Accesso all'area riservata

Dettaglio Bando
To​rna Indietro ​​​​​​​​​​​

Dettaglio bando di gara

BANDO IN RETTIFICA - PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI SOCCORSO CON ELICOTTERO IDONEO AD ESEGUIRE OPERAZIONI HEMS, HSAR, HAA E HHO A SUPPORTO DEL SERVIZIO MEDICO D’EMERGENZA PER IL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA

SoReSa SPA

Domenico Tomo

€ 50.714.440,00 (Iva Esclusa)

Offerta economicamente più vantaggiosa

Servizi

Mercoledì, 27 Feb 2019, ore 23: 59

Giovedì, 28 Feb 2019, ore 12: 00

Esiti e Pubblicazioni

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

Altro

16/11/2018DETERMINA DI INDIZIONE N. 212 DEL 15/11/2018

Determinazione n.212 del 2018 indizione procedura di gara servizio elisoccorso.pdf

Altro

11/12/2018DETERMINA DI PROROGA TERMINE PRESENTAZIONE OFFERTE N.241 DEL 10/12/2018

Determinazione n.241 del 2018 differimento termini gara elisoccorso.pdf

Altro

08/01/2019Determinazione del Direttore Generale n.1/2019 - Sospensione dei termini per la ricezione delle offerte.

Determinazione n. 1 del 03 Gennaio 2019.pdf

Avvisi

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

AVVISO_GARA

07/12/2018POSTICIPO TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DI QUESITI AL 10/12/2018, ORE 23:59.

Avviso di Proroga Termine Quesiti.docx.p7m

Chiarimenti

Protocollo Domanda Risposta Allegato

PI015125-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 12 “Sopralluogo”, pag. 24. È prevista l’effettuazione di un sopralluogo obbligatorio. “La mancata allegazione della presa visione dei luoghi oppure del certificato rilasciato dalla stazione appaltante attestante la presa visione dello stato dei luoghi in cui deve essere eseguita la prestazione è sanabile mediante soccorso istruttorio ex art. 83, comma 9, del Codice”. Non è tuttavia specificata la collocazione degli attestati di avvenuto sopralluogo nell’ambito della documentazione di gara, normalmente da inserirsi nella Busta A, insieme alla documentazione amministrativa. Si chiede, pertanto, di voler specificare in quale Busta va inserita la documentazione in questione. Si conferma che l'attestazione dell'avvenuta esecuzione del sopralluogo deve essere inserita nell'ambito della documentazione amministrativa a corredo (Busta Amministrativa). Cardiali saluti.

PI015002-18

Disciplinare di gara – Par. 17 Con riferimento al Disciplinare tecnico, capitolo 17 “Offerta tecnica – contenuto”, viene richiesta la produzione della documentazione tecnica in lingua italiana. Sono previste esclusioni in relazione a certificazioni di qualità e letteratura scientifica. Considerando che la normativa di riferimento (ORO.MLR.100) fornisce precisi dettami circa la compilazione dei manuali operativi in lingua inglese e che il manuale di volo dell’elicottero è redatto in lingua inglese, si chiede di voler autorizzare la fornitura anche di questo materiale in lingua inglese. Vedere la risposta al quesito PI014715-18.

PI014999-18

Capitolato Tecnico – Pag. 10 – Par. 2.2 Con rif. al capitolo 2.2 del capitolato tecnico, e alla luce del sopralluogo effettuato in data 5/12/18, si prega precisare in cosa si sostanzi (in termini di spazi, infrastrutture e servizi) la “disponibilità della base HEMS” di Salerno.Si fa riferimento al sopralluogo effettuato presso la base in occasione del quale si è presa visione della struttura e degli spazi annessi.

PI014988-18

Il disciplinare di gara non fa riferimento a nessuna modalità di revisione degli importi contrattuali in corso di erogazione del servizio . In conformità all'articolo 106 comma 1 del decreto lgs 50/2016 si prevede che le clausole di revisione siano chiare, precise ed inequivocabili e trascritte all'interno dei documenti di gara . Pertanto essendo in presenza di un appalto di servizi pluriennale tipicamente assoggettato alla potenziale revisione degli importi si richiede di inserire detta clausola con le modalità che la S.A intnederà applicare in vigenza contrattuale per le revisioni degli importi di gara offerti Si conferma quanto previsto negli atti di gara.

