Accesso all'area riservata

Dettaglio Bando
To​rna Indietro ​​​​​​​​​​​

Dettaglio bando di gara

BANDO RETTIFICATO - PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI SOCCORSO CON ELICOTTERO IDONEO AD ESEGUIRE OPERAZIONI HEMS, HSAR, HAA E HHO A SUPPORTO DEL SERVIZIO MEDICO D’EMERGENZA PER IL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA

SoReSa SPA

Domenico Tomo

€ 54.074.440,00 (Iva Esclusa)

Offerta economicamente più vantaggiosa

Servizi

Venerdì, 5 Apr 2019, ore 18: 00

Venerdì, 19 Apr 2019, ore 12: 00

Esiti e Pubblicazioni

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

Altro

16/11/2018DETERMINA DI INDIZIONE N. 212 DEL 15/11/2018

Determinazione n.212 del 2018 indizione procedura di gara servizio elisoccorso.pdf

Altro

11/12/2018DETERMINA DI PROROGA TERMINE PRESENTAZIONE OFFERTE N.241 DEL 10/12/2018

Determinazione n.241 del 2018 differimento termini gara elisoccorso.pdf

Altro

08/01/2019Determinazione del Direttore Generale n.1/2019 - Sospensione dei termini per la ricezione delle offerte.

Determinazione n. 1 del 03 Gennaio 2019.pdf

Altro

14/03/2019Determina di Proroga termini presentazione offerte n. 47 del 14/03/2019

Determinazione n.47 del 2019 differimento termini elisoccorso.pdf

Avvisi

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

AVVISO_GARA

26/02/2019Avviso: “Termine Richiesta Quesiti” e “Termine Presentazione Offerte/Domande di Partecipazione” presenti nella sezione “Dettaglio bando di gara” non sono applicabili

Sospensione Gara-signed.pdf

AVVISO_GARA

07/12/2018POSTICIPO TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DI QUESITI AL 10/12/2018, ORE 23:59.

Avviso di Proroga Termine Quesiti.docx.p7m

Chiarimenti

Protocollo Domanda Risposta Allegato

PI005398-19

Spett.le Società Regionale per la Sanità (SO.RE.SA. S.p.A.) Centro Direzionale Isola F9 - 80143 Napoli (NA) Oggetto: procedura aperta per la fornitura del servizio di soccorso con elicottero idoneo ad eseguire operazioni HEMS, HSAR, HAA e HHO a supporto del servizio medico d’emergenza per il territorio della Regione Campania - richiesta chiarimenti. 1. Disciplinare di gara - Articolo 3 - oggetto dell’appalto e importo a base d’asta - pag. 9 Si chiede di chiarire se la frase “omissis … la gara prevede l’aggiudicazione del servizio ad un unico operatore per l’intero territorio regionale” debba essere intesa come un unico operatore economico ovvero un unico operatore aeronautico. 2. Capitolato Tecnico - Articolo 11.2 - Caratteristiche dotazioni equipaggiamenti e sistemi - pag. 24 Si chiede di chiarire se, considerata la richiesta di “predisposizioni galleggianti di emergenza” quale equipaggiamento/sistema, le parti mobili dei galleggianti di emergenza debbano essere sempre disponibili, in contemporanea, presso entrambe le basi. 3. Capitolato Tecnico - Articolo 11.3 - Equipaggiamento sanitario e di soccorso - pag. 25 Si chiede di chiarire cosa si intenda, in termini temporali, per “omissis … tempestivo ripristino dell’efficienza delle attrezzature interessate … omissis”. Si chiede, inoltre, di chiarire se per “omissis … immediata sostituzione … omissis” si intende la messa a disposizione, da parte della D.A., di attrezzature di back-up. 4. Capitolato Tecnico - Articolo 13.2 - Requisiti del personale - pagg. 29 e 30 Si chiede di giustificare la modifica dei requisiti, ad esempio del Comandante, rispetto ai requisiti richiesti nella precedente gara, poi annullata, vedasi notevole incremento delle ore di volo in attività HEMS, non richiesta dell’abilitazione IR, etc.. 5. Capitolato Tecnico - Articolo 13.5 - Addestramento e formazione del personale - pag. 32 Si chiede di chiarire se l’addestramento iniziale e ricorrente è da considerarsi per il solo personale di condotta (piloti e copiloti) e personale tecnico. Si chiede di confermare l’esclusione, quindi, del personale sanitario e CNSAS. 6. Capitolato Tecnico - Articolo 14 - Oneri a carico della D.A. - pag. 32 punto 8. Con riferimento alla frase “omissis … nonché alla partecipazione di tutto il personale destinato alle operazioni di soccorso HEMS e HSAR ai corsi di aggiornamento di cui al paragrafo 14.6 punto A … omissis” si chiede di chiarire di quali corsi si tratta e che cadenza debbano avere, in quanto il menzionato paragrafo non risulta presente nei documenti di gara. 7. Con riferimento agli Articoli 17 del Disciplinare di gara e 13.3 del Capitolato Tecnico, nonché presa visione della comunicazione AGCM di cui al bollettino n. 13 del 1° aprile 2019, confermate che l’operatore economico per partecipare alla gara non deve dimostrare la disponibilità di a/m e/o piloti fin dal tempo di presentazione dell’offerta, potendo dimostrare tale disponibilità alla data di inizio del servizio? In tal senso, confermate che nell’offerta tecnica l’operatore economico non è tenuto a indicare numeri di serie o marche identificative di uno specifico a/m in proprietà o altra disponibilità giuridica, bensì a indicare solamente le caratteristiche di detto a/m e così anche per i piloti i cui cv non devono essere nominativi ma riportare elementi che confermino i requisiti minimi richiesti dalla lex specialis? Ronchi dei Legionari, 05.04.2019 ELIFRIULIA SOC. A R.L. Dal Cin Federica Amministratore Delegato 1. Trattasi di procedura di affidamento con unico Lotto da aggiudicarsi ad un unico Operatore Economico. 2. Il Capitolato non prevede differenziazioni per quanto concerne equipaggiamenti e sistemi disponibili per gli elicotteri in offerta per le due basi HEMS, che si intendono quindi ugualmente necessari. 3. I tempi di ripristino efficienza / sostituzione degli equipaggiamenti e dotazioni sanitarie non sono oggetto di valutazione in fase di offerta, ne in esecuzione di contratto; tuttavia, si ritiene lecito che la Stazione Appaltante possa eseguire verifiche nel caso di ritardato impiego dell’elicottero / limitazioni operative del servizio dovute a parziali o totali inefficienze degli equipaggiamenti sanitari installati a bordo degli elicotteri assegnati al servizio regionale di elisoccorso. 4. Nel rispetto delle norme di riferimento, è facoltà della Stazione Appaltante determinare i requisiti di esperienza attesi dal personale dell’Appaltatore. 5. Il requisito di erogazione di attività addestrativa iniziale e ricorrente a favore del personale del Servizio Sanitario Regionale e del personale messo a disposizione dal Soccorso Alpino regionale è riportato nel Capitolato (art. 2.4). 6. Si conferma l’errato riferimento, da rettificare in: “Paragrafo 13.5 punti A, B e C”. 7. Si ritiene che la documentazione in offerta debba essere presentata così come richiesto dal Disciplinare di gara di riferimento, eventualmente integrati dagli atti di indirizzo espressi in forma di “chiarimenti” pubblicati.

PI005387-19

in riferimento all'allegato B1 scheda a punteggio punto RP.OR.5 si richiede se valutazione in merito al livello disciurezza verrà effettuato solo in base all'incidenza degli incidenti/ inconvenienti gravvi occorsi negli ultimi 5 anni rispetto al numero di ore svolte dalla flotta in attività di elisoccorso Si conferma quanto indicato nell'allegato B1: "La Commissione giudicatrice esprimerà il proprio giudizio sulla base della valutazione dell'incidenza degli incidenti/inconvenienti gravi occorsi negli ultimi cinque anni (rif. Regolamento UE 996/2010) sul numero di ore volate dalla flotta impiegata in attività di elisoccorso nel medesimo periodo, sulla relativa gravità nonché sulle misure di carattere organizzativo e tecnico che il concorrente ha adottato per prevenire il verificarsi di incidenti/inconvenienti." Cordiali saluti.

PI005361-19

In riferimento alle condizioni generali di missione punto 9.1 d) del Capitolato, si richiede una riserva di carburante pari a 30 minuti di volo alla Best Endurance Speed. Si chiede di confermare che la richiesta alla Best Endurance Speed è un refuso e che la riserva va calcolata conformemente alla SPA.HEMS.150 che indica come velocità la normale velocità di crociera, individuata nel capitolato in 130 kts a 2.000 ft sul livello del mare in ISA+20°C.Nel calcolo dei quantitativi di carburante, per quanto concerne il computo della Riserva a bordo, si applica quanto segue: 30 minuti calcolati alla BES (Best Endurance Speed) alla quota di 1500ft AMSL in condizioni ISA +20°C.

PI005351-19

Con riferimento alle risposte ai quesiti “PI014938-18” e “PI014631-18”, si richiede alla S.A. di confermare che il battellino debba essere installato solo quando sono installati anche i galleggianti, fermo restando che battellino e galleggianti saranno sempre resi disponibili “pronto impiego” presso i magazzini delle due Basi. Il Capitolato tecnico non prevede che gli elicotteri siano permanentemente allestiti con sistema galleggianti di emergenza installato; per quanto concerne il “Battellino” esso è inserito nell’elenco degli Equipaggiamenti e sistemi richiesti.

PI005350-19

Con riferimento al paragrafo 9.1 del Capitolato tecnico, le velocità caratteristiche per il calcolo del consumo di carburante sono espresse in kias (knots indicated airspeed). In analogia con quanto avviene per altre gare d’appalto, e in linea con esigenze di calcolo degli stimati da parte delle centrali operative, sembrerebbe più corretto esprimere questo requisito in termini di true airspeed (tas). Si richiede quindi conferma alla S.A. che la velocità di 130 knots sia da calcolare come “true airspeed” e non “indicated airspeed”.Nel calcolo dei dati di velocità dell’aeromobile, si conferma che, ai fini del computo prestazionale, questi devono essere espressi in termini di KIAS.

PI005349-19

Con riferimento al paragrafo 9.1 del Capitolato tecnico, inerente i requisiti di missione, e nello specifico alla missione primaria, viene chiesto di considerare una riserva di carburante pari a 30 minuti calcolati alla BES (Best Endurance Speed) alla quota di 1500ft AMSL in condizioni ISA + 20°C. Per la missione secondaria, invece, sembra essere richiesta una riserva calcolata alla velocità di 130 kias. Tale requisito appare inusuale nella normale condizione operativa. Si chiede pertanto alla S.A. di confermare che la riserva per la missione secondaria è da calcolare anch’essa alla velocità di BES, così come richiesto per la missione primaria.Nel calcolo dei quantitativi di carburante, per quanto concerne il computo della Riserva a bordo, si applica quanto segue: 30 minuti calcolati alla BES (Best Endurance Speed) alla quota di 1500ft AMSL in condizioni ISA +20°C.

PI005348-19

Con riferimento al par. 14.8 del Capitolato Tecnico, al fine di consentire una compiuta ed esaustiva valutazione dei costi dei corsi di aggiornamento del personale destinato alle operazioni di soccorso HEMS e HSAR che verranno suddivisi in parti uguali tra la D.A. e la S.A., si richiede alla S.A. di specificare se per “personale destinato alle operazioni di soccorso HEMS e HSAR” si intenda l’intero equipaggio di missione (equipaggio di condotta + personale sanitario) e cosa si intenda per “formazione e addestramento ricorrente degli stessi”.Il requisito di erogazione di attività addestrativa iniziale e ricorrente a favore del personale del Servizio Sanitario Regionale e del personale messo a disposizione dal Soccorso Alpino regionale è riportato nel Capitolato (art. 2.4).

PI005347-19

Con riferimento al par. 14.8 del Capitolato Tecnico si segnala che il citato “punto A” del paragrafo 14.6 non esiste all’interno del documento così come non appaiano descritti gli eventuali corsi di aggiornamento dedicati al personale destinato alle operazioni di soccorso HEMS e HSAR. Si richiede pertanto alla S.A. di fornire tali indicazioni.Si conferma l’errato riferimento, da rettificare in: “Paragrafo 13.5 punti A, B e C”.

PI005346-19

Con riferimento all’art.8 - Requisiti speciali e mezzi di prova – del Disciplinare di gara, in cui si prevede che “i documenti richiesti agli operatori economici ai fini della dimostrazione dei requisiti devono essere trasmessi mediante AVCpass in conformità alla delibera ANAC n. 157 del 17 febbraio 2016 e ss.mm.ii”, segnaliamo che al momento in cui scriviamo, sul portale ANAC (presso il quale siamo registrati e abbiamo creato la voce di sistema relativa alla gara in oggetto), non è possibile caricare alcun documento. Il sistema, infatti, risponde con il seguente messaggio: “Non è possibile associare documenti perché la gara in oggetto non prevede la comprova in fase di offerta.” Si richiede pertanto alla S.A. di chiarire i tempi e le modalità con cui i documenti a comprova potranno essere caricati sul portale ANAC. Non è richiesta, in fase di offerta, la presentazione di alcun documento a comprova del possesso dei requisiti di cui all'art. 80 e 83 del Codice dichiarati in gara. Cordiali saluti.

PI005342-19

Rif. Capitolato Tecnico, art. 13.2 “Requisiti del Personale”, copilota. È richiesto il possesso delle “competenze relative al membro di equipaggio tecnico HEMS, quando assegnato al ruolo”. La normativa di riferimento (SPA.HEMS.130) prevede che durante le missioni diurne, in luogo del co-pilota, il Comandante possa essere assistito dall’Hems Crew Member, e che pertanto, l’equipaggio minimo sia normalmente composto da Pilota Comandante + Hems Crew Member. In tali casi, l’HCM, durante il volo, siede al posto del copilota, per fornire assistenza al Comandante e, a tal fine, lo stesso deve essere opportunamente addestrato, anche per l’espletamento di compiti prettamente di aviazione (Aviation tasks), normalmente svolti dal copilota nelle sue funzioni di “Pilot Monitoring” (AMC1 SPA.HEMS.130(e)). Alla luce della normativa vigente, è corretta la previsione del requisito della “Qualificazione ed addestramento quale Membro di Equipaggio tecnico HEMS in accordo alle normative applicabili con particolare attenzione agli aspetti relativi alla “Crew Coordination”, in capo alla figura di MEMBRO DI EQUIPAGGIO TECNICO HEMS, mentre non è statuita tale formazione e qualificazione in capo al copilota, per il quale è solo prevista la formazione iniziale Hems. Si chiede conferma che trattasi di mero refuso di stampa o errore materiale e che, pertanto, tale qualificazione è richiesta per il solo Hems Crew Member mentre, per il copilota, è richiesto il corso Hems Initial. Il Concorrente è tenuto a dare evidenza del contenuto formativo erogato a favore del personale di volo Copilota quando, in virtù della composizione equipaggio, le mansioni riconducibili al ruolo di membro di equipaggio tecnico HEMS (HCM) sono intrinsecamente svolte dal Copilota. [condizione ammessa da reg. UE 965/2012 Annex V Part-SPA.HEMS AMC1 SPA.HEMS.130(e)(e)].

