione la cui tipologia sarà stabilita dall’Amministrazione contraente all’atto dell’ordinativo sulla base delle proprie esigenze”. A causa della indeterminazione a priori del sistema di immobilizzazione utilizzato nei presidi ordinanti, visto il costo esiguo delle eventuali barre di fissaggio, si chiede che queste non siano oggetto di requisito minimo, fermo restando che il tavolo porta paziente piatto con “table-top” in fibra di carbonio radiotrasparente sia predisposto per l’inserimento di sistemi di fissaggio paziente tipo quelli utilizzati nei LINAC. 21) In merito alla richiesta dell’Allegato B1 Caratteristiche Minime, relativamente alla “Integrazione con sistemi RIS e PACS delle Amministrazioni contraenti attraverso gli standard in uso (DICOM, HL7)”, si chiede confermare che il tipo di integrazione richiesta per la “Workstation di Elaborazione” sia riferito allo standard DICOM per lo scambio delle immagini tra la workstation di elaborazione, stessa e il PACS e consolle di acquisizione (es. DICOM Storage, Query/Retrieve); e che la comunicazione tramite messaggistica HL7 citata sia riferita solamente alla consolle di acquisizione per la gestione della Work List. 13) Si comunica, dopo aver analizzato il capitolato, che l’importo messo a disposizione per la base d’asta risulta essere insufficiente per poter soddisfare tutte le caratteristiche minime richieste e pertanto si chiede di voler valutare la possibilità di aumentare tale importo. - Per mero errore materiale si fa riferimento alla sezione “Allegati” del Capitolato anche l'allegato B1.5 che non costituisce documento di gara, pertanto tale riferimento è da ritenersi come non apposto. Si conferma quanto riportato negli atti di gara, ossia n. 4 lotti a cui corrispondono 4 allegati: B1.1, B1.2, B1.3 e B1.4. - Come riportato nel Capitolato Tecnico all’art. 9, sono richiesti tutti gli aggiornamenti dell’apparecchiatura offerta, che si dovessero rendere disponibili per il corretto funzionamento delle apparecchiature offerte e relativi accessori con esclusione degli aggiornamenti di tipo evolutivo. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara, atteso che la Commissione giudicatrice dovrà effettuare una valutazione complessiva ai fini dell’attribuzione del punteggio (immagine e parametri richiesti) che potrà tenere conto anche delle specificità delle modalità di elaborazione dei dati proposti. - come indicato all’art. 4 del Capitolato Tecnico, si conferma la fornitura, a carico del fornitore con oneri inclusi nell’importo aggiudicato, e posa in opera di: • Quadro elettrico a supporto della fornitura; • Tutti i cavi di collegamento comprensivi di eventuale canalina e/o scavi; • Circuito di raffreddamento/condizionamento esclusivamente a servizio dell’apparecchiatura (es. condizionatore di tipo split), qualora quelli delle Amministrazioni non fossero sufficienti a garantire il corretto funzionamento dell’apparecchiatura. Le restanti attività di adeguamento impiantistico ed edile (ivi compreso chiller), non ricomprese negli atti di gara, saranno a carico delle singole Amministrazioni contraenti. - si conferma Lotto 1 - Si conferma il requisito “massimo valore della corrente del generatore non inferiore a 600 mA, con possibilità di variazione della corrente”. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma il requisito “massima tensione del generatore non inferiore a 130 kV”. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara. -Si conferma il requisito “Sistema iterativo di ricostruzione delle immagini”. Non è prevista alcuna specifica sulla tipologia di dati (dati grezzi e/o immagini) su cui debba operare il sistema. - Il parametro “B2: Valore di tensione (KV)” è riferito al massimo valore di tensione. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Il parametro “B3: Massimo valore di corrente (mA)” è riferito al massimo valore della corrente. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma il parametro “B4: Valori di tensione selezionabili”. Tali valori di tensione possono essere eventualmente utilizzati anche nei protocolli clinici. - Si conferma che i parametri da indicare ai punti C2 e C3 sono riferiti alla normativa IEC 60336/2015. - Il massimo carico supportato dal tavolo si riferisce al massimo carico supportato garantendo la sicurezza del paziente. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara ossia la valutazione di tipo discrezionale del parametro L1, atteso che la Commissione giudicatrice dovrà effettuare una valutazione complessiva ai fini dell’attribuzione del punteggio che potrà tenere conto anche della valutazione quantitativa dei parametri. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara, atteso che la Commissione giudicatrice dovrà effettuare una valutazione complessiva ai fini dell’attribuzione del punteggio (immagine e parametri richiesti) che potrà tenere conto anche delle specificità delle modalità di elaborazione dei dati proposti. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara. - Si precisa che lo standard DICOM è riferito allo scambio delle immagini e lo standard HL7 a tutta la messaggistica conforme a tale standard e non solo per la gestione della Worklist. Lotto 2 - Si conferma il requisito “massimo valore della corrente del generatore non inferiore a 600 mA, con possibilità di variazione della corrente”. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma il requisito “massima tensione del generatore non inferiore a 135 kV”. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara - Si conferma il requisito “Sistema iterativo di ricostruzione delle immagini”. Non è prevista alcuna specifica sulla tipologia di dati (dati grezzi e/o immagini) su cui debba operare il sistema. - Il parametro “B2: Valore di tensione (KV)” è riferito al massimo valore di tensione. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Il parametro “B3: Massimo valore di corrente (mA)” è riferito al massimo valore della corrente. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma il parametro “B4: Valori di tensione selezionabili”. Tali valori di tensione possono essere eventualmente utilizzati anche nei protocolli clinici. - Si conferma che i parametri da indicare ai punti C2 e C3 sono riferiti alla normativa IEC 60336/2015. - Il massimo carico supportato dal tavolo si riferisce al massimo carico supportato garantendo la sicurezza del paziente. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara ossia la valutazione di tipo discrezionale del parametro L1, atteso che la Commissione giudicatrice dovrà effettuare una valutazione complessiva ai fini dell’attribuzione del punteggio che potrà tenere conto anche della valutazione quantitativa dei parametri. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara. - Si precisa che lo standard DICOM è riferito allo scambio delle immagini e lo standard HL7 a tutta la messaggistica conforme a tale standard e non solo per la gestione della Worklist. Lotto 3 - Si conferma il requisito “massimo valore della corrente del generatore non inferiore a 600 mA, con possibilità di variazione della corrente”. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma il requisito “massima tensione del generatore non inferiore a 135 kV”. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara - Si conferma il requisito “Sistema iterativo di ricostruzione delle immagini”. Non è prevista alcuna specifica sulla tipologia di dati (dati grezzi e/o immagini) su cui debba operare il sistema. - Il parametro “B2: Valore di tensione (KV)” è riferito al massimo valore di tensione. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Il parametro “B3: Massimo valore di corrente (mA)” è riferito al massimo valore della corrente. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma il parametro “B4: Valori di tensione selezionabili”. Tali valori di tensione possono essere eventualmente utilizzati anche nei protocolli clinici. - Si conferma che i parametri da indicare ai punti C2 e C3 sono riferiti alla normativa IEC 60336/2015. - Il massimo carico supportato dal tavolo si riferisce al massimo carico supportato garantendo la sicurezza del paziente. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara ossia la valutazione di tipo discrezionale del parametro L1, atteso che la Commissione giudicatrice dovrà effettuare una valutazione complessiva ai fini dell’attribuzione del punteggio che potrà tenere conto anche della valutazione quantitativa dei parametri. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara. - Si precisa che lo standard DICOM è riferito allo scambio delle immagini e lo standard HL7 a tutta la messaggistica conforme a tale standard e non solo per la gestione della Worklist. Lotto 4 - Si conferma il requisito “massimo valore della corrente del generatore non inferiore a 400 mA, con possibilità di variazione della corrente”. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. -Si conferma il requisito “massima tensione del generatore non inferiore a 130 kV”. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara. -Si conferma il requisito “Sistema iterativo di ricostruzione delle immagini”. Non è prevista alcuna specifica sulla tipologia di dati (dati grezzi e/o immagini) su cui debba operare il sistema. - Il parametro “B2: Valore di tensione (KV)” è riferito al massimo valore di tensione. Tale valore può essere eventualmente utilizzato anche nei protocolli clinici. - Si conferma il parametro “B4: Valori di tensione selezionabili”. Tali valori di tensione possono essere eventualmente utilizzati anche nei protocolli clinici. - Si conferma che i parametri da indicare ai punti C2 e C3 sono riferiti alla normativa IEC 60336/2015. - Il massimo carico supportato dal tavolo si riferisce al massimo carico supportato garantendo la sicurezza del paziente. - Si conferma quanto indicato atti di gara ossia la valutazione di tipo discrezionale del parametro L1, atteso che la Commissione giudicatrice dovrà effettuare una valutazione complessiva ai fini dell’attribuzione del punteggio che potrà tenere conto anche della valutazione quantitativa dei parametri. - Si conferma quanto indicato negli atti di gara. - Si conferma la dotazione anche di barre di fissaggio. - Si precisa che lo standard DICOM è riferito allo scambio delle immagini e lo standard HL7 a tutta la messaggistica conforme a tale standard e non solo per la gestione della Worklist. - Si confermano le basi d’asta.