PI014987-18

All articolo 14 del capitolato tecnico di gara si fa riferimento agli oneri a carico della D.A ovvero : Tutti gli oneri relativi: a. alla gestione e manutenzione ordinaria dell’elisuperficie esistente presso la Base HEMS di Napoli, con estensione alla Base HEMS di Salerno nel caso di riposizionamento presso altra area, nonché gli oneri derivanti dall’adeguamento delle infrastrutture aeronautiche ai requisiti normativi in conseguenza dell’applicazione del Regolamento ENAC sulla Costruzione ed esercizio degli eliporti Siprega di meglio precisare cosa si intende per gestione dell'elisuperifice ovvero se si intende la nomina di un gestore secondo quanto previsto dalle norme ENAC o se questo sarà svolto dalla S.A. In aggiunta si chiede di meglio precisare cosa si intende per oneri dervanti dall'adeguamento delle infrastrutture aeronautiche ai requisiti normativi..... In quanto il regolamento ENAC per la costruzne ed esercizio degli eliporti è già in vigore e che all'articolo 2.2 del capitolato tecnico è prescritto che la S.A metta a disposizione delle D.A due basi HEMS nel rispetto delle normative vigenti . Pertanto si richiede di riviedere l'articolo 14 in quanto esso specifica gli oneri a carico della D.A.Il gestore dell’elisuperficie di Pontecagnano è nominato dall’Enac secondo quanto previsto dalla rispettiva normativa. La base è dotata delle infrastrutture necessarie ad ospitare il servizio oggetto della presente procedura. E’ a carico della ditta aggiudicataria l’ordinaria manutenzione degli alloggi e dei relativi impianti, compreso il ricambio dei suppellettili e di qualsivoglia dotazione soggetta ad usura e/o consumo.

PI014986-18

All articolo 3 del capitolato tecnico di gara si fa riferimento alla normativa tecnica di riferimento e nello specifico : -Regolamento Enac Disciplina generale della protezione antincendio per gli Aeroporti di aviazione generale e le Aviosuperfici Ed. 1 del 2 febbraio 2011; - Decreto 6 agosto 2014 Ministero dell'Interno (G.U. 20 agosto 2014, n. 192) “Disposizioni sul servizio di salvataggio e antincendio negli aeroporti ove tale servizio non è assicurato dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco e negli eliporti e sul presidio di primo intervento di soccorso e lotta antincendio negli aeroporti di aviazione generale, nelle aviosuperfici e nelle elisuperfici”; La sopra riportata normativa fa riferimento a servizi antincendio, all'iterno del capitolato tecnico di gara non vi è alcun riferimento a questo tipologia di servizio se esso sia richiesto o meno alla D.A. pertanto si richiede di confermare che detto servizio non è parte delle procedura di gara e che pertanto si richiede la cancellazione dei riferimenti normativi elencati all'articolo 3 Il servizio antincendio, per le basi di Napoli e Pontecagnano, non è oggetto della presente procedura.

PI014918-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 11 “Garanzia provvisoria”, pagg. 20 - 23. È prevista la presentazione di una fidejussione provvisoria, riportante importi e contenuti così come descritto nell’articolo suindicato. Manca, tuttavia, la precisazione del soggetto beneficiario della stessa. Si chiede, pertanto, di voler specificare il soggetto beneficiario della fidejussione provvisoria, indicandone la denominazione esatta ed i relativi dettagli da riportare nel corpo della fidejussione stessa. La garanzia provvisoria è rilasciata a beneficio della Stazione Appaltante (So.Re.Sa. Spa). La fideiussione ha come descrizione il cig della gara accompagnato da una descrizione breve (SERVIZIO DI SOCCORSO CON ELICOTTERO PER LA REGIONE CAMPANIA). Cordiali saluti

PI014877-18

DISCIPLINARE DI GARA – ART. 14 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA Disciplinare e Bando di Gara indicano nelle ore 12:00 del giorno 20/12/2018, a pena di esclusione, il termine perentorio per la presentazione dell’offerta. Si chiede di verificare, essendo stato il Bando di Gara pubblicato in Gazzetta Europea solo il 17/11/2018, se i giorni che intercorrono tra la pubblicazione ed il termine ultimo per la presentazione delle offerte (33 giorni) siano conferenti con quanto previsto dalla normativa vigente in materia di procedure aperte. Ai sensi dell'art. 60 del Codice, i termini decorrono dalla trasmissione del bando (e non dalla pubblicazione). Si tenga inoltre presente di quanto previsto dal comma 2-bis. Cordiali saluti.