PI005341-19

Rif. Disciplinare di gara, art. “17 OFFERTA TECNICA – CONTENUTO”. È previsto che, relativamente al punto 1) “Elicotteri offerti per le due basi Operative” della Relazione Tecnica, siano forniti una serie di documenti, tra cui: “per gli elicotteri immatricolati in UE, certificato di benestare tecnico all’impiego; (ovvero) dichiarazioni rilasciate e sottoscritte dal Costruttore degli elicotteri proposti”. Si consideri l’ipotesi di elicotteri registrati in UE, per i quali si intenda procedere al trasferimento di registrazione, con conseguente iscrizione nel Registro Nazionale degli Aeromobili contestualmente all’inserimento in flotta, a seguito di aggiudicazione. Si chiede di confermare che, nell’ipotesi contemplata, sia esaustivo presentare la documentazione tecnica richiesta (ad eccezione del Certificato di Benestare Tecnico all’Impiego, venuto meno) e l’impegno alla consegna dell’aeromobile in questione, da parte del Costruttore/Società di leasing. In caso contrario si chiede se, in aggiunta ai sopracitati documenti e a sanatoria della superata applicabilità del Certificato di Benestare Tecnico all’Impiego, sia necessario dare anche evidenza della riserva marche di registrazione presso ENAC ovvero sia sufficiente l’impegno a presentare l’attuale “Autorizzazione all’impiego” in data antecedente all’avvio del servizio. Si conferma la possibilità di presentare la documentazione tecnica relativa agli elicotteri in offerta nei termini previsti dal disciplinare di gara, differendo l’esibizione dei documenti attestanti l'avvenuto inserimento in flotta dell'elicottero immatricolato, a comprendere il documento di “Autorizzazione all’impiego”, entro i 30 (trenta) giorni antecedenti la data di attivazione del Contratto.

PI005340-19

Rif. Capitolato Tecnico, art. “13.2. REQUISITI DEL PERSONALE” Tra i requisiti minimi del personale, sono richieste 20 ore di volo notturno per i Piloti Comandanti e 50 ore di volo notturno ore per i copiloti. si chiede di confermare che la richiesta di un numero maggiore di ore per il ruolo del copilota rispetto a quello del comandante consista in un mero errore materiale, relativo alla inversione dei valori prescritti e che, conseguentemente, il requisito richiesto per i Piloti Comandanti è pari a 50 ore di volo notturno, mentre quello per i copiloti è pari a 20. Si conferma il requisito minimo pari a 50 ore di volo notturno per i Piloti Comandanti e 20 ore di volo notturno per i copiloti (correzione di un mero errore materiale).

PI005339-19

Rif. Disciplinare di Gara, par. “8.2 REQUISITO DI CAPACITÀ ECONOMICA E FINANZIARIA” e “8.3 REQUISITO DI CAPACITÀ TECNICA E PROFESSIONALE” In merito alla comprova dei requisiti, è prevista la produzione di fatture. Considerando il lasso temporale da attestare, sarebbe necessario fornire un numero elevato di fatture, incompatibile con le limitazioni di peso e di spazio delle piattaforme telematiche, inclusa quella dell’ANAC. Si domanda come poter ovviare a tale impossibilità ovvero se sia possibile presentare una dichiarazione riportante l’elencazione delle fatture con l’indicazione dei dettagli richiesti (es. importo, tipologia, ecc.) Si invita a far riferimento alla risposta al quesito PI005346-19. Si confermano, inoltre, le modalità tecniche di comprova previste dal Disciplinare di gara. Si invita, infine, a far riferimento ai par. 20 e 22 del Disciplinare per avere maggiore contezza delle fasi della procedura di aggiudicazione in cui, eventualmente, è richiesta la produzione della documentazione a comprova del possesso dei requisiti dichiarati in gara. Cordiali saluti.

PI005325-19

All'interno dell'allegato B del capitolato di gara alla sezione B1 materiale disponibile presso ciascuna base HEMS è riportato incubatrice neonatale mentre negli equipaggiamenti e dotazioni sanitarie è riportato termoculla certificata siprega di confermare che trattasi del medesimo materiale ovvero che solo una di esse dovrà essere fornita e disponibile presso ciascuna base operativa Si conferma requisito di una termoculla (ovvero incubatrice neonatale) presso ciascuna base HEMS provvista di relativa certificazione aeronautica e compatibile con Kit EMS installato a bordo degli elicotteri in offerta.

PI005209-19

All'interno del disciplinare di gara è prescritto che l'offerta tecnica debba esssere costituita da 100 facciate massimo il cui font deve essere non inferiore a 11 si richiede se alcune facciate possano contenere documenti scansiti di terzi (esempio certifcazioni CE o estratti di manuali di volo in cui i font interni siano minori di 11) in aggiunta se questi documenti sono in sola lingua inglese se questi possono essere comunque mantenuti all'interno della relazione tecnica mantenendo sempre il limite delle 100 facciate. Si invita a far riferimento a quanto previsto al par. 17 del Disciplinare di gara in merito ai documenti da non computarsi nel limite delle 100 facciate. Tutti i documenti rientranti nella Relazione Tecnica devono rispettare i requisiti dimensionali previsti dal Disciplinare. Si invita, inoltre, a produrre tutta la documentazione tecnica a supporto (schede tecniche, certificazioni, estratti di manuali, ecc..) nell'ambito della "Documentazione Tecnica Aggiuntiva". In merito alla lingua si conferma quanto già precisato con le risposte ai quesiti PI014982 e PI014874. Inoltre, il Disciplinare di gara prevede che è ammessa la presentazione in lingua inglese delle certificazioni e della letteratura scientifica, se così pubblicata su riviste internazionali. Cordiali saluti

PI005196-19

Con la presente in conformità al chiarimento PI014633-18 sono a richiedere se la documentazione tecnica a supporto fornita a comprova della informazioni fornite all'interno dell'offerta tecnica possano essere fornite direttamente dalla case costruttrice degli elicotteri mediante relazione che troverà la sua rispondenza ai punti del capitolato tecnico di gara Si conferma quanto già chiarito con il quesito PI014633-18 in tema di comprova delle informazioni tecniche fornite, ossia la possibilità di presentare "dichiarazioni rilasciate e sottoscritte dal Costruttore degli elicotteri proposti". Cordiali saluti.

PI005047-19

In riferimento all’ ALLEGATO B1 - SCHEDA REQUISITI A PUNTEGGIO – ORGANIZZAZIONE ed in particolare al requisito a punteggio “RP.OR.4” relativo a: “Servizi e/o mezzi migliorativi offerti senza incremento di costo. In particolare, verranno valutate le soluzioni aventi ad oggetto la gestione ed efficientamento delle elisuperfici presenti sul territorio regionale mediante l'introduzione di nuove tecnologie che ne consentano anche il controllo da remoto e la disponibilità e le caratteristiche di un centro di coordinamento delle operazioni di volo”. Trattandosi di soluzioni, progettualità e nuove tecnologie, si chiede se tale documentazione possa essere inserita come allegato e non computarsi nel limite delle 100 facciate. E' parte integrante della relazione tecnica, alla quale si applica il limite delle 100 facciate. Cordiali saluti

PI005046-19

In riferimento al Disciplinare di Gara, par.17 pag.44-46, dove è previsto: “ …Tale documentazione dovrà essere contenuta in un’unica cartella compressa […] e collocata a Sistema nel campo “Offerta Tecnica”. “ “In aggiunta […] il Concorrente potrà presentare ulteriore documentazione quali schede tecniche prodotti/attrezzature offerte, dépliant, brochure, certificazioni ecc. Tale documentazione dovrà essere contenuta in un’unica cartella compressa […] e collocata a Sistema nel campo “Documentazione Tecnica Aggiuntiva”. Si chiede di precisare se schede tecniche e certificati vadano inseriti nel campo “Offerta Tecnica” o nel campo “Documentazione Tecnica Aggiuntiva” Si conferma quanto chiarito al par. 17 del Disciplinare: Relazione tecnica e allegato B1 nel campo "offerta tecnica", la documentazione aggiuntiva nel campo "documentazione aggiuntiva". Cordiali saluti.

PI005000-19

Disciplinare di Gara Paragrafo 8.2 - Requisiti di capacità economica e finanziaria; Paragrafo 8.3 - Requisiti di capacità tecnica e professionale. Si prega di confermare che per “ultimi tre esercizi finanziari” e “ultimo triennio” si intendano le annualità 2015, 2016 e 2017. Si conferma che il requisito di capacità economico finanziaria è riferito al fatturato realizzato nell’arco degli ultimi tre esercizi finanziari disponibili alla data di pubblicazione del presente Bando. Si conferma, inoltre, che il requisito di capacità tecnico professionale è riferito ai servizi realizzati nell’ultimo triennio dalla data di pubblicazione del bando di gara. Cordiali saluti

PI004999-19

Capitolato Tecnico Paragrafo 11.2 – Caratteristiche e dotazioni equipaggiamenti e sistemi - Sezione Equipaggiamenti e Sistemi Si prega di confermare che ai fini dei calcoli prestazionali il sistema antiaffondamento del carrello non debba essere considerato installato ma bensì disponibile presso la base HEMS. Ai fini dell’analisi prestazionale, gli aeromobili in offerta sono da intendersi configurati con carrello a ruote o pattini corredato di sistema antiaffondamento di tipo approvato.

PI004991-19

Con riferimento al disciplinare di gara all'articolo 4.1 Durata si fa riferimento che il serivzio avrà una durata di 5 anni dalla stipula del contratto mentre all'interno del capitolato di gara all'articolo 4 si fa riferimento che il servizio avrà durata di 5 anni dalla data indicata in contratto ovvero che la ditta aggiudicataria dovrà attivare il servizio entro 180 giorni dalla data di sottoscrizione del contratto . Si prega di confermare che la durata del contratto sarà pari a 5 anni dalla data di attivazione del servzio ovvero che la data riportata in contratto sarà quella stimata di attivazione del servizio che dovrà essere entro 180 giorni dalla sottoscrizione del contratto .Si conferma che, come previsto al par. 4 del Capitolato e all'art. 3 dello Schema di Contratto, nel contratto è indicata la data dalla quale decorre il termine quinquennale di durata. Cordiali saluti

PI004785-19

Si chiede di confermare che le configurazioni, equipaggiamenti e prestazioni valutate, a punteggio o quale requisito obbligatorio, saranno quelle degli elicotteri effettivamente proposti per il servizio e disponibili successivamente in base e non quelle generiche disponibili per il modello di elicottero proposto.Si conferma che la valutazione tecnica è da intendersi relativa agli specifici elicotteri presentati dall’Operatore Economico Offerente per il servizio oggetto di appalto.

PI004784-19

In riferimento al cap. 11.1 – Caratteristiche generali, del Capitolato Tecnico, si riporta: “Gli elicotteri in offerta devono essere in grado di garantire prestazioni in Classe 1 compatibili con lo stato dei luoghi per ciascuna delle elisuperfici della rete di destinazioni, così come definita in ALLEGATO A, nel rispetto del peso in configurazione operativa, approvata dalla competente Autorità aeronautica, per i profili di missione descritti al precedente paragrafo 9.” Si chiede di confermare che l’elicottero in missione primaria deve poter essere in grado di operare in decollo od in atterraggio con il paziente a bordo, così come previsto anche dal Piano Regionale di Programmazione della Rete Ospedaliera.Il requisito menzionato fa esplicito riferimento alle tipologie di infrastrutture aeronautiche di interesse per il Committente (lo stato dei luoghi per ciascuna delle elisuperfici della rete di destinazioni, così come definita in ALLEGATO A) e non alla tipologia di missione svolta (es. missione primaria); per quanto non esplicitamente previsto nel Capitolato Tecnico, si fa riferimento alle norme applicabili (a comprendere Reg. UE 965/2012 e s.m.i., Annex V SPA.HEMS.125).

PI004718-19

In riferimento al quesito PI014941-18, si deduce che gli elicotteri offerti devono essere in grado di garantire decolli e atterraggi in Classe 1 CAT A VTOL, anche con tecnico verricellista e paziente a bordo, da ciascuna delle elisuperfici della rete di destinazioni di interesse del committente, incluse le basi HEMS individuate. Confermate quanto dedotto?In fase di offerta, è oggetto di valutazione la capacità prestazionale degli elicotteri in raffronto agli scenari di missione primaria e secondaria descritti al capitolo 9 del Capitolato Tecnico. In fase esecutiva del servizio, si fa riferimento a quanto indicato al successivo paragrafo 11.1 del Capitolato Tecnico, da attualizzare a cura dell'equipaggio di condotta, nel rispetto dei limiti prestazionali certificati, per l'effettivo contesto operativo (es. condizioni meteo-ambientali, presenza o meno del personale del soccorso alpino a bordo, ecc.).

PI004717-19

In riferimento al quesito PI014941-18, pur rispettando la posizione della SA, si fa presente che il peso confermato di 90 kg per i “passeggeri” (medico, infermiere, tecnico di elisoccorso e paziente), non è in linea con la tabella da voi indicata. Se ne deduce che, qualora i pesi dei “passeggeri”, siano superiori a quanto imposto dalla SA e l’elicottero offerto non sia in grado di svolgere le missioni secondo gli scenari-tipo individuati nel capitolato, il rifiuto della missione da parte del Comandante non sarà oggetto di penali o altre azioni da parte della SA.Il valore di massa standard a riferimento per il personale sanitario è ritenuto coerente con le norme di riferimento, in esito ai seguenti presupposti: 1. Dal punto di vista aeronautico, il personale sanitario non svolge mansioni di membro di equipaggio, e pertanto a bordo degli aeromobili è considerato passeggero. 2. il valore di massa del passeggero maschio (più limitante del valore corrispondente agli occupanti di sesso femminile) a bordo di aeromobili con configurazioni tra i 6 e i 9 passeggeri (rappresentativo degli aeromobili che prevalentemente svolgono questo tipo di servizi) è pari a 96kg, a cui è necessario sottrarre 6kg per il valore di massa del bagaglio a mano in quanto non imbarcato. Per quanto concerne il commento relativo al rifiuto della missione, appare del tutto evidente che tra gli obblighi del Comandante vi è quello di non operare l’aeromobile oltre i limiti previsti dalle prestazioni certificate e riportate nei manuali di riferimento, approvati dalla competente Autorità Aeronautica.

PI004716-19

In riferimento ai quesiti PI014938-18, si segnala che i tempi di installazione dei galleggianti in genere non sono compatibili con le tempistiche di missioni sanitarie non programmate. Poiché la SA si riserva la possibilità di effettuare verifiche sui tempi di installazione, al fine di evitare di sottoporre il personale a pressioni indotte che penalizzano la sicurezza del volo, si chiede di indicare i tempi minimi di installazione accettabili dalla SA, anche se non oggetto di valutazione in gara.Si ritiene auspicabile che ciascun Operatore, nella presentazione degli elicotteri e relativi sistemi e impianti in fase di offerta, includa anche i tempi medi stimati per installazione e rimozione dei sistemi galleggianti di emergenza; questi tempi possono costituire riferimento per il Committente il servizio, ma non sono oggetto di valutazione in fase di gara.

PI004715-19

In riferimento al quesito PI014938-18, fatta salva la responsabilità del comandante e la Sua autorità nel rifiutare una missione al di fuori dei limiti prestazionali dell’elicottero, confermate che una volta installati i galleggianti e i battellini, l’elicottero può non essere in grado di garantire gli scenari-tipo individuati nel capitolato, tra cui l'impossibilità di decollare dalle diverse elisuperfici della Regione o dalle basi operative di Napoli e Salerno? Si conferma che la capacità prestazionale dell'elicottero con sistema galleggianti installato non è oggetto di valutazione in fase di offerta. Cordiali saluti

PI004714-19

In riferimento ai quesiti PI014938-18 e PI014631-18, le cui risposte sono in contraddizione fra loro, confermate che per i calcoli prestazionali non si dovrà tener conto del peso della parte rimovibile dei galleggianti e del peso dei battellini di soccorso?Non si ravvede contraddizione sui chiarimenti dati per i quesiti citati in riferimento. Per quanto concerne il calcolo prestazionale, i valori di massa relativi all'elicottero in configurazione di offerta sono da intendere comprensivi della sola predisposizione all'installazione del sistema galleggianti e della presenza a bordo del battellino di salvataggio.

