Accesso all'area riservata

Dettaglio Bando
To​rna Indietro ​​​​​​​​​​​

Dettaglio bando di gara

BANDO RETTIFICATO - ISTITUZIONE DI UN SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE PER LA FORNITURA DI FARMACI ED EMODERIVATI PER LE AA.SS.LL./AA.OO./AA.OO.UU./IRCSS DELLA REGIONE CAMPANIA - XIII APPALTO SPECIFICO AI SENSI DELL’ART. 55 DEL D. LGS. 50/2016

Francesco Chianese

€ 461.017.397,08 (Iva Esclusa)

Prezzo più basso

Forniture

Sabato, 10 Nov 2018, ore 12: 00

Lunedì, 19 Nov 2018, ore 12: 00

Esiti e Pubblicazioni

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

Altro

19/10/2018Determinazione di indizione n.197 del 18/10/2018

Determinazione n.197 del 2018 indizione XIII appalto specifico.pdf

Altro

26/10/2018Determinazione n 200 del 26 ottobre 2018_ rettifica

Determina n. 200 del 26 ottobre 2018.pdf

Avvisi

Tipologia Data Pubblicazione Descrizione Allegato

AVVISO_GARA

26/10/2018A seguito di Determinazione di rettifica n. 200 del 26 ottobre 2018, si invitano gli operatori economici a cliccare sul comando "Aggiorna Dati Bando" per poter recepire le modifiche effettuate a sistema. IL RUP

Chiarimenti

Protocollo Domanda Risposta Allegato

PI013766-18

Buon pomeriggio, Vi richiediamo alcune conferme relativamente al Vs. art. 6.5., "Offerta Economica", pag. 16 in alto, con riferimento alla compilazione della riga "0" a sistema. Scrivete che la riga "0" va compilata per i campi "prezzo offerto", "Ragione Sociale", Allegati relativi a: sicurezza, eventuali giustificazioni, ulteriore documentazione (quest’ultima se presentata). A simulazione, il Sistema ci restituisce come obbligatori la ragione sociale (ripetuta 2 volte) ed i costi della sicurezza aziendali. Intendendo presentare offerta per un lotto composto, la Scrivente inserirebbe pertanto nel campo "0" ragione sociale, costi sicurezza e gli allegati richiesti, e negli appositi campi "1" e "2", le specifiche indicate come obbligatorie relative ad ogni prodotto (compresi i prezzi unitari di riferimento e di offerta; l’importo complessivo viene calcolato dal sistema). Vi preghiamo di confermare tale interpretazione. Grazie per l’attenzione e cordiali saluti. GlaxoSmithKline S.p.A.La compilazione dell’offerta a Sistema deve rispettare le seguenti indicazioni: — NOME COMMERCIALE COMPRENSIVO DI FORMA FARMACEUTICA E DOSAGGIO, CODICE AIC, QUANTITA' A CONFENZIONE, PREZZO UNITARIO OFFERTO IVA ESCLUSA, PREZZO AL PUBBLICO/ EX FACTORY UNITARI SENZA IVA vanno compilati in corrispondenza delle voci (1,2, ecc…) e non in corrispondenza della riga 0; — RAGIONE SOCIALE OPERATORE ECONOMICO va compilato su ogni riga (0,1,2, ecc…); — COSTI SICUREZZA AZIENDALI (inclusi nel valore offerto), EVENTUALI GIUSTIFICAZIONI, ULTERIORE DOCUMENTAZIONE (se del caso), sono campi per cui gli allegati devono essere inseriti in corrispondenza della riga 0; — IMPORTO COMPLESSIVO OFFERTO SENZA IVA è automaticamente calcolato dal Sistema.

PI013713-18

in merito all’art. 6.5 della lettera d’invito relativa all’appalto specifico in oggetto. La suddetta clausola della lex specialis prevede, letteralmente, che: “qualora a seguito dell’aggiudicazione del presente appalto, vengano rilevati prezzi di aggiudicazione di altre stazioni appaltanti per gli stessi prodotti messi a gara inferiori rispetto a quelli risultanti dalla presente procedura, Soresa si riserva la facoltà di richiedere l’adeguamento del prezzo all’operatore economico aggiudicatario e, in caso di mancato adeguamento, di procedere alla risoluzione del contratto”. Com’è noto, l’offerta economica formulata dagli operatori economici in relazione ad ogni procedura d’appalto è la risultante di una serie di valutazioni di carattere imprenditoriale legate, in particolare e tra l’altro, ai volumi di vendita previsti, al contesto territoriale di riferimento, alla localizzazione dei presidi presso i quali le forniture dovranno essere eseguite, etc.. E’ ben possibile, dunque, che sussistano delle giustificate differenze tra i vari prezzi di aggiudicazione che l’operatore economico non è in grado di eliminare per ragioni oggettive. D’altro canto, il legislatore ha già specificamente individuato, tramite l’articolo 17, comma 1, lettera a), del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, i presupposti e i limiti entro i quali le stazioni appaltanti sono autorizzate a chiedere ai fornitori di ridurre e/o eliminare le differenze esistenti tra i vari prezzi di aggiudicazione. Alla luce di tutto quanto precede, la scrivente azienda ritiene che la previsione di cui all’art. 6.5 della lettera d’invito, quantomeno ove dovesse essere interpretata nel senso di imporre in ogni caso agli operatori economici di adeguare il prezzo di fornitura a quelli inferiori rilevati, pena la risoluzione contrattuale, sia palesemente contraria alla testé citata previsione legislativa, irragionevole e sproporzionata. Si chiede, pertanto, che codesta Spett.le Stazione appaltante voglia: (i) annullare in autotutela la menzionata clausola della lex specialis; (ii) in via subordinata, quantomeno chiarirne il significato, precisando che - in ossequio al generale canone di buona fede nell’esecuzione dei contratti - si procederà alla risoluzione del contratto solo qualora l’operatore economico non dimostri la sussistenza di oggettive ragioni per le quali non sia possibile procedere ad un adeguamento del prezzo di fornitura. Si conferma che si procederà alla risoluzione del contratto solo qualora l’operatore economico non dimostri la sussistenza di oggettive ragioni per le quali non sia possibile procedere ad un adeguamento del prezzo di fornitura.