PI014876-18

DISCIPLINARE DI GARA – ART 8.1 REQUISITI DI IDONEITÀ Il Disciplinare richiede in capo all’OE offerente il possesso del Certificato di Approvazione in accordo al regolamento UE 1321/2014 (Part 145), in corso di validità, quale ditta di manutenzione. Ai fini del soddisfacimento di tale requisito di idoneità, si chiede di confermare, come avviene normalmente nelle procedure di gara per servizi elicotteristici, che tale requisito possa essere soddisfatto mediante il deposito in sede di offerta della copia conforme del contratto di manutenzione già in essere con una ditta di manutenzione approvata Part 145 debitamente validato da ENAC, e del Certificato di Approvazione detenuto da tale ditta, ciò anche a mente di quanto previsto dal punto 3 lett. c-bis) dell'art. 105 del D.Lgs. 50/2016, disposizione introdotta dal D.Lgs. 56/2017 in vigore dal 20-5-2017, che recita: "le seguenti categorie di forniture o servizi, per le loro specificità, non si configurano come attività affidate in subappalto: a) omissis; b) omissis; c) omissis; c-bis) le prestazioni rese in favore dei soggetti affidatari in forza di contratti continuativi di cooperazione, servizio e/o fornitura sottoscritti in epoca anteriore alla indizione della procedura finalizzata alla aggiudicazione dell'appalto. I relativi contratti sono depositati alla stazione appaltante prima o contestualmente alla sottoscrizione del contratto di appalto. Come riportato al par. 12 del Capitolato tecnico, le attività di manutenzione degli elicotteri "devono essere gestite dalla D.A. stessa, se questa possiede i requisiti certificativi necessari, ovvero da ditta esterna approvata e rispondente alle prescrizioni EASA Annesso II parte 145, con la quale sia stato stipulato un contratto di manutenzione approvato". Il possesso del requisito di cui al par. 8.1, punto E, del Disciplinare di gara attiene all'ipotesi di esecuzione dell’attività di manutenzione da parte della stessa ditta aggiudicataria. Nel caso di affidamento di tale attività ad altro soggetto è necessario produrre il relativo contratto approvato oltre che il certificato di approvazione. Cordiali saluti.

PI014873-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 8.2 “Requisito di capacità economica e finanziaria”, pagg. 14 e 15. È richiesto “Fatturato specifico minimo nel settore di attività oggetto dell’appalto (da intendersi quale “Servizio di soccorso con elicottero nell’ambito di operazioni HEMS, HSAR, HAA e HHO”), al netto dell’IVA, realizzato nell’arco degli ultimi tre esercizi finanziari disponibili alla data di pubblicazione del presente Bando, non inferiore a € 21.727.560,00”…. Poiché nel bilancio di esercizio - redatto secondo formato europeo - non vi è evidenza del fatturato specifico nel settore di attività in oggetto, si chiede conferma che per la comprova del suindicato requisito si intendesse richiedere il fatturato globale, attestabile mediante bilancio aziendale. Si conferma, secondo quanto previsto dal par. 8.2 del Disciplinare, che il requisito attiene al fatturato specifico nel settore oggetto di gara. In sede di comprova il concorrente dovrà presentare (come chiarito nel succitato paragrafo del Disciplinare) il bilancio corredato dalla nota integrativa nonché gli ulteriori mezzi di prova che la Stazione Appaltante si è riserva la facoltà di richiedere ai sensi dell'art. 85, co. 5, e 86, co. 1, del Codice. Cordiali saluti

PI014871-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 17 “Offerta Tecnica”, pagg. 43 e 44. Tra i vari documenti richiesti per gli elicotteri proposti, è indicato: “ …………………….. - per gli elicotteri immatricolati in UE, certificato di benestare tecnico all’impiego…………” Poiché il “certificato di benestare tecnico all’impiego” non è più in vigore (consisteva in una certificazione emessa dall’autorità ENAC per aeromobili non italiani, inseriti ed utilizzati all’interno di un Certificato di Operatore Aereo di nazionalità italiana, si chiede la conferma che in realtà vada presentata l’attuale “Autorizzazione all’impiego”, e la precisazione che, essendo possibile richiedere quest’ultima soltanto a seguito dell’inserimento dell’aeromobile/i in flotta, nel caso in cui l’Operatore Concorrente offra elicotteri nuovi di fabbrica, di cui non abbia ancora titolo di proprietà/esercenza, la medesima autorizzazione possa essere prodotta dalla Ditta Aggiudicataria prima dell’avvio del servizio. Si precisa che, nel caso in cui l’Operatore Concorrente offra elicotteri nuovi di fabbrica di cui non abbia ancora titolo di proprietà/esercenza, occorre presentare un documento del costruttore/società di leasing che attesti l’impegno per la consegna dell'elicottero/i, contraddistinto dal numero di serie, al solo operatore concorrente identificato per ragione sociale