PI004713-19

In riferimento al quesito PI014937-18, pur rispettando la posizione della SA, non si comprende il nesso logico tra requisiti prestazionali di un elicottero e i requisiti del personale di condotta. Il regolamento EU 965/2012 SPA.HHO fa riferimento sia a requisiti di carattere prestazionale degli elicotteri sia alle qualifiche del personale. Il quesito di cui sopra fa riferimento alle caratteristiche prestazionali degli elicotteri. Fatta salva la responsabilità del comandante e la Sua autorità nel rifiutare una missione al di fuori dei limiti prestazionali dell’elicottero, si chiede nuovamente di delineare le prestazioni minime per operazioni HHO (vento e quota) ritenute essenziali dalla SA che, se non rispettate, porteranno alle dovute verifiche ed ad eventuali penali per l’appaltatore.Si confermano i requisiti prestazionali previsti dagli atti di gara. Cordiali saluti

PI004635-19

Il capitolato tecnico di gara all'articolo 4 prevede l'attivazione del servizio entro 180 giorni dal momento della sottoscrizione del contratto mentre le offerte all'interno del discplinare di gara prevedono una validità di 270 giorni. Allo stato attuale il capitolato di gara richiede la presentazione di elicotteri di nuova generazione , in aggiunta il capitolato permette la presentazione di offerte con elicotteri non ancora consegnati, pertanto in virtù del fatto che gli ordinari termini di consegna eccedono i termini da voi prestabiliti ( 180 giorni ) si richiede la possibilità che detto termine sia esteso analogalemente ai termini di validità dell'offerta (270 giorni) così da poter garantire una possibilià di offerta a ttuti i concorrenti e non solo a quelli che al momento della pubblicazione della gara avevano già in essere ordini con i vari costruttori di elicotteri. In quanto il termine di 270 giorni rappresenta un termine corretto già usato anche in altre procedure di gara a seguito delle ordinarie consultazioni di mercato avvenute prima della pubblicazione dei bandi di gara .I due termini temporali fanno riferimento a fasi procedurali che non hanno alcuna correlazione. Cordiali saluti

PI004630-19

L'articolo 8.2 del desciplinare di gara richiede che il fatturato richiesto sia comprovato , nel caso in cui il fatturato sia da comprovare in sede di presentazione di offerta si richiede se sia necessario allegare la fatture elettroniche trasmesse alle PA in formato XML o in alteranativa si devono presentare le fatture cartacee di cortesia che rappresentano il contenuto del formato XML?In caso di comprova è sufficiente la presentazione delle fatture di cortesia, salvo che l'amministrazione non richieda anche l'XML. Cordiali saluti

PI004620-19

All'articolo 16.3.2 comma 1 del descplinare di gara è richiesta la presentazione del PASSOE si richiede conferma che lo stesso anche se già emesso per la procedura di gara antecendente alla sospensione della stessa possa essere considerato accettabile e valido Si conferma

PI004599-19

L'articolo 8.2 del descplinare di gara richiede che il fatturato richiesto sia comprovato , si richiede se detta comprava sia da fornire in sede di presentazione delle offerte ovvero allegando quanto richiesto alla documentazione amministrativa di cui all'articolo 16 o se fosse sufficiente dichiararlo all'interno dell'allegato A2 DGUE ed in fase sucessiva l'ente potrà richiederne comprova.In offerta è richiesta la dichiarazione del possesso dei requisiti, salvo successiva comprova. Cordiali saluti

PI004598-19

L'articolo 8.2 del discplinare di gara richiede al comma primo un fatturato specifico nel settore di attività dell'appalto (Servizio di soccorso con elicottero nell’ambito di operazioni HEMS, HSAR, HAA e HHO) si richiede conferma che detto fatturato debba essere inenrente le sole operazioni HEMS,HSAR,HAA e HHO. Si prega inoltre di confermare se nell'ambito di un servizio di eltraspoprto passeggeri pubblico ove detti servizio siano parte di un generico altro servizio se detto fatturato può essere elencato senza alcuna specifica ovvero in caso di impossibilità alla suddivisione del fatturato come questo deve essere considerato.Si conferma che il requisito di capacità economico-finanziaria attiene ai soli Servizi di soccorso con elicottero nell’ambito di operazioni HEMS, HSAR, HAA e HHO. Cordiali saluti.

PI004587-19

L'allegato A2 DGUE alla pagina 14 sezione B CAPACITA' ECONOMICA FINANZIARIA al punto 1a richiede fatturato annuo generale si prega di confermare che detto punto non è da compilarsi ovvero l'operatore economico in detta sezione dovrà compilare il solo punto 2aSi faccia riferimento a quanto previsto al par. 16.2, lett. g), del Disciplinare di gara.

PI004583-19

Con la presente siamo a richiedere conferma che sia accettato pagamento verso ANAC effettuato in base a quanto stabilito dalla procedura di gara pubblicata in prima istanza ovvero antecedentement alla determinazione nr 1 si sospensione procedura di gara . Si conferma

PI004532-19

Si notifica che l'elicottero operativo sulla base di Salerno è come da voi indicato ubicato all'interno dell'aeroporto di Pontecagnano. Detto aeroporto svolge i seguenti orari operativi in base alla stegione operativa : • Dal 1° ottobre al 31 maggio 09:00 -17:00 LT ( tot. 8 ore giornaliere) • Dal 1° giugno al 30 settembre 09:00- 19:00 LT (tot. 10 ore giornaliere) Si fa presente che al di fuori di detti orari l'aeroporto è chiuso al traffico pertanto non è possibile garantire operazioni. Allo stato attuale da contatti presi con l'ente gestore dell'aeroporto , lo stesso si è reso disponibile ad estendere gli orari di apertura e chiusura dell'aeroporto dietro formale corrispensione di relativi oneri . Si richiede pertanto se codesta amminstrazione ha concordato con l'ente gestore dell'aeroporto orarti differenti o se detti oneri aggiuntivi sono a carico dell'ente committente non essendo essi presenti ed enunciati nell'articolo 14 del capitolato di gara. Si prega inoltre di confermare che eventuali oneri aeroportuali saranno a carico dell'ente committente . Come previsto nel Capitolato Tecnico del servizio, gli oneri riconducibili al servizio di rifornimento aeromobile e antincendio risultano a carico dell'Appaltatore. Per gli oneri aeroportuali, compresi quelli derivanti dall'eventuale estensione dell'orario di apertura dell'aeroporto di Pontecagnano, la Stazione Appaltante si impegna ad assicurare il regolare rispetto degli orari e a valutare forme concertate con l’ente gestore dell’Aeroporto.

PI004531-19

All articolo 6.0 Operatività del servizio del capitolato tecnico di gara vine riportato che per la Base HEMS di Salerno (aeroporto di Pontecagnano - SA), in orario diurno, l'orario di operatività è sino ad un massimo di 12 ore e 30 minuti , nei limiti degli orari aurora-crepuscolo riportati nelle effemeridi di riferimento per la località. Si richiede di confermare se i tempi previsti al punto 6.1 del capitolato tecnico di gara ovvero i tempi di apertura e chiusura base di servizio sono da intendersi all'interno dell'orario di operatività cosi come riportato al punto 6.0 o all'esterno dello stesso . Si notifica che l'Ente Aeronautico cosi come da voi specificato ha previsto dei tempi massimi di servizio quindi di operatività in 13 h ma che detti tempi sono comprensivi dei tempi di chiusura e apertura base cosi come previsto dal singolo operatore . Si fa inoltre presente che qualora i tempi di apertura base e chiusura base fossero non inclusi nelle 12 h e 30 min da voi elencati si avrebbe un orari di servizio al limite dell'aspetto normativo limitando le operazioni che dovessoro avvenire al limite degli orari massimi concessi dall'auotrità . Si auspica pertanto che l'orario da voi indicato sia comprensivo dell'apertura e chisura base in modo da poter avere un maggior margine operativo minimo sulla gestione degli equipaggi operativi sulla base di Salerno in virtù del fatto che comunque il secondo elicottero regionale è operativo H24L'arco temporale di operatività diurna della base HEMS di Salerno, atteso fino ad un massimo di 12h30', come chiaramente esplicitato al paragrafo 6.1. del Capitolato Tecnico, non comprende i tempi di apertura e chiusura della base, convenzionalmente identificati in 30 min. (15' + 15'). L'eventuale superamento dei limiti di impiego / servizio del personale di condotta in esecuzione del servizio, qualora ne ricorressero le condizioni, deve essere gestito dall'Appaltatore nei termini previsti dalle norme di riferimento.

PI004244-19

All'articolo 13.3 del capitolato tecnico di gara sono richiesti le presentazioni in fase di offera dei Curricula Vitae del personale prescelto per svolgere il servizio richiesto, non essendo prevista nessuna valutazione a punteggio sulla esperienza e sui dati del personale proposto si richiede che in caso di presentazione di un addetto che sia in corso di ottenimento del requisiti previsti di cui al 13.2 che sia evidenziata dichiarazione che tale requisito sarà raggiunto prima dell'attivazione del servizio o in seconda analisi prima dell'aggiudicazione del servizio . Questa richiesta è motvata dal fatto che l'unico termine valutativo per il personale è il tipo di addestramento e aggiornamento a cui il personale sarà sottoposto pertanto il mancata rispondenza di un requisito che potrebbe essere raggiunto nel corso della procedura di gara limiterebbe la concorrenza tra gli operatori. Il requisito è motivato dall'esigenza, da parte del Concorrente in fase di gara e dell'Appaltatore in fase esecutiva del servizio, di dimostrare il possesso di una adeguata capacità organizzativa e professionale coerente con i requisiti del Capitolato Tecnico. I requisiti del personale addetto al servizio richiesto sono requisiti minimi, motivo per cui devono essere posseduti al momento dell’offerta.

PI004242-19

l'articolo 2.4 al comma 5 richiede che tra i servizi da fornire alla D.A. il servizio antincendio presso le basi di Napoli e Pontecagnano mentre i chiarimentoi PI014986-18 e PI014927-18 non lo prevededono. Si prega di confermare se tali servizi sono richiesti o esclusi. Si prega inoltre di verifcare che i chiarimenti presenti all'interno della procedura di gara sono parte integrante del capitolato tecnico di gara pertanto la loro incongruità rende di fatto impossibile l'interpretazione si invita codesta organizzazione a rendere non più applicabili i chiarimenti che sono stati emendati o modificati dalla stesura della nuova documentazione di gara .Alla luce dei requisiti ricevuti, gli atti di gara sono stati revisionati, con adeguamento della Base d'asta, anche per l'esplicita inclusione del servizio antincendio. Cordiali saluti.

PI003954-19

Con la presente si richiede di confermare che i sopraluoghi svolti in sede di presentazione della gara ante modifica si potranno considerare validi e che non si necessita di svolgere un ulteriore sopraluogo ovvero che non potrà essere richiesto un ulteriore sopraluogo da parte del medesimo soggetto Si ritiene sufficiente il primo sopralluogo già effettuato.

PI003953-19

Buongiorno Alcune dei chiarimenti riportati sono in contrasto tra loro ( es Quesito PI014982-18 Risposta PI003900-19 con Quesito PI014234-18 Risposta PI014416-18) si richiede di rivedere i chiarimenti e rendere non applicabili quelli superati o modifcati dai nuovi documenti di gara Con riferimento alla lingua ritenuta accettabile per la presentazione della documentazione aeronautica (Manuale di volo e Manuale Operativo) si conferma quanto già chiarito con la risposta prot. PI014982-18. Tale indicazione in merito alla lingua annulla e sostituisce precedenti contrarie indicazioni. Cordiali saluti.

PI015651-18

Capitolato Tecnico Il paragrafo 11.2 – CARATTERISTICHE DOTAZIONI EQUIPAGGIAMENTI E SISTEMI del Capitolato Tecnico, alla Sezione “Equipaggiamenti e Sistemi”, riporta una serie di componenti ed equipaggiamenti di cui gli elicotteri in offerta debbono essere dotati. Fermo restando il requisito di garantire la disponibilità di tutte le sopradette dotazioni, si chiede di confermare che, ai fini del calcolo delle prestazioni con riferimento alle missioni di cui al Paragrafo 9 del medesimo Capitolato Tecnico, sia possibile considerare la non installazione degli equipaggiamenti rimovibili (es. sistema antiaffondamento, battellino, etc…), ad eccezione del verricello esterno per il quale si fa specifica menzione al Paragrafo 9. I valori di massa dell’elicottero utilizzati ai fini del computo prestazionale devono essere rappresentativi dello specifico elicottero così come presentato in offerta, comprensivo di dotazioni ed equipaggiamenti richiesti e opzionali qualora offerti.

PI015647-18

A seguito di una dettagliata analisi delle voci di costo relative al canone fisso e al canone orario, si segnala alla S.A. che la richiesta di definire un’unica percentuale di sconto, da applicarsi a tutte le voci che compongono il quadro economico dell’offerta, potrebbe causare un’anomalia della stessa offerta relativamente a una o più tariffe. La struttura di costi di ciascun offerente potrebbe infatti generare marginalità differenti rispetto alle tariffe ipotizzate dalla S.A. e di conseguenza, l’impossibilità di differenziare lo sconto applicato alle tariffe fisse e variabili, impedirebbe di formulare la miglior offerta economica per la S.A. Quanto sopra descritto risulta ancora più evidente se si considera che la tariffa relativa all’attività di volo è applicata a un numero di ore di volo presunto e che il capitolato prevede il pagamento delle sole ore di volo effettuate. Dunque al variare del numero di ore di volo, potrebbe generarsi un’offerta non più remunerativa per il concorrente o oltremodo costosa per la S.A. Si richiede pertanto alla S.A. di concedere al concorrente la possibilità di applicare una percentuale di sconto differente per ciascuna tariffa (canone fisso e tariffa oraria), e di dichiarare altresì, sulla base dei ribassi offerti, lo sconto unico applicato sulla base d’asta che sarà utilizzato esclusivamente ai fini dell’attribuzione del punteggio di gara Si fornisce di seguito un esempio di quanto sopra descritto. Ipotizzando che: • A fronte di un valore complessivo (base d’asta del tender) a copertura dei canoni fissi per i 5 anni pari a 32,375 € Mln, il concorrente offra un ribasso del 10% (valore offerta concorrente: 29,138 € Mln) e, • A fronte di un valore complessivo (base d’asta del tender) a copertura dei canoni variabili per i 5 anni pari a 3,838 € Mln, il concorrente offra un ribasso del 5% (valore offerta concorrente: 3,646 € Mln), Il ribasso complessivo finale offerto dal concorrente (funzionale al calcolo del punteggio economico) sarà pari a [1 - (valore finale offerta concorrente / valore a base d’asta)], ossia: [1 – (32,784 / 36,213)] = 9,47% Si conferma quanto previsto dagli atti di gara. Cordiali saluti.

PI015646-18

Si segnala alla S.A. che: (i) la formula lineare di attribuzione del punteggio economico, basata sulla percentuale di sconto piuttosto che sul valore finale dell’offerta, (ii) la ri-parametrizzazione del punteggio economico a 30 e (iii) l’assenza di ri-parametrizzazione del punteggio tecnico a 70 provocano un forte effetto distorsivo che rende l’attribuzione del punteggio finale fortemente condizionata dall’offerta economica invalidando così il principio di “offerta economicamente più vantaggiosa” e il rapporto 70 qualità / 30 prezzo. Ad esempio, a fronte di 5 punti di distacco guadagnati dal miglior concorrente per la qualità della propria offerta tecnica, una differenza di 3 punti percentuali rispetto al maggior ribasso offerto da altro concorrente (es. 7% vs. 4%), comporterebbe una perdita di 12.9 punti sul punteggio finale, con un netto ribaltamento del punteggio finale a sfavore del concorrente con la miglior offerta qualitativa. Si richiede pertanto alla S.A. di valutare la possibilità di ri-parametrizzare il punteggio economico adottando una formula differente e/o di introdurre una parametrizzazione del punteggio tecnico in modo tale da garantire la coerente distribuzione dei pesi tecnico-eonomici (70/30) e l’aggiudicazione della gara all’offerta effettivamente più vantaggiosa sotto l’aspetto economico.Si conferma quanto previsto dagli atti di gara. Cordiali saluti.