PI000288-19

Alla luce del considerevole tempo necessario per effettuare le prove su fantoccio e i casi clinici richiesti in gara nonché delle richieste di chiarimento pocanzi inviate si chiede una Proroga di almeno un mese per permetterci di elaborare un progetto offerta che possa rispondere al meglio alle esigenze di Codesta Spettabile Amministrazione.si veda Determinazione del Direttore Generale n. 13 del 24.01.2019.

PI000285-19

con riferimento alla previsione contenuta a pag. 48 del disciplinare di gara relativa alle “Spiegazioni ex art. 97 comma 1 del Codice” si chiede se sia previsto l’obbligo per i concorrenti di inserire tra la documentazione amministrativa le giustificazioni dei prezzi relative alle singole voci che concorrono a formare l’importo complessivo posto a base di gara apparendo alla scrivente irragionevole porre a carico degli offerenti l’onere di fornire giustificazioni preventive corredanti l’offerta, trattandosi di documentazione la cui utilità ai fini della gara è solamente eventuale, pertanto consistente in un ritardante appesantimento nell’elaborazione dell’offerta. Tanto si rileva, altresì, al fine di scongiurare il rischio di inutili duplicazioni derivanti dall’esigenza di garantire un contraddittorio effettivo sulle voci sospette di anomalia, tenuto conto che l’operatore economico potrà fornire ulteriori chiarimenti rispetto alle giustificazioni già allegate alla domanda di partecipazione, con specifico riguardo a talune voci che codesta amministrazione dovesse indicare come incongrue all’esito della procedura. Come previsto nel disciplinare di gara al paragrafo 16, la presentazione delle spiegazioni in fase di gara è solo “eventuale”.

PI000284-19

siamo a richiedervi di precisare se la partecipazione alla procedura sia obbligatoria per tutti i lotti oppure se l’operatore economico abbia la facoltà di scegliere a quali lotti partecipare e, ancora, se sia prevista una limitazione al numero dei lotti che possono essere aggiudicati a un solo offerente.L’Operatore Economico potrà presentare offerta per uno o più lotti. Non è prevista alcuna limitazione sui lotti aggiudicabili al singolo operatore.