PI014776-18

Capitolato Tecnico - Par. 2.2.1 e 2.4 (a titolo esemplificativo e non esaustivo dello stesso requisito ripetuto anche in altri articoli) Con riferimento alla frase “La D.A. è responsabile della gestione e manutenzione ordinaria dell’elisuperficie esistente presso la Base HEMS di Napoli, con estensione alla Base HEMS di Salerno nel caso di riposizionamento presso altra area nella disponibilità della S.A. ….”, si prega precisare se ci si riferisce alla gestione ai sensi del DM 01.02.06. Inoltre, si prega precisare quali siano nel dettaglio i servizi inclusi nel concetto di “gestione e manutenzione ordinaria” e quali le responsabilità e gli obblighi onerosi che la D.A. si assume in relazione alla suddetta "gestione".Per gestione e manutenzione della base si intende tutto ciò che attiene al corretto funzionamento della base stessa.

PI014773-18

Al fine di una compiuta ed esaustiva valutazione in ordine alla piena e incondizionata fruibilità della Elisuperficie a servizio della Base Hems di Napoli e delle infrastrutture correlate, si prega fornire le seguenti documentazioni: • studio aeronautico con particolare riferimento all’indicazione dei sentieri di AVV/DEC, superfici limitazione ostacoli e comunque contenente: o Caratteristiche dell’area di insediamento, o Posizione e caratteristiche fisiche spazio aereo o Manufatti e vegetazione arborea nell’area e azioni mitiganti per le operazioni di volo o Elisuperficie ? Superfici avvicinamento e decollo ? Caratteristiche FATO/TLOF - area di sicurezza - area di sosta e via di rullaggio ? Segnaletica diurna ? Segnaletica notturna ? Luci perimetrali ? Luci radenti ? Luci di allineamento ? Luci segnale ostacolo ? Indicatore d’angolo di planata ? Manica a vento ? Faro di avvistamento o Modalità attivazione dell’impianto luci e alimentazione d’emergenza o Assistenza antincendio o Security - accesso e protezioni • certificato del Decreto Istitutivo del Servizio Antincendio con indicazione della classe ICAO di protezione assegnata e dettaglio dei presidi antincendio presenti • copia del certificato di prevenzione incendi CPI dell’impianto distributore carburante avio ove questo sia presente, o nel caso contrario esplicitare se è a carico della stazione appaltante la messa a disposizione di autobotte avio • certificato di conformità impianti elettrici dei locali ad uso stazionamento equipaggi e ogni altro certificato di regolarità urbanistica • autorizzazione all’uso della elisuperficie in corso di validità rilasciata da ENAC Tali informazioni non risultano rilevanti ai fini della formulazione dell’offerta.

PI014718-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 17 “Offerta Tecnica”, pagg. 43 e 44. Tra i documenti richiesti è presente: “ - per gli elicotteri immatricolati in UE, certificato di benestare tecnico all’impiego; (ovvero) dichiarazioni rilasciate e sottoscritte dal Costruttore degli elicotteri proposti; - documentazione dalla quale si evinca che gli aeromobili proposti siano liberi da pesi ed ipoteche, escluse unicamente le ipoteche connesse al finanziamento per l’acquisto degli stessi aeromobili; - nel caso in cui l’O.E. partecipante offra elicotteri nuovi di fabbrica di cui non abbia ancora titolo di proprietà/esercenza, dovrà produrre: • idoneo documento del costruttore che attesti l’impegno per la consegna dell’elicottero/i al solo operatore Concorrente identificato per ragione sociale e riportare il numero di serie; • impegno del medesimo Concorrente a presentare la certificazione dell’avvenuto inserimento in flotta dell’elicottero, immatricolato, almeno 30 (trenta) giorni antecedenti la data di attivazione del Contratto, rispondente alle caratteristiche tecniche offerte”. Preso atto della possibilità fornita ai competitors di presentare elicotteri nuovi di fabbrica (non ancora in flotta), la cui consegna (da parte del costruttore/società di leasing) è subordinata all’aggiudicazione della gara, si chiede di indicare i termini di validità temporale da dover riportare sul sopracitato documento del costruttore che attesti l’impegno per la consegna dell’elicottero/i al solo operatore Concorrente identificato per ragione sociale e riportare il numero di serie; si chiede, inoltre, di precisare che il detto documento possa provenire dal costruttore o, in alternativa, dalla società di leasing, tenuta alla consegna dell’elicottero/i. Il documento che attesti l’impegno per la consegna dell’elicottero/i al solo operatore Concorrente, può provenire dal costruttore o, in alternativa, dalla società di leasing tenuta alla consegna dell’elicottero/i.