PI015171-18

Capitolato Tecnico – Pag. 24 – Par. 11.2 – Equipaggi e sistemi Con riferimento al requisito "Verricello di soccorso con portata nominale non inferiore a 270 kg lunghezza del cavo non inferiore a 80 m.", si sottolinea che - per la maggioranza dei tipi di elicottero che rispecchiano i requisiti del capitolato - è prevista dal costruttore l'installazione di un solo modello di verricello con capacità nominale pari a 272 kg che, a seguito dell’emissione della AD EASA AD2015-0226R3 (Airworthines Directive, Prescrizione di Aeronavigabilità), vede limitato temporaneamente il carico massimo a 249 kg (550 lb) per operazioni al di sopra dei 0°C e a 227 kg (500 lb) per operazioni al di sotto dei 0°C. Detta AD è stata ammessa nel 2015 (e revisioni successive), tantoché, ad esempio, due tra i principali costruttori di elicotteri ne hanno incorporato le limitazioni direttamente nel Type Certificate (TCDS) degli aeromobili prodotti e certificati a seguito dell'emissione dell'AD stessa. Pertanto, si chiede di confermare la possibilità di presentare tipi di elicottero dotati di verricello elettrico che, sebbene progettato per avere una capacità nominale superiore a 270 kg, ad oggi risulti limitato nella capacità reale in accordo ai contenuti della suddetta prescrizione normativa vigente (AD EASA 2015 - AD2015-0226R3)Si conferma la possibilità di presentare tipi di elicottero dotati di verricello elettrico che, sebbene progettato per avere una capacità nominale superiore a 270 kg, ad oggi risulti limitato nella capacità reale in accordo ai contenuti della suddetta prescrizione normativa vigente (AD EASA 2015 - AD2015-0226R3).

PI015125-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 12 “Sopralluogo”, pag. 24. È prevista l’effettuazione di un sopralluogo obbligatorio. “La mancata allegazione della presa visione dei luoghi oppure del certificato rilasciato dalla stazione appaltante attestante la presa visione dello stato dei luoghi in cui deve essere eseguita la prestazione è sanabile mediante soccorso istruttorio ex art. 83, comma 9, del Codice”. Non è tuttavia specificata la collocazione degli attestati di avvenuto sopralluogo nell’ambito della documentazione di gara, normalmente da inserirsi nella Busta A, insieme alla documentazione amministrativa. Si chiede, pertanto, di voler specificare in quale Busta va inserita la documentazione in questione. Si conferma che l'attestazione dell'avvenuta esecuzione del sopralluogo deve essere inserita nell'ambito della documentazione amministrativa a corredo (Busta Amministrativa). Cardiali saluti.

PI015030-18

Con la presente si richiede di specificare se gli equipaggiamenti ed i sistemi cosi come da articolo 11.2 devono essere tutti presenti ed installati nel computo del peso di missione cosi come richiesto all'articolo 9.1 o se invece si deve predere in considerazione il solo verricello di soccorso cosi come specificato all'articolo 9.1. In aggiunta si richiede di meglio precisare quale profilo di decollo VTOL (classe 1) si deve prendere in considerazione ovvero si deve prendere in considerazione area congestionata o area normale I valori di massa dell’elicottero utilizzati ai fini del computo prestazionale devono essere rappresentativi dello specifico elicottero così come presentato in offerta, comprensivo di dotazioni ed equipaggiamenti richiesti e opzionali, qualora offerti. Le procedure ed i profili di decollo CAT A verticale (Performance Class 1) da adottare sono da riferire a quanto certificato e riportato nel Manuale di Volo dello specifico elicottero in offerta, in raffronto allo stato effettivo dei luoghi per i quali si richiede la verifica di capacità operativa, così come rilevati dal Concorrente nella fase di sopralluogo.

PI015004-18

Capitolato Tecnico – Par. 13.2 Con riferimento al Capitolato Tecnico, paragrafo 13.2, è richiesto un numero minimo di ore volate sulla tipologia di elicottero presentato in offerta per i comandanti (nello specifico, 50 ore). Coerentemente, si chiede di voler indicare il numero minimo di esperienza sull’elicottero offerto anche per i copiloti.Non è richiesto il possesso di un numero minimo di ore/volo di esperienza da parte degli equipaggi di condotta con funzione di copilota sul tipo di elicottero presentato in offerta.

PI015003-18

La tipologia di servizio richiesto prevede anche l’effettuazione di operazioni speciali HHO. Tale attività prevede una specifica approvazione in capo all’operatore (special approval - SPA.HHO), ulteriore alla sola approvazione per operazioni HEMS e per l’ottenimento della quale è necessario rispondere a specifici requisiti addestrativi ed esperienziali. Per “l’operatore al verricello con funzioni di membro di equipaggio tecnico HEMS” è richiesto di comprovare un’esperienza di almeno 50 operazioni con l’utilizzo del verricello. Coerentemente, si chiede quindi di specificare l’esperienza minima in capo al personale pilota (comandanti e copiloti) per la medesima tipologia di operazioni HHO. In aggiunta, considerata l’elevata complessità dell’attività HHO, si chiede anche la possibilità di valutare in maniera migliorativa l’esperienza maturata durante operazioni reali rispetto a quella registrata a fronte di addestramento.Il servizio oggetto di appalto che comprende lo svolgimento di operazioni di volo del tipo HEMS e HHO, deve essere erogato in accordo alle norme nazionali ed internazionali che ne regolano le modalità esecutive. Per quanto concerne i requisiti relativi al personale di condotta impiegato in operazioni HHO, non si ravvede l’esigenza di introdurre requisiti addizionali a quanto già previsto dalle norme di riferimento (in particolare il Regolamento UE 965/2012 – Annex V Part-SPA – Subpart I:Helicopter Hoist Operations).

PI015002-18

Disciplinare di gara – Par. 17 Con riferimento al Disciplinare tecnico, capitolo 17 “Offerta tecnica – contenuto”, viene richiesta la produzione della documentazione tecnica in lingua italiana. Sono previste esclusioni in relazione a certificazioni di qualità e letteratura scientifica. Considerando che la normativa di riferimento (ORO.MLR.100) fornisce precisi dettami circa la compilazione dei manuali operativi in lingua inglese e che il manuale di volo dell’elicottero è redatto in lingua inglese, si chiede di voler autorizzare la fornitura anche di questo materiale in lingua inglese. Vedere la risposta al quesito PI014715-18.

PI015001-18

Capitolato Tecnico – Par. 9.1 Con riferimento al Capitolato Tecnico, paragrafo 9.1, sono elencate le condizioni generali di missione da considerare per verificare la rispondenza degli elicotteri offerti ai requisiti di gara. Si chiede conferma che, nel caso di elicotteri già immatricolati, i pesi di riferimento debbano essere estratti direttamente dalla documentazione specifica dell’elicottero in offerta. Si chiede altresì conferma che eventuali modifiche analitiche della configurazione debbano essere comprovate da espliciti riferimenti al manuale di volo. Si conferma che i valori di massa degli elicotteri per il computo prestazionale devono essere riferiti alla specifica documentazione tecnica afferente agli specifici elicotteri presentati in offerta.

PI015000-18

Disciplinare di gara – Pag. 44 – Par. 17 punto 3 Con riferimento al Disciplinare tecnico, capitolo 17 “Offerta tecnica – contenuto” paragrafo 3, vengono elencati i requisiti relativi al numero di piloti e tecnici di manutenzione da proporre per la gara in oggetto. Sulla base dell’esperienza maturata, si ritiene che il numero minimo di piloti e tecnici richiesti sia insufficiente a garantire il regolare svolgimento del servizio. Si suggerisce, quindi, richiedere almeno 6 comandanti e 6 copiloti per le basi H24 e 4 comandanti per le basi HJ.Si conferma quanto riportato nel Disciplinare tecnico, capitolo 17 “Offerta tecnica – contenuto” paragrafo 3. Al fine di garantire la massima partecipazione, la S.A. ha specificato il numero minimo che ritiene congruo alla copertura del servizio, ma sarà poi onere del concorrente dimostrare, mediante il relativo schema di impiego, la copertura del servizio stesso nel rispetto dei limiti previsti dalla normativa di riferimento. In caso in cui il concorrente non ritenga di predisporre adeguato schema con i numeri indicati, può incrementare il numero come richiesto senza che ciò arrechi lesione della par condicio in sede di attribuzione di punteggio in quanto sia lo schema di impiego che i requisiti del personale sono intesi quali requisiti minimi del servizio e non attributivi di punteggio.

PI014999-18

Capitolato Tecnico – Pag. 10 – Par. 2.2 Con rif. al capitolo 2.2 del capitolato tecnico, e alla luce del sopralluogo effettuato in data 5/12/18, si prega precisare in cosa si sostanzi (in termini di spazi, infrastrutture e servizi) la “disponibilità della base HEMS” di Salerno.Si fa riferimento al sopralluogo effettuato presso la base in occasione del quale si è presa visione della struttura e degli spazi annessi.

PI014998-18

Si prega confermare che l'hangar della base di Salerno sarà messo a disposizione dalla Stazione Appaltante e che i relativi oneri di locazione saranno da quest'ultima sopportati. Nel caso in cui gli oneri di locazione dovessero invece essere a carico della Ditta Aggiudicataria, si prega indicarne il relativo valoreL’Hangar della base di Pontecagnano, sarà reso disponibile dall'attuale Operatore. A titolo puramente indicativo, si indicano i costi attuali: il costo annuo di locazione dell'area occupata per il servizio HEMS è pari a circa 10.000 €. Il valore dell'hangar è di circa 80.000 euro. Entrambi i costi sono inclusi nel valore stimato a base d’asta.

PI014996-18

Capitolato Tecnico – Pag. 18 – Par. 6.2 Si prega confermare che l'attività di volo relativa al riposizionamento dell'elicottero per esigenze di rifornimento carburante sarà a carico della Stazione AppaltanteTale attività non risulta tra quelle riportate nel citato articolo del capitolato (art. 6.2), per le quali gli oneri sono da ritenere a carico dell’Appaltatore.

PI014995-18

Capitolato Tecnico – Pag. 22 - Par. 8 Si prega precisare se il protocollo operativo per la pulizia e la disinfezione degli elicotteri assegnati al servizio che si andrà a definire con la S.A. debba prevedere specifica certificazione delle stesse attività di pulizia e disinfezione La pulizia, nonché la sanificazione degli elicotteri, compreso lo smaltimento dei rifiuti, incluso quelli ospedalieri trattati derivanti da attività di soccorso svolta ed ogni altra attività prevista dalla normativa in materia è a totale carico e responsabilità della ditta aggiudicataria.

PI014988-18

Il disciplinare di gara non fa riferimento a nessuna modalità di revisione degli importi contrattuali in corso di erogazione del servizio . In conformità all'articolo 106 comma 1 del decreto lgs 50/2016 si prevede che le clausole di revisione siano chiare, precise ed inequivocabili e trascritte all'interno dei documenti di gara . Pertanto essendo in presenza di un appalto di servizi pluriennale tipicamente assoggettato alla potenziale revisione degli importi si richiede di inserire detta clausola con le modalità che la S.A intnederà applicare in vigenza contrattuale per le revisioni degli importi di gara offerti Si conferma quanto previsto negli atti di gara.

PI014987-18

All articolo 14 del capitolato tecnico di gara si fa riferimento agli oneri a carico della D.A ovvero : Tutti gli oneri relativi: a. alla gestione e manutenzione ordinaria dell’elisuperficie esistente presso la Base HEMS di Napoli, con estensione alla Base HEMS di Salerno nel caso di riposizionamento presso altra area, nonché gli oneri derivanti dall’adeguamento delle infrastrutture aeronautiche ai requisiti normativi in conseguenza dell’applicazione del Regolamento ENAC sulla Costruzione ed esercizio degli eliporti Siprega di meglio precisare cosa si intende per gestione dell'elisuperifice ovvero se si intende la nomina di un gestore secondo quanto previsto dalle norme ENAC o se questo sarà svolto dalla S.A. In aggiunta si chiede di meglio precisare cosa si intende per oneri dervanti dall'adeguamento delle infrastrutture aeronautiche ai requisiti normativi..... In quanto il regolamento ENAC per la costruzne ed esercizio degli eliporti è già in vigore e che all'articolo 2.2 del capitolato tecnico è prescritto che la S.A metta a disposizione delle D.A due basi HEMS nel rispetto delle normative vigenti . Pertanto si richiede di riviedere l'articolo 14 in quanto esso specifica gli oneri a carico della D.A.Il gestore dell’elisuperficie di Pontecagnano è nominato dall’Enac secondo quanto previsto dalla rispettiva normativa. La base è dotata delle infrastrutture necessarie ad ospitare il servizio oggetto della presente procedura. E’ a carico della ditta aggiudicataria l’ordinaria manutenzione degli alloggi e dei relativi impianti, compreso il ricambio dei suppellettili e di qualsivoglia dotazione soggetta ad usura e/o consumo.

PI014986-18

All articolo 3 del capitolato tecnico di gara si fa riferimento alla normativa tecnica di riferimento e nello specifico : -Regolamento Enac Disciplina generale della protezione antincendio per gli Aeroporti di aviazione generale e le Aviosuperfici Ed. 1 del 2 febbraio 2011; - Decreto 6 agosto 2014 Ministero dell'Interno (G.U. 20 agosto 2014, n. 192) “Disposizioni sul servizio di salvataggio e antincendio negli aeroporti ove tale servizio non è assicurato dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco e negli eliporti e sul presidio di primo intervento di soccorso e lotta antincendio negli aeroporti di aviazione generale, nelle aviosuperfici e nelle elisuperfici”; La sopra riportata normativa fa riferimento a servizi antincendio, all'iterno del capitolato tecnico di gara non vi è alcun riferimento a questo tipologia di servizio se esso sia richiesto o meno alla D.A. pertanto si richiede di confermare che detto servizio non è parte delle procedura di gara e che pertanto si richiede la cancellazione dei riferimenti normativi elencati all'articolo 3 Il servizio antincendio, per le basi di Napoli e Pontecagnano, non è oggetto della presente procedura.

PI014983-18

All articolo 12.4 Rifornimento Carburante del capitolato tecnico di gara è richiesto che La D.A. deve provvedere a proprie spese all'acquisto ed al trasporto del combustibile per gli elicotteri, garantendo un servizio di rifornimento su ciascuna Base (Napoli e Salerno), mediante apposito impianto di stoccaggio del carburante con capienza minima di 5000 litri; Allo stato attuale in seguito al sopraluogo avvenuto è emerso che la base di Napoli Cardarelli è sprovvista di un impianto carburante condizione essenziale per essere riconosciuta base HEMS a norma di legge cosi come previsto dall'articolo 2.2 in cui è previsto che la S.A. mette a disposizione entrambe le basi operative HEMS utilizzate per il Servizio di Elisoccorso, nel rispetto delle normative vigenti. Pertanto si richiede di confermare che sarà cura della D.A la fornitura ed il trasporto del combustibile per gli elicotteri ma la S.A metterà a disposizione quanto necessario entrambe le basi in conformità alle normative vigenti. In quanto trattasi di aree di proprietà pubblica e all'interno di aree ove un operatore non può richiedere autorizzazioni o concessioni a nome proprio . Gli oneri relativi all’approvvigionamento, gestione e stoccaggio del carburante necessario al rifornimento degli elicotteri assegnati al servizio oggetto di appalto presso le basi HEMS, sono da ritenersi a carico dell’Appaltatore; l’iter autorizzativo per la predisposizione di impianti fissi o mobili di rifornimento carburante devono essere definiti di concerto con i Titolari delle aree presso le quali si prevede di ubicare gli impianti.