PI000282-19

Si chiede di chiarire il numero di mesi di Full Risk per i quali è richiesta l’estensione e se la percentuale di sconto calcolata al 10% (con tubo incluso) e 5 % (tubo escluso) venga calcolata sulla base d’asta o sul prezzo offerto. Come riportato all’art. 8 del Capitolato Tecnico, l’Amministrazione contraente ha la facoltà di richiedere l’estensione del servizio di assistenza e manutenzione per ulteriori 48 mesi. Il corrispettivo economico sarà calcolato applicando la percentuale al valore unitario offerto.

PI000281-19

In base ad alcune caratteristiche di minima dei lotti 1-2-3-4 risulta preclusa la partecipazione alla gara in oggetto. Di seguito si elencano le suddette caratteristiche di minima: LOTTO1 “Capacità termica dell’anodo non inferiore a 7 MHU secondo IEC 60613 “Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis” “Capacità di dissipazione dell’anodo non inferiore a 1 MHU/min secondo IEC 60613 “Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis” LOTTO 2 “Capacità termica dell’anodo non inferiore a 7 MHU secondo IEC 60613 “Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis” LOTTO 3 “Capacità termica dell’anodo non inferiore a 7 MHU secondo IEC 60613 “Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis” “inclinazione non inferiore a ±22° con commando anche dalla consolle” LOTTO 4 “Capacità termica dell’anodo non inferiore a 7 MHU secondo IEC 60613 “Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis” Con riguardo ai suddetti requisiti minimi, si rappresenta quanto segue LOTTO 1: Riguardo al requisito Capacità termica dell’anodo non inferiore a 7 MHU secondo IEC 60613 “Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis”, lo stesso è da intendersi soddisfatto anche con capacità termica dell’anodo equivalente. Il requisito Capacità di dissipazione dell’anodo non inferiore a 1 MHU/min secondo IEC 60613 “Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis” è richiesto in caso di tubi radiogeni convenzionali al fine di garantire l'esecuzione di esami total body senza interruzioni. Tale prestazione può essere ottenuta nei tubi radiogeni non tradizionali anche senza necessità di rispondere a tale requisito, pertanto la caratteristica "Capacità di dissipazione dell’anodo non inferiore a 1 MHU/min secondo IEC 60613 Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis” è richiesta solo in caso di tubi radiogeni tradizioni. LOTTO 2: Riguardo al requisito Capacità termica dell’anodo non inferiore a 7 MHU secondo IEC 60613 “Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis”, lo stesso è da intendersi soddisfatto anche con capacità termica dell’anodo equivalente. LOTTO 3: Riguardo al requisito Capacità termica dell’anodo non inferiore a 7 MHU secondo IEC 60613 “Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis”, lo stesso è da intendersi soddisfatto anche con capacità termica dell’anodo equivalente. Rispetto alla caratteristica “inclinazione non inferiore a ±22° con comando anche dalla consolle”, saranno considerate equivalenti le soluzioni meccaniche che garantiscono una inclinazione del gantry anche dalla consolle di comando e soluzioni tecnologiche elettroniche/informatiche che forniscano immagini clinicamente equivalenti. LOTTO 4: Riguardo al requisito Capacità termica dell’anodo non inferiore a 7 MHU secondo IEC 60613 “Electrical and loading characteristics of X-ray tube assemblies for medical diagnosis”, lo stesso è da intendersi soddisfatto anche con capacità termica dell’anodo equivalente.

PI000081-19

Nel capitolato tecnico, a pag.38, vengono citati gli allegati che fanno riferimento alle caratteristiche minime per i 5 lotti, ma l'allegato B1.5 non è presente tra i documenti scaricabili. Si chiede il caricamento del documento. Ringraziamo per l'attenzione e restiamo in attesa di Vs gentile riscontro. Per mero errore materiale si fa riferimento alla sezione “Allegati” del Capitolato anche l'allegato B1.5 che non costituisce documento di gara, pertanto tale riferimento è da ritenersi come non apposto. Si conferma quanto riportato negli atti di gara, ossia n. 4 lotti a cui corrispondono 4 allegati: B1.1, B1.2, B1.3 e B1.4.