PI014717-18

Rif. “Allegato B1 - scheda requisiti a punteggio”, “Requisiti a punteggio – Elicottero SALERNO” codice RP.EL-SA.3 nonché “Requisiti a punteggio – Elicottero NAPOLI”, codice RP.EL-NA.3. Il requisito a punteggio testualmente prevede “Disponibilità a bordo di strumenti o dispositivi specifici in grado di consentire, senza detrimento dei parametri tecnici della configurazione proposta, l’uso degli apparati elettromedicali di bordo per assistere un paziente anche quando l’elicottero è a terra con motori non in movimento. Sono oggetto di valutazione le caratteristiche tecniche e funzionali della soluzione proposta in termini di efficacia ed efficienza rispetto all’obiettivo di consentire l’uso a terra delle apparecchiature elettromedicali”. Atteso che l’accezione di “movimento” è relativa ai rotori di un aeromobile piuttosto che ai motori, essendo per questi ultimi più consona la definizione di “acceso” o “spento”, si chiede di confermare che con il requisito sopracitato si intende indicare l’effettiva condizione di rotori non in movimento ovvero, quella di massima sicurezza per lo svolgimento delle operazioni al suolo. Vedere la risposta al quesito PI014630-18.

PI014716-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 17 “Offerta Tecnica”, pag. 45. Si chiede di produrre “Manuale delle Operazioni contenente lo Schema d’Impiego (da non computarsi nel limite delle 100 facciate)”. Si chiede conferma del fatto che, per rispondere al requisito tecnico in questione - relativo alla gestione del personale nel rispetto della normativa di riferimento sui limiti di volo e di impiego nelle attività HEMS - sia richiesto il solo stralcio della sezione relativa al punto richiesto, dello schema di impiego e dei limiti di volo e di servizio (contenuto nella Part A). Vedere la risposta al quesito PI014715-18.

PI014715-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 14 “modalità di presentazione dell’offerta”, pag. 28 e Rif. Disciplinare di gara, art. 17 “Offerta Tecnica”, pag. 45. “Tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua straniera, deve essere corredata da traduzione giurata in lingua italiana. In caso di contrasto tra testo in lingua straniera e testo in lingua italiana prevarrà la versione in lingua italiana, essendo a rischio del concorrente assicurare la fedeltà della traduzione. Per la documentazione redatta in lingua inglese è ammessa la traduzione semplice”. “Tutta la documentazione tecnica dovrà essere in lingua italiana. In caso di disponibilità della documentazione tecnica richiesta in lingua diversa da quella italiana, le ditte concorrenti devono presentare la documentazione in lingua originale corredata da una traduzione giurata in lingua italiana ai sensi del D.P.R. n. 445 del 2000, sottoscritta secondo le modalità indicate al par. 14 del presente Disciplinare. In caso di contrasto tra testo in lingua straniera e testo in lingua italiana prevarrà la versione in lingua italiana, essendo a rischio del concorrente assicurare la fedeltà della traduzione. Nota. È ammessa la presentazione in lingua inglese delle sole certificazioni di qualità e della letteratura scientifica, se così pubblicata su riviste internazionali” La lingua ufficiale in ambito aeronautico EASA è l'Inglese, per cui tutte le Certificazioni AOC, CAMO, Parte-145, la Manualistica Operatori (SMS, Operational Manual, etc.), nonché i titoli posseduti dagli equipaggi e documentazione aeromobili, quali Manuali di Volo e loro supplementi, sono redatti unicamente in lingua inglese. Questi documenti rispettano, altresì, formati e modelli standard stabiliti e pubblicati in EU 965/2012, EC 1321/2014, EC 216/2008, al fine di assicurare uno standard univoco valevole per tutti i Paesi Membri EASA. Si chiede di sapere se, limitatamente allo stralcio del Manuale delle Operazioni (il sopracitato Operational Manual) nonché ad eventuali estratti della manualistica dell’Impresa, ai Manuali di Volo, alla Documentazione Tecnica relativa alla macchina, a Certificati e Specifiche di omologazione (questi ultimi forniti, tra l’altro, a mero supporto di quanto relazionato nell’Offerta Tecnica), possano essere prodotti nella lingua in cui vengono redatti, ovvero in lingua inglese. Si conferma che è richiesto il solo stralcio della sezione relativa al punto richiesto, dello schema di impiego e dei limiti di volo e di servizio (contenuto nella Part A).