PI014982-18

In riferimento Quesito PI014234-18 e alla Risposta PI014416-18 si intende precisare quanto segue : 1) L'operational manual è un documento scientifico in quanto depositato presso autorità competente e pertanto verificabile nonchè consultabile attraverso richiesta formale . 2) L'operational manual analogalemente ai Flight Manual sono tutti redatti in solo lingua inglese ed approvati dall'autorità competente in lingua inglese in qualità di lingua universale per il settore aeronautico pertanto la sua traduzione in lingua differente cosi come concesso per la presentazione degli estratti del flight manual non risulta essere necesssaria per la sua comprensione . 3) L'operational manual è disponbile sia per organismi nazionali che internazionali e viene redatto in una sola lingua inglese anche al fine di una sua corretta interpretazione a livello comunitario in virtù di quanto sopra riportato ed non essendo previsti valutazioni per questo documento specifico ma bensi solo a verifica di eventuale documentazione presente in sede di offerta si richiede la sua presentazione in lingua originale facendo riferimento alla sola relazione redatta in lingua italiana. Per quanto concerne la documentazione aeronautica menzionata (Manuale di volo e Manuale Operativo) si ritiene accettabile la presentazione in lingua inglese.

PI014944-18

Quesito 9 Relativamente i requisiti del personale al punto 13. di pagina 29 viene riportato: Sono stabiliti i requisiti minimi dei piloti e dei tecnici di manutenzione Certifying Staff di seguito riportati, fermo restando il possesso delle abilitazioni in corso di validità necessarie al corretto espletamento delle missioni e del tipo di volo o delle manutenzioni richieste, come da normativa vigente. I requisiti per il pilota comandante e copilota sono riportati a pag. 30 del Capitolato Si chiede di: 1. Confermare che sia il pilota che il copilota devono possedere il Typer Rating, sull’elicottero offerto in gara, al momento della presentazione delle offerte; 2. Confermare che il pilota ed il copilota devono possedere l’abilitazione IR sul tipo di elicottero offerto in gara al momento della presentazione dell’offerta.Il possesso di “abilitazione sul tipo di elicottero in offerta” e Instrument Rating (IR) risulta applicabile agli equipaggi di condotta per la sola funzione di comandante.

PI014943-18

Quesito 8 La denominazione della gara riporta come oggetto: “PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI SOCCORSO CON ELICOTTERO IDONEO AD ESEGUIRE OPERAZIONI HEMS, HSAR, HAA E HHO A SUPPORTO DEL SERVIZIO MEDICO D’EMERGENZA PER IL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA – CIG 7691982858”. Si evidenzia quindi la presenza di missioni HHO ovvero “un volo effettuato con elicottero con approvazione HHO, il cui scopo è rendere possibile il trasferimento di persone tramite l’uso del verricello” (vedasi definizione pag. 5 del Capitolato). Al Cap. “13.2 Requisiti del Personale” pag. 31 “Operatore Al Verricello con funzioni di membro di equipaggio HEMS” viene richiesta “comprovata esperienza di almeno 50 operazioni con l’utilizzo del verricello”. Al contrario per il pilota, responsabile della sicurezza del volo, non è richiesta alcuna esperienza. Nel Capitolato del 2015 all’Allegato B1, scheda requisiti minimi, punto RM.PE.5 veniva richiesta una esperienza di almeno 50 operazioni al verricello in missioni HEMS reali o simulate negli ultimi 3 anni anche per il pilota comandante. Si tenga tra l’altro presente che il Regolamento Europeo 965/2012 SPA.HHO.130 Crew requirements for HHO richiede come obbligatori per operazioni onshore punto (2)(iii) 50 hoist cycles in linea con quanto esplicitato nel precedente capitolato, di cui (vedasi al punto (d) dello stesso regolamento) almeno 3 giorni di cicli al verricello negli ultimi 90 giorni quando si opera di giorno. Considerata l’importanza delle missioni HHO, evidenziata fin dall’oggetto del Capitolato di Gara, si chiede di confermare che la mancata richiesta dell’esperienza è da considerarsi una svista, che l’esperienza ai voli con verricello per il pilota è requisito mandatario, che va dimostrato in offerta, e di specificare in tal caso l’esperienza minima. In caso contrario, si chiede la logica per cui un’operazione essenziale ed impegnativa come quella HHO non è verificata tra i requisiti minimi del pilota al contrario della gara precedente.Il servizio oggetto di appalto che comprende lo svolgimento di operazioni di volo del tipo HEMS e HHO, deve essere erogato in accordo alle norme nazionali ed internazionali che ne regolano le modalità esecutive. Per quanto concerne i requisiti relativi al personale di condotta impiegato in operazioni HHO, non si ravvede l’esigenza di introdurre requisiti addizionali a quanto già previsto dalle norme di riferimento (in particolare il Regolamento UE 965/2012 – Annex V Part-SPA – Subpart I: Helicopter Hoist Operations).

PI014942-18

Quesito 7 Per il calcolo delle prestazioni di Categoria A (VTOL) viene richiesto quanto segue: 9.1. BASE DI NAPOLI E DI SALERNO Profilo di missione di soccorso primario L’elicottero, nella configurazione di offerta (comprendente l’installazione del verricello di soccorso), deve essere in grado di decollare nelle condizioni generali di missione sopra descritte in Prestazioni Classe 1 – Procedura Categoria A (VTOL) al livello del mare. 11.1. CARATTERISTICHE GENERALI Gli elicotteri in offerta devono essere in grado di garantire prestazioni in Classe 1 compatibili con lo stato dei luoghi per ciascuna delle elisuperfici della rete di destinazioni, così come definita in ALLEGATO A, nel rispetto del peso in configurazione operativa, approvata dalla competente Autorità aeronautica, per i profili di missione descritti al precedente paragrafo 9. Le previsioni del Capitolato richiedono la verifica delle prestazioni in Classe 1 per gli elicotteri offerti. Tali prestazioni devono essere garantite al livello del mare e da tutte le elisuperfici della Regione riportate nell’Allegato A. Si fa notare che le due basi HEMS indicate non sono a livello del mare. In particolare la base di Napoli, con operatività notturna H24, è ad una quota di 700 ft. Tale quota può influire notevolmente sulle prestazioni in Classe 1 degli elicotteri. La gara pubblicata nel 2015 e poi cancellata prevedeva correttamente l’obbligo per gli elicotteri presentati di garantire prestazioni in classe 1 dalle due basi operative (Allegato B1 Scheda Requisiti Minimi punto RM.PR.1). 1. Confermate che le prestazioni di Categoria A (VTOL) devono essere verificate alle quote delle basi operative e non dal livello del mare sia per missioni primarie che secondarie (paziente a bordo)? Inoltre le piazzole identificate all’Allegato A, siano esse elisuperfici destinate all’attività HEMS a servizio di comunità isolate o di strutture ospedaliere (spoke), o Siti operativi pre-surveyed, hanno quote notevolmente più alte rispetto al livello del mare. Tali elisuperfici sono per esempio, citando solo quelle superiori a 450 m, Ariano Irpino (AV), Battipaglia, Pontelandolfo (BN), San Angelo dei Lombardi (AV), San Bartolomeo in Galdo, San Giorgio La Molara (BN), Sorrento Letore. 2. Confermate che le Ditte Partecipanti dovranno dimostrare la capacità degli elicotteri di decollo in Classe 1 da tutte le elisuperfici della Regione, come richiesto al Capitolato (identificate all’Allegato 1), includendo il paziente per le missioni secondarie? Infine si nota che l’allegato B1 Requisiti a punteggio riporta al punto RP.EL-NA.13 e al punto RP.EL-SA.13 la previsione di assegnazione di punteggio di qualità per gli elicotteri in grado di offrire prestazioni migliori rispetto al minimo richiesto dal Capitolato (Classe 1 a livello del mare, non in linea con le reali quote delle basi operative). Tale punteggio viene assegnato in modo discrezionale dalla commissione. Si chiede di confermare l’intenzione di valutare un requisito puramente numerico in modo qualitativo. In caso di conferma, si chiede di esplicitare dettagliatamente gli elementi di valutazione qualitativi e i criteri motivazionali a cui si atterrà la commissione per la valutazione delle offerte, ora mancanti. Tutto questo al fine di permettere ai concorrenti di presentare una proposta consapevole.Gli elicotteri in offerta, certificato in accordo ai requisiti prestazionali “CAT A”, in fase di esecuzione del servizio, devono essere in grado di garantire prestazioni in Classe 1 compatibili con lo stato dei luoghi per ciascuna delle elisuperfici della rete di destinazioni di interesse del committente; questa condizione è stata posta a tutela della sicurezza delle operazioni condotte. Gli scenari-tipo individuati nel capitolato intendono rappresentare in sintesi le condizioni di prestazioni attese dagli elicotteri assegnati al servizio ma, in nessun caso, questi scenari sono da assumere quale limite operativo pre-definito del servizio in esecuzione, in quanto quest’ultimo deve per ciascun specifico volo essere verificato dal comandante dell’aeromobile in raffronto alle prestazioni certificate e riportate nei manuali di riferimento approvate dalla competente Autorità Aeronautica.

PI014941-18

Quesito 6 9.1. BASE DI NAPOLI E DI SALERNO Condizioni generali di missione (comprendente l’installazione del verricello di soccorso) b) Persone a bordo: equipaggio di volo (peso per pilota 85kg), membro di equipaggio tecnico HEMS (peso 85 kg), un medico (peso 90 kg), un infermiere (peso 90 kg), un Tecnico di Elisoccorso (CNSAS – SASC - peso 90 kg); Il “Regolamento (EU) 965/2012 on air operations Annex IV – Part-CAT” prevede alla Tabella 2 della “AMC1 CAT.POL.MAB.100(e) Mass and balance, loading” pesi diversi per i passeggeri rispetto a quelli indicati, soprattutto se si considera che la configurazione di sedili minima richiesta al capitolo 11.2 è pari a tre (o due con barella secondaria installata). Con numero di sedili passeggeri tra 1 e 5 la norma richiede di considerare per gli uomini un peso di 104 kg e per le donne un peso di 83 kg. Anche considerando un valore medio tra i valori precedenti, il peso minimo da considerare per i passeggeri sarebbe di 93,5 kg. Confermate quindi che i pesi dei passeggeri a bordo richiesti al capitolo 9.1 (un medico, un infermiere, un Tecnico di Elisoccorso) dovranno essere pari a quanto richiesto dalla normativa Europea e quindi 104 kg considerando la condizione più gravosa? Qualora siano confermati i pesi indicati nel Capitolato (90 kg), confermate che se gli elicotteri presentati siano rispondenti alle prestazioni minime obbligatorie da Capitolato ma non siano in grado di rispondere ai medesimi profili di missione con pesi operativi reali del personale imbarcato e in linea con quanto richiesto dalla norma, nulla sarà imputabile alla Ditta Aggiudicataria per il mancato servizio e che in tal caso la Stazione Appaltante si assume la responsabilità di tale scelta?Si conferma quanto prescritto dal capitolato con la precisazione che il personale sanitario deve essere equiparato ai “passeggeri” quindi con peso di 90Kg e non ai flight crew/tecnica members (per cui dalla norma è previsto il peso di 85Kg). Occorre far riferimento al capitolato par. 9. Il valore di massa indicato nel capitolato (85 Kg e 90 Kg) è da ritenersi coerente con le norme di riferimento ed in particolare: 1. Per gli equipaggi di condotta, il regolamento UE 965/2012 AMC2 CAT. POL.MAB.100(d)(a)(2). 2. Per i passeggeri, il Regolamento UE 965/2012 AMC1CAT:POL:MAB:100(e)(c)(table 2).

PI014940-18

Quesito 5 Per la verifica delle prestazioni il Capitolato Tecnico riporta: “Cap 9.1. BASE DI NAPOLI E DI SALERNO Condizioni generali di missione (comprendente l’installazione del verricello di soccorso) b) Persone a bordo: equipaggio di volo (peso per pilota 85kg), membro di equipaggio tecnico HEMS (peso 85 kg), un medico (peso 90 kg), un infermiere (peso 90 kg), un Tecnico di Elisoccorso (CNSAS – SASC - peso 90 kg); “ Nei punti successive la composizione dell’equipaggio di condotta sembra invece variare rispetto a quanto richiesto al punto precedente. Ovvero: “11.2. CARATTERISTICHE DOTAZIONI EQUIPAGGIAMENTI E SISTEMI Caratteristiche Oltre la configurazione per equipaggio di due piloti (o un Comandante ed un membro di equipaggio tecnico HEMS/operatore al verricello)” e “13.1. EQUIPAGGIO DI MISSIONE L’equipaggio di missione è così costituito: ? equipaggio di condotta; ? membro d’equipaggio HEMS; ? personale sanitario; e, per le missioni con previsione dell’uso del verricello: ? operatore al verricello di soccorso. ? esperto di elisoccorso (appartenente al Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico); Nota: la funzione di membro di equipaggio tecnico HEMS è compatibile e cumulabile con il ruolo di co-pilota e/o di operatore al verricello. Equipaggio di condotta L’equipaggio di condotta, assegnato al servizio dalla D.A., non deve essere inferiore ai seguenti requisiti minimi: - Elicottero certificato (riferimento al Certificato di Tipo – TCDS) per il trasporto fino a 9 passeggeri: a). di giorno, volo condotto in VFR: 1 Pilota Comandante; b). di notte, e volo condotto in IFR: 2 piloti (Comandante e Co-pilota). - Elicottero certificato (riferimento al Certificato di Tipo – TCDS) per il trasporto di oltre 9 passeggeri: a). In ogni condizione di volo: 2 Piloti (Comandante e Co-pilota).” Si chiede di confermare che: 1. Base di Napoli: per i calcoli prestazionali è necessario considerare: un pilota, un copilota, un membro HHO, un medico, un infermiere, un Tecnico di Elisoccorso (CNSAS – SASC) oltre al paziente nel caso di missioni di soccorso secondario. 2. Base di Salerno: di confermare che a fronte della presentazione di un elicottero certificato (riferimento al Certificato di Tipo – TCDS) per il trasporto di oltre 9 passeggeri, per i calcoli prestazionali è necessario considerare: un pilota, un copilota, un membro HHO, un medico, un infermiere, un Tecnico di Elisoccorso (CNSAS – SASC) oltre al paziente nel caso di missioni di soccorso secondario. 3. Laddove prevista la presenza del copilota, le Ditte Concorrenti che non prevedono la cumulabilità di funzione tra copilota e verricellista debbano considerare il tecnico HHO (verricellista) sempre a bordo per la verifica delle capacità prestazionali degli elicotteri (6 persone escluso il paziente). Nel caso la Ditta Concorrente preveda la cumulabilità di funzione tra copilota e verricellista, si chiede di confermare che la Ditta Concorrente debba dimostrare le abilitazioni del copilota quale verricellista e il relativo Schema d’Impiego al momento della presentazione delle offerte.Si conferma quanto indicato al par. 9.1 precisando che il personale sanitario deve essere equiparato ai “passeggeri” (con peso 90 Kg). 1. Base di Napoli. Nel caso di missioni secondarie (con ipotesi di paziente già a bordo), non è la richiesta la presenza del tecnico di elisoccorso (CNSAS); l’equipaggio di condotta è composto da comandante e copilota. 2. Base di Salerno. La composizione dell’equipaggio di condotta è conseguente le caratteristiche certificate del tipo di elicottero presentato in offerta in raffronto ai requisiti del capitolato /riferimento al certificato di Tipo – TCDS per il trasporto del numero massimo di passeggeri). 3. Non è ritenuta accettabile la cumulabilità dei ruoli del Copilota e Operatore al verricello (HHO).

PI014939-18

Quesito 4 Cap 11.1 Caratteristiche Generali ” Gli elicotteri da destinare al servizio devono essere del tipo plurimotore a turbina, di produzione recente, con avionica di ultima generazione, in possesso di certificazione in Categoria A in accordo alle norme aeronautiche JAR 29, o EASA CS 29, o FAR PART 29” Si chiede di confermare che l’aeromobile e tutti i suoi opzionali presentati in offerta, debbano essere certificati EASA al momento della presentazione dell’offerta.I criteri di certificazione degli aeromobili in offerta sono chiaramente esplicitati nel Capitolato tecnico; per quanto concerne gli equipaggiamenti e dotazioni richieste e opzionali, si fa riferimento alle norme aeronautiche europee (in particolare EASA Part 21) di riferimento per i prodotti aeronautici.

PI014938-18

Quesito 3 Cap 11.2 “CARATTERISTICHE DOTAZIONI EQUIPAGGIAMENTI E SISTEMI” - pag. 24 “Equipaggiamenti e sistemi” punto elenco n. 5. “Predisposizioni galleggianti di emergenza” Il Capitolato richiede la presenza a bordo dei battellini, mentre prevede la sola predisposizione per i galleggianti di emergenza. La gara del 2015 richiedeva l’installazione completa dei galleggianti per la base di Napoli considerata la necessità di continuità territoriale con le isole. Risulta un’incongruenza avere a bordo i battellini ma essere privi dei galleggianti. Confermate quindi che per i galleggianti di emergenza è necessaria l’installazione completa del sistema e che quindi vanno considerati nel calcolo delle prestazioni insieme ai battellini di emergenza? In caso contrario, qualora il mezzo risponda ai requisiti minimi del Capitolato ma non sia in grado di garantire le prestazioni minime richieste con i galleggianti installati, confermate che nulla sarà imputabile alla Ditta Aggiudicataria per il mancato servizio e che in tal caso la Stazione Appaltante si assume la responsabilità di tale scelta? Essendo l’installazione dei galleggianti una opzione contemplabile, si chiede di confermare che i tempi di installazione non costituiscono elemento di interesse per la stazione appaltante e che anche l’eventuale fermo macchina di un giorno, per consentirne l’installazione, non comporterà alcuna penale da parte della Stazione Appaltante nei confronti della Ditta Aggiudicataria?Il Capitolato tecnico non prevede che gli elicotteri siano permanentemente allestiti con sistema galleggianti di emergenza installato. Si precisa e conferma che gli elicotteri in offerta devono essere configurati con la sola predisposizione galleggianti di emergenza e che, conseguentemente, il battellino va inteso a bordo solo in caso di galleggianti effettivamente installati. Il battellino, nonché la parte rimovibile dei galleggianti, devono essere disponibili presso la base HEMS. I tempi di installazione non sono oggetto di valutazione in fase di offerta, né in esecuzione di contratto; tuttavia si ritiene lecito che la Stazione Appaltante possa eseguire verifiche nel caso di ritardato impiego dell’elicottero dovuto al protrarsi delle operazioni di installazione del sistema galleggiante di emergenza.

PI014937-18

Quesito 2 La denominazione della gara riporta come oggetto: “PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI SOCCORSO CON ELICOTTERO IDONEO AD ESEGUIRE OPERAZIONI HEMS, HSAR, HAA E HHO A SUPPORTO DEL SERVIZIO MEDICO D’EMERGENZA PER IL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA – CIG 7691982858”. Si evidenzia quindi la presenza di missioni HHO ovvero “un volo effettuato con elicottero con approvazione HHO, il cui scopo è rendere possibile il trasferimento di persone tramite l’uso del verricello” (vedasi definizione pag. 5 del Capitolato). Tale tipologia di missione è più volte richiamata nel Capitolato Tecnico e nel Disciplinare. Viene inoltre richiesta l’installazione fissa, a bordo di entrambi gli elicotteri, del verricello e la disponibilità sempre a bordo di un verricellista. Le operazioni HHO sono effettuate con elicottero in “hovering” cioè in Volo stazionario Fuori Effetto Suolo. Il Capitolato però non richiede una prestazione minima per il Volo stazionario. Tra i possibili esiti di gara quindi, mancando qualsiasi tipo di verifica relativa il volo stazionario nelle diverse condizioni di temperatura, quota e vento, vi è quello che la gara venga assegnata ad Operatore con elicotteri privi delle necessarie prestazioni a svolgere le missioni oggetto della gara. Si fa notare che la pubblicazione della gara del 2015 prevedeva invece molto chiaramente questa prestazione: Allegato 1 Scheda requisiti minimi RM.PR.1 “Volo Stazionario Fuori Effetto Suolo (HOGE): Capacità di mantenere un volo stazionario fuori effetto suolo alla potenza massima al decollo ad una quota di volo di 6500 ft dopo aver consumato 15 minuti di combustibile ed aver imbarcato il paziente”. Prestazione di cui veniva chiesta la dimostrazione, anche in questo caso, in condizioni di temperatura ISA+20°C. Confermate che qualora gli elicotteri presentati, se pure in linea con i requisiti minimi del Capitolato ma non in grado di svolgere missioni HHO su tutta la Regione Campania, per mancata verifica da parte della SA di tale prestazione, nulla sarà imputabile alla Ditta Aggiudicataria per il mancato servizio e che in tal caso la Stazione Appaltante si assume la responsabilità di tale scelta?Si precisa che, affinché un pilota comandante possa condurre operazione HHO, la normativa di riferimento (SPA.HHO.130(b)) prevede quale requisito mandatorio ed inderogabile 50 cicli di verricello, rispettivamente onshore o offshore, a seconda della tipologia delle attività svolte. Pertanto, la Stazione Appaltante non ha inteso specificare requisiti più restrittivi in tal senso, ritenendo sufficiente l’esperienza prescritta dalla normativa di settore. In nessun caso, la condizione deve essere interpretata quale limite operativo pre-definito del servizio in esecuzione, in quanto quest’ultimo (il limite operativo) deve per ciascuno specifico volo essere verificato dal comandante dell’aeromobile in raffronto alle prestazioni certificate e riportate nei manuali di riferimento approvati dalla competente Autorità Aeronautica.

PI014936-18

Quesito 1 Cap 9.1 “Basi di Napoli e Salerno”, condizioni generali di missione lettera a) in riferimento alla temperatura ISA+15°C richiesta per il calcolo delle prestazioni. Le condizioni generali di missione fanno riferimento a condizioni di temperatura fino a ISA+15°C (30°C a livello del mare in atmosfera standard) non in linea, a nostro avviso, con le reali temperature della Regione soprattutto nel periodo estivo. Si consideri che le temperature massime raggiunte mediamente negli ultimi 10 anni sono in genere superiori a ISA+15°C (vedasi dati ufficiali dell’Aeronautica Militare, inviati tramite PEC, relativi le stazioni meteorologiche di Napoli Capodichino, Trevico, Capo Palinuro e Capri). I dati dell’Aeronautica riportano evidenza del fatto che negli ultimi 10 anni la temperatura massima giornaliera ha superato il valore di ISA+15°C mediamente per 59 giorni. A titolo di esempio l’Isola di Capri, per la quale è richiesta continuità territoriale con il continente, supera la temperatura di ISA+15 °C mediamente per il 70% delle giornate estive. Ciò nonostante la SA richiede valutazioni “fino a” ISA+15 °C come a indicare che le missioni eccedenti tale temperatura possano essere annullate qualora i mezzi rispondano ai requisiti minimi di capitolato ma non a quelli reali della Regione, il tutto nel momento di maggior incremento di popolazione, per afflusso turistico, sul territorio Campano ovvero il periodo estivo. Si riscontra dunque una grande disparità tra i requisiti minimi del Capitolato e quelle che sono le reali condizioni nelle quali gli elicotteri saranno chiamati ad operare. Questo può portare a cancellazioni di missioni a causa di prestazioni degli elicotteri insufficienti e non verificate in sede di gara. Si fa notare inoltre che la pubblicazione della gara del 2015, poi cancellata, prevedeva la verifica delle prestazioni minime in condizioni di temperatura ISA+20°C, temperatura più in linea con quelle rilevate dalle stazioni meteorologiche dell’Aeronautica Militare (cfr. Capitolato – ripubblicazione del 18-01-2015 - 10.4. CARATTERISTICHE TECNICHE E PRESTAZIONI MINIME – Prestazioni pag. 23 e Allegato B1 requisito RM.PR.3). Confermate che qualora gli elicotteri presentati rispondano ai requisiti di missione a ISA+15°C obbligatori da Capitolato ma non siano in grado di rispondere ai medesimi profili di missioni a temperature più elevate, tipiche della Regione, nulla sarà imputabile alla Ditta Aggiudicataria per il mancato servizio e che in tal caso la Stazione Appaltante si assume la responsabilità di tale scelta? Si ritiene che il valore di temperatura indicato per l’analisi prestazionale sia sufficientemente rappresentativo delle condizioni ambientali medie dell’area, con l’obiettivo di verificare che la capacità operativa in offerta all’atto della partecipazione alla gara sia compatibile con la prestazione attesa dal servizio. Si ritiene altresì che, in nessun caso, la condizione deve essere interpretata quale limite operativo pre-definito del servizio in esecuzione, in quanto quest’ultimo (il limite operativo) deve, per ciascuno specifico volo, essere verificato dal comandante dell’aeromobile in raffronto alle prestazioni certificate e riportate nei manuali di riferimento approvati dalla competente Autorità Aeronautica.

PI014918-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 11 “Garanzia provvisoria”, pagg. 20 - 23. È prevista la presentazione di una fidejussione provvisoria, riportante importi e contenuti così come descritto nell’articolo suindicato. Manca, tuttavia, la precisazione del soggetto beneficiario della stessa. Si chiede, pertanto, di voler specificare il soggetto beneficiario della fidejussione provvisoria, indicandone la denominazione esatta ed i relativi dettagli da riportare nel corpo della fidejussione stessa. La garanzia provvisoria è rilasciata a beneficio della Stazione Appaltante (So.Re.Sa. Spa). La fideiussione ha come descrizione il cig della gara accompagnato da una descrizione breve (SERVIZIO DI SOCCORSO CON ELICOTTERO PER LA REGIONE CAMPANIA). Cordiali saluti

PI014877-18

DISCIPLINARE DI GARA – ART. 14 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA Disciplinare e Bando di Gara indicano nelle ore 12:00 del giorno 20/12/2018, a pena di esclusione, il termine perentorio per la presentazione dell’offerta. Si chiede di verificare, essendo stato il Bando di Gara pubblicato in Gazzetta Europea solo il 17/11/2018, se i giorni che intercorrono tra la pubblicazione ed il termine ultimo per la presentazione delle offerte (33 giorni) siano conferenti con quanto previsto dalla normativa vigente in materia di procedure aperte. Ai sensi dell'art. 60 del Codice, i termini decorrono dalla trasmissione del bando (e non dalla pubblicazione). Si tenga inoltre presente di quanto previsto dal comma 2-bis. Cordiali saluti.

PI014876-18

DISCIPLINARE DI GARA – ART 8.1 REQUISITI DI IDONEITÀ Il Disciplinare richiede in capo all’OE offerente il possesso del Certificato di Approvazione in accordo al regolamento UE 1321/2014 (Part 145), in corso di validità, quale ditta di manutenzione. Ai fini del soddisfacimento di tale requisito di idoneità, si chiede di confermare, come avviene normalmente nelle procedure di gara per servizi elicotteristici, che tale requisito possa essere soddisfatto mediante il deposito in sede di offerta della copia conforme del contratto di manutenzione già in essere con una ditta di manutenzione approvata Part 145 debitamente validato da ENAC, e del Certificato di Approvazione detenuto da tale ditta, ciò anche a mente di quanto previsto dal punto 3 lett. c-bis) dell'art. 105 del D.Lgs. 50/2016, disposizione introdotta dal D.Lgs. 56/2017 in vigore dal 20-5-2017, che recita: "le seguenti categorie di forniture o servizi, per le loro specificità, non si configurano come attività affidate in subappalto: a) omissis; b) omissis; c) omissis; c-bis) le prestazioni rese in favore dei soggetti affidatari in forza di contratti continuativi di cooperazione, servizio e/o fornitura sottoscritti in epoca anteriore alla indizione della procedura finalizzata alla aggiudicazione dell'appalto. I relativi contratti sono depositati alla stazione appaltante prima o contestualmente alla sottoscrizione del contratto di appalto. Come riportato al par. 12 del Capitolato tecnico, le attività di manutenzione degli elicotteri "devono essere gestite dalla D.A. stessa, se questa possiede i requisiti certificativi necessari, ovvero da ditta esterna approvata e rispondente alle prescrizioni EASA Annesso II parte 145, con la quale sia stato stipulato un contratto di manutenzione approvato". Il possesso del requisito di cui al par. 8.1, punto E, del Disciplinare di gara attiene all'ipotesi di esecuzione dell’attività di manutenzione da parte della stessa ditta aggiudicataria. Nel caso di affidamento di tale attività ad altro soggetto è necessario produrre il relativo contratto approvato oltre che il certificato di approvazione. Cordiali saluti.

PI014875-18

CAPITOLATO TECNICO – ART. 11.2. CARATTERISTICHE DOTAZIONI EQUIPAGGIAMENTI E SISTEMI Il Capitolato richiede per gli elicotteri offerti un “Verricello di soccorso con portata nominale non inferiore a 270 kg. e lunghezza del cavo non inferiore a 80 m.”. Si evidenzia a riguardo che per i tipi di elicottero rispondenti ai requisiti richiesti dal capitolato è prevista dai costruttori l'installazione di un solo modello di verricello con capacità nominale pari a 272 kg che però, a seguito dell’emissione della AD EASA AD2015-0226R3 (Airworthines Directive, Prescrizione di Aeronavigabilità), vede limitato temporaneamente il carico massimo a 249 kg (550 lb) per operazioni al disopra dei 0°C e a 227 kg (500 lb) per operazioni al di sotto dei 0°C. Detta AD è stata emessa nel 2015 (e revisioni successive), e due tra i principali costruttori di elicotteri ne hanno incorporato le limitazioni direttamente nel Type Certificate (TCDS) degli aeromobili prodotti e certificati a seguito dell'emissione dell'AD stessa. Si chiede pertanto di confermare la possibilità di presentare tipi di elicottero dotati di verricello elettrico che, sebbene progettato per avere una capacità nominale superiore a 270 kg, ad oggi risulti limitato nella capacità reale in accordo ai contenuti della suddetta prescrizione normativa vigente (AD EASA 2015 - AD2015-0226R3). Si conferma la possibilità di presentare tipi di elicottero dotati di verricello elettrico che, sebbene progettato per avere una capacità nominale superiore a 270 kg, ad oggi risulti limitato nella capacità reale in accordo ai contenuti della suddetta prescrizione normativa vigente (AD EASA 2015 - AD2015-0226R3).

PI014874-18

DISCIPLINARE DI GARA – ART. 14 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA Il disciplinare recita: “Tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua straniera, deve essere corredata da traduzione giurata in lingua italiana. In caso di contrasto tra testo in lingua straniera e testo in lingua italiana prevarrà la versione in lingua italiana, essendo a rischio del concorrente assicurare la fedeltà della traduzione. Per la documentazione redatta in lingua inglese è ammessa la traduzione semplice". Premesso che la lingua ufficiale in ambito aeronautico EASA è l'Inglese e che, di riflesso, le Certificazioni AOC, CAMO, Parte-145, Manualistica Operatori (quale SMS, OM, etc…), nonché la documentazione degli aeromobili (Certificato di omologazione, immatricolazione, etc..., nonché i manuali di volo e loro supplementi) sono redatti in lingua inglese nel rispetto dei formati e modelli standard stabiliti e pubblicati in EU 965/2012, EC 1321/2014, EC 216/2008 al fine di assicurare uno standard univoco valevole per tutti i Paesi Membri EASA. Si chiede di confermare che è ammessa l’allegazione delle certificazioni e manualistiche tecnico-aeronautiche sopra indicate nella loro lingua originaria e quindi in inglese; resta logicamente inteso che la Relazione Tecnica debba essere invece prodotta nella sua interezza in lingua italiana. Si evidenzia a riguardo che ogni figura professionale che opera in ambito aeronautico, sia esso pilota, tecnico o personale ingegneristico, consulta le certificazioni, i manuali aeronautici e le normative europee in lingua inglese. Per quanto concerne la documentazione aeronautica menzionata (Manuale di volo e Manuale Operativo) si ritiene accettabile la presentazione in lingua inglese.