PI014714-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 14 “modalità di presentazione dell’offerta”, pagg. 25 e 26 e ss. “Conformemente a quanto previsto dagli artt. 40, 52 e 58 del Codice, l’offerta deve essere presentata esclusivamente attraverso il Sistema e, quindi, per via telematica mediante l’invio di documenti elettronici sottoscritti con firma digitale, ai sensi del D.lgs. n. 82/2005 (Codice dell’Amministrazione Digitale)……”. “Tutte le dichiarazioni sostitutive richieste ai fini della partecipazione alla presente procedura di gara, nonché la documentazione sottoscritta da enti terzi, ma ascrivibile all’operatore economico partecipante (a titolo esemplificativo e non esaustivo: fideiussioni, referenze bancarie, certificazioni di qualità, dichiarazioni sostitutive di possesso dei requisiti generali soggettivi) dovranno essere sottoscritte con firma digitale, ai sensi dell’art. 24 del D.lgs. n. 82/2005, fatto salvo quanto disposto dall’art. 38 del DPR n. 445/2000……… Data la vastità della documentazione da presentare, si chiede di elencare i documenti (ad esclusione delle dichiarazioni dei terzi che vanno accompagnate, come precisato, da una dichiarazione dell’operatore attestante la conformità agli originali in proprio possesso, secondo quanto previsto dal DPR n. 445/2000), da sottoscrivere digitalmente; si chiede, altresì, quali documenti, oltre le dichiarazioni di terzi, vadano accompagnati da attestazione di conformità all’originale ex D.P.R. n. 445/2000. Tutti i documenti originariamente firmati devono essere caricati a sistema in originale (ossia con firma digitale del relativo sottoscrittore) ovvero per copia digitale nel caso di documento su cui sia apposta una firma autografa (es. scansione). In quest'ultimo caso deve essere prodotta anche una dichiarazione del concorrente che attesti la conformità all'originale del documento prodotto per copia. Al riguardo, come previsto dalla nota 4 del par. 14, "potrà essere resa anche un’unica dichiarazione omnicomprensiva per tutta la documentazione per la quale tale dichiarazione di conformità si renda necessaria". Cordiali saluti.

PI014713-18

Rif. Capitolato Tecnico, “Allegato B – B1 Equipaggiamenti e dotazioni sanitarie”. Nell’elenco del “Materiale installato a bordo di ciascun elicottero” è richiesta la fornitura di un “kit di estrinsecazione dei feriti da veicoli sinistrati”. Si chiede conferma della circostanza che con tale dicitura si intenda riferirsi al “Kit da scasso” utilizzato, parimenti, per veicoli sinistrati. Si conferma che si fa riferimento al “Kit da scasso” utilizzato, parimenti, per veicoli sinistrati.

PI014712-18

Rif. Capitolato Tecnico, Allegato A. Nella tabella ‘’Elisuperfici destinate all’attività HEMS a servizio di comunità isolate’’ sono previste le due elisuperfici di seguito specificate, che, pur avendo differente denominazione, risultano essere la medesima elisuperficie: - Benevento Ospedale Rummo (BN); - San Angelo a Sasso (BN); si chiede di confermare quanto sopra o, per contro, fornirci chiarimenti al riguardo. L’elisuperficie Benevento Rummo è attigua all’ospedale e ha richiesto il rinnovo dell’autorizzazione ENAC. Pertanto va considerato, allo stato attuale, l’elisuperficie notturna di S. Angelo a Sasso, località di Benevento.