PI014873-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 8.2 “Requisito di capacità economica e finanziaria”, pagg. 14 e 15. È richiesto “Fatturato specifico minimo nel settore di attività oggetto dell’appalto (da intendersi quale “Servizio di soccorso con elicottero nell’ambito di operazioni HEMS, HSAR, HAA e HHO”), al netto dell’IVA, realizzato nell’arco degli ultimi tre esercizi finanziari disponibili alla data di pubblicazione del presente Bando, non inferiore a € 21.727.560,00”…. Poiché nel bilancio di esercizio - redatto secondo formato europeo - non vi è evidenza del fatturato specifico nel settore di attività in oggetto, si chiede conferma che per la comprova del suindicato requisito si intendesse richiedere il fatturato globale, attestabile mediante bilancio aziendale. Si conferma, secondo quanto previsto dal par. 8.2 del Disciplinare, che il requisito attiene al fatturato specifico nel settore oggetto di gara. In sede di comprova il concorrente dovrà presentare (come chiarito nel succitato paragrafo del Disciplinare) il bilancio corredato dalla nota integrativa nonché gli ulteriori mezzi di prova che la Stazione Appaltante si è riserva la facoltà di richiedere ai sensi dell'art. 85, co. 5, e 86, co. 1, del Codice. Cordiali saluti

PI014872-18

ALLEGATO B1 - SCHEDA REQUISITI A PUNTEGGIO - ORGANIZZAZIONE In riferimento alla FORMULA B adottata per assegnare il punteggio indicato nell'ALLEGATO B1 - SCHEDA REQUISITI A PUNTEGGIO - ORGANIZZAZIONE, Codice RP.OR.5, si chiede di verificarne la correttezza, perché da una semplice simulazione emergerebbe quanto rappresentato di seguito: Concorrente A: Ni = 2, FH = 2.000, Pc = 0,00100000 Concorrente B: Ni = 1, FH = 3.000, Pc = 0,00033333 Concorrente C: Ni = 3, FH = 8.000, Pc = 0,00037500 Concorrente D: Ni = 0, FH = 4.000, Pc = 0,00000000 Pertanto Pmin = 0,00000000 Da ciò deriva che, per la formula scelta, ai concorrenti verrebbe attribuito il punteggio: Concorrente A: 0 Concorrente B: 0 Concorrente C: 0 Concorrente D: ERRORE dove: Ni = Numero di incidenti/inconvenienti gravi occorsi negli ultimi cinque anni FH = Numero di ore volate dalla flotta impiegata in attività di elisoccorso nel medesimo periodo Pc = Ni / FH Prestazione offerta dal concorrente Pmin = Ni / FH Valore minimo offerto tra tutti i concorrenti Punteggio = Max * (Pmin) / (Pc) = 3 * (Pmin) / (Pc) Atti di gara revisionati.

PI014871-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 17 “Offerta Tecnica”, pagg. 43 e 44. Tra i vari documenti richiesti per gli elicotteri proposti, è indicato: “ …………………….. - per gli elicotteri immatricolati in UE, certificato di benestare tecnico all’impiego…………” Poiché il “certificato di benestare tecnico all’impiego” non è più in vigore (consisteva in una certificazione emessa dall’autorità ENAC per aeromobili non italiani, inseriti ed utilizzati all’interno di un Certificato di Operatore Aereo di nazionalità italiana, si chiede la conferma che in realtà vada presentata l’attuale “Autorizzazione all’impiego”, e la precisazione che, essendo possibile richiedere quest’ultima soltanto a seguito dell’inserimento dell’aeromobile/i in flotta, nel caso in cui l’Operatore Concorrente offra elicotteri nuovi di fabbrica, di cui non abbia ancora titolo di proprietà/esercenza, la medesima autorizzazione possa essere prodotta dalla Ditta Aggiudicataria prima dell’avvio del servizio. Si precisa che, nel caso in cui l’Operatore Concorrente offra elicotteri nuovi di fabbrica di cui non abbia ancora titolo di proprietà/esercenza, occorre presentare un documento del costruttore/società di leasing che attesti l’impegno per la consegna dell'elicottero/i, contraddistinto dal numero di serie, al solo operatore concorrente identificato per ragione sociale

PI014776-18

Capitolato Tecnico - Par. 2.2.1 e 2.4 (a titolo esemplificativo e non esaustivo dello stesso requisito ripetuto anche in altri articoli) Con riferimento alla frase “La D.A. è responsabile della gestione e manutenzione ordinaria dell’elisuperficie esistente presso la Base HEMS di Napoli, con estensione alla Base HEMS di Salerno nel caso di riposizionamento presso altra area nella disponibilità della S.A. ….”, si prega precisare se ci si riferisce alla gestione ai sensi del DM 01.02.06. Inoltre, si prega precisare quali siano nel dettaglio i servizi inclusi nel concetto di “gestione e manutenzione ordinaria” e quali le responsabilità e gli obblighi onerosi che la D.A. si assume in relazione alla suddetta "gestione".Per gestione e manutenzione della base si intende tutto ciò che attiene al corretto funzionamento della base stessa.

PI014773-18

Al fine di una compiuta ed esaustiva valutazione in ordine alla piena e incondizionata fruibilità della Elisuperficie a servizio della Base Hems di Napoli e delle infrastrutture correlate, si prega fornire le seguenti documentazioni: • studio aeronautico con particolare riferimento all’indicazione dei sentieri di AVV/DEC, superfici limitazione ostacoli e comunque contenente: o Caratteristiche dell’area di insediamento, o Posizione e caratteristiche fisiche spazio aereo o Manufatti e vegetazione arborea nell’area e azioni mitiganti per le operazioni di volo o Elisuperficie ? Superfici avvicinamento e decollo ? Caratteristiche FATO/TLOF - area di sicurezza - area di sosta e via di rullaggio ? Segnaletica diurna ? Segnaletica notturna ? Luci perimetrali ? Luci radenti ? Luci di allineamento ? Luci segnale ostacolo ? Indicatore d’angolo di planata ? Manica a vento ? Faro di avvistamento o Modalità attivazione dell’impianto luci e alimentazione d’emergenza o Assistenza antincendio o Security - accesso e protezioni • certificato del Decreto Istitutivo del Servizio Antincendio con indicazione della classe ICAO di protezione assegnata e dettaglio dei presidi antincendio presenti • copia del certificato di prevenzione incendi CPI dell’impianto distributore carburante avio ove questo sia presente, o nel caso contrario esplicitare se è a carico della stazione appaltante la messa a disposizione di autobotte avio • certificato di conformità impianti elettrici dei locali ad uso stazionamento equipaggi e ogni altro certificato di regolarità urbanistica • autorizzazione all’uso della elisuperficie in corso di validità rilasciata da ENAC Tali informazioni non risultano rilevanti ai fini della formulazione dell’offerta.

PI014730-18

All’articolo 8.1 lettera C del disciplinare di gara è richiesto che una società partecipante alla procedura di gara debba possedere quale condizione minima Possesso del Certificato di Operatore di Lavoro Aereo (COLA), in corso di validità, secondo le norme del Regolamento ENAC “Certificato di Operatore di Lavoro Aereo” del 16/06/2009 e della relativa circolare OPV-23A/23B Come previsto dalla nota informativa dell’ENAC NI/2017/001 Tale certificato è un certificato nazionale ancora valido SOLO per gli operatori che svolgono le attività non previste dalla parte SPO del Reg.EU 965/2012 e che pertanto gli operatori che svolgono operazioni di lavoro aereo ma in possesso di COA devono ora rispondere alla sola sezione SPO del regolamento europeo 965/2012 ove tutte le operazioni ora sono rientrate, pertanto a tale scopo si richiede che sia prevista la modifica del requisito minimo prevedendo che una società che intende partecipare debba possedere all’interno del proprio COA anche l’approvazione per svolgere attività SPO che sono rilasciate per i soli operatori in possesso dei requisiti per svolgere operazioni di lavoro aereo a livello comunitario in sostituzione del precedente Certificato di Operatore Aereo (COLA) Atti di gara revisionati.

PI014729-18

In base alla complessità della gara richiesta ed in virtù dell’elevato importo di gara che supera i 50 milioni di Euro si richiede la possibilità che il termine di gara per presentare le offerte fissato al 20 di Dicembre sia posticipato al 25 di Gennaio . Riteniamo opportuno segnalare che il servizio richiesto prevede investimenti rilevanti e che la ns richiesta di prevedere termini di 70 giorni dalla pubblicazione della gara rientra in un termine congruo già utilizzato in altre gare d’appalto per servizi di analogo importo e che la riduzione dei termini di presentazione delle offerte di gara al minimo previsto dal codice degli potrebbe vanificare la possibilità di presentare offerte visto il coinvolgimento di costruttori e visto l’assenza di un dialogo competitivo che presentasse in anteprima al mercato le intenzioni della società appaltante . Atti di gara revisionati. L’offerta, a pena di esclusione, deve essere inviata attraverso il Sistema entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12:00 del giorno 19/04/2019. Le offerte tardive sono escluse in quanto irregolari ai sensi dell’art. 59, comma 3, lett. b), del Codice.

PI014718-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 17 “Offerta Tecnica”, pagg. 43 e 44. Tra i documenti richiesti è presente: “ - per gli elicotteri immatricolati in UE, certificato di benestare tecnico all’impiego; (ovvero) dichiarazioni rilasciate e sottoscritte dal Costruttore degli elicotteri proposti; - documentazione dalla quale si evinca che gli aeromobili proposti siano liberi da pesi ed ipoteche, escluse unicamente le ipoteche connesse al finanziamento per l’acquisto degli stessi aeromobili; - nel caso in cui l’O.E. partecipante offra elicotteri nuovi di fabbrica di cui non abbia ancora titolo di proprietà/esercenza, dovrà produrre: • idoneo documento del costruttore che attesti l’impegno per la consegna dell’elicottero/i al solo operatore Concorrente identificato per ragione sociale e riportare il numero di serie; • impegno del medesimo Concorrente a presentare la certificazione dell’avvenuto inserimento in flotta dell’elicottero, immatricolato, almeno 30 (trenta) giorni antecedenti la data di attivazione del Contratto, rispondente alle caratteristiche tecniche offerte”. Preso atto della possibilità fornita ai competitors di presentare elicotteri nuovi di fabbrica (non ancora in flotta), la cui consegna (da parte del costruttore/società di leasing) è subordinata all’aggiudicazione della gara, si chiede di indicare i termini di validità temporale da dover riportare sul sopracitato documento del costruttore che attesti l’impegno per la consegna dell’elicottero/i al solo operatore Concorrente identificato per ragione sociale e riportare il numero di serie; si chiede, inoltre, di precisare che il detto documento possa provenire dal costruttore o, in alternativa, dalla società di leasing, tenuta alla consegna dell’elicottero/i. Il documento che attesti l’impegno per la consegna dell’elicottero/i al solo operatore Concorrente, può provenire dal costruttore o, in alternativa, dalla società di leasing tenuta alla consegna dell’elicottero/i.

PI014717-18

Rif. “Allegato B1 - scheda requisiti a punteggio”, “Requisiti a punteggio – Elicottero SALERNO” codice RP.EL-SA.3 nonché “Requisiti a punteggio – Elicottero NAPOLI”, codice RP.EL-NA.3. Il requisito a punteggio testualmente prevede “Disponibilità a bordo di strumenti o dispositivi specifici in grado di consentire, senza detrimento dei parametri tecnici della configurazione proposta, l’uso degli apparati elettromedicali di bordo per assistere un paziente anche quando l’elicottero è a terra con motori non in movimento. Sono oggetto di valutazione le caratteristiche tecniche e funzionali della soluzione proposta in termini di efficacia ed efficienza rispetto all’obiettivo di consentire l’uso a terra delle apparecchiature elettromedicali”. Atteso che l’accezione di “movimento” è relativa ai rotori di un aeromobile piuttosto che ai motori, essendo per questi ultimi più consona la definizione di “acceso” o “spento”, si chiede di confermare che con il requisito sopracitato si intende indicare l’effettiva condizione di rotori non in movimento ovvero, quella di massima sicurezza per lo svolgimento delle operazioni al suolo. Vedere la risposta al quesito PI014630-18.

PI014716-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 17 “Offerta Tecnica”, pag. 45. Si chiede di produrre “Manuale delle Operazioni contenente lo Schema d’Impiego (da non computarsi nel limite delle 100 facciate)”. Si chiede conferma del fatto che, per rispondere al requisito tecnico in questione - relativo alla gestione del personale nel rispetto della normativa di riferimento sui limiti di volo e di impiego nelle attività HEMS - sia richiesto il solo stralcio della sezione relativa al punto richiesto, dello schema di impiego e dei limiti di volo e di servizio (contenuto nella Part A). Vedere la risposta al quesito PI014715-18.

PI014715-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 14 “modalità di presentazione dell’offerta”, pag. 28 e Rif. Disciplinare di gara, art. 17 “Offerta Tecnica”, pag. 45. “Tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua straniera, deve essere corredata da traduzione giurata in lingua italiana. In caso di contrasto tra testo in lingua straniera e testo in lingua italiana prevarrà la versione in lingua italiana, essendo a rischio del concorrente assicurare la fedeltà della traduzione. Per la documentazione redatta in lingua inglese è ammessa la traduzione semplice”. “Tutta la documentazione tecnica dovrà essere in lingua italiana. In caso di disponibilità della documentazione tecnica richiesta in lingua diversa da quella italiana, le ditte concorrenti devono presentare la documentazione in lingua originale corredata da una traduzione giurata in lingua italiana ai sensi del D.P.R. n. 445 del 2000, sottoscritta secondo le modalità indicate al par. 14 del presente Disciplinare. In caso di contrasto tra testo in lingua straniera e testo in lingua italiana prevarrà la versione in lingua italiana, essendo a rischio del concorrente assicurare la fedeltà della traduzione. Nota. È ammessa la presentazione in lingua inglese delle sole certificazioni di qualità e della letteratura scientifica, se così pubblicata su riviste internazionali” La lingua ufficiale in ambito aeronautico EASA è l'Inglese, per cui tutte le Certificazioni AOC, CAMO, Parte-145, la Manualistica Operatori (SMS, Operational Manual, etc.), nonché i titoli posseduti dagli equipaggi e documentazione aeromobili, quali Manuali di Volo e loro supplementi, sono redatti unicamente in lingua inglese. Questi documenti rispettano, altresì, formati e modelli standard stabiliti e pubblicati in EU 965/2012, EC 1321/2014, EC 216/2008, al fine di assicurare uno standard univoco valevole per tutti i Paesi Membri EASA. Si chiede di sapere se, limitatamente allo stralcio del Manuale delle Operazioni (il sopracitato Operational Manual) nonché ad eventuali estratti della manualistica dell’Impresa, ai Manuali di Volo, alla Documentazione Tecnica relativa alla macchina, a Certificati e Specifiche di omologazione (questi ultimi forniti, tra l’altro, a mero supporto di quanto relazionato nell’Offerta Tecnica), possano essere prodotti nella lingua in cui vengono redatti, ovvero in lingua inglese. Si conferma che è richiesto il solo stralcio della sezione relativa al punto richiesto, dello schema di impiego e dei limiti di volo e di servizio (contenuto nella Part A).