PI014635-18

Capitolato Tecnico – Pag. 30 – Par. 13.2. Per una corretta valutazione degli impegni manutentivi ed operativi degli aeromobili che si intende proporre, si prega fornire lo storico delle ore di volo per le due basi di Napoli e Salerno degli tre ultimi anniSi precisa che negli atti di gara sono già indicate le ore presunte di volo per le due basi coinvolte. Cordiali saluti

PI014634-18

Capitolato Tecnico – Pag. 30 – Par. 13.2. Si prega chiarire se la frase “Il personale impiegato per il servizio deve essere in possesso dei sotto indicati requisiti” implichi il possesso di tutti i requisiti alla data di presentazione dell’offerta o il possesso dei tutti requisiti alla data di inizio del servizio. In questo secondo caso, si prega chiarire se esistano requisiti per i quali è comunque obbligatorio dimostrare il possesso in fase di presentazione dell’offerta.Si conferma quanto previsto al punto 3, par. 17 del Disciplinare di gara ove si richiede che il concorrente produca i “curricula vitae e la documentazione atta ad attestare il possesso dei titoli, dell’esperienza, delle capacità fisiche, psicofisiche e professionali coerenti con i requisiti richiesti dal Capitolato". Cordiali saluti.

PI014633-18

Allegato B1 - RP.EL-NA / RP.EL-SA Si prega confermare che tutti i dati tecnici relativi agli elicotteri proposti per il servizio, qualora di difficile reperimento all’interno dei documenti stessi degli elicotteri, possano essere dichiarati dal costruttore dell’elicottero stesso.Si conferma quanto riportato al par. 17, punto 1., del Disciplinare di gara ove, in tema di comprova delle informazioni tecniche fornite, si prevede la possibilità di presentare "dichiarazioni rilasciate e sottoscritte dal Costruttore degli elicotteri proposti". Cordiali saluti

PI014632-18

Allegato B1 - RP.EL-NA.9 / RP.EL-SA.9 Si prega chiarire se “Il maggior numero di passeggeri imbarcabili” debba riferirsi al maggior numero massimo di persone imbarcabili come riportato nel documento “Helicopter data sheet” o se tale dato debba riferirsi al numero massimo di passeggeri imbarcabile, in allestimento HEMS, a seguito di sbarco delle barelle di soccorso e imbarco dei sedili disponibili.Si veda la risposta al quesito PI014625-18.

PI014631-18

Capitolato Tecnico – Pag. 23 – Par. 11.2 Si prega confermare che la configurazione base dell’elicottero include un battellino e la sola predisposizione per galleggianti di emergenza.Si conferma la previsione del battellino nella configurazione base dell’elicottero e la sola predisposizione di galleggianti di emergenza.

PI014630-18

Allegato B1 - RP.EL-NA.3 Con riferimento al requisito "Disponibilità a bordo di strumenti o dispositivi specifici in grado di consentire, senza detrimento dei parametri tecnici della configurazione proposta, l'uso degli apparati elettromedicali di bordo per assistere un paziente anche quando l'elicottero è a terra con motori non in movimento. Sono oggetto di valutazione le caratteristiche tecniche e funzionali della soluzione proposta in termini di efficacia ed efficienza rispetto all'obiettivo di consentire l'uso a terra delle apparecchiature elettromedicali.", si prega confermare che il termine "motori" debba essere letto come "rotori"Si conferma che va inteso il termine “rotori”.

PI014629-18

Allegato B1- RP.EL-NA.2 Con riferimento alla "possibilità di trasportare più di tre passeggeri oltre a due barellati", si prega precisare cosa si intenda per "passeggero"Per passeggero si intendono i seguenti soggetti: Medical Passengers (medico ed infermiere), soccorritore nonché l'eventuale accompagnatore del paziente laddove necessario

PI014627-18

Capitolato tecnico – Pag. 20 – Par. 7.1. - Punto 1 Si prega precisare se il servizio antincendio ICAO RFFS è da considerarsi un onere della ditta aggiudicataria per entrambe le basi operativeIl servizio antincendio, per le basi di Napoli e Pontecagnano, non è oggetto della presente procedura.

PI014626-18

Capitolato tecnico – Pag. 20 – Par. 7.1. - Punto 5 Nel documento SORESA “Capitolato tecnico” al punto 5 del paragrafo 7.1 si richiede che la D.A. deve avere implementato un “Management System” come richiesto dal regolamento 965/2012, che comprenda “Un Emergency Response Plan (ERP), per ognuna delle due basi operative, condiviso per gli aspetti di interfaccia con l’Amministrazione”. Come riportato nella stessa richiesta, per l’emissione del documento ERP per ognuna delle due basi operative è necessaria la condivisione e l’interfaccia con l’Amministrazione, attività possibile solo dopo l’aggiudicazione. Si prega pertanto confermare che lo sviluppo dell’ERP per ciascuna delle due basi operative debba essere completato dopo l’avvio del servizio, come richiesto peraltro per il documento del punto 2 dello stesso paragrafo 7.1Si conferma quanto prescritto al par.7.1 cioè che l’implementazione va effettuata da parte della ditta aggiudicataria.

PI014625-18

Allegato B1 - RP.EL-NA.9 / RP.EL-SA.9 Con riferimento al requisito "maggior numero di passeggeri imbarcabili, si prega chiarire se il numero di passeggeri imbarcabili debba intendersi come capacità massima dell’elicottero (senza barella e senza rack) ovvero in quale configurazione EMS.Si conferma che con tale requisito deve intendersi la capacità massima dell’elicottero in configurazione HEMS (1 barella + pax).

PI014234-18

Siamo a richiedere il seguente chiarimento : 1) Alla sezione 17 del disciplinare di gara è richiesta la presentazione del Manuele delle operazioni contenente lo schema d’impiego , si prega di confermare che per il predetto punto si intende la presentazione dell’Operational Manual approvato dall’autorità aeronautica competente che è presente presso ogni operatore secondo quanto previsto dal regolamento europeo 965/2012. 2) Si richiede inoltre di prevedere per questo tipo di manuale se la presentazione deve essere integrale ovvero tutte le sue parti (PART A,B,C e D) o solo afferente la sezione che riguarda lo schema d’impiego approvato o solo la sua parte generale (PART A) . 3) In base a quanto previsto dal regolamento europeo 965/2012 l’operational manual di ogni singolo operatore è presente in lingua inglese si chiede se per questo documento si può non prevedere la sua traduzione in lingua italiana essendo documento originale e approvato in lingua . In merito alla normativa applicabile, si rinvia a quanto previsto al par. 3 del Capitolato Tecnico. La documentazione prodotta deve essere sufficiente a consentire alla Commissione giudicatrice di esprimere il proprio giudizio in termini di rispondenza dell'offerta ai requisiti minimi del Capitolato tecnico e ai fini dell’attribuzione dei giudizi di qualità. Resta, tuttavia, onere dell’operatore economico garantire che tutte le parti del manuale rilevanti ai fini della valutazione tecnica da parte della Commissione giudicatrice siano correttamente prodotte. Nel caso di specie, si precisa che il Manuale delle Operazioni non è computato nel limite delle 100 facciate previste per la Relazione (par. 17 del Disciplinare). In merito all'ultimo punto, il Disciplinare di gara prevede che è ammessa la presentazione in lingua inglese delle sole certificazioni di qualità e della letteratura scientifica, se così pubblicata su riviste internazionali. Inoltre, per la documentazione redatta in lingua inglese è ammessa la traduzione semplice. Si precisa, infine, che la giurisprudenza ha ritenuto che “la produzione di atti non accompagnati dalla traduzione ufficiale equivale alla non produzione degli stessi, in quanto impedisce alla stazione appaltante di avere immediata, diretta e certa contezza delle referenze relative alla capacità tecnico-economica dei concorrenti”. Il Giudice delle Leggi in varie occasioni ha statuito che la lingua italiana è la lingua ufficiale dello Stato, da usare obbligatoriamente, salve le espresse deroghe disposte a tutela dei gruppi linguistici minoritari, nell’ambito delle funzioni esercitate dai pubblici uffici (Corte costituzionale 11 febbraio 1982, n. 28).

PI014233-18

Siamo a richiedere il seguente chiarimento : 1) Alla sezione 11 del disciplinare di gara è richiesta la presentazione di una garanzia pari al 2% della base dell’appalto ovvero Euro 724.492,00 prevedendo la possibilità di applicazione del comma 7 articolo 93 del D.Lgs 50/2016 si chiede di confermare la possibilità di cumulo della riduzione dell’importo della garanzia in caso in cui la ditta offerente possegga sia la certificazione ISO 9000 che quella ISO14001 ovvero specificando l’importo di garanzia richiesto nel presente caso L'art. 93, co. 7, del D.lgs.50/2016, come modificato dal D.Lgs. 56/2017, chiarisce le regole di cumulabilità della riduzione della garanzia provvisoria nell'ipotesi di compresenza di diverse certificazioni. In particolare, si rinvia a quanto previsto al terzo periodo del co. 7 di suddetto articolo. Cordiali saluti. Il Rup