PI014714-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 14 “modalità di presentazione dell’offerta”, pagg. 25 e 26 e ss. “Conformemente a quanto previsto dagli artt. 40, 52 e 58 del Codice, l’offerta deve essere presentata esclusivamente attraverso il Sistema e, quindi, per via telematica mediante l’invio di documenti elettronici sottoscritti con firma digitale, ai sensi del D.lgs. n. 82/2005 (Codice dell’Amministrazione Digitale)……”. “Tutte le dichiarazioni sostitutive richieste ai fini della partecipazione alla presente procedura di gara, nonché la documentazione sottoscritta da enti terzi, ma ascrivibile all’operatore economico partecipante (a titolo esemplificativo e non esaustivo: fideiussioni, referenze bancarie, certificazioni di qualità, dichiarazioni sostitutive di possesso dei requisiti generali soggettivi) dovranno essere sottoscritte con firma digitale, ai sensi dell’art. 24 del D.lgs. n. 82/2005, fatto salvo quanto disposto dall’art. 38 del DPR n. 445/2000……… Data la vastità della documentazione da presentare, si chiede di elencare i documenti (ad esclusione delle dichiarazioni dei terzi che vanno accompagnate, come precisato, da una dichiarazione dell’operatore attestante la conformità agli originali in proprio possesso, secondo quanto previsto dal DPR n. 445/2000), da sottoscrivere digitalmente; si chiede, altresì, quali documenti, oltre le dichiarazioni di terzi, vadano accompagnati da attestazione di conformità all’originale ex D.P.R. n. 445/2000. Tutti i documenti originariamente firmati devono essere caricati a sistema in originale (ossia con firma digitale del relativo sottoscrittore) ovvero per copia digitale nel caso di documento su cui sia apposta una firma autografa (es. scansione). In quest'ultimo caso deve essere prodotta anche una dichiarazione del concorrente che attesti la conformità all'originale del documento prodotto per copia. Al riguardo, come previsto dalla nota 4 del par. 14, "potrà essere resa anche un’unica dichiarazione omnicomprensiva per tutta la documentazione per la quale tale dichiarazione di conformità si renda necessaria". Cordiali saluti.

PI014713-18

Rif. Capitolato Tecnico, “Allegato B – B1 Equipaggiamenti e dotazioni sanitarie”. Nell’elenco del “Materiale installato a bordo di ciascun elicottero” è richiesta la fornitura di un “kit di estrinsecazione dei feriti da veicoli sinistrati”. Si chiede conferma della circostanza che con tale dicitura si intenda riferirsi al “Kit da scasso” utilizzato, parimenti, per veicoli sinistrati. Si conferma che si fa riferimento al “Kit da scasso” utilizzato, parimenti, per veicoli sinistrati.

PI014712-18

Rif. Capitolato Tecnico, Allegato A. Nella tabella ‘’Elisuperfici destinate all’attività HEMS a servizio di comunità isolate’’ sono previste le due elisuperfici di seguito specificate, che, pur avendo differente denominazione, risultano essere la medesima elisuperficie: - Benevento Ospedale Rummo (BN); - San Angelo a Sasso (BN); si chiede di confermare quanto sopra o, per contro, fornirci chiarimenti al riguardo. L’elisuperficie Benevento Rummo è attigua all’ospedale e ha richiesto il rinnovo dell’autorizzazione ENAC. Pertanto va considerato, allo stato attuale, l’elisuperficie notturna di S. Angelo a Sasso, località di Benevento.

PI014711-18

Rif. Disciplinare di gara, art. 8.1, pag. 13 e ss. È richiesto il possesso del Certificato di Operatore di Lavoro Aereo (COLA). Si precisa che, dalla data di emissione della Nota Informativa NI_2014-005 emessa da ENAC il 25/07/2014, è stato avviato il processo di adeguamento alla normativa europea contenuta nel Reg. UE 965/2012 (che ha abrogato il Certificato di Operatore di Lavoro Aereo “COLA”), conclusosi il 21/04/2017, data a partire da cui è pienamente operativo il nuovo regime comunitario, in conformità al quale il COLA è stato sostituito da: a.“Dichiarazione di capacità dell’Operatore per le Attività Specializzate non ad alto rischio”; b. “Autorizzazione Enac di Operazioni Specializzate Commerciali ad alto rischio”; c. “Certificato di Operatore Antincendio – COAN” limitatamente alle operazioni di antincendio. Non rientrando le tre suddette attività nello scopo della fornitura, si chiede, pertanto, la conferma di non dover presentare, in luogo del COLA (ormai obsoleto), alcun certificato – autorizzazione - dichiarazione. Atti di gara revisionati.

PI014635-18

Capitolato Tecnico – Pag. 30 – Par. 13.2. Per una corretta valutazione degli impegni manutentivi ed operativi degli aeromobili che si intende proporre, si prega fornire lo storico delle ore di volo per le due basi di Napoli e Salerno degli tre ultimi anniSi precisa che negli atti di gara sono già indicate le ore presunte di volo per le due basi coinvolte. Cordiali saluti

PI014634-18

Capitolato Tecnico – Pag. 30 – Par. 13.2. Si prega chiarire se la frase “Il personale impiegato per il servizio deve essere in possesso dei sotto indicati requisiti” implichi il possesso di tutti i requisiti alla data di presentazione dell’offerta o il possesso dei tutti requisiti alla data di inizio del servizio. In questo secondo caso, si prega chiarire se esistano requisiti per i quali è comunque obbligatorio dimostrare il possesso in fase di presentazione dell’offerta.Si conferma quanto previsto al punto 3, par. 17 del Disciplinare di gara ove si richiede che il concorrente produca i “curricula vitae e la documentazione atta ad attestare il possesso dei titoli, dell’esperienza, delle capacità fisiche, psicofisiche e professionali coerenti con i requisiti richiesti dal Capitolato". Cordiali saluti.

PI014633-18

Allegato B1 - RP.EL-NA / RP.EL-SA Si prega confermare che tutti i dati tecnici relativi agli elicotteri proposti per il servizio, qualora di difficile reperimento all’interno dei documenti stessi degli elicotteri, possano essere dichiarati dal costruttore dell’elicottero stesso.Si conferma quanto riportato al par. 17, punto 1., del Disciplinare di gara ove, in tema di comprova delle informazioni tecniche fornite, si prevede la possibilità di presentare "dichiarazioni rilasciate e sottoscritte dal Costruttore degli elicotteri proposti". Cordiali saluti

PI014632-18

Allegato B1 - RP.EL-NA.9 / RP.EL-SA.9 Si prega chiarire se “Il maggior numero di passeggeri imbarcabili” debba riferirsi al maggior numero massimo di persone imbarcabili come riportato nel documento “Helicopter data sheet” o se tale dato debba riferirsi al numero massimo di passeggeri imbarcabile, in allestimento HEMS, a seguito di sbarco delle barelle di soccorso e imbarco dei sedili disponibili.Si veda la risposta al quesito PI014625-18.

PI014631-18

Capitolato Tecnico – Pag. 23 – Par. 11.2 Si prega confermare che la configurazione base dell’elicottero include un battellino e la sola predisposizione per galleggianti di emergenza.Si conferma la previsione del battellino nella configurazione base dell’elicottero e la sola predisposizione di galleggianti di emergenza.

PI014630-18

Allegato B1 - RP.EL-NA.3 Con riferimento al requisito "Disponibilità a bordo di strumenti o dispositivi specifici in grado di consentire, senza detrimento dei parametri tecnici della configurazione proposta, l'uso degli apparati elettromedicali di bordo per assistere un paziente anche quando l'elicottero è a terra con motori non in movimento. Sono oggetto di valutazione le caratteristiche tecniche e funzionali della soluzione proposta in termini di efficacia ed efficienza rispetto all'obiettivo di consentire l'uso a terra delle apparecchiature elettromedicali.", si prega confermare che il termine "motori" debba essere letto come "rotori"Si conferma che va inteso il termine “rotori”.

PI014629-18

Allegato B1- RP.EL-NA.2 Con riferimento alla "possibilità di trasportare più di tre passeggeri oltre a due barellati", si prega precisare cosa si intenda per "passeggero"Per passeggero si intendono i seguenti soggetti: Medical Passengers (medico ed infermiere), soccorritore nonché l'eventuale accompagnatore del paziente laddove necessario

PI014628-18

Disciplinare di gara – Pag. 44 – Par. 17 - Punto 2 / Allegato B1 (Requisiti a punteggio) - RP.OR.1 Si prega confermare che per certificazione ISO 18000 si intende in realtà riferirsi alla norma OHSAS 18001.Va inteso il riferimento alla norma OHSAS 18001 e si rettifica anche la tabella Allegato B1 RP.OR.1.

PI014627-18

Capitolato tecnico – Pag. 20 – Par. 7.1. - Punto 1 Si prega precisare se il servizio antincendio ICAO RFFS è da considerarsi un onere della ditta aggiudicataria per entrambe le basi operativeIl servizio antincendio, per le basi di Napoli e Pontecagnano, non è oggetto della presente procedura.

PI014626-18

Capitolato tecnico – Pag. 20 – Par. 7.1. - Punto 5 Nel documento SORESA “Capitolato tecnico” al punto 5 del paragrafo 7.1 si richiede che la D.A. deve avere implementato un “Management System” come richiesto dal regolamento 965/2012, che comprenda “Un Emergency Response Plan (ERP), per ognuna delle due basi operative, condiviso per gli aspetti di interfaccia con l’Amministrazione”. Come riportato nella stessa richiesta, per l’emissione del documento ERP per ognuna delle due basi operative è necessaria la condivisione e l’interfaccia con l’Amministrazione, attività possibile solo dopo l’aggiudicazione. Si prega pertanto confermare che lo sviluppo dell’ERP per ciascuna delle due basi operative debba essere completato dopo l’avvio del servizio, come richiesto peraltro per il documento del punto 2 dello stesso paragrafo 7.1Si conferma quanto prescritto al par.7.1 cioè che l’implementazione va effettuata da parte della ditta aggiudicataria.

PI014625-18

Allegato B1 - RP.EL-NA.9 / RP.EL-SA.9 Con riferimento al requisito "maggior numero di passeggeri imbarcabili, si prega chiarire se il numero di passeggeri imbarcabili debba intendersi come capacità massima dell’elicottero (senza barella e senza rack) ovvero in quale configurazione EMS.Si conferma che con tale requisito deve intendersi la capacità massima dell’elicottero in configurazione HEMS (1 barella + pax).

PI014612-18

Nel documento SORESA “Disciplinare di gara” al paragrafo 8.1 “Requisiti di idoneità” punto C si richiede il possesso del Certificato di Operatore di Lavoro Aereo (COLA) in corso di validità. Si fa presente che dal 21.4.2017 le operazioni di Lavoro Aereo possono essere svolte solo secondo il Regolamento (UE) 965/2012 (AIR OPS), che introduce i requisiti relativi alle OPERAZIONI SPECIALIZZATE, con la sola eccezione delle operazioni antincendio e delle attività svolte con a/m rientranti nell’Annesso II al Reg. (CE) n. 216/2008 che sono invece condotte in accordo al Regolamento Nazionale ENAC “Requisiti relativi alle operazioni aeree antincendio nonché ad aspetti delle operazioni specializzate e non commerciali non compresi nel regolamento (UE) 965/2012” del 17.11.2017 (solo per gli operatori antincendio la validità dei COLA è stata estesa da ENAC al 30 novembre 2018). Gli Operatori impegnati in operazioni specializzate, commerciali non ad alto rischio, sono stati tenuti a dichiarare all’ENAC, secondo le modalità descritte nella Nota Informativa ENAC 2017-001, di possedere le capacità e i mezzi necessari per ottemperare agli obblighi associati all’esercizio degli aeromobili impiegati in operazioni specializzate, nonché, dal 21 aprile 2017, operare tali aeromobili in accordo ai requisiti stabiliti negli Annessi III (Parte ORO) e VIII (Parte SPO) del Regolamento AIR OPS. Gli operatori impegnati in operazioni specializzate, commerciali ad alto rischio, hanno inoltre richiesto ed ottenuto un’Autorizzazione rilasciata da ENAC prima di iniziare un’operazione commerciale specializzata ad alto rischio. Si precisa inoltre che, ai sensi dell’art. 10 del Reg. AIR OPS, gli operatori in possesso di COLA al 21.4.2017 e che hanno presentato la Dichiarazione e la domanda di Autorizzazione come sopra specificato, hanno potuto continuare a svolgere le attività già approvate nell’ambito del COLA, in attesa del rilascio del modello 151 da parte di ENAC, fino al termine ultimo del 21 ottobre 2017. Gli operatori in possesso di COLA che hanno inteso proseguire le attività secondo la nuova normativa, hanno dovuto restituire il certificato COLA a ENAC alla ricezione del modello 151. Essendo l’oggetto dell’appalto il “Servizio di soccorso sanitario con elicottero (elisoccorso) (nell’ambito di operazioni HEMS, HSAR, HAA e HHO)”, e quindi non attinente alle operazioni antincendio e non ricadenti in attività svolte con gli aeromobili rientranti nell’Annesso II al Regolamento (CE) n. 216/2008, si prega chiarire la richiesta del requisito come da punto C del paragrafo 8.1, che non risulta essere in linea con le normative vigenti.Atti di gara revisionati. Si precisa che il servizio di soccorso sanitario con elicottero, nell’ambito delle operazioni HEMS, HSAR, HAA e HHO, comprende operazioni antincendio. Cordiali saluti.

PI014234-18

Siamo a richiedere il seguente chiarimento : 1) Alla sezione 17 del disciplinare di gara è richiesta la presentazione del Manuele delle operazioni contenente lo schema d’impiego , si prega di confermare che per il predetto punto si intende la presentazione dell’Operational Manual approvato dall’autorità aeronautica competente che è presente presso ogni operatore secondo quanto previsto dal regolamento europeo 965/2012. 2) Si richiede inoltre di prevedere per questo tipo di manuale se la presentazione deve essere integrale ovvero tutte le sue parti (PART A,B,C e D) o solo afferente la sezione che riguarda lo schema d’impiego approvato o solo la sua parte generale (PART A) . 3) In base a quanto previsto dal regolamento europeo 965/2012 l’operational manual di ogni singolo operatore è presente in lingua inglese si chiede se per questo documento si può non prevedere la sua traduzione in lingua italiana essendo documento originale e approvato in lingua . In merito alla normativa applicabile, si rinvia a quanto previsto al par. 3 del Capitolato Tecnico. La documentazione prodotta deve essere sufficiente a consentire alla Commissione giudicatrice di esprimere il proprio giudizio in termini di rispondenza dell'offerta ai requisiti minimi del Capitolato tecnico e ai fini dell’attribuzione dei giudizi di qualità. Resta, tuttavia, onere dell’operatore economico garantire che tutte le parti del manuale rilevanti ai fini della valutazione tecnica da parte della Commissione giudicatrice siano correttamente prodotte. Nel caso di specie, si precisa che il Manuale delle Operazioni non è computato nel limite delle 100 facciate previste per la Relazione (par. 17 del Disciplinare). In merito all'ultimo punto, il Disciplinare di gara prevede che è ammessa la presentazione in lingua inglese delle sole certificazioni di qualità e della letteratura scientifica, se così pubblicata su riviste internazionali. Inoltre, per la documentazione redatta in lingua inglese è ammessa la traduzione semplice. Si precisa, infine, che la giurisprudenza ha ritenuto che “la produzione di atti non accompagnati dalla traduzione ufficiale equivale alla non produzione degli stessi, in quanto impedisce alla stazione appaltante di avere immediata, diretta e certa contezza delle referenze relative alla capacità tecnico-economica dei concorrenti”. Il Giudice delle Leggi in varie occasioni ha statuito che la lingua italiana è la lingua ufficiale dello Stato, da usare obbligatoriamente, salve le espresse deroghe disposte a tutela dei gruppi linguistici minoritari, nell’ambito delle funzioni esercitate dai pubblici uffici (Corte costituzionale 11 febbraio 1982, n. 28).

PI014233-18

Siamo a richiedere il seguente chiarimento : 1) Alla sezione 11 del disciplinare di gara è richiesta la presentazione di una garanzia pari al 2% della base dell’appalto ovvero Euro 724.492,00 prevedendo la possibilità di applicazione del comma 7 articolo 93 del D.Lgs 50/2016 si chiede di confermare la possibilità di cumulo della riduzione dell’importo della garanzia in caso in cui la ditta offerente possegga sia la certificazione ISO 9000 che quella ISO14001 ovvero specificando l’importo di garanzia richiesto nel presente caso L'art. 93, co. 7, del D.lgs.50/2016, come modificato dal D.Lgs. 56/2017, chiarisce le regole di cumulabilità della riduzione della garanzia provvisoria nell'ipotesi di compresenza di diverse certificazioni. In particolare, si rinvia a quanto previsto al terzo periodo del co. 7 di suddetto articolo. Cordiali saluti. Il